Commento su DarkSeid III° parte

[Vecchio commento]. (Si tratta di semplice battute, non si vuole offendere nessuno veramente. Anche perché sono storie parecchio datate).

Ed ecco l’ultima parte del mio commento al prologo: Il veleno degli innocenti di _Dark Side. Sì, perché preferisco andare alla storia successiva, scelta a caso come questa, piuttosto che continuare a leggere qualcosa che mi fa perdere secondi preziosi della mia vita.

“Le sue amorevoli parole non mi calmano, così scoppio a piangere un’altra volta. Cerco di ricostruire passo passo ogni tappa del nostro arrivo qui, ma non mi ricordo nulla. E’ come se fosse un ricordo annebbiato. Eppure fino a ieri stavamo a casa nostra, con mamma che mi cambiava bavaglino e mutandine ogni dieci minuti, e papà che giocava a calcio con mio fratello in giardino. Mi viene nostalgia, voglio ritornarmene a casa. Mi do un pizzicotto (non sia mai sia un sogno…) e invece non succede niente. E’ proprio reale” cit..

Le parole del fratello sono ‘amorevoli’. Per il tono? Se sì, diccelo! Per le parole in se stesse non di certo. A me paiono ‘bugie, bubbole, balle apocalittiche!’. Menzogne che voglio sapere un bambino come fa a dire. Non credo abbiano tutta questa malizia contorta! Tra il non ricordare nulla e l’avere ricordi annebbiati la somiglianza è come la confusione tra le lucciole e le lanterne. Se avesse questa serie di flash non li vivrebbe in maniera positiva. Quando i ricordi ti schiacciano o ti assalgono, non è mai una bella sensazione. E anche quando sono positivi, ma sovvengono in momenti di paura, di solito provocano il pianto. Quindi andava qui e non prima. Inoltre, non c’è stato detto quando aveva già pianto. Il di nuovo stona parecchio. Era meglio iniziare da prima la narrazione, così da riuscire a seguirla! I dettagli, come le mutandine cambiate ogni dieci minuti, roba da cronometro, è meno importante di vedere questa bambina piangere! Non amo le emozioni facili, ma se il personaggio deve piangere, che pianga davvero. Inoltre non fa ben comprendere che sono ricordi diversi che si sovrappongono quindi sembra che questa neonata prodigio abbia un fratellastro, altrimenti non si spiega come abbia un fratellino nato dopo di lei, che camminasse quando aveva ancora il pannolino e che sotto ci mettesse le mutande! Non è dicendo nostalgia che un bambino esprime la mancanza di casa. Era più sensato si mettesse a chiamare i genitori. La storia del pizzicotto e del sogno è una cosa che nessuno bambino farebbe, tranne per imitare la televisione, era più probabile pensasse all’eroe della tv che voleva imitare con quell’atto. Insomma, questa storia è meglio perderla che trovarla per una come me.

Annunci

Recensione Darkside II° parte

[Vecchie battute su storie datate. Non si voleva offendere nessuno].

Proseguiamo il commento alla storia: Il veleno degli innocenti di _Dark Side

«Non avere paura, Sher. Usciremo da qui, te lo prometto»
«Ho tanta paura, fratellino mio»
«Non devi averne. E’ soltanto un gioco…un brutto gioco, ma ci libereranno. Noi e tutti gli altri bimbi, stà tranquilla» Cit.

I punti a quanto pare non vanno messi dopo le virgolette. Un pugno in un occhio farebbe meno male che questa mancanza di punti, quindi penso proprio che me ne fregherò!
Lei non ricorda niente, ma che è il fratellino sì. O lo ha adottato a simpatia? E lui ricorda qualcosa? Boh, non lo sapremo mai. Se sì, dove appoggia la sua incredibile teoria che è un gioco? E da quando un bambino non considera ESSENZIALE un gioco? Questa è una divisione che subentra nell’età adulta o almeno nella giovinezza. Ovviamente vanno liberati solo i bambini, i vecchi li lasciamo prigionieri. Mi subentra il dubbio che prigionieri siano solo i bambini e gli adulti li tengano prigionieri, ma se fosse così possibile che la nostra mocciosa con la paura fasulla come una moneta di cioccolato, non lo abbia capito?

Recensione DarkSide I° parte

[Chi non ha talento insegna; perciò mi sono messa a fare, parecchio tempo fa, dei commenti ironici su storie datate, senza voler offendere nessuno].

 

Ed ecco il mio primo commento alla storia: Il veleno degli innocenti di _Dark Side

Me ne sto appiccicata a mio fratello, con la testa appoggiata alla sua spalla. Lui mi stringe forte forte, per non farmi tremare. Ma ho paura lostesso. Davanti a noi, ci sono uomini e donne di ogni età che ci scrutano dalls testa ai piedi. Ma non osservano soltanto noi due. Nella gabbia a fianco alla nostra ci sono altri bambini come noi che si stingono a vicenda per l’orrore. Cerco di mettere a fuoco la stanza in cui siamo rinchiusi. E’ un grande atrio senza porte nì finestre. Le pareti completamente bianche e su ogni parete c’è un solo numero, che va da 1 a 10, proprio accanto alla porticina delle gabbie dove siamo imprigionati. Ho una tale paura! Ma non ricordo nulla di come siamo finiti qui dentro, chi ci ha portati, né chi siano quelle persone che sembrano fissarci interessati.
Possiamo benissimo immaginare una donna polipo o una persona che stia tentando il contatto simbiotico. Gli alieni sono tra noi XD. La storia è in prima persona, si può accettare di più il raccontato, ma secondo me si può fare una serie di errori con la scusa che è il personaggio a sbagliare solo nei dialoghi diretti. L’autore in quei casi dovrebbe avere la decenza di svestire i panni del pinco di turno e dimostrare che sa scrivere nella visione d’insieme. Il contatto simbiotico ovviamente si fa in due, perciò un ‘mi stringe forte’ non basta, facciamo come i bambini delle elementari e ne mettiamo due! Abbondiamo! La prossima volta forte forte forte. Non fraintendetemi, sono pro alle ripetizioni. Sì, uccidiamo la grammatica italiana! Però quando sono vicine nella stessa frase perché altrimenti perde il senso, non in queste esagerazioni che posso accettare solo nelle poesia. Iniziamo una frase con ma, ovvio. Lostesso, io posso accettarlo, si chiama tastiera deficiente, ma fa ‘lo stesso’ schifo! Uomini e donne di ogni età? In divisione di minuti, di ore o di anni? Inoltre non a ogni età siamo adulti. Infatti devono aggiungere i bambini. I vecchi però? Inoltre non riesco a immaginare altro che dei manichini! Non hanno facce, caratteri, niente! Metti il pianto di un neonato, le lacrime dei bambini, le urla degli uomini codardi, i gemiti delle ragazze frignone. Tutta quella gente lì, terrorizzata e nessuno che puzza di sudore?! In realtà è la pubblicità dei deodoranti che sponsorizza la storia! I protagonisti sono bambini ufficialmente. Peccato non traspaia da niente! Nessuna frase infantile, nessun richiamo ai genitori, niente! In realtà a parte questa paura immotivata, perché ancora un paio di sbarre non terrorizzano nessuno, questi personaggi sono uguali a dei perfetti fantasmi inesistenti. Quando li hanno rinchiusi dovevano essere svenuti, ci posso stare, ma possibile che se è sveglia da un po’, solo ORA mette a fuoco il luogo?! Diciamo che il luogo è grande, tanto per fare figo. Solo, come te ne accorgi se vedi solo altre gabbie? Vuol dire che ti sei voltato a sinistra, non stai fissando i pinchi in piedi che ti fissano? Inoltre tutti hanno paura, c’è un sacco di gente, ma tutti studiano proprio a voi due! Ecco un esempio di bambini Gary Tsu e Mary Sue! Che hanno la supervista per vedere i cartellini accanto alle gambe. Inoltre se scopro che sono alieni, mutanti o zombie che usano i numeri umani, fidatevi che griderò! Sì, la storia la leggo insieme a voi XD. Sì, hai una tale paura, ma non ti si mozza il respiro, non tremi, non singhiozzi, non piangi. Lo dici solo! Oh sì, anche io ho paura, che le storie così prolifichino ancora! Non si ricorda niente. Certo, tipo che la frase non inizia con il ma. Peccato che sai com’è tuo fratello. Inoltre il terrore, il panico, come riesce ad accostarmi all’interesse?! Mistero!

Recensione di storie nella sezione horror su efp

[Sono vecchi commenti di storie datate. Non voglio realmente offendere gli autori, che sicuramente saranno evoluti tanto a livello di stile di scrittura. Non ero meglio di loro agli inizi e posso ancora migliorare moltissimo].

Sono entrata nel genere horror e sto andando indietro dalla più nuova, perché per me efp è diventato un luogo da horror. La storia che prendo in esame adesso è: L’inizio della fine di Arianna JB.

Non capisco perché non vedo nessuno per la strada è strano sono l’unica rimasta in tutto il mondo per caso? Va be sola o no devo andare a scuola … -alla scuola superiore che tanto amo … scientifico,grazie papà … – stesso deserto … bha … comunque entro in classe e mi mandano in infermeria mi fanno dei controlli e poi mi portano in un campo con dei soldati il mio primo pensiero è stato “ no e io non vado a fare il soldato ho altri progetti !!! “ tutti mi guardano e ridono un soldato viene vicino e mi mette una mano sulla spalla “ ti sei svegliata dal mondo delle favole?” io lo guardo storto e continua a ridere io sposto la spalla e vado fuori dal campo senza farmi vedere da nessuno anche se credo mi abbiano visto ma chi se ne frega camminando tra macchine rotte e immondizia “che schifo … “ mi giro e vedo in un vicoletto della gente camminare lentamente e penso magari loro mi possono dire che sta succedendo..vado vicino a uno “scusi” si gira e non era una persona era un cadavere!!! Inizia a urlare e cerca di mordermi io non so che devo fare sono in panico e urlo con tutta la voce che ho in corpo come se non bastasse quel gruppo di persone si gira, anche loro cadaveri … sono vicini..per me è finita.. E a un certo punto sento degli spari ero troppo spaventata per scappare mi giro lentamente vedo una sagoma poi dopo poco tutto nero.

Mi è successo una volta di andare in una zona deserta, alla motorizzazione civile e di non trovare nessuno. Ebbene, vi posso assicurare che la prima cosa che notate è se c’è la presenza di oggetti senza gli uomini. I telefoni squillano, le macchine sono parcheggiate e c’è silenzio. Scatta immediatamente il panico. Non è un ‘non capisco perché’ sereno. Inizia una caccia all’uomo, prendi il telefono e chiami i tuoi o un amico. Chiunque, persino le zie odiose che alle feste non vuoi vedere mai! Siamo animali sociali, la cosa che ci spaventa di più è un insolito deserto. Inoltre ogni scusa è buona per saltare la scuola, anche se la ami è difficile tu apprezzi compiti, compiti in classe e non puoi amare tutti i compagni. Insomma, in ogni scuola c’è sempre motivo di un po’ di stress e sempre si preferisce rimanere a riposare. Potrebbe essere una scusa per entrare un po’ in ritardo, passeggiare un po’. Oppure visto che deve andare a piedi, potrebbe ‘fregarsene’ perché è stanca, la cartella pesa e non vede l’ora di entrare in classe, ma se fosse così andrebbe descritto. Ignoriamo la dose eccessiva di punti esclamativi, i dialoghi buttati là e i pensieri ingarbugliati nemmeno fosse un flusso di coscienza puro. Inoltre, se c’è il deserto, com’è spuntata gente in una classe?! Evidentemente i bidelli dovevano esserci, o la scuola era chiusa e almeno una o due persone le avrebbe dovute incontrare prima. Si vola in infermeria, non si capisce che generi di controlli e si può solo sperare non sia lo stetoscopio sul petto e via, teletrasportandosi poi in un campo militare. Soldati non è un genere umano. Ci sarà il ragazzo, l’uomo, di nuovo abbiamo a che fare con volti, fantasmi e non persone reali. Il primo pensiero lo poteva avere mentre saliva in un qualche mezzo, mentre andava in questo luogo, invece è gettato là nemmeno si stesse giocando a freccette. Tutti chi? Le persone che non c’erano?! Il soldato gentile dolce, non lo rende vero, rende solo la protagonista l’unica forse esistente. Il lettore deve ‘sognare’ un mondo diverso, deve immedesimarsi, ma appunto qui l’unica trasognata e drogata è l’autrice\autore e il suo personaggio. I campi militari sono pieni di persone, di tende, di filo spinato, come accidenti fa a sfuggire al controllo del militare davanti e allontanarsi?! Immondizia quale? Non vogliamo sapere dal narratore travestito dal personaggio che fa schifo. Ci deve essere la buccia di banana in putrefazione, i pannolini sporchi magari non cambiati ogni dieci minuti con il timer ancora attaccato come ci voleva far vedere la storia precedente, le pattumiere rigurgitanti. Inoltre le macchine rotte da dove arrivano. Sono cadute dal cielo? L’assurdità è quando va a parlare con uno zombie. I cadaveri puzzano! Sono in decomposizione! Non puoi scambiarli per uno vivo, tranne se sei senza naso come Crilin di DBZ. Il morso non si riesce a immaginarlo, l’azione è fittizia. Insomma, gli zombie mordono tutti a lei all’improvviso, mentre prima la lasciavano girare serenamente. Non ha senso! Il fatto che sia spaventata non giustifica manchino i punti. Inoltre dovrebbe svenire subito, al primo morso e udire gli spari attutiti mentre sviene. Basta, ho deciso, anche questa storia bocciata. Lasciamo al suo destino adesso U_U.

Prima parte del Commento di 50 sfumature di grigio

[11 gennaio 2015]

La protagonista fa quasi licenziare una sconosciuta per un bicchiere d’acqua che non ha nemmeno bevuto. In compenso, appena incontra il protagonista, ecco che cade; come in tutte le commedie romantiche dall’età della pietra a oggi. Persino Scoobydoo il film prendeva in giro questa cosa. Ed ovviamente la parolaccia è quello che ci vuole, se lui era un vero uomo d’affari la buttava fuori per molto meno!
La vvverità vera è che è Diabolik. Occhi grigi e gentilezza fasulla con le ragazzine, è lui x3 Però è bello, bello!!1!1!
Anche se è giovanissimo e ha delle dita affusolate. Se permettete, io gli uomini li preferisco forti, pelosi e con le dita tozze che lavorano.
Io quando prendo la scossa toccando qualcuno non la trovo seducente, mi fa solo male la mano. pag.6
L’ufficio di lui ha il futuro dell’arte: un quadrato fatto di quadrati. Questo sì che è un mosaico =_=” . C’è un overdose della parola bello\a. pag.7
Durante un intervista, ovviamente, ti fai vedere stanco e svogliato, ‘lasciandoti cadere’. Adone o non Adone, a me sembri un deficiente. Questa donna aveva one job! Premere un pulsante ed è riuscita a far cadere due volte il registratore O.o
A me darebbe fastidio fare quella figuraccia, non che il diploma di laurea mi venga consegnato da un riccone pag.8
Questa sta avvampando ogni dieci secondi, sicuri che non avrà un infarto? Non credo che sia fisicamente possibile. Finalmente ha premuto il pulsante del registratore! A parte che si capisce che Grey non ha il dono della sintesi ed è pieno di sé; ma dalla sua prima risposta all’intervista di Ana si comprende anche che lui non fa nulla. Fanno tutti i suoi bravi collaboratori! Inetto! pag.9
E nemmeno alla terza domanda, che sarà pubblica per altro, già ammette di essere un maniaco del controllo, spaventato dal fato. Benissimo, quanti soldi ha il suo paparino per nascondere le sue continue gaffe? pag.10

[11 gennaio 2015]

Faccio sapere a Grey che anche nelle ditte di proprietà di una persona-famiglia, è illegale non avere un consiglio di amministrazione. E certe volte possono anche prenderti tutto.
Ana avevi una lista, ma come sei incapace di premere un pulsante, a quanto pare non sei in grado neanche di leggere.
Come ho potuto anche solo per un attimo, non pensare che potesse avere i denti bianchi e perfetti! Sono stata cieca, chiedo scusa e imploro perdono.
Cit. Grey: Mi piacciono le cose. E’ pieno di contenuti quest’uomo. Lui, il dito che si mette in bocca neanche fosse Re Giovanni e i suoi hobby come ‘volare’; spero in aereoplano xD. pag.11
E, sempre in un’intervista, lui ammette serenamente di non avere un cuore. E’ il Grinch senza peli, spiegato tutto. Adesso capisco perché ne rilascia poche d’interviste e ci vogliono nove mesi per convincerlo anche se si è belle ragazze. Ed ecco che l’uomo senza cuore, dice di preoccuparsi della fame nel mondo. Nemmeno che, invece di star parlando di affari e di commerci, lui quel cibo lo regalasse. pag.12
Grey ci fa sapere che la sua filosofia è: possedere e controllare. Sì, nuova, interessante, vai a ucciderti con un panino di McDonald, fai piacere a tutti.
Ed inizia il tragico passato per giustificare tutte le sue turbe future. Il poverino è stato adottato. pag.13
Grey ha un fratello, una sorella e due genitori. A nemmeno trent’anni non è sposato. Come questo ha fatto pensare ad Ana che dovesse essere omosessuale? O.o E’ pure omofobo. pag.14
Improvvisamente diventa lui l’intervistatore e si scopre che i suoi occhi grigi funzionano come siero della verità. Ed è anche in grado di far arrossire qualunque donna. pag.15

[11 gennaio 2015]

Si scopre che Ana pensa ad alta voce, ed è improvvisamente incapace di dirgli ‘scusi, questa è la sua intervista, non la mia’. Il cretino annulla un appuntamento, senza neanche sapere se gli farà perdere quotazioni in borsa. In compenso offre un lavoro a una cretina, incapace di leggere e premere pulsanti, perfettamente sconosciuta. pag.16
Ana improvvisamente decide di scappare via. E questo fa inspiegabilmente scoppiare a piovere. La chiamavano rain girl. In compenso si scopre che lui dà la scossa ogni volta che stringe la mano. Mi chiedo come questo possa giovargli agli affari. In realtà ha poteri di controllo mentale come un paio di tizi in una puntata di Smallville 1° stagione.
Ovviamente lui si preoccupa che lei non abbia un incidente d’auto. Lo chiamavano jettatore. Ed ovviamente sgambetta stile Pinocchio alla porta per aprirla da perfetto cavaliere che teme che lei caschi di nuovo. pag.17
Ed ovviamente si chiamano per nome, dopo che lui le ha fatto un po’ di stolking, e prima che lei se ne vada con l’ascensore pag.18

[11 gennaio 2015]

Cap.2 di 50 sfumature di schifo, e sono ancora poche per descrivere l’idiozia dei due protagonisti fin’ora. [Mi verrà un nuovo libro, questa recensione xD].
Questa cade quando cammina normalmente, ma quando scivola correndo sul bagnato riesce miracolosamente a rimanere in piedi. pag.19
Avere tutti quei soldi a quell’età, secondo la protagonista, giustifica la boriosità e l’arroganza di Grey. Certo, allora tutti i figli di papà sono dei santi. Maledice quella che dovrebbe essere la sua migliore amica perché ha dato del ‘gay’ a quel povero cucciolo del maniaco del controllo.
E la protagonista guida sotto la pioggia, al buio, senza fari accesi, in autostrada, a tutta velocità con una macchina che raggiunge velocità incredibile con il rock a palla. Sì, cosa vuoi che sia un incidente …
Kate ha così tanti soldi che per l’università le hanno addirittura comprato una villetta a schiera tutta per lei e l’amica. pag.20
L’amica stava troppo male per uscire a fare l’intervista, ma non per studiare per gli esami. In compenso ha un pigiama di flanella, soldi, soldi a palate ovunque, come se piovesse. pag.21
Ana ci fa sapere che è stato come un vecchio ingessato, quando Grey si buttato un po’ ovunque, sproloquiava come un ragazzino incavolato e si metteva le dita in bocca. In compenso la sua zuppa ha doti magiche e curative. pag.22
L’appuntamento di Ana è durato più del previsto e lei ha fatto molte più domande di quanto doveva. E’ arrivata a casa tardi. Eppure a lavoro dice che ha finito prima. Ana e la matematica notp 4ever. Come lei e la lettura, lei e il registratore, lei e le regole di guida, lei e il bricolage. L’amica si mette subito a lavorare all’intervista che trova ‘buona’, si vede che la febbre la fa delirare. pag.23
L’uomo del mistero non si fa mai accompagnare da nessuno. Per questo pensano sia gay. Sì e magari vuole essere una delle biondone che lavora per lui. Certo, tutto molto sensato amica di Ana. Comincio a pensare davvero che per farti diventare giornalista famosa tu debba rimanere amica della Mary Sue. pag.24
Ana ci fa sapere che la sua tesina è su Tess dei
d’Urberville, la cui trama è: Nelle campagne dell’Inghilterra vittoriana cresce Tess, creatura incantevole e pura. Ma né la sua bellezza, né l’innocenza la salveranno da un destino di brucianti passioni. Per Alec d’Urberville, bello, ricco, potente e nobile: il seduttore al quale la giovane sembra legata da un vincolo più forte di ogni disperazione, più forte di ogni sentimento. E per Angel Clare, l’amore di gioventù appena intravisto, a lungo sognato, posseduto, perduto, ritrovato. Degradazione e alti ideali ha messo il destino sulla strada di Tess. Ma non sempre è così facile distinguerli…
Insomma, ci fanno anche sapere da che romanzo è stata copiata la trama scontata di questo stesso libro! pag.25

[11 gennaio 2015]

Scopriamo che Ana ha preso la sua stupidità dalla madre che butta soldi per fare imprese che ‘a causa concentrazione ridotta’ fa fallire. Buttiamo soldi! In fondo sta ipotecando la casa dell’ennesimo marito che deprederà e poi lascerà.
Scopriamo invece che è dal patrigno, che considera il padre, che ha imparato ad amare gli uomini taciturni, silenziosi, che usano le donne. pag.26
Ed ecco apparire José. Personaggio creato solo perché la protagonista si annoia, buttato là per potare da bere alcolici. Inoltre scopriamo che il patrigno ha anche buone dosi di manie di controllo perché era nell’esercito. pag.27
José è amico della protagonista, perciò gli pubblicano le foto in una mostra al primo colpo. Ovviamente è il tipico innamorato di lei, non ricambiato. Ed è in broterzoned.
Ana in compenso si scopre psicologa e ci dice che noi sogniamo qualcuno per ‘espellerlo’ dall’organismo.
Cit. Guardo José aprire la bottiglia di champagne. È alto,
la maglietta mette in risalto i bicipiti muscolosi, ha la
pelle abbronzata, i capelli scuri e gli occhi neri ardenti.
Insomma, lei ha questo figo da paura e sbava dietro al pazzo stolker pervertito, affusolato, no muscoli, idiota? O.O E’ PAZZA! Pag.28
Ed ecco che sentendosi Edward Cullen, il caro Grey comincia a stalkerarla sul lavoro. La sua spiegazione del perché è lì è degna della risposta di Spiderman, che almeno poi con Mary Jane era stato sincero. pag.29
Cit. » La sua voce è roca e calda come cioccolato nero fuso al caramello… Due voci di Grey da portar via, li mangio a casa, per favore.
Mi dispiace Ana, la quintessenza della bellezza maschile mozzafiato (lo descrive così), a mio parere, ha più addominali di lui.
Io a questo le fascette stringicavo non gliele vendevo O.o Penso che la facciano lavorare in un ferramenta solo per dare a lui più materiale pag.30

[12 gennaio 2015]

Vediamo Ana che è tutta contenta di avere i jeans più carini che possiede a lavoro. Ora, belloccio o non belloccio, i jeans stretti non so fino a che punto possano aiutare quando devi andare avanti e indietro a servire ‘centinaia di clienti’, come vorrebbe farci credere l’autore. Inoltre, io mi chiederei cosa un plurimiliardario ci fa con delle fascette. Scopriamo che il ‘bbbbello’ si fa la manicure, sempre molto virile. La nostra eroina per sedurlo decide di utilizzare la voce di una che si è chiuso un dito in una porta, parole sue =_=”. Ed ecco che torna lo sfamatore del mondo. Mi chiedo, vuole fare mangiare le fascette ai bambini poveri a pagamento? pag.31
Continuano le scosse elettriche della nostra protagonista. Mi chiedo, quando lo bacerà, in realtà morirà fulminata? Inoltre scopriamo un altro suo difetto, prima di andare in un posto grida ad alta voce di che luogo si tratta. E’ come se prima di andare in bagno gridassi ‘Bagno!’ o simili per ogni stanza. pag.32
Ana ha i sussulti alla vagina O.O. Assistiamo impotenti ad Ana che quasi si taglia un dito da sola e alla sua rediviva fissazione per la bocca grande di lui.
Cit. Mi sembra di stare su placche tettoniche in movimento. Siamo sempre su placche tettoniche in movimento, deficiente! pag.33
Il pazzo pervertito si è messo a confabulare di bricolage nudi. E lei ancora non ha chiamato la polizia. Irrealismo mode on. pag.34
E fu così che Ana invitò lo stolker a un servizio fotografico dopo che ha comprato ‘strana roba’ e fatto insinuazioni. Regalate un tapiro d’oro per favore, all’incoscienza. pag.35
Christian, l’uomo che dovrebbe dominare e controllare tutto, riesce a risultare smarrito e non siamo neanche a capitolo 3! In compenso subentra un altro terzo incomodo. Scusate, se la parte era già di José, perché fare un altro personaggio poco presentato ufficialmente amico da sempre? pag.36
Tutti ufficialmente conoscono Grey, ma Paul ci mette venti minuti per riconoscerlo. Inoltre il supercontrollato sta andando su tutte le furie ogni cinque secondi. pag.37
Scopriamo che i prezzi di questo negozietto sono stratosferici. Le tute e le altre cose erano d’oro che costano 43 dollari? Il nostro Grey, che a quanto pare viene anche detto ‘occhi di falco’, accarezza le parole con la lingua quando parla (bleah). Ana, invece, ci dice chiaro e tondo che ha una ‘tempesta ormonale’. Questa ha davvero 14 anni. pag.38
Concludiamo con il solito sentimento dolceamaro e la speranza di lei di poter ammirare lui da lontano. Accidenti, è venuto a cercarti fino a lì, che cavolo devi ammirare da lontano?! pag.39

[12 gennaio 2015]

Cap.3
Ana, sappi che io non ricevo numeri dai ragazzi normali, figuriamoci quanto è ‘scontato’ avere il numero di un miliardario. =_=” Tu sei CRETINA! Ed ovviamente pensi che lui sarà ugualmente contento se tu lo dai alla tua coinquilina, che lui ha detto che è felice di non aver conosciuto. In compenso, utilizziamo il povero cagnolino José per fare le foto, in fondo lo fa solo per lavoro. E per questioni di trama, spediamo chissà dove il vero fotografo, tanto in nome delle Mary Sue tutti sono sacrificabili. pag.40
La ‘molto matura’ Ana, dall’età mentale di cinque anni probabilmente, fa la linguaccia al cellulare dove ha peraltro già chiuso la chiamata. Anche Paul è dotato di poteri visto che parla sbuffando.
Cit. Paul ha la bellezza del tipico ragazzone americano della porta accanto, ma non è un eroe letterario, neanche con uno sforzo di fantasia.
Quindi Ana non solo broterzona un bellissimo figo latinoamericano; ma anche il sosia di Capitan America. Questo in nome di quell’effeminato inconsistente di Grey. Regalate degli occhiali! pag.41
Saltiamo dal negozio all’appartamento all’improvviso, senza spiegazioni o spazi rivelatori. José Rodriguez, tipico nome che un razzista metterebbe a un latino americano, non poteva mancare. Ovviamente deve essere schiavizzato alla donna tipicamente occidentale del nord, come poteva essere altrimenti? La vera ‘dominatrice’ si scopre essere Kate. E’ isterica e da ordini, minacce e fa ricatti a destra e a manca. pag.42
Anastasia Rose Steele, ovviamente le Mary Sue devono avere almeno due nomi. Io arrossisco sempre al telefono, vuol dire che amo tutti con quelli con cui parlo? Perché secondo questo romanzo sì. pag.43
Ed appare Travis, un personaggio mai presentato, buttato lì a caso per far numero. pag.44
Stessa sorte tocca al direttore di marketing che venera Kate. Grey è di nuovo in compagnia di un giovane sconosciuto, com’era successo con il mai più visto rasta del primo capitolo. Inizio a chiedermi se questa omofobia celi il vero segreto di Grey il gay. In compenso è sexy perché è mezzo bagnato. Ana ha nuovamente preso la scossa quando gli ha stretto la mano, comincio a pensare che quest’uomo abbia i poteri di Thor pag.45

[12 gennaio 2015]

Capitan ovvio Ana ci fa sapere che la sua amica è ricca. Decisa e piena di sé, è degna di quel montato di Grey, infatti i due si guardano negli occhi. Tra un po’ erano più shippabili loro =_=”, odio! pag.46
Ana ammira Grey da lontano, ossia tre passi, mentre lui è immobile a farsi fotografare con la pomposità che neanche il mio gatto mafioso ha.
Ed ecco che José adempie al suo ruolo di terzo incomodo geloso. Bene, ora potranno anche farlo sparire nel nulla. pag.47
Salutiamo l’automa Taylor l’autista allevato e cresciuto solo per accompagnare i personaggi d’impaccio a casa. Così Grey può rimanere solo con Ana. pag.48
Cit.Grey mi rivolge un abbagliante, spontaneo, naturale,
splendido sorriso a tutta bocca. Ed ora il lupo cattivo si mangia Ana cappuccetto.
Ana vuole così bene alla sua migliore amica che ‘assapora’ quando lei resta senza parole. pag.49
Due amici di vecchia data, il tuo inconscio, il tuo sesto senso, lui stesso, la tua migliora amica ti dicono che è pericoloso; ma tu vai ugualmente a prenderci un caffè. In compenso Ana odia anche il caffè e Grey passa il tempo a studiarsi le pose in cui aspettarla mimando riviste di copertine. pag.50

[14 gennaio 2015]

Grey è così Grey che l’ascensore arriva subito. Io, oggi, ho dovuto aspettare cinque minuti ogni volta che ne ho preso uno, e vi assicuro che ne ho presi almeno una decina! Ed ecco che vediamo due che si sbaciucchiano, tanto per far venire voglia ai protagonisti. Insomma, persino il fine di trama è solo che lui salti addosso a lei. Ana subisce inoltre un elettroshock lungo, perché Grey le tiene la mano. La pagina si conclude con un ‘il sole splende’ O.O Urca urca tirullero (?) pag.51
Che piova o che ci sia il sole, non c’è un cane per strada. Sia mai che possa mettersi tra i protagonisti prima che si siano avvinghiati in qualche angolo.
Scopriamo un altro trauma di Ana, da piccola i genitori non le tenevano la mano. Che si fossero accorti che ha una grave malattia che la porta ad avere scosse ogni volta che tocca la mano di qualcuno?
Grey passa schizzofrenicamente dal tuo al lei. Però questo è un problema di traduzione. Grey non dice sugar, dice sweety, tanto per creare doppi sensi non richiesti. pag.52
Ana si lancia in una dettagliata descrizione, da quattordicenne con ormoni a palla, del suo amato Grey. In cui dice i cliché più noti: capelli ribelli, pantaloni che cadono sui fianchi e soprattutto spalle forti. Che poi ditemi, uno che non ha mai fatto niente nella vita, come se le fa le spalle forti? Il superuomo riesce subito a trovare un posto in un locale, riesce a portare due vassoi con the, caffé, teiera, muffin e bustine, non rovescia niente e fa la fila in due secondi, trova persino il tempo di apparire alle spalle ad Ana.
Ana ansima al pensiero del suo the preferito. In realtà, ama il the britannico. Che poi pensa che mettendo la bustina pochi secondi, si faccia l’infuso, è un altro discorso. In realtà Ana beve acqua calda. Pensa sia the leggero, parole sue. pag.53
Ana scoppia a ridere al pensiero che José possa essere il suo ragazzo. La chiamerei oca se non offendessi Guendalina e Adelina Blabla. E Ana mi dovrebbe spiegare da quando inquietante significa seducente. Grey la premia di essere una doppia brotherzonatrice offrendole un ‘pezzettino’ di Muffin. Io glielo infilavo su per il naso, non amo la carità. pag.54
Ed ecco il primo DOMINATORE dell’universo che ama essere guardato negli occhi e perciò sfidato direttamente dalla sua vittima senza poi punirla. Ed inoltre, invece di voler prevenuti i propri desideri, cerca di capire quelli di lei ed i suoi pensieri.
Ana, non sapendo che cosa vuol dire la parola riservata, ha creduto fosse una parolaccia.
Grey arrossisce perché scopre di non avere tatto. Uccidetelo, per favore! pag.55

[14 gennaio 2015]

Ana finalmente arriva al concetto che è pericoloso, che è maniaco del controllo, che era meglio se andava la sua amica a intervistarlo; ma ci arriva per il motivo sbagliato! Solo perché lui non si fa chiamare per nome. E per giunta lo fa nel momento in cui Grey si comporta veramente educatamente ed è l’unico a cui frega che lei è mezza orfana. pag.56
L’uomo del ‘per nome mi chiamano solo gli AMICI intimi’, è ancora ossessionato dalla domanda sull’omosessualità. Comincio a credere abbia la coda di paglia. In compenso si sente Freud e decide di psicanalizzare Ana, trovandoci poco materiale ovviamente. L’inconscio di Ana si rende conto che è una visita psicanalitica.
Sposarsi cinquanta volte per Ana significa essere romantici.
Grey dimostra di essere un ottimo psicologo. Infatti, da nessuna risposta, riesce a capire il carattere di gente che non ha mai visto! pag.57
Scopriamo che è figlio di un avvocato e di una pediatra. Ora, se hanno adottato tre bambini, forse non se la passano male. Ricordo che non siamo in Italia, non si è fatto da solo, in America avvocati e operatori sanitari possono anche essere ricchissimi! Eppure ce lo fanno passare per un poveraccio che ha creato soldi dal nulla. Inoltre fa palesemente capire che odia il fratello e la sorella. Grey è un libro aperto, per Ana resta un mistero solo perché ormai è chiaro sia analfabeta. pag.58
Cit.«È la patria di Shakespeare, della Austen, delle sorelle Brontë, di Thomas Hardy. Mi piacerebbe tantovedere i luoghi che hanno ispirato quelle opere meravigliose.» Tutto questo parlare dei grandi della letteratura
Rieccoci con le citazioni colte di questo testo =_=”, nomi buttati a caso. Ana, che tu vada a Parigi o in Inghilterra, spero ti metta sotto un treno. pag.59

[14 gennaio 2015]

Cit.Lui fa quel suo strano sorriso che sembra voler dire: “Ho un segreto scottante e non lo rivelo a nessuno”.
Signore e signori, ecco le incredibili capacità dissimulative di Grey. Mi chiedo come facciano a dire che è misterioso. In compenso scopriamo che ha un feticismo per i jeans. pag.60
Cit.«No, Anastasia. Non sono un tipo da fidanzate» risponde sommessamente.
Dopo questa, persino Ana si chiede se sia omosessuale. In caso, mi fanno pena i poveri ragazzi con cui ci prova =_=”.
Cit.«Maledizione, Ana!» urla Grey.
Ecco a voi Grey che sbotta, peggio di un scaricatore di porto, mentre è costretto a salvare Ana che cadendo sola si è quasi messa sotto una bicicletta.
Ana finisce, ovviamente, tra le sue braccia. Qui scopre per la prima volta l’odore di sapone e pulito. Mi chiedo, allora, quanto debba essere puzzolente e sporca lei.
Grey ‘esplora’ il viso di Ana. O.o scusate, ma questa che faccia ha?
Lui va in estasi solo perché le palpa il labbro. Siamo sicuri che riuscirà ad arrivare addirittura a spogliarla? Comincio a dubitarne.
In compenso Ana non ha fatto altro che continuare a guardare la sua grande bocca. Ora, se non ci farà qualcosa prima o poi, le sparo! pag.61
Ana non ha mai desiderato baciare qualcuno prima. A quanto pare era assessuata fino al giorno in cui ha visto Grey. pag.62

[15 gennaio 2015]

Cap.4
Scopriamo che avere lo sguardo torbido da maniaco e ansimare come un pervertito porti a far implorare le donne facendo loro pensare: “baciami, dannazione!”.
Ed è così maniaco del controllo che si preoccupa dolcemente della respirazione di lei e la mette in guardia dal suo essere un compagno non ideale; come nelle peggiori ficcyne romantiche.
Cit.“No!” urla la mia vocina interiore quando lui si allontana, lasciandomi a secco. In realtà Ana è un’automobile Pag.63
Seguono frasi a caso, in cui lui le dice: mi vengono i brividi pensando a quello che poteva succederti. Non temere, la tua amorrrosa sta bene. Però Ana, invece di andare dentro a riposarsi come le è stato consigliato, attraversa. Si ferma in mezzo alla strada e ringrazia. Tanto per farsi prendere dalla bicicletta successiva.
Grey, il dominatore, inoltre, è angosciato perché lei se ne va. Lo chiamavano zerbino x3
Cit. Sembra lacerato, frustrato, la sua espressione severa, il suo perfetto autocontrollo sono evaporati.
Non c’è mai stato questo maledetto perfetto autocontrollo! pag.64
Cit. “Come???!!!” C’era la svendita di ?e ! come alle elementari.
Ana inciampa sempre, tranne quando deve fare le fighe uscite di scena. E poi boh, piange a caso in un parcheggio sotterraneo.Si rannicchia desolata perché non ha potuto frienzonare Grey, unico sport in cui è capace. pag.65
Vengono enumerate alcune vittime della friendzone di Ana.
Successivamente Ana se la frigna perché lui non le è saltato addosso. pag.66
Cit. È troppo, troppo bello No comment pag.67
Ci viene fatto sapere che è meglio essere assessuati piuttosto che gay.
Saltiamo senza preparazione dai sogni di Ana al suo esame.
Sia che Kate che Ana sanno a prescindere che verranno promosse. Raccomandate! pag.68
Grey le regala prima edizione dei romanzi su cui ha fatto la tesi. Gli stessi a cui è ispirato il romanzo. Tutti questi soldi buttati per una con cui vuole solo andare a letto. Shock o.O Ha vinto un premio per l’irrealismo. pag.69
Quel libro costa più di quattordicimila dollari. Nemmeno per la migliore sottomessa del creato uno paga tanto.
Si sa così tanto che le due si sono laureate, che già i genitori di Kate hanno regalato loro un appartamento a Seattle. pag.70

[16 gennaio 2015]

Tra margarita, birra e champagne, Ana si sta ubriacando. Levi il fotografo, che era partito per far avere le frecciatine tra José e Christian, torna giusto in tempo con il suo amore segreto per Kate solo per farci fare la lista della spesa di come Ana e l’amica sono vestite. pag.71
Troviamo Grey, mezzo addormentato, che si ritrova a essere chiamato alle tre del mattino da una Ana resa ancora più deficiente dall’alcool. E lui eccolo, che si preoccupa per lei, perché la sente strana. Questo le farà venire qualche Sindrome di Stoccolma, se veramente è un pazzo sadico. Ne segue un interrogatorio in cui lui sembra il marito apprensivo. Dimostra una testa sulle spalle e lei, perciò, visto che per una volta sembrava quasi un bel personaggio, gli chiude in faccia la chiamata. pag.72
Non temete, Christian-sono-il-maritino-Grey andrà lo stesso a prenderla. Si sognerà dov’è xD.
Ana si sente in un cartone animato di Tom e Jerry. Peccato, speravo fossero Grattachecca e Fighetto. pag.73
José è sbronzo e vuole baciarla. Lei non riesce a difendersi. Cit.Lo spingo via, ma lui è una parete di muscoli, e non riesco a spostarlo di un millimetro.
Neanche, però, prova a gridare, visto che il bar pieno di gente è ancora lì davanti. Non sposta neanche la testa, ma nota i suoi occhi scuri, il suo odore e per concludere non dice ‘non voglio essere violentata’, dice ‘non voglio perché sei mio amico’. Sparatele!
Oddio no, Grey fa anche l’eroe salvatore. Appare dalle tenebre dicendo ‘mi pare che la signorina abbia detto di no’. Vi prego, ditemi che ‘sto sognando!
Scopriamo che ad Ana bastava vomitare per far scappare José. Però, ovviamente, lo fa solo dopo che è arrivato Grey a salvarla e a condurla dolcemente ad un’aiuola in penombra dove può continuare a vomitare.
pag.74
Cit. È una cosa troppo disgustosa per descriverla. Tradotto Ana vomita centomila volte.
Grey rende però il tutto di classe perché ha un profumato fazzoletto di stoffa con le iniziali. Sappiate che persino mio padre ne ha un cassetto pieno. In questo modo ci viene fatto sapere che Chris ha un secondo nome che inizia per T.
Fanno uscire il colpevole José fuori di scena. Probabilmente sparirà con disonore. Quindi quello che prova e fallisce a baciarti mentre è ubriaco è un pessimo amico; ma quello che usa il frustino e ti tortura è un ottimo amante. Ana, sei proprio coerente =_=”. pag.75
Grey parte con un discorso moralista sul conoscere i propri limiti. Ed io pensavo che i ricchi se la spassassero, errore mio, scusate. pag.76
Scopriamo che Grey alloggia con suo fratello. Elliot sta parlando con Kate, speriamo non sia doppia coppia, non lo sopporto un altro Grey. In compenso la nostra bella è tra le braccia dell’eroe, ufff.
Shock per tutti. Quest’uomo rintraccia le chiamate. E’ tipo illegale! Però lui può far passare l’essere stalker per qualcosa di positivo.
Cit. “Stalker” mormora la mia vocina interiore attraverso i fumi dell’alcol che mi fluttuano ancora nel cervello, e tuttavia, trattandosi di lui, non mi dà nessun fastidio. pag.77
Assistiamo impotenti ai muscoli di Ana che si contraggono perché lui ha dei capelli sexy. Come un padre premuroso, Chris le fa bere tutto di colpo un bicchiere d’acqua ghiacciata nel frastuono della musica da discoteca; a quanto pare gli risulta sconosciuto il concetto di ‘congestione’. pag.78
Odio gli uomini con le converse, odio gli uomini con i Suv, Grey non solo ha tutto questo, ma va anche con la giacca gessata in discoteca senza rovinarsela. Ciliegina sulla torta, in un locale pienissimo, in cui c’è la fila anche per il bagno, lui non la deve fare.
Ragazzi questa non è un’esercitazione, si vedono i peli sul petto!
Scopriamo che la madre di Ana non le ha insegnato a temere sconosciuti, stolker, gente inquietante; ma gli uomini che sanno ballare.
Ana non sa ballare, ma impara improvvisamente. Grey danza con lei. E improvvisamente sembra che la discoteca si sia svuotata e abbiano persino messo un lento per l’occasione. pag.79
Cit.Elliot è alto, con le spalle larghe, i capelli biondi ricci e gli occhi chiari e maliziosi. Sorride e prende Kate tra le braccia, dove lei è più che contenta di stare…
Come temevo Elliot e Kate pomiciano. Sicuramente loro faranno sex prima dei protagonisti, visto che prima di un un liberatorio ‘Ca**o’ di Grey, Ana sviene. pag.80

[16 gennaio 2015]

Cap.5
Troviamo Ana che si sveglia nella camera d’albergo di Chris senza pantaloni. Io chiamavo la polizia, coff coff. Lei, invece, prende il succo d’arancia e le pillole [ipotizzando siano antidolorifico] che lui le ha lasciato sul comodino.
Chris bussa, ma entra prima di attendere la risposta. Che cosa ci guadagna lo sa solo lui. pag.81
Cit. Il sudore di Christian Grey: la sola idea mi fa venire strani pensieri
Ignorando i pensieri di Ana … Grey ha una sconosciuta in camera, ma va ad allenarsi. Solo per farcelo vedere in canotta e pantaloni grigi larghi.
Cit. Oh… sudore, bagnoschiuma e Christian. È un cocktail che dà alla testa, infinitamente meglio di un margarita, e adesso posso dirlo per esperienza.
Viene riutilizzata praticamente la stessa descrizione dell’altra volta. E anche la stessa posizione sul letto. Copia e incolla, c’era davvero bisogno di finire nuovamente nella stessa situazione, addirittura peggiorata?
Cit.«Anastasia, eri praticamente in coma. La necrofilia non fa per me. Mi piacciono le donne coscienti e ricettive» dice, deciso.
Grey, che dovrebbe essere un malvagio dominatore pervertito, mi fa i discorsi da santarello. Almeno mi fa fare due risate. pag.82
L’autore giustifica il fare lo stolker dicendo che internet lo permette con le sue tecnologie.
Grey si offende perché la sua industria non produce tecnologie di spionaggio. A quanto pare si sente più figo di James Bond, tanto che essere paragonato a lui lo manda su tutte le furie. Per finire pensa che la violenza sia corteggiamento. Ana, invece di spaventarsi di questo, ne ride.
José fa la figura del violentatore quando non è neanche riuscito a baciarla, mentre non la fa l’uomo che ha ammesso di averla spogliata senza motivo quando lei non si era vomitata addosso. pag.83
Basta chiamare Grey cavalier cortese e lui inizia a scodinzolare come un cane. A quanto pare sogna di diventare il ‘cavaliere nero’.
Cit. «Be’, se fossi mia, non potresti sederti per una settimana dopo la bravata di ieri sera. Non hai mangiato, ti sei ubriacata, ti sei messa in pericolo. Odio pensare a cosa ti sarebbe potuto succedere.»
E la sua prima frase da Dominatore, sembra quella di un padre con seri problemi. (Sigh.) pag.84
Ana ammette che vorrebbe essere ‘sua’, manco fosse un tostapane. La prima donna che spasimava per essere un oggetto. E non commentiamo quanto lei sorrida e si perda all’idea di lui rigido nella ‘disciplina’. Il desiderio se la mangia viva al pensiero. pag.85
Piuttosto che ammettere la sua perversione, lei ci viene a dire che lui è il classico eroe romantico come Lancilotto, un cavaliere bianco in armature lucente.
Il povero vero cavalier servente di Grey le ha comprato i vestiti puliti. Si scopre che in realtà le sue scarpe e i suoi pantaloni erano in realtà sporchi di vomito. Ana sembra non aver mai visto dei vestiti puliti perché li considera un lusso, neanche si cambia questa non mi stupisce non sappia cos’è l’odore di lavato e pulito. pag.86

[19 gennaio 2015]

Cit. Il David di Michelangelo è niente in confronto a lui. Mi ricorda quando Bella diceva che Ed era come un dio greco e poi guardandolo nel film si è scoperto che era un deficiente pallido e sbrilluccicante.
Ana, mentre si fa la doccia, riflette che soffre perché lui non l’ha violentata nel sonno e non l’ha baciato contro la sua volontà. Vuol andare a letto con Grey, ce lo dice apertamente. Un personaggio ‘profondo’ che crede in ‘alti ideali’. E credo si sia ma**urbata. Più di ottanta pagine ed è costretta a farlo da sola. pag.87
Ana si paragona a Carmen Miranda perché ha un asciugamano in testa. Se vi state chiedendo chi è, è quella cantante che vedevano i nostri genitori\nonni che cantava con il cesto di frutta e banane in testa. Ora, visto che con quella ci provava Paperino (nei Tre Caballeros), io dico NOPE!
Ana ci fa sapere che, visto che ha la pelle ipersensibile, ha l’asciugatura di corpo e capelli rapida.
Taylor si scopre che le ha ricomprato il guardaroba, comprandole vestiti che valgono un sacco di soldi. Grey finirà sul lastrico per saltare addosso a una che non vale niente. Taylor, inoltre, pur essendo un autista, si scopre essere anche un esperto in lingerie.
Cit. Un reggiseno e un paio di slip nuovi… ma definirli in modo così pragmatico e utilitaristico non rende loro giustizia. Si tratta di raffinata lingerie europea di squisita fattura. Azzurra, tutta pizzi e merletti. Sono incantata e un po’ intimidita da questi due capi d’abbigliamento. Che, tra l’altro, mi stanno a pennello. Ovviamente.
Ora spiegatemi come a occhio, hanno capito le sue misure. Ragazzi, l’avete palpata, studiata e misurata tutta la notte? Ditemelo!
Ana non si asciuga i capelli, se li tampona. Ana non solo non si lava, visto che rimane sempre shockata dall’odore del sapone; ma non si pettina neanche, si lega i capelli direttamente da bagnati. pag.88
Ana si mette a girovagare nuda, con solo un asciugamano, in giro per la stanza d’albergo di un quasi sconosciuto di sesso maschile. Ed il poveraccio stava solo leggendo il giornale. Invece di soffermarci sulla stupidità della protagonista, ci viene elencata la mobilia della stanza. Lei è praticamente nuda, ma noi ci soffermiamo su quanto è di ultima generazione il televisore!
La suite è grande come un campo da tennis. Non oso immaginare quanto sia grande questo albergo!
Kate ed Eliott hanno fatto prima dei protagonisti. A questo punto era meglio se seguivamo le loro vicende.
Come se il Chris paternalista, con sguardo dominatore e imperioso, non fosse già abbastanza maschilista di suo, abbiamo un’altra perla. A quanto pare quando una ragazza ha una notte di sesso, poi vuole la relazione stabile con il giovane con cui è andata a letto. E quando lui la lascia, va in crisi come se stesse morendo. Perché solo i maschi possono sopportare una botta e via senza pensare al matrimonio.
Chris le fa trovare la tavola imbandita per colazione. Ha scambiato Ana per un hobbit. Ed inoltre sono sempre più convinta che questa causerà il crollo finanziario di Grey. pag.89
In compenso Ana mangia come un hobbit. In precedenza abbiamo visto che non sa cosa sia il the, ma in cambio si era già mangiata un gigantesco panino. Quindi ricapitoliamo: puzza, mangia come un animale, è stupida, non sa leggere, cade di continuo, si ubriaca, dice parolacce, si frega i momenti di gloria degli altri, non si pettina, tiene perennemente la coda, è raccomandata, usa l’amica ricca e broterzona gli uomini. E per questa Grey sta spendendo migliaia di dollari. Spiegatemi perché!
Grey si ricorda come ad Ana-non-ho-cercato-il-phon ama il te. Ci credo, è rimasto anche nei miei incubi. Ha preso troppo alla lettera la frase di Anastasia il cartone: Ad Anastasia non piace il te, beve acqua calda e limone. (Sì ragazzi, so le citazioni di quel film a memoria). E da bravo genitore, le dice che ha i capelli bagnati, sia mai si ammali. pag.90
Grey fa la prima cosa da riccone, sensata nel libro. Si offende quando lei vuole restituirgli i regali, facendole notare che se lo può permettere. Ringraziamo tutti gli dei Lex Luthor del mondo per questo.
Salvo rovinare tutto dicendo che i libri erano per darle un avvertimento. Visto che non sono tipo da ‘fiori e cuori’, per citarlo, faccio una cosa romantica. La coerenza è morta, oggi, esattamente alle 9.00 di questa sera.
Cit. “Non riesce a starmi lontano!” Ana, di tutto il discorso, capisce solo quello. Di tutte le minacce, vede il lato dolce. Parlandoci chiaro, questa ha il cervello più piccolo del mio gatto, non arriva neanche alla maturità di una bambina di sei anni. pag.91
Grey lascia il tempo ad Ana per caricare le informazioni nel suo limitato cervellino.
Ugualmente Ana non regge a un paio di domande, va in tilt.
Guarda caso Ana va a vivere proprio dove vive lui! Ecco una cosa che non ci saremmo mai aspettati =_=”. La fiera delle ovvietà romanticose non finirà mai. pag.92

[20 gennaio 2015]

Il dominatore implora di poterle mordere il labbro inferiore. In compenso deve averla presa per una excort, vuole addirittura siglare un contratto. Certo. Chiedo a uno: ‘baciami per favore’, e lui mi risponde: ‘dove hai la penna?’ pag.93
Ana arrossisce all’idea che lui possa fare tratta di minorenni in qualche parte del pianeta. Al fatto che lui possa essere molto religioso. All’idea che possa essere ricco perché è un mafioso [in realtà ci avevo pensato anche io senza arrossire]. Però praticamente scarta che sia impotente, come se fosse la cosa più importante tra quelle citate.
Non so se sia peggio che Grey si paragoni al frutto della conoscenza, il fatto che chiami un certo Charlei Tango o che per dire le cose rimandi di un’intera giornata. pag.94
Si scopre essere il nome poco virile di un elicottero. E per guidare ‘sto coso fino a Seattle, scomoda mezzo pianeta. Ok, tu te lo potrai permettere, ma non potete far rischiare il posto a mezzo mondo per i vostri comodi. Str**zi! pag.95

[20 gennaio 2015]

Ana trova più eccitante avere il labbro morso che fare un giro in elicottero. Questa ha veramente bisogno di un uomo.
Grey può permettersi di smuovere il mondo per un giro a caso in elicottero, ma non spreca il cibo che ha comprato evidentemente in eccesso! Dimostrando successivamente nuovamente il dono di leggere nel pensiero.
Cit.«Brava bambina» dice. «Ti porterò a casa quando ti sarai asciugata i capelli. Non voglio che ti ammali.» Grey è evidentemente convinto di essere suo padre. pag.96
Grey ha dormito nel suo letto. Insieme ad Ana svenuta. E lei, invece di ucciderlo, dimostra di comprendere il suo dispiacere di non avere fatto sesso per una notte. Nella suite quindi c’è solo una camera da letto, ma un salone grande quanto un campo da tennis, molto utile.
Ana manifesta dolore per non averlo visto dormire, per non averlo osservato in quel momento di vulnerabilità. Questa è malata!
Ana dimostra una volta ancora di non sapere cosa sia un pettine e cerca di pettinarsi con le mani. Ed inoltre la sua pessima igiene ci viene svelata facendoci vedere lei che decide di lavarsi i denti con lo spazzolino di Grey. E’ convinta che tenere in bocca lo spazzolino di un’altro, sia come avere qualcos’altro di lui in bocca. Che schifo! E lo fa anche! Quel coso è umido, appena usato e lei lo fa, peraltro senza lavarsi veramente i propri visto quanto poco ci mette. pag.97
Dai discorsi telefonici che fa, Grey sembra un terrorista pag.98
Grey la sbatte contro la parete dell’ascensore e lei sembra totalmente travolta dalla passione di lui, io lo lanciavo fuori da lì a calci .Dopo pagine prive di totale tensione sessuale, lui arriva a grugnire. Manda al diavolo le scartoffie che lei doveva firmare anche solo per un bacio, una cosa così stupida che non la commenterò. Una sola mano di Grey riesce a tenere entrambe quelle di lei, è improvvisamente un gigante. Questa volta non le dà la scossa, perché l’intero ambiente è già elettrico.
Essere tirati per i capelli fa male, l’autore può negarlo quanto vuole, ma fa male. Se ci provava con me, lo prendevo a capocciate.
Questa ragazza, che si era tanto lamentata per José e i suoi bacetti falliti; ora è tutta contenta di essere bloccata in ascensore, da un uomo che grugnisce, le tiene i fianchi con i propri, ha un’erezione già in corso, le tiene le mani e la immobilizza totalmente. Lei è in suo potere e ne è contenta. In realtà non è Grey un bravo dominatore, è Ana che ha un cartello ‘Sono sottomessa a Grey, Broterzono gli altri’.
E poi all’improvviso Grey se ne esce con un ‘sei così dolce’. Che non sai se voglia fare il romantico o voglia mangiarsela. E il fatto che la sua passione sia tutta sfumata, lo dimostra il fatto che basta che tre tizi entrino nell’ascensore perché lui improvvisamente abbia l’aria di uno che stava facendo annoiato dei cruciverba. Ammettilo, cosa ti aveva eccitato veramente Grey? A cosa stavi pensando? pag.99
Cit. e la mia piccola dea interiore si agita in un samba trionfale Ana non solo dice sempre che lui è un dio greco, ma a quanto pare considera una divinità anche se stessa. Insomma, abbiamo capito, sia Grey che Ed sono divinità greche, ecco perché comincio ad apprezzare quelle norrene.
Grey non la punisce quando scopre dello spazzolino, ma sorride e la conduce con sé per mano verso l’infinito e oltre.
Ana ci fa sapere di aver abbandonato nell’ascensore le sue facoltà mentali. No, Ana, mi dispiace, tu non le hai mai avute. pag.100

[22 gennaio 2015]

Cap.6
Ana, invece di pensare che ha buttato via il suo primo bacio, venendo quasi violentata in ascensore, lo considera qualcosa di mitico. Per lei, un bacio con tirata di capelli e uomo gretto che poi fa finta di niente, sono meglio di Re Artù e Atlantide, tanto per citarla. Anche perché il bacio le ha gonfiato le labbra, quindi era troppo virulento. E solo per un bacio si sente una donna diversa. E’ della politica: ‘mi hai baciato, ora puoi saltarmi addosso’.
Ho mai detto che voglio dare fuoco ai SUV? Non evitano per niente i rischi in caso d’incidente, inquinano, sono grossi e li associo alle peggio persone =_=”.
Spiegatemi come si fa a guidare con pigra sicurezza? E poi Grey non mi pare debba essere molto sicuro, si è fatto un tragitto lunghissimo tutto in retromarcia e chi sa guidare sa che è pericoloso.
Continuano le citazioni colte di Grey e Ana. Questa volta ci va di mezzo la musica classica: Duetto dei fiori di Delibes, dall’opera Lakmé [https://www.youtube.com/watch?v=M9NK-EbUAao]. Ora Ana, non è che perché è una musica cantata in francese, è per forza romantica. Perché non credo tu riesca a capire le parole e non è immediatamente riconoscibile come una cosa romantica. Inoltre un uomo d’affari ascolta sì musica classica, ma quella che gli dà una carica. Non certo un tema così femminile e melodico. Quindi la virilità di Grey viene nuovamente messa in dubbio. Ana riesce a sentirsi sedotta pure dalle voci femminili =_=”. In compenso Grey scopriamo diventare un bimbo di cinque anni quando sente la musica classica. Eliott, per favore, vieni a prendere tuo fratello, Ana lo sta schiacciando.
pag.101
Grey ci fa sapere che gli piacciono musiche di tutti i tipi. Guarda, non è questa gran novità, molte persone fanno così, io compresa. Ci dice che segue lo stato d’animo, la fiera delle cose comuni.
Cita: Thomas Tallis. E scopro che una delle musiche di questo cantante è proprio una soundtrack del film. Spem in alium [https://www.youtube.com/watch?v=BX9LeCO8n5Y]. Tradotto: Oltre il loro tempo. E così scopriamo che è sempre musica classica. Tra l’altro sembra un miserere, canto funebre. O è un vampiro o cade in profonde depressioni.
Non temete, ha davvero gusti ecclettici perché cita anche Kings of Leon. In fondo gli piacciono solo le musiche che dovrebbe piacere alla generazione di suo padre. Anche a me piacciono le canzoni vecchie, ma novità delle novità, sento anche le ultime uscite. [https://www.youtube.com/watch?v=RF0HhrwIwp0 nel caso qualcuno volesse sentire una delle opere di Kings of Leon]. Grey si dimostra Wikipedia facendo una spiegazione da libro stampato della vita di Thomas Tallis. Io adoro i personaggi che sanno molto di storia, ma l’autore dovrebbe farli parlare in un modo che non si veda che ha copiato le informazioni dal computer se devono essere dei sexy uomini colti e non dei noiosissimi professori. Come la corale religiosa sia per Grey esoterica, me lo dovrà far sapere. Non è che suonare musica nel ‘600 deve apparire ai nostri occhi come qualcosa di misterioso e losco. =_=” E’ solo musica! Io cosa dovrei dire che mi divertivo a cercare la musica considerata maledetta nel medioevo?
Visto che sono veggente, ho azzeccato la canzone da postarvi. E’ esattamente quella citata dopo che mette Ana. Lei ci fa sapere che la canzone è molto azzeccata al momento.
Ora analizziamola per sapere come ci sta col momento:
Te ne stai dove sei sdraiata
Senza fare alcun rumore
So che stanno guardando
Stanno guardando

Ora lui sta guidando e lei è seduta in macchina. Chi è che sta sdraiato? E poi è assolutamente senza rumore, in una macchina con la radio accesa. Inoltre ecco i primi personaggi di un romanzo serio che sanno che ci sono gli spettatori, ossia i lettori del libro. O quello, o lei è ossessionata dagli Stalker.

Tutta la confusione
Che ai bambini piace fare [si intende giocando]
Ha fatto parlare la gente
Parlare

Voi dove li avete visti i bambini che giocano e la gente che parla?

Tu
Il tuo sesso è in fiamme

Ti ha solo baciata!

Il buio del vicolo
Il sorgere del Sole
Avanzano mentre sto guidando
Sto guidando

Sto guidando ha finalmente senso. Solo che non credo lo stia facendo in un vicolo all’alba.

Le labbra morbide sono aperte
Le nocche sono bianche [come quando uno stringe i pugni]
E’ come se tu stessi morendo
Stessi morendo

Ora, scusate, ma quando una fa se**o, pensa alla morte? No, perché io penserei a quello che sto facendo.

Tu
Il tuo sesso è in fiamme
Consumato
Solo a causa di ciò che è appena successo

Ana, ripeto, non lo avete ancora fatto!

Calda come la febbre
Ossa tremanti
Potevo appena assaporarlo
Assaporarlo

Sono reminiscenze di quando ha usato lo spazzolino di lui?

Ma non è per sempre
Ma è solo stanotte
Oh, siamo sempre i migliori
I migliori
I migliori

Da quello che so, Grey è con lei da settimane, tra un po’ se la sposa. Come fa a essere per una sola notte?

Questa canzone ci sta come i cavolfiori con la merenda. pag.102

[22 gennaio 2015]

Grey la tratta come l’oro, ma Ana non vuole lavorare per lui, solo perché Grey con gli altri dipendenti è freddo. Datele una medaglia alla stupidità!
Ana scopre l’incredibile cosa che un uomo d’affari riceve tante telefonate.
Cit.«Pronto, Christian, ci hai dato dentro?» «Ciao, Elliot… sono sul vivavoce, e c’è qualcuno in macchina con me» sospira Christian.
E dopo questo penso sia più sensato un incest tra Elliot e il minore, che tra Ana e Chris.
Quando Elliot la chiama Ana, lei pensa che sia Kate ad avergli parlato tanto di lei. Io temo sia stato Chris. pag.103
Ana si rende conto che lui sa dove vive senza che lei glielo abbia detto, che ha un elicottero, che le spedisce cose, ma invece di denunciarlo perché è uno stalker, si chiede affranta perché lui non la bacia più.
Ana non ha mai letto o visto Batman, perché pensa che Grey si dovrebbe chiamare Enigma. Fidati, nessun Enigmista è mai stato un bell’uomo, neanche quando la parte era data a un bell’attore.
Ana odia quando lui è dolce e ama quando la tratta male. Ha più problemi lei di lui che già ha problemi, visto che cammina con passo slanciato. Aka me lo sto immaginando come una ballerina di danza classica.
Non so se ho capito meno come fanno i capelli di Grey a essere voluttuosi o cosa vuol dire che Ana prova una frustrazione retrospettiva. pag.104
Ana non si accorge che Grey si sente in colpa da morire e gira il dito nella piaga. Nel frattempo Elliot e Kate sono già al livello coppietta sposata, perché si siedono insieme nel salottino, lei ha la faccia beata e lui mette già ordine in casa facendo sparire i danni del fratellino. Ed inoltre Kate ha capito la vera minaccia, perché guarda male Grey. Del genere: Elliot è mio.
Suddetto Elliot spiega a fratellino che la gente si chiama per nome e non per cognome e Christian obbedisce pure! Il vero dominatore della storia, signore e signori. Successivamente Grey si accorge che gli occhioni azzurri del maggiore fanno più colpo di lui e gentilmente gli dice di andare, è quello che faccio quando voglio fare intendere: ‘o ce ne andiamo subito o me ne vado senza di te’. pag.104
Cit. Kate compiacente. Elliot deve saperci fare!
Elliot bacia teatralmente Kate, mettendo fratello e Ana in imbarazzo. Christian ha l’aria di uno che lo ha visto fare mille volte. Mi chiedo se non faccia quello che fa solo per emulazione. In ogni caso Grey senior mi fa domandare se l’autore non abbia sbagliato protagonista, se seguivamo il più grande, mi sa che ne vedevamo delle belle.
Ana è delusissima, vorrebbe che Christian facesse a lei quello che Elliot fa a Kate. Aka vorrebbe essere resa docile. Certo, perchè in questo romanzo, anche le donne forti devono diventare mansuete. Maschilismo a gogò!
E non ho dubbi sul fatto che Christian voglia imitare il fratello, perché ripete addirittura la stessa frase: “A più tardi, piccola”. E’ una gara con suo fratello? Come vuole crescere come lui? E’ successo qualcosa di sconvolgente tra loro? Ricordo che non sono fratelli di sangue, ma Christian è adottato.
Ana è incavolata nera. Kate l’ha fatto con Grey e lei no! Vuole litigare, vuole il sangue! pag.105

[22 gennaio 2015]

LEGGENDO 50 SFUMATURE DI GRIGIO.

Allora, io non ci trovo niente da ridere se scopro di provare invidia verso la mia migliore amica, se scherza sul fatto che un uomo mi piace per i soldi ed infine se il nostro unico argomento di discussione è: ma quindi stasera lo fate? pag.106
Kate impara a parlare ridendo. Non sapremo mai cosa Kate ha fatto ad Ana nella sua stanza per renderla irresistibile. Ma in caso fossero capelli e trucco, sarà stato tutto inutile, visto che Ana dopo è dovuta andare a lavoro e non fa esattamente un lavoro tranquillo senza sforzi. Mettere le cose a posto mi fa concentrare totalmente su quello, altrimenti mi confondo. Ana, invece, ci dice che è un lavoro meccanico e quindi pensa. pag.107
Ana, grazie a Kate, ha scoperto che ci si può depilare! Ed io che lo faccio senza bisogno di uscire con Christian Grey. Ed ha persino le ciglia assottigliate. Tutto questo per ‘farlo’.
In compenso è arrabbiata per il bacio neanche avvenuto con José, ancora. Mitizza l’ascensore e poi se la prende con un vecchio amico perché era ubriaco. Perciò lo vediamo a soffrire le pene dell’inferno, chiamandola inutilmente in continuazione.
Cit: La mia dea interiore mi guarda storto, battendo impaziente il piedino. Lei è pronta da anni, ed è pronta a fare qualsiasi cosa con Christian Grey, A grande richiesta(?) torna la dea interiore di Ana. E, da quello che so, tornerà sempre =_=”. Siate pronti!
Ana, come Bella Swan, come tutte queste protagoniste, sa di non valere niente e si chiede perché la scelgano. Perché sei una maledetta Mary Sue!
Spiegatemi perché Grey una volta la chiama Anastasia e la volta successiva torna al cognome! E Ana gli va pure dietro.
Salutiamo tutti il ritorno di Taylor, che per una volta fa quello che deve fare: l’autista.
pag.108
Ana, nuovamente, prende la scossa prendendo la mano di Grey. In realtà sta diventando dipendente dalle scariche elettriche.
Per Christian passare un’intera giornata col fratello Elliot, significa passare una giornata impegnativa. Cominciano a ricordarmi la Thorki. ‘Cos’hai fatto tutto il giorno?’. ‘Ho sopportato Thor’.
Il respiro di Ana ha la marce e sta ansimando solo perché lui le ha sfiorato le nocche della mano. Ed i suoi ormoni impazziscono. Mai pensato di farti una cura ormonale? L’iperventilazione e la tachicardia sono sintomi.
Christian ha gli stessi poteri di supervelocità dei vampiri di Twiligth. Lui ed Edward fanno ufficialmente parte del gruppo Stalker per amore, sapete, in realtà ha più membri di quanti voi pensiate.
Chiamare qualcuno per nome, o cognome, è un modo per congedarsi da lui. Io pensavo fosse un nome per chiamare. Però è tipico nei libri o nei telefilm.
Ana si eccita al pensiero che stanno per rientrare in un ascensore. Spero che non farà così tutta la vita.
pag.108
Anche Grey ci stava pensando al bacio in ascensore, e per questo Ana lo scambia per un telepate. Grey ci fa sapere che non hanno il tempo perché sono solo tre piani. Dipendono da un’ascensore anche solo per baciarsi =_=”.
Nuovamente si verifica, forse l’aumento della stretta di mano, forse l’ascensore, lo strano fenomeno elettrico. Ana, se almeno morissi fulminata, però.
Se continuano così, penserò che questo ‘realistico’ è più fantasy del fantasy. E chiamerò Grey: Electroman!
Ana fa la scoperta dell’anno. Grey utilizza l’elicottero dell’azienda facendo ‘uso improprio di beni aziendali’.
Non ho capito una cosa, prima vanno dall’elicottero, poi tornano indietro a prendere le chiavi. Andare prima a prendere le chiavi no?!
Spiegata ad Ana che se il dipendente è vecchio, forse era un dipendente già del padre di Grey. Forse il rispetto e l’affetto se lo è meritato in tanti anni di devoto servilismo. Ana no, pensa direttamente che il vecchio lavori lì senza lavorare lì.
L’elicottero ha sette posti. Solo un biposto costa un sacco di soldi e non so neanche se possa essere così grande.
Grey deve aver compreso l’intelligenza di Ana, perché le ordina di non toccare niente. Oppure è di nuovo in fase ‘sono tuo padre’.
pag.109
Nonostante l’elicottero sia così grande, Ana si lamenta perché la carlinga è piccola.
Credo che per Grey sia Natale perché finalmente, con questa scusa delle cinture, può legare Ana totalmente e bella stressa con tante cinghie. Dovreste vedere com’è tutto contento.
Lei, tra l’altro, vorrebbe annusargli i capelli. Spero che quando m’innamorerò non sembrerò un cane quanto questa tizia.
E ricordate ‘Grey ha persino il profumo di divino’!
Se uno mi dice ‘Non c’è modo di scappare’, è inutile che aggiunga ‘sei al sicuro’, mi verrà l’ansia.
Grey mi sembra l’addestratore di Freccia Verde: ‘Respira’, di continuo lo dice ad Anastasia.
Stavolta Grey da un bacetto a fior di labbra, tanto casto e puro. Lo stesso Ana ci vede qualcosa di perverso. Mi chiedo, quando lui farà veramente qualcosa di perverso, a lei scoppieranno le coronarie? Qui le stanno già andando in fiamme le viscere.
Grey si lascia sfuggire che sta avendo una relazione con quella cintura di sicurezza hehh. Ecco, forse finalmente si comincia.
pag.110

[23 gennaio 2015]

Grey ha il brevetto da solo quattro anni e parla come se lo avesse da una decina. Però la domanda è: lo ha preso o lo ha comprato?
Scopriamo che Christian oltre a fare battute squallide, ha il sorriso da lupo. Emh, mio padre aveva praticamente un lupo come cane da giovane e mi ha fatto vedere le fote. I lupi hanno un sorriso da cani! Come fa ad inquietarmi una faccia da cagnolino?!
Sarà un problema mio, ma la partenza più che farmi immaginare un elicottero che si alza da un hotel per sfrecciare tra i palazzi; mi fa venire in mente quando decollava la compagnia Albatros in Bianca e Bernie.
Non voglio neanche parlare di quanto fa schifo la descrizione di questo volo. A cominciare dall’infelice paragone con l’essere in acquario.
Christian-può-tutto-Grey riesce a guidare con visibilità zero. E mi dispiace dirgli che nonostante la bussola, lui deve atterrare su un altro edificio, quindi sta facendo lo slaloom degli edifici al buio!
Pag.111
Grey se ne esce con un: inquietante vero? Sì, uomo, sai essere inquietante!
Cit. Ha un profilo splendido: il naso dritto, la mascella scolpita… Ho capito Grey ha la faccia da eroe DC, da Superman o Batman a scelta.
Ana vorrebbe leccare Grey, questa è un cane. ‘Sta volando, lui sta seriamente guidando e lei vuole farci se**o. Questa è seriamente in astinenza.
Nota di merito da Portland a Seattle ci vogliano cinquanta minuti e loro ci mettono un’ora e qualcosa. Evidentemente Grey, almeno, al buio guida piano.
Pag.112
Grey ci fa sapere che è la prima volta che porta una ragazza in volo con lui. Ora, questo mi fa credere ancora di meno che lui guidi tanto quell’elicottero. Ed inoltre Ana deve fare delle facce assurde visto che lui se ne accorge, comincio a pensare che questa non usi una metafora quando dice che ha le farfalle nello stomaco, in fondo è quella a cui vanno a fuoco le viscere.
Grey si aspettava che lei gli dicesse qualche cosa romantica, o che fosse colpita e rimane shockato quando Ana dice di essere tramortita.
Pag.113
Grey preferisce l’aliante all’elicottero. Mi chiedo, questo vuol dire che ha una casa anche sottomarina? Sapete, atterra sempre sui tetti, avrà anche un tetto acquatico?
In ogni caso, diventa sempre più Superman. Vola, ha la mascella quadrata, ha i superpoteri.
Ovviamente tra ‘professionalità’, ‘preparazione’ pre-volo, guida sicura e controllo; credo che l’elicottero, secondo l’autore, dovrebbe rappresentare altro. Sì, ma ci vuole perversione per leggerlo in quel modo =_=”.
Vengono sminuiti hobby come leggere e andare al cinema, perché guidare roba che vola è meglio. Ora, e se uno fa entrambi? No, dobbiamo buttare i soldi per forza?
Pag.114
Seattle non è inquietante, è bella. Ora ho capito una cosa, conoscono solo questi due aggettivi. Mai che avessero detto attraente o spaventoso.
Ana ha pensato di leccare di Grey, ma trova sconvolgente il bacetto non avvenuto di Josè! Fatemi il piacere!
Tanto per farmi salire i nervi, mi menziona Blade Runner. Ora come fanno una marea di lucine a ricordare lo sfondo di quel film? Quello era uno sfondo futuristico, ben studiato. E’ come dire, a questo punto, che le mie lucine di Natale corrispondono allo sfondo di Quinto elemento.
Ana, prima dell’atterraggio, viene colpita da uno strano attacco di eccesso d’adrenalina. Che stia diventando She Hulk? No, scopriamo che si è reso conto ora che la sua vita è nella mani di Grey e che se lui non sa guidare l’elicottero morirà. Però non la vede come una minaccia di morte, ma come una cosa trasgry.
Grey sta guidando diretto verso il grattacielo, non verso la sua sommità, tanto che si vede la scritta Escala. Lei però non ha paura di schiantarsi. Teme di deluderlo. Scusate, non erano gli uomini con l’ansia da prestazione?
Ed ovviamente, in questo momento di tensione, ci viene descritto cosa indossa Ana. Non potevo vivere senza saperlo.
Grey atterra bene, spegne l’elicottero e come eravamo partiti con Ana che ansimava, atterriamo con Ana che ansima.
Pag.115

[23 gennaio 2015]

Ana ci fa sapere che Grey ha un aspetto drammatico. Se mi sapete dire cosa vuol dire, vi regalo un biscotto. Ci dice inoltre che è un cavaliere mezzo bianco e mezzo nero. Solo a me viene da ridere pensando che se mischi bianco e nero esce grigio? aA
Cit.«Non devi fare niente che non vuoi fare. Lo sai, vero?» Grey, dimmi la verità, la devi fare entrare in Matrix?
Pag.116
Entrarono in un ascensore di specchi, in cui viene moltiplicata la figura di Grey. Me lo immagino da solo a fare: Specchio servo delle mie brame, chi è il più bello del reame? E quello a rispondere: Elliot.
Gli specchi devono proprio ossessionarlo, metà della sua casa è di specchi. L’altra metà è bianca. L’unica nota di colore sembra essere un tavolino.
Sarà mogano? Cough.
Ha un caminetto di platino, non so fino a che punto sia consigliabile. Ed un divano a dieci posti O.o, nuovamente non credo che ci siamo con le proporzioni.
E tanto perché fa figo, ecco apparire un pianoforte a coda nero. Ora, contando quello, sproporzionati tavoli e gigantesche cucine, davvero ho la certezza che le proporzioni sono andate a farsi una vacanza.
Pag.117
Grey cerca di fare l’educato offrendole da bere. Lei riesce a pensare che sia per prenderla in giro dall’ubriacatura. Donna, non è che perché tu ti sei ubriacata, il mondo deve smettere di bere alcolici!
Christian non solo suona il piano, forse, ma sicuramente è un esperto di vini. Ovvio, non poteva mancare =_=”.
Viene tirato in mezzo il povero Bill Gates. Faccio sapere che quel super riccone offre un sacco dei suoi soldi in beneficenza. Grey, invece, vende cibo alle zone povere dicendo di sfamarle!
Cit. Ah, già, è vero, voglio andare a letto con Grey. Ana si era scordata la sua ninfomania =_=”.
Cit.Mi porge un calice. Persino quello trasuda lusso… pesante cristallo moderno. Bevo un sorso di vino: è leggero, frizzante, delizioso. Nuovamente Grey mi sembra un classico supercattivo, un po’ vampiro. Insomma, un calice simile colmo di vino rosso lo aveva anche Freezer.
Grey scopre che Ana può anche non arrossire, va in ansia paterna e le offre da mangiare.
Invece siamo noi a scoprire qualcosa di lui che non ci aspettavamo (?). Il suo lato Divah! Ana lo offende dicendo che il suo appartamento è solo grande. Insomma, lui ostenta ricchezza e tu deludi le sue aspettative.
pag.118
La stanza è per Ana: Cit. È una dichiarazione di intenti. Spiegatemi voi che significa.
Ana si rende finalmente conto di essere come la protagonista del libro della sua Tesi, in casa del ricchissimo pervertito che le farà male. E lei, al pensiero, sorride! E’ tutta scema!
Ana richiede perché le ha regalato quei libri. Grey dà una risposta vaga e palesemente falsa. E le dice: vorresti diventare come l’eroe angelico del libro o degradarti come il personaggio peggiore ma protagonista? E lei ovviamente sceglie la seconda. Fin’ora la pervertita con problemi mentali è lei. Infatti Christian è sconvolto dalla risposta di Ana. pag.119
Grey spunta con l’accordo di riservatezza. Ana non potrà mai parlare di nessuno e faremo felice l’avvocato dei Grey.
Cit. Lo guardo incredula. Oh, no. Deve esserci qualcosa di davvero terribile, e a questo punto sono ansiosa di sapere.
Certo, c’è sicuramente qualcosa di losco dietro e perciò lei, giustamente, firma senza neanche leggere il contratto! Non si fa neanche quando non c’è niente di strano dietro!
pag.120

[23 gennaio 2015]

Grey si shocka per l’ennesima volta dietro ad Ana. Quando lei, finalmente, gli chiede se faranno l’ammmmore. E dopo averle giustamente fatto notare che non si firma senza leggere, speriamo che questi istinti paterni prima o poi gli passino.
Grey le dice come terzo punto che può scappare. Io lo avrei fatto senza arrivare a sentirlo quando mi diceva: Io non faccio l’amore … io fo**o senza pietà. Non mi vedevate passare. Invece lei lo trova allettante. E questa è vergine, non ci credo neanche se lo vedo. Scappavo anche all’idea che c’erano un sacco di scartoffie da firmare. Per non parlare del momento in cui lui mi citava una ‘stanza dei giochi’ in cui non c’erano videogiochi, s’intende.
Cit. «Vuoi giocare con la Xbox?» chiedo. E poi Ana riesce ad andare in Ooc. L’autore mi vuole far credere che sia ingenua. Persino io so che non è quel genere di stanza! A quanto pare Grey non è l’unica bipolare.
Pag.121
Grey è costretto a spiegarle non solo che non c’è l’Xbox, ma neanche la PlayStation. Io, però, ora le volevo xD.
Grey tira fuori una chiave ed apre una porta sospirando e rimettendola in guardia. Che si l’ala ovest?
Cit.Di colpo, mi sembra di aver viaggiato nel tempo ed essere approdata nel Sedicesimo secolo, durante l’Inquisizione spagnola.
Questo vuol dire che ci sono mannaie e donne di ferro? Non credo proprio. E qui s’interrompe il capitolo. Che le cose stiano diventando interessanti? Io penso che rimarranno becere =_=”. pag.122

[25 gennaio 2015]

Capitolo 7.
Avvertenze, da qui si dovrebbe cominciare a fare sul serio (?)
Non so se voi avete mai sentito l’odore di cuoio quando è forte. E’ decisamente un odore, come il mosto, difficile da sopportare a lungo. Ana, invece, ci fa credere che basta un po’ di glade agli agrumi e tutto passa. Diventa persino tenue e piacevole.
Le croci a forma di x non esistono. O è a forma di croce o è a forma di x. Semplicemente c’è una grossa x di mogano [Effie portaci immediametne Haymitch] in cui con i lacci ci si lega la gente.
Il soffitto ha un reticolato d’acciaio da cui pendono manette, corde e simili. Mi chiedo, se ne ha un’intera collezione, cosa se ne fa della roba comprata da Ana?
A parte che la descrizione è incomprensibile, il mio cane l’avrebbe scritta meglio. Scopriamo che da due ringhiere\pertiche|aste per le tende pendono assortimenti di fruste e frustini, ricordo che i frustini fanno più male e le fruste se non le sai usare possono diventare mortali e per questo sono illegali. Inoltre Ana ci parla di: cit. attrezzi leggeri e soffici dall’aspetto curioso Qualcuno sa cosa sono? Ci lascia il terrore horror chiedendoci cosa terrà nel cassettone all’angolo. Cioè, ci sono strumenti di tortura e lei si spaventa per il cassettone di mogano. Ed ovviamente si spaventa anche perché il cuoio della panca è rosso sangue. Invece non fa una piega quando vede una collezione di verghe che, per chi non lo sapesse, sono grossi bastoni alle volte persino di metallo. E come se non fosse irrealistico già di per sé che lei è così tranquilla, si sofferma anche a valutare gli intarsi delle gambe di un tavolo.
Pag.123
La descrizione statica della scena, tra un narratore onnisciente imbecille e un narratore interno irrealistico prosegue.
Nella stanza c’è un gigantesco letto a baldacchino. Ana però non nota che non c’è materasso, ma il colore dei cuscini, le colonnine in stile rococò e ci dice persino a quanto risale. Nemmeno dovesse comprarlo e rivenderlo in un negozio di antiquariato.
E poi se il letto è così grande, andrebbe messo all’inizio della descrizione, non alla fine, perché è la prima cosa che si dovrebbe notare entrando.
Grey passa per un guardone, perché c’è un grosso divano rivolto verso il letto. Così sembra uno a cui piace guardare. E mi distrugge le descrizioni degli oggetti precedenti, che sono invece di uno attivo. Ana non nota la pericolosità di questo mobile, ma ci fa nuovamente sapere le sue caratteristiche. E’ per caso diventata un agente immobiliare? Vuole lavorare alla pubblicità di divina e divani?
Nonostante ci abbiano già detto cosa c’era sul soffitto, scopriamo che si è dimenticata di dire che ci sono moschettoni appesi ovunque. Ora, con dei ganci e gancetti, che cosa ci dovrà mai fare?
Ana trova questa sala degli orrori un posto intimo e romantico.
Scopriamo che i cosi morbidi non sono pluffole pigmee.Neanche gatti a nove code, come pensa Ana. Sono flaggellatori, con tanto di perline al posto dei sassi taglienti e pelle scamosciata. Io ero scappata da più di venti minuti, ma in caso fossi stata ancora là, a scoprire cos’erano questi deliziosi oggettini, fuggivo più veloce del vento.
E’ riuscito a morire il mio personaggio preferito. La voce interiore di Ana, l’unica che ogni tanto dicesse qualcosa di lontanamente sensato a tutto questo è morta. Requiem, speriamo resusciti come il grillo di Pinocchio.
Pag.124
Ana si rende conto che dovrebbe aver paura, ma serenamente ci dice che non ne ha. Demente.
Ana si pone delle domande. Chi? Inizia la gelosia. Con quale frequenza? A quanto pare era battito cardiaco, non sadomaso, scusate =_=”. Quando? Ma soprattutto … quanto sono belli gli intarsi delle colonnine del letto? Questa è peggio della pubblicità di Conto Arancio.
In compenso poi fa la sua prima domanda sensata: Sei tu a farlo agli altri o sono gli altri a farlo a te? Secondo me era Elliot a farlo a lui cough.
Chris si sbriga a sottolineare che lo fa alle donne che glielo chiedono. Coda di paglia.
Ana rielabora in un: gli piace far male alle donne. Sapete, non sono pratiche che farei mai, ma quelle, di solito, sono consenzienti. Ed infatti Grey ne ha altre di sottomesse. Mi chiedono, sono le bionde che lavorano per lui? Vuole Ana perché è diventato allergico alle bionde e lei è castana?
Pag.125

[25 gennaio 2015]

Grey ha scambiato i sadici per dominatori. E farfuglia frasi da supercattivo da telefilm di canale o rete quattro. In realtà tutto verte intorno alla fiducia reciprocamente riconosciuta, e nei rapporti di dominazione/sottomissione più occasionali si può parlare di vere e proprie finzioni dette anche “scene”. Entrambi sono in ogni caso consapevoli e consenzienti nell’accordare questo potere alla parte attiva, tanto che si usa spesso decidere una giornata prima su che cosa verterà il successivo incontro. Ben lontano da quello che sembra dire Grey. [Per ulteriori chiarimenti: http://it.wikipedia.org/wiki/Dominazione-sottomissione]
Ana, invece, ha la rivelazione. Ha scoperto che vuole essere la sua sottomessa. Ana, noi l’avevamo capito cento pagine fa. Sei proprio tarda.
Scopriamo l’ennesimo superpower di Chris, ha la voce ipnotica.
Senza che abbiano ancora firmato il contratto vero e proprio, lui già parla di punizioni. L’ho detto che è più sadico deficiente che dominatore.
Pag.126
Armamentario, incentivi. Io a sentirlo parlare mi sarei sentita un topo in laboratorio. Non c’è niente di seducente. Al massimo inquietante, ma abbiamo capito che lei la paura ce l’ha solo se non si tratta di lui.
Fa defungere totalmente, la già assente passionalità, paragonando il tutto a un’equazione.
Ana domanda: ed io cosa ci guadagno? Parlando da sottomessa il suo piacere, parlando in linea generica che piace anche a te. Invece qui la risposta è ‘me’. Ora in amore il rapporto dev’essere alla pari. Questo deve portare piacere fisico, a prescindere dal sesso. Quindi questa risposta è insensata!
Viene a mancare la cosa fondamentale: il consenso. Ana non vuole. Deve essere consensuale e qui lei, invece, pensa che le farebbe male.
Pag.127
Grey nuovamente non si comporta più da dominatore. Per convincerla mette in gioco i sentimenti in un bieco ricatto. Le offre una specie di camera tutta per lei in casa sua, in cui può andare quando vuole. La tratta più come la più costosa escort mai esistita.
Nessuno era mai riuscito a fare bene la Sindrome di Stoccolma, ma qui è tratteggiata benissimo. Tra il mostro carceriere e il gentile salvatore.
Ed ecco Grey che balbetta.
Pag.128
Dopo tre ore, in cui continua a comportarsi da ‘deposta’ seconda Ana e da genitore apprensivo secondo me, lui si ricorda che doveva essere una cosa consensuale e che deve sapere i limiti di lei. Ovviamente non è che se li fa dire, vuole che questa analfabeta li scriva. Questo è barare Grey!
Pag.129
Successivamente prosegue il ricatto. Se mi vuoi, mi devi prendere sadico. Io, bello mio, ti lasciavo lì, ma tipo dall’inizio del romanzo.
Dopodiché si svolge un interessante discorso:
Perché ti piace il boundage?
A te piace il formaggio?
Insomma, perfettamente sensato questo discorso, un nesso logico ineccepibile.
Che prosegue con:
Ho una lista di regole da seguire.
Va bene, dammi altro vino.
Pag.130

[26 gennaio 2015]

Ana domanda per la centesima volta perché proprio lei. Perché sei logorroica mi sa. Grey risponde che è perché non riesce a stare lontano da lei.
Cit. «Sono come una falena attratta dalla fiamma.» Questa è una frase che si usa per le relazioni che portano all’autodistruzione. Più che convincere a stare con lui, convince a chiudere subito il rapporto. Ana invece riesce a trovarlo stupendo. Insomma, vuoi o non vuoi?! Deciditi!
Cit. Lui mi vuole… in un modo bizzarro, certo, ma questo splendido, eccentrico, perverso uomo vuole me.
Anche lei si sente una falena alla fiamma. Che vi devo dire, la fiamma è il formaggio nei vostri piatti. Ed eccola che fa di nuovo marcia indietro pensando al fatto che vuole il suo libero arbitrio. Pag.131
Il grande uomo ha avuto solo quindici donne?! *risata in sottofondo.
Nemmeno ha detto di aver fatto male a delle donne, che ecco pronta la giustificazione dell’infanzia traumatica. Si scopre che lui è stato picchiato. Anche io facevo a botte all’asilo, non per questo sono sadica e traumatizzata.
Nuovamente Ana per pensare ha bisogno di parlare e di dire le cose a voce. Pag.132
Ci spostiamo nello studio di Grey. Qui vediamo il contratto.
Sembra che le limitazioni siano state fatte sparire, salvandosi in extremis segnandole in un appendice, visto che realmente nei veri contratti vanno nelle appendici essendo un punto importante.
Poi iniziano le assurdità. La sottomessa deve dormire sette ore per notte quando non è con lui. Parliamo dei tuoi disagi di voler essere il padre delle tue sottomesse. Non gli bastava la Sindrome di Stoccolma, lui punta al Complesso di Elettra. Fa anche il dietologo e sceglie cosa lei deve mangiare. Bello mio, mi perdevi anche solo perché io alla pizza non rinuncio. Ed inoltre viete merendine, patatine e merenduzze varie. Ti sei giocato tutte le amanti della nutella e tutte le fangirl del globo.
Inoltre le sceglie i vestiti e le dà la paghetta per comprarli. Ora, una cosa è scegliere i vestiti durante una scena, un’altra è per il resto della propria vista. Pag.133
Il sottomesso dovrebbe poter continuare la sua vita senza cambiamenti essenziali o danni. Quest’altra regola è venuta meno, addio vita sociale normale.
Qui Grey sceglie persino che ornamenti uno si deve mettere. Tipo se domani se ne esce che devo mettermi una coroncina di plastica da principessa, io lo devo fare. O.o Oppure immaginate se ti dice di fare la spesa con un collare!
Shock quando leggi che devono pure avere un personal trainer. Capito donne? Per stare con lui dovete fare esercizio fisico!
Tremate donne. Vuole anche la ceretta continua!
E quando gli gira ti può mandare nel salone di bellezza a farti fare quello che lui riterrà opportuno. Quindi secondo lui dovrei farmi fare le unghie secondo le sue scelte? Ok, mi ha preso per la nuova versione di Tania.
Vietato fumare, bere e drogarsi. Fino a qui tutto ok, se non sei una fumatrice incallita. Però a me piace bere un po’ di vino, vietato anche quello? Ed io che mi ubriaco con la coca-cola dovrò smettere? Perché non la lascerei nemmeno per il mio unico vero amore. Soprattutto vietato mettersi in situazioni pericolose. Vuol dire che nessuno può più uscire di casa. Non puoi prevedere cosa succederà!
Poi torniamo al sensato. Può andare a letto solo con lui.
Per perderlo subito dopo. E’ vietato qualsiasi misfatto. Umh, solo io sento la voce dei Malandrini nella mia testa? Signor Grey tenga la sua immensa appendice nasale fuori dai fatti nostri, con rispetti di Ramoso, Felpato e Lunastorta.
Pag.134
Parlando delle punizioni si è divenuto dimenticato dell’appendice in cui si parla delle limitazioni. Questo è pericoloso!
Ana ci sorprende sempre. Potrebbe torturarla, farla girare nuda, decidere del suo aspetto e lei si preoccupa dei soldi. ‘Mi basteranno dei bei vestitini?’
Cit.Mi sento a disagio, in un angolo della mia mente risuona la parola “puttana”.
Sì, il suo unico problema è che le sembra di essere pagata per le sue prestazioni. In fondo cosa vuoi che siano un paio di frustate! (sono ironica).
Subito dopo si lamenta che quattro volte alla settimana è troppo di allenamento. Ora, questo vuole decidere la tua vita e tu ne parli come se fosse un già un obbligo. Il fatto che lui ti compra i vestiti non è indossare l’uniforme della nuova scuola, come invece ci fa capire di pensarla Ana. Ed ignora che Grey la vuole: cit. snodata, forte, e resistente. Insomma, io avrei proprio paura di cosa vuole farmi!
Pag.135

[26 gennaio 2015]

Ana, pensando che Grey voglia la ceretta all’inguine, se ne esce con un semplice ahi, per poi dimenticare tutto. Qui non hanno capito niente delle donne! Lì fa malissimo! Troppo troppo male! Pazzo sadico!
Passiamo ai limiti. Ci sono cose giuste come niente bambini, niente animali, niente spilloni. Certo, lui è ipocrita visto che tiene delle verghe e delle fruste vere, ma speriamo siano solo per bellezza.
Cit. No ad atti che richiedano il contatto diretto del corpo con la corrente elettrica (alternata o diretta che sia) o con le fiamme. Quindi non ti deve tenere la mano mai più? Dovete sempre usare le scale ed evitare ascensori? Pag.136
Dopo tutto questo tempo Ana non ha paura, comincia a sentirsi inquieta.
Io non ho mai fatto sesso e mi sembra assurdo che Ana non dica niente quando le chiede cosa non vuole fare. Prima di tutto gli avrei chiesto: per caso mi vuoi filmare? Che doveva essere scritto nel contratto e manca. Secondo, mi vuoi frustare fino a farmi male? A cosa servono le fruste? Vuoi usare vibratori? Perché non so se ne esistono di strani. A cosa servono i gancetti? Vuoi per caso prestarmi a qualcuno per gli altri giochetti? Che genere di vestiti e gadget vuoi che mi metto? Collari no!
Grey scopre l’incredibile fatto che si può anche essere vergini e rischia lo svenimento. Ciao ciao Grey, benvenuto nel mondo reale.
Cit.«Perché cazzo non me l’hai detto?» ringhia. Grey, sai, non lo avevi chiesto. E sinceramente non è la prima cosa che si dice. E soprattutto voleva fossi tu la prima volta, a questo punto continuo a chiedermi, non era meglio José sempre? Pag.136
CAPITOLO 8
Cit. Il suo autocontrollo granitico sembra perdere colpi. Ana, credo più negli unicorni che in questo inesistente autocontrollo di Christian.
Ana si sente in colpa di essere vergine manco avesse ucciso qualcuno. Senti cocco, saranno fatti suoi! Ed in compenso ci dobbiamo sentire le manfrine di lui che piagnucola, la rimprovera e considera la verginità una parolaccia.
Cit.Che Dio mi perdoni Salvo poi sembrare un puritani dell’800.
Ne sta facendo una questione di stato. E, perla di saggezza, se a ventun’anni sei una bella ragazza devi avere avuto uomini! Quindi le vergini dopo i vent’anni sono tutte brutte. Ma grazie Grey!
Christian chiede ad Ana il segreto con cui è riuscita a evitare di fare se**o fino a ora. Chris, ti svelo un segreto, basta non avere uomini o l’astinenza. Wow.
Unica nota di merito, è resuscitata la vocina interiore di Ana. Ed inizia bene, dando del miope a Christian. Grazie, offendilo pure.
Pag.137
Grey mostra di nuovo il suo bipolarismo. Diventa dolce, si preoccupa è tardi, si arrabbia con se stesso per aver dato tutto per scontato e si offre di riportarla a casa.
Salvo poi cambiare idea di nuovo. La vede mordersi il labbro e muore dalla voglia di farlo anche lui. ‘Sappiate che a furia di mordersi il labbro viene l’herpes’.
Intende risolvere la malattia di Ana, Non si può assolutamente essere vergini alla sua età, quindi si propone di risolvere il problema saltandole addosso.
Pag.138
Scopriamo che quando Grey farfuglia cose senza senso in imbarazzo, diventa quasi leggibile. Credo sia un modo per farlo sembrare un dolce cucciolo innamorato che il mondo fraintende. Potrei anche crederci, se buttasse le sue fruste dalla finestra.
Si intuisce che lui vorrebbe fare l’amore normalmente, ma non ci riesce. Lui la vorrebbe, ma l’unico modo per riuscirci è trasformare il tutto in un addestramento di nozioni base per un secondo fine sadico.
Ana, in tutto questo, è contenta e beata. Io la strozzo!
Riescono a rovinare due Disney in un colpo solo. Paragonano una notte brada al ‘i sogni son desideri’ di Cenerentola. E andiamo a fare se**o a quanto Aladin porge la mano a Jasmin. Non lo dicono apertamente, ma il paragone sottostante è abbastanza palese.
E concludiamo il tutto con lui che si passa la coda di Ana intorno al polso per strattonarla. Continuo a dire che fa male quando ti tirano la coda di cavallo!
Pag.139
Ennesimo potere di Grey. Fa in modo che il sangue di Ana prenda fuoco!
Decidono di farlo. Vanno nella camera da letto di lui dove c’è una megafinestra da cui si vede la città. Ecco, ora io paragonerei il tutto a un acquario. Se voi vedete tutti, tutti vedono voi deficienti. Un paparazzo di professione userebbe una super macchina fotografica per beccare scatti come questi. La riservatezza? Addio?
Inoltre il letto è di legno grigio, un orrido incrocio tra un letto supermoderno e un letto a baldacchino.
Concludiamo con Ana che dopo aver sbavato sulla grande bocca di Grey, muore sui suoi piedi nudi. Scommetto che l’autrice sa cosa i piedi rappresentano. Come sa sicuramente il doppio significato di verga. Ora, io trovo questi doppi sensi, solo squallidi.
Pag.140

[31 gennaio 2015]

Allora, Ana ha nuovamente un momento di Ooc. Hanno parlato fin’ora del fatto che stanno per andare a letto e lei si chiede se devono dormire insieme. Inoltre lo vogliano fare con le megafinestre, senza tende. Certo, i suddetti paparazzi in realtà vengono sterminata da un killer professionista pagato dall’avvocato della famiglia Grey, o non mi spiego come non abbiano ancora beccato questo deficiente.
E per concludere Grey da una lezione di vita a tutte le ragazze: Mai uscire senza preservativi.
Credevo che dopo aver finito i romanzi per ragazzine di mia madre non avrei mai più letto la frase cliché: il suo sguardo era ardente. Mi sbagliavo!
Cit. I muscoli della parte più profonda e oscura di me fremono. Che schifo, ha la vagi*a tremante! Pag.141
Le sue labbra sono esigenti e lente. Provate a farlo, sembrerete una mucca che rumina. Grey è una mucca!
Passando poi ai bacini sfiorati che danno le vecchie zie ai bambini. Grey è una vecchia mucca zia zitella!
Neanche lei ha ricambiato il bacio, che lui si ferma e la contempla. Senti bello, o mi baci veramente o la pianti di romp**e. Guardone!
Invece di palparla, le palpa la coda e si sente male guardando la cascata di capelli di lei. Uh, i miei capelli sono sempre a cascata, nessun uomo li ha mai calcolati.
E gli unici capelli che sono seducente quando si muovono sono quelli dei personaggi a cui fanno swish!
Stringe con più forza i capelli di lei, e continuo a ricordare che non è piacevole avere i capelli tirati, che il sedere di Ana. Ora, toccale il sedere in maniera sensata!
Ana ci dice che è tutta questione di ormoni. Proprio il simbolo dell’amore vero. E questo coso me lo fanno uscire a San Valentino? Bah, commerciali tutti e due!
Scopriamo che, sconvolgimento lo so, sono-fanatico-della-palestra ha i muscoli ben sviluppati. Se vuole che li abbia tu, figuriamoci se non li ha lui! Eppure a me non sembra che l’attore che hanno scelto per lui sia esattamente un culturista.
Ana si è presa il fetish di Grey. Gli sta tirando i capelli fino a farlo gemere. Ebbasta!
Lui la lecca per tre ore e le strappa solo un ‘ah’ come gemito. E questa sarebbe la travolgente passione? Pag.142
Shock! Il Dominatore s’inginocchia davanti a lei, leccandola come un cagnolino!
Ed è così virile con ‘le ciglia lunghissime’. E ci risiamo con gli occhi ardenti.
Riscopro con raccapriccio che le stava palpando il sedere con ancora i pantaloni addosso! Ci stanno mettendo gli anni a svestirsi!
E Grey le infila il naso nella vagina! O.O Dico la lingua, le labbra ok. Il naso no! E la sniffa pure! Ed Ana vengono le convulsioni di conseguenza.
Il Dominatore le lecca accuratamente il piede come dovrebbe fare il servant. E scopriamo che Ana ha la vagina collegata al piede. Questa come accidenti è fatta?! Pag.143
Ana è stesa lì sul letto. Finalmente è quasi svestita, ha solo reggiseno e slip. Però lui ancora non si muove. In compenso vuole che le si tocchi da solo. Posso anche starci quando uno si vuole eccitare, ma questo aveva l’erezione dolente da ore. O è insensibile lì, o è un guardone come continuo a ripetere! ‘Hentai!’.
Ana è di nuovo in Ooc. Non arriva al concetto di ‘toccati’. Sai, non è così complicato. E pensa di essere l’unica donna al mondo a non avere gli orgasmi.
Che poi voglio sapere, se lei era ancora vestita, lui come faceva a occuparsi del suo basso ventre? Insomma, non riesce neanche a controllare cosa fanno i suoi personaggi da un punto all’altro della stessa pagina. Dopo tutto questo tempo, gli editor se ne potevano anche accorgere!
In compenso Ana crede che dimenarsi significhi volerlo. E stare ferme significhi non volerlo. La sua intelligenza è come sempre inferiore a quella di un primate. Pag.144
Grey le palpa i seni vestiti. E le divarica le gambe solo per stendersi al suo fianco.
Non le toglie il reggiseno, le sfila solo i seni. Avete idea che se il ferretto le si conficca nella pelle, il dolore? Davvero poi è una cosa sadica. Grey, tu non fai l’amore solo perché non sai farlo.
Scopriamo che le mani di Grey hanno esattamente le stesse misure del seno di Ana. Spero abbia delle mani grandi almeno, o scopriamo che Ana è anche piatta. No, aspetta, lo è sicuro visto che lui aveva le dita affusolate, ricordate?
Io non lo so, ma soffiare sul seno non credo sia questa gran pratica.
Qualcuno curi Ana. Insomma, lui finalmente ti succhia un cape**olo e tu hai le convulsioni di nuovo?! Dovrebbe piacerti!
In compenso ‘è tutta bagnata’. Che frase squallida.
Il mio sospetto che lui non sia un grande amatore e che non ha mai avuto le quindici donne viene confermato. Pensa che basti così poco a far venire una donna. Uomo, ti spiegherò, che addirittura le donne, spesso, lo fingono l’orgas**.
Pag.145

[31 gennaio 2015]

Esplorando il corpo Ana, quante cose che impariamo. Donna, dopo due ore, finalmente ti stai eccitando, non ti spaventare. E’ fisiologico, anche se lui fa schifo come amante.
Ana si sgretola, esplode, ha le convulsioni. Senti, ti ha solo tirato un capezzo*o e morso l’altro, non credi di esagerare?
Ana grida più o meno casualmente e così scopriamo un nuovo potere di Grey. Le sue labbra riescono a risucchiare le urla.
Non è ancora entrato e già Ana è venuta. Il povero Grey è rimasto eccitato e le fa sapere che dovrebbe essere un po’ meno sensibile. No, Grey, la verità è che ti stai accorgendo che lei è realistica come un alieno che ha indossato un ‘Ana abito’.
Pag.146
Grey nemmeno le ha infilato un dito dentro lì, passandolo sotto il merletto degli slip che non le ha ancora tolto, [può cominciare a buttarli che le macchie non se ne vanno], che Ana già urla. Lui ha il fiato grosso, non ha fatto niente, ma ha il fiato grosso. E gli strilli di Ana si fanno sempre più forti man mano che lui muove il dito. E quanto gli è diventato grosso ‘sto dito?
Gli slip sono veramente andati. Perché Grey le ha sfilato pian piano scarpe, calzini, laccetto per capelli, ma quelli li ha strappati in un impeto d’ira. Persino il personaggio si era scocciato. Sì, perché l’autrice si era scordata per sessant’anni la sua erezione. pag147

[31 gennaio 2015]

Ed ecco che Grey s’inginocchia nuovamente. Sempre dominatore lui (?).
Cit. Si inginocchia e si infila il preservativo sul suo notevole membro. Certo Ana, crederò a una che è il primo che vede.
Si chiede come quella cosa entrerà dentro di lei. Indovina, come il dito prima. Però capisco dalle sue reazioni, che debba essere spaventata. Le convulsioni la uccideranno?
Cit.«Anche tu stai diventando più larga. Ana, soffri di una bulimia veloce? No vabbè, mi dispiace spiegare a Grey che il buco non si allarga se non lo allarga lui. Ok, mi sembrano vergini tutti e due, oltre che due deficienti.
La scrittrice ricordo che ha avuto figli, come ha fatto a non capire come funziona?! E per la terza volta abbiamo lo sguardo ardente. Non la finiranno mai, lui è praticamente ancora vestito. E Ana guarda il suo master negli occhi, per l’ennesima volta, sottomessa ‘sto cavolo.
Cit.«Sto per fotterti, Miss Steele» sussurra, e posiziona la punta del pene all’ingresso della vagina. «Senza pietà» mormora, e si avventa dentro di me. I signori finezza sono tra noi. Addio all’eccezione del fare l’amore per la prima volta di Grey. Salutate il romanticismo.
Grey lacera, nel vero senso della parola, Ana. Visto le reazioni con il dito, ci credo sia più la scena dell’attacco di un sottomarino.
Ana vale tanto perché è la donna più sensibile dell’universo.
Grey dimostra la sua gioia grugnendo. *si prende a testate*.
Grey scopre che le vergini sono strette se non le allarghi tu. Un applauso!
Cit. Mi sento riempita Uomini, non avete il costume da bagno? Sereni, c’è Ana porta-parti-basse. Che schifo!
Ana scopre che ora lui si deve muovere con un ‘Oh’ di sorpresa. No, stavate a guardarvi negli occhi e a chiedervi che tempo fa. =_=”.
Ana sta continuando a gridare ogni secondo. Avranno già chiamato i vicini mi sa.
pag148
E’ praticamente lui a chiederle se ne vuole ancora.
Cit.”Ancora?”. “Sì”. Questo perché secondo me Ana è troppo impegnata a urlare.
Però così sembra: Ancora un po’ di the? Sì. E lo zucchero? Sì
Lui assalta, guadagna velocità, è irrefrenabile. Ho capito, ha scambiato Ana per una conquista. Lei è un territorio da esplorare e lui è una ferrari che ci sfreccia sopra a tutta velocità. La versione osé di Cars =_=”.
I pensieri di Ana si sfaldano. Così come la grammatica e la sintassi. Ecco cosa succede quando vuoi avere un punto di vista interno durante un atto.
Quando Grey viene, viene descritto come una pompa che si svuota. Sarà anche tipico delle ficcyne orrende, ma così come lei prima lui sembra solo un contenitore.
Se lui si stava puntellando sui gomiti, e le sta mordendo il labbro, come nel contempo riesce a tenere occhi chiusi e fronte premuta contro quella di lei? Sì, Grey voleva che lei fosse elastica, ma lui non scherza. pag.149
Dalla stessa posizione riesce a baciarle la fronte. Grey ha il coraggio di chiederle se va tutto bene. No, idiota! Ha fatto tutto questo macello alla prima volta di lei! Lei si sente come dopo essere stata in lavatrice, i suoi muscoli sono innaturalmente rilassati e si sente le ossa rotte. E lei ne è contenta. E se stiamo a sentire lei, fare l’amore è una cosa impossibile, quasi che per farlo servano poteri sovrannaturali.
E lui è anche pronto a ricominciare subito. Pag.150
Vediamo Ana che si volta dall’altra parte. Nuovamente è innocente e non sa cosa potrebbe succedere. Ana, è entrato in un buco e guarda il caso ne hai un altro dietro. WOW! Infatti sbatte le lunghe ciglia e fa gli occhioni.
Ora, e dico ora, le toglie il reggiseno! Praticamente avete finito e glielo slacci ora =_=”.
E lui si toglie finalmente la camicia solo dopo che le ha segato le spalle con i bottoni. Però è tutto perdonato, perché ha la pelle tanto calda. Quindi se mi brucio con lo scaldaletto lo perdono perché manda calore?!
Cit.«Dunque vuoi che ti fotta di nuovo?» La vendetta di Mr. finezza Grey.
Se ad Ana tocchi il ginocchio lei boccheggia.
Cit. Sto per prenderti da dietro, Anastasia» sussurra Evidentemente Ana non sa di essere dotata di un buco sul posteriore, perché è Christian che le deve spiegare cosa sta succedendo. Non temete, però, per non sembrare gentile, le tira i capelli. E sappiatelo, noi donne siamo tutte come Sansone. Se ci tirano i capelli improvvisamente venivamo immobilizzate e diventiamo inermi.
Errore gigantesco errore! Lui è appena venuto, non può essere già nuovamente eccitato! E’ un alieno! E’ un alieno che ti dice solo mia, scappa Ana o almeno fatti mangiare una volta per tutte. Pag.151
Le morde gli zigomi alitando, moooolto seducente, davvero. Persino un Namecciano lo fa meglio di lui.
Cit.i miei fianchi iniziano a roteare Quando lui entra questa volta Ana non inizia ad urlare, ma sculetta. Deve prepararla da dietro, ma mette le dita davanti.
Ana sta concentrando tutta la sua energia vitale in un punto. Sta concentrando il ki nella vag*na. La userà per sparare un’onda energetica? pag.152

[31 gennaio 2015]

Mr.finezza-Grey prende il pollice che ha usato per mastu**arla e glielo schiaffa in bocca. Sporco anche di sangue, che alla prima volta esce, soprattutto se entri con la delicatezza di un Panzer. E lei succhia forsennatamente. Le piace perché è e*otico da morire, secondo lei. Io sto per vomitare, non so voi.
Cit. < Cit.«Voglio scoparti in bocca, Anastasia, e presto lo farò.» E’ una minaccia? Ricordo sempre che questa è la sua prima volta, pervertito pedofilo!
Ora, a che cavolo gli serve il preservativo quando la prende da dietro? A paura di attaccarle malattie? Ricordo che quel genere di malattie si possono prendere pure con il preservativo. Oppure l’autrice non sa che non abbiamo gli organi riproduttivi dietro? Una vera donna di cultura, noto.
Ed ora, invece, che è la seconda volta, lo fa delicatamente. Certo, dietro fa più male, ma ugualmente poteva essere delicato dalla prima volta.
Pag.153
Cit.«Si sta così bene dentro di te» grugnisce, Sì, ha grugnito di nuovo. E’ proprio maiale in tutti i sensi. Altro che uomo d’affari di classe!
Cit.«Voglio farti male, piccola» «Voglio che domani, ogni volta che ti muoverai, ti ricordi che sono stato qui. Solo io. Sei mia.» E qui voglio un bel coro. Mandiamolo a quel paese tutt’insieme! Insomma, vuole che lei stia male e che non possa muovere il sedere. La sta marchiando nemmeno fosse un capo di bestiame!
Cit.«Tu. Sei. Mia. Vieni per me, piccola» grugnisce. E sì, grugnisce ancora! Non la smette più!
Pag.154
Anastasia dice che urla una versione ingarbugliata del nome di Christian. Non oso immaginare che cosa orrenda ne sia venuta fuori. O.o Immaginate Nristhanc ad esempio.
Christian è così garbato che non solo si ‘svuota’ di nuovo, ma le crolla addosso. Ana, almeno sei morta schiacciata? Fa piacere.
Grey bestemmia, resta sempre il signore della finezza.
Cit. Io rannicchio le ginocchia al petto, sfinita, e cado all’istante in un sonno profondo, come se avessi perso i sensi. L’autrice cerca di nasconderci che lui è stato così delicato da far svenire questa povera ragazzina. Che sarà idiota, ma non si merita di essere umiliato così. Questa a me sembra quasi una violenza, perché una mente molto fragile può essere convinta a essere consensuale in un rapporto di violenza.
Cit.sentendo un piacevole indolenzimento. Consiglio a tutti gli effetti dell’acido lattico di quando hai tenuto i muscoli sotto sforzo. Piacevolissimo, proprio =_=”.
Come in tutti i romanzi che si rispettino, lei si sveglia giusto in tempo per vedere l’aurora dalle finestre. E sente lui che proprio in quel momento si mette a suonare musica classica con il pianoforte. Qualche luce ben studiata, no? E lei perciò va nel salone coperta solo dalla trapunta. Più cliché di quello c’era solo lei che si metteva la camicia di lui e la copriva fino alle ginocchia.
Lei si appoggiata alla porta ascoltandolo incantata. E lui ovviamente è un pianista divino. Secondo me anche se sbagliasse ogni nota, Ana non se ne accorgerebbe.
Ha anche un alone divino, lucente, dovuto a una semplice lampada. E concludiamo con Ana che si sente come i tasti, anche lei è stata accarezzata da quelle dita. Qui c’è forse una delle più grandi cavolate del libro. Se lui ha le dita senza calli e lisce, lui non è un pianista. Tutti i pianisti, anche quelli non bravissimi, se si sono esercitati, hanno i calli. Io compresa! Lo suonavo il piano!
Pag.155

[2 febbraio 2015]

Scopriamo che Grey ha i fianchi stretti da uke, i pettorali che guizzano come seni, che per Ana è bello come il sole (nel senso che se lo guardi ti accechi?), che i pantaloni gli cadono lasciando intravedere il posteriore. Ok Christian, hai nascosto il tuo Seme nel pianoforte?
Cit.«Era meraviglioso, ma molto triste, una melodia così piena di malinconia.» Ana ci dice che la melodia che ha ascoltato le mette tristezza. Asina, la musica che hai ascoltato è un allegretto! Come maledizione ti sembra serie è impegnata?! E’ il concerto per oboe di Alessandro Marcello [https://www.youtube.com/watch?v=aYnU-CaH0bM]. Addirittura l’adattamento di Bach, che è ancora più spensierato. [https://www.youtube.com/watch?v=YWWWLkQ2hzc]. Beh, almeno avevamo ragione, Christian non sa suonare se trasforma un allegretto in una musica melanconica.
Volete farmi credere che Christian suona da quando aveva sei anni e non ha i calli alle dita?!
Pag.156
Christian non ha intenzione di cambiare le coperte macchiate di sangue. 1 Non dire davanti ad Ana, proprietaria di quel sangue, che permetterai alla tua domestica di fantastica sull’accaduto. 2 A che pro l’obbligo di segretezza se lasci prove ovunque e lo ‘fai’ davanti alle vetrate della finestra?
Errore stilistico, l’autrice ripete dieci volte ‘occhi’. Nella stessa pagina, di seguito praticamente.
Hanno fatto l’am**e e Ana nemmeno ha visto il petto nudo di lui perché aveva la faccia immersa nel materasso. Donna, dovresti accorgertene che in questa relazione già qualcosa non va!
Cit.«Vai a letto» dice, in tono severo. Poi, più dolcemente: «Verrò a stendermi accanto a te». Quando Ana tenta di toccarlo si comporta peggio della bestia. Insomma, andare a letto insieme ha creato meno TSI e complicità che tra me e il mio cuscino.
Grey si copre il petto in fretta e furia neanche fosse ricoperto di cicatrici. Oliver Queen è pieno di cicatrici e va sempre a petto nudo. Persino lui è un dominatore migliore di Grey.
Christian è riuscito a ripetere ‘a letto’ come battuta a ogni dialogo diretto per due pagine di fila! Aggiungendoci cose, ma ripetendo sempre la stessa cosa come un disco rotto!
Cit.«Dormi, dolce Anastasia» sussurra Sarà che ho letto troppe volte della morte di Amleto che finisce con un ‘dormi dolce principe’, ma era la volta buona che non chiudevo occhio!
Cit.Christian Grey ha un lato triste. Sì, come un allegretto =_=”. La tristezza, proprio. In fondo è solo straricco e può fare tutto ciò che vuole non rispettando mezza regola. In un mondo in cui non studi per la laurea, ma te la compri. In cui puoi comprarti addirittura la capacità di suonare il piano o di guidare elicotteri.
Pag.157

[2 febbraio 2015]

Capitolo 9
Cit. “Wow, che spettacolo.” Ana riesce a ripetere lo stesso pensiero per due cose diverse nello stesso minuto. Io cambio pensiero persino sulla stessa cosa, nello stesso minuto. A quanto pare si sente la signora di Seattle, lo vede ai suoi piedi. E il senso di onnipotenza che prova è lo stesso che le da vedere Christian che dorme. Comincia a essere più dominatrice lei su di lui, che lui su di lei.
I capelli di Grey sono lucenti! Brilla! E’ un vampirozzo di Twilight!
Christian non ha nemmeno 30 anni e quando dorme sembra ancora più giovane. Ho capito, Ana ha gli ormoni da quindicenne, Grey ha la faccia da quindicenne.
Dorme imbronciato. O poverino, certo, la vita è così dura con lui =_=”. No, senti coso, oggi ho avuto troppe brutte notizie, vai a lavorare e fa piacere!
E’ così bello da essere di una bellezza illegale. Perciò diventa accettabile l’illegalità della stanza delle torture al piano di sopra.
Mi sono sbagliata, secondo Ana, Grey quando dorme è direttamente un bambino. Bene, aggiungiamo la pedofilia! Questo sì che è ‘ammmmore!111″.
Mi dispiace, la trapunta non ci ha salvato. E’ arrivato il cliche temuto. Alzandosi dal letto per andare in bagno, Ana si è infilata la camicia di Christian.
Grey è così Divah, che la sua cabina armadio è grande quanto la stanza da letto di una villa di una riccona! E’ pieno di completi e ricordo che se ti va bene un completo solo da uomo costa sui 200 euro. E pensate che questi saranno tutti firmati! E hanno camicie, cravatte e scarpe abbinate! Non so voi, ma se un uomo d’affari ha tutti questi soldi da così giovane, io mi chiedo quante porcherie, imbrogli e malefatte debba aver fatto lui e la sua famiglia. Però in fondo anche Kate è straricca tanto da permettersi gigantesche cabine armadio. Non dimentichiamo che Ana fa parte dello stesso circolo di ricconi senza scrupoli, in maniera indiretta sfruttando l’amica. Possiamo dire che questo romanzo è una giustificazione della medio-borghesia americana che si è arricchita senza scrupoli. Capito donne? Fatevi l’amica ricca, sfruttatela e poi mollate per l’uomo ancora più ricco, in fondo cosa importa se dovete essere donnacce, umiliate e trattate come bambole-bambole gonfiabili.
pag.158
Grey ha derubato il bagno di una stazione dell’autogrill. Infatti il bagno è ancora più grande del guardaroba. Questa casa continua a non avere senso. L’ha costruita un architetto pazzo? Ci sono due lavandini e un gigantesco specchio sopra di essi.
Mi immagino Grey davanti allo specchio: Chris: Specchio, servo delle mie brame, chi è il più ricco dell’America? Specchio: Oh ricco, tu sei ricco Mr. Grey, al mondo non c’è chi è più ricco di te.
Cit. “In realtà è così, non l’hai mai fatto.” La mia vocina interiore si è svegliata. Il suo tono è severo, inflessibile. “E così hai dormito con lui, gli hai dato la tua verginità. A un uomo che non ti ama. Anzi, si è fatto un’idea piuttosto stravagante di te, vuole trasformarti in una specie di perversa schiava sessuale.” “SEI IMPAZZITA?” mi urla. Salutiamo il ritorno del miglior personaggio del romanzo fin’ora.
Cit. Accidenti… innamorarsi di un uomo bello come un dio, più ricco di Onassis, e conPer fortuna, nella borsa trovo ben due elastici e mi faccio subito i codini. Ottimo! Forse, più sembro infantile più sono al sicuro da Barbablù. una Stanza Rossa delle Torture che mi aspetta. La risposta di Ana. Capito vocina? ‘Ma lei lo ama!11!’. Ai miei tempi il vero amore era un altro, ora è farsi torturare e farlo la prima volta in un modo così delicato da avere tutte le ossa triturate.
Cit, La chioma postcoito non mi si adice molto Che schifo!
Nuovamente Ana non tenta neanche di pettinarsi. Ci prova con le dita fallendo, ripiegando nuovamente sul laccetto.
La migliore amica sparisce per tutta la notte nel nulla, sai che è andata in un posto che consideri pericoloso, sai che voleva avere la sua prima volta e neanche la chiami al cellulare. Kate, infatti, le lascia solo tre sms.
Pag.159
Cit.tutto ok Ana? dove 6 Ana? Ana, ke cavolo Ed ecco i tre messaggi pieni di affetto, apprensione e correttezza linguistica =_=. Kate inizia a sembrarmi una dispotica per cui Ana è una bambola, non la considera minaccia e le fa fare le sue cose importanti soltanto perché la considera un oggetto.
Ana fa la battutina su Barbablù. La deficiente non si rende conto che nessuno sa che è lì, ed è sola con uomo disturbato. Potrebbe ucciderla e nessuno ne saprebbe niente.
Cit.Per fortuna, nella borsa trovo ben due elastici e mi faccio subito i codini. Ottimo! Forse, più sembro infantile più sono al sicuro da Barbablù. Vedi sopra. Sigh.
it. Prendo l’iPod e mi metto le cuffie. Non c’è niente di meglio che cucinare con la musica. No, non è vero, ti bruci e le cuffie sono d’impaccio. E’ per questo che si accende la radio. Inoltre vuole cucinare nuda con indosso solo i codini e la camicia di Christian.
La cucina ha gli sportelli senza maniglie che vanno a spinta, ed è supertecnologica e lei intelligentemente preme cose a caso ballando praticamente nuda con la musica a tutto volume. Ricordo in casa di uno che conosce da poco, che ama il sadomaso, odia le cose no programmate e le ha tolto la verginità. Ma sì, cuciniamo
senza sapere i suoi gusti, con i suoi vestiti presi senza permesso, al massimo ci frusta. Pag.160

[3 febbraio 2015]

Cit. Sorrido, missione compiuta. Grande! Sorrido. Grande, grande, grande e mi lascio distrarre dal ricordo della notte appena passata. Ana festeggia che è riuscita nell’intento della sua vita, passare la notte nel letto di Grey. E per qusto ha deciso di dare fuoco alla grammatica inglese! Non festeggiate con lei?
Ana fa l’incredibile scoperta che una vocina interiore è qualcosa dentro di te. Facciamole un applauso. Anche alla vocina che le fa notare che quello si chiama ‘fot**re, non fare l’amore’. Perché sì, ne valeva proprio la pena farsi penetrare da un tizio delicato come un carro armato. =_=”. Però capitelo, lui sembra tanto un bambino con tanti tanti milioncini.
Cit. Amy Studt sta cantando Misfit, disadattata Ana si sente disadattata. In fondo la poverina ha un tetto sulla testa, la possibilità di lavorare per Grey per un sacco di soldi appena laureata, si è comprata facilmente la laurea e ha una famiglia alle spalle. Non vedete quanto soffre? In fondo Katy e Christian la faranno sicuramente morire di fame. *ironia mode on*.
Di sicuro è in una gang e noi, superficiali, la giudichiamo per questo; come dice la canzone =.=”. A me sembrava avesse dei vestiti abbastanza costosi!
Cit.Re dei Disadattati in persona. E a quanto pare secondo Ana il super ricco, faccio tutto ciò che voglio, me ne infischio degli altri perché sono figo, è un disadattato. Andate a vivere per strada una settimana, senza arrivare neanche ad avere da mangiare e poi parliamo di cosa sono i disadattati!
Cit. La chioma postcoito a lui dona moltissimo Il ritorno dello schifo!
Pag.161
Grey-sonoapparsodalnulla-Chirstian la prende in giro perché balla. Ovviamente hanno tutto il tempo di intavolare un discorso lungo, mentre il bacon cucina. Certo, in fondo le cose fritte non si bruciano in pochissimo. Loro sono la divinità della cucina, ed io in realtà non mi cucina sola e lo so. Sigh.
Cit.«Sono carini» mormora. «Ma non ti proteggeranno.» “Mmh, Barbablù…” Odio quando i personaggi sanno qualcosa che è stato detto, in questo caso pensato (!), non in loro presenza solo perché lo sa l’autore!
Pag.162
Grey fa apparire caffé e succo d’arancia dal nulla. Insomma, è così ricco e li prende precofenzionati? Oppure ha la vista ‘salsicciosa’ come il padre di Timmy Turner da supereroe?
Ana lascia la frittata a friggere sul fuoco, il bacon a friggere sulla griglia, Grey la bustina del the da fare per parlare di quanto a lei faccia male il sedere per colpa della sera prima. Ora, come mai non riesce a sedersi, ma a sculettare per ballare non ha difficoltà? Cosa tra l’altro che dovrebbe avere considerando la sera prima.
Pag.163
Cit.Ancora… ancora sesso… sì, ti prego. Ana l’ha fatto solo una volta ed è già sesso dipendente. E lei già fa sapere che i suoi ormoni sono già allo sbando.
Cit.«Be’, dato che sei dolorante, penso che potremmo limitarci alle attività orali.» Grey imposta nuovamente la loro relazioni fisica come se fosse qualcosa di noioso e lavorativo, anzi direttamente qualcosa che viene dall’esercito. Parla infatti di addestramento di base. Certo, il se**o anale è sicuramente essenziale in guerra! =_=”. Sparati Grey.
Pag.164
La ‘disadattata’ ci ricorda che un lavoro a cui deve tornare. Giusto, quello in cui può anche non fare niente, indossare dei jeans a sigaretta per fare la figa, perché tanto le fa la corte il figlio del proprietario.
E concludiamo con il ripetitivo discorso del ‘mangia Anastasia’.
Pag.165

[5 febbraio 2015]

Grey è sofferente quando lei non mangia. Fatti una vita Chrstian! Vai a lavorare!
Mi ha già scocciato questo tipo. Deve decidere lui quando lei deve mangiare, decide lui quando lei deve parlare, decide lui quando lei si deve lavare e in che modo. Scusa, ma Ana, non è più dotata di parola? Cocco bello, non ha ancora firmato niente, dacci un taglio. E poi nella lista non c’era scritto che decidevi tu quando e come lei si deve lavare. Ho capito che è zozza, ma non farle la corte se non ti piace zozza.
Finalmente Kate alza il telefono e la chiama. Però, al primo ‘sto bene, improvvisamente si scorda che non sa dov’è l’amica e perché è scomparsa tanto a lungo. E si scopre la vera preoccupazione: L’hai fatto? Ed Ana alza gli occhi al cielo non perché la sua migliore amica dovrebbe rivedere le sue priorità, ma perché ‘ è troppo ansiosa’.
Pag.166
Scopriamo il superpotere di Kate. Il senso di se**o. Mi ha traumatizzato l’uomo ragno. Infatti Kate lo sente che l’amica l’ha fatto.
Ana non ne parla per l’accordo di riservatezza. Ora, Grey, se volevi che non si sapesse, non avresti dovuto corteggiarla davanti alla migliore amica. E scusate, c’è un accordo di riservatezza anche con Eliott? O un fratello sì e l’altro no?
Ana è esasperata, ma non perché l’amica la sta tartassando chiedendole cose private, o perché le chiede ‘è stato dolce’ quando si parla di Mr.finezza-Grey-tisfondoindue, ma proprio perché non ne può parlare facendo l’oca!
E non dimentichiamoci che Kate per quattro anni non ha sperato si laureassero, ma sperava che Ana lo facesse. Ha molti hobby noto questa tizia.
Cit.perché ho firmato… com’è che si chiamava?… un accordo di riservatezza Ana si cimenta nuovamente nel suo analfabetismo.
Cit., dove Christian si sta muovendo con la sua solita eleganza. Ed ecco di nuovo Christian che saltella in giro come una leggiadra ballerina.
Pag.167
Ana sta soffrendo, non sapendo il significato di riservatezza, chiede a Christian se può raccontare alla migliore amica la notte di fuoco.
Cit. Non accennerò alla Stanza Rossa delle Torture E da anche un nome alla stanza dei giochi di Grey.
Grey non si lamenta del soprannome, anche se ci tiene a precisare che si tratta solo di piacere. Togli le verghe e ne riparliamo.
Christian non dice ad Ana: no, non ne puoi parlare perché il nostro rapporto, anche solo il nostro conoscerci, è riservato; risponde che non vuole se ne parli per non farlo sapere a suo fratello. Possiamo avere un libro solo sul fratello, per favore? Qui ci nascondono qualcosa!
Cit.I tuoi sanno della tua… ehm… predilezione?» «No. Non sono affari loro.» I genitori di Grey sono così presenti che non si sono mai accorti delle tendenze del figlio. Certo, me lo immagino lui a sei anni con un frustino a giurare alla madre che gli serviva per un compito a scuola =_=”. Però, anche Ana, dimostra la sua intelligenza. Certo donna, lui è sicuramente andato come prima cosa dai genitori a dire che ama il sadomaso. Che domande fai?!
Nuovamente Ana guarda negli occhi il Dominatore-maancheno-Grey. Ho capito che quando lo fa non può mentire, ma compratevi una macchina della verità e fate il Dominatore e la servant funzionali!
Cit.Non avevo mai fatto sesso alla vaniglia. Grey, si chiama scop**a normale. Ho capito che è un termine specifico, ma se lei non sapeva neanche come ci si bacia, pensi davvero ci capisca qualcosa? Parla come non-mangi, ossessivo del cibo.
Cit. il mio desiderio si annida in qualche punto… giù in fondo. Lì. L’innaturale corpo di Ana ha preso troppo sul serio la canzone ‘Il cobra non è serpente’.
Pag.168
Cit.La vasca è un pezzo di design di pietra bianca, profonda e a forma di uovo Anche la mia vasca è forma di uovo ed è bianca. E’ un pezzo di design?
Grey ha un altro potere, riempie la vasca in pochi secondi.
Ana trova voluttuoso pure il profumo di gelsomino. Secondo me questa vede voluttuoso tutto, anche il kinder sorpresa.
Lo sguardo di Grey è rovente. Ci posso cucinare il bacon?
Grey le tende la mano per accompagnarla nella vasca. Altro che principe azzurro, questa sì che è una nobile impresa =_=”. Ana prima c’è andata a letto due volte e ora ha l’aria da animaletto spaventato e circospetto perché deve entrare in una vasca. Bipolari, bipolari ovunque.
Tra bello e sexy non esistono altri aggettivi per dire cose affascinanti. Stupendo, grazioso, unico, magnifico non esistono più.
Ana si lascia convincere ad entrare in vasca vestita. In fondo, già pensa che accetterà, e si deve abituare a fare la schiavetta. Scusa, ma qualcuno ti ha puntato la pistola alla tempia? Non sei obbliga, tanto te lo sei già fatto.
Cit.“Se!” Persino la vocina interiore è contraria al fatto che lei accetti.
Grey ha di nuovo toppato come dominatore perché le ordina di guardarlo in faccia.
Cit.«Se te lo mordi, mi viene voglia di scoparti, e tu sei ancora dolorante, hai capito?» Salutiamo il ritorno di Mr.finezza-Grey! E tra l’altro il 90% delle donne si morde sempre il labbro, quindi non deve smettere lei, devi curarti tu.
Ana ha rischiato di morire fulminata perché è entrata in vasca con l’Ipod. E sicuramente si è rovinato bagnandosi. Grey, però, sereno, lo mette sul lavandino. Così se non si era rovinato bagnandosi prima, lo ha sicuramente bagnato e rotto lui.
Pag.169
Infracidire una camicia per niente, visto che dopo che l’ha fatta bagnare, Grey gliela toglie. Se la dovevi denudare subito, non potevi lasciarla spogliare? Christian tutti ti vogliono come uomo, a quanto pare amano i decerebrati.
Ana scopre di essere timida. Oppure, cosa che l’autrice non vuole dire apertamente, Grey la sta guardando con la faccia arrapata da guardone. Me lo vedo con la lingua di fuori tipo Fantozzi. E lei sta lì, lasciandosi guardare da questo pervertito, coprendosi l’inguine con le mani. RUN DEMENTE!
Mr.Finezza-Grey in tutto questo la chiama con un “Ehy!” da rustico muratore, di quelli che fischiano nei film.
Ho perso il calcolo di quante volte Chris ha dimostrato di non essere un dominatore. Però ecco l’ennesima. Cit.Non abbassare lo sguardo
Cit.Mi prende il mento e mi alza la testa per fissarmi negli occhi. E si svergogna come dominatore due volte nella stessa rigo. Però va perdonato, in fondo ha nuovamente gli occhi ardenti.
Ana si rende conto che è tanto vicino che può toccarlo. La smetti di fare l’intoccata che pensa di non poterlo sfiorare! L’avete fatto, cavolo!
Cit.«Ora puoi sederti» Grey le fa la gentile concessione di farla finalmente immergere nell’acqua. Sì, certo, giusto, noi ci seguiamo i pensieri sconnessi di Ana, mentre lui fa il guardone in pace. Perché lui può!
Ana si scotta con l’acqua bollente, perché il sadico la voleva far ustionare. Però, invece di diventare color aragosta, come sempre succede in questi casi, il dolore passa subito solo perché l’acqua fa un buon profumo grazie al bagnoschiuma. Ti giuro Ana, io uso dei bagnoschiuma meravigliosi, ma quando mi ustiono grido e salto fuori dall’acqua e divento rossa come i miei capelli!
Ana ha quasi uno svenimento a causa del ‘tepore’, ma non importa, lui la sta guardando.
Grey, che sicuramente non pesa poco visto che fa alzare il livello dell’acqua, entra a sua volta in vasca e le si mette praticamente in braccio. E lo fa per poterle sniffare i capelli. Sembra il mio gatto con le puzze.
Pag.170

[5 febbraio 2015]

Cit. “Sono nuda, e sto facendo il bagno con Christian Grey, nudo anche lui.” La stupidissima Ana ha già riletto l’accaduto in: la gente fa il bagno vestita a volte. =_=”.
Ana, considerando i fatti, hai perso la verginità con uno che conosci da una settimana!
Ossimoro Grey ha le dita affusolate, ma forti; le spalma la crema vigorosamente, ma dolcemente. La sta solo accarezzando e già Ana ansima di piacere, quanto è delicata questa.
Ringraziamo che Kate ha fatto depilare Ana, o l’immagine di Grey che le passava le mani sotto le ascelle pelose, me la sarai sognata la notte.
Per Christian è poco importante che seni e cape**oli di lei siano ancora doloranti, palpa senza pietà. In fondo, mica il corpo è suo. Vieni qui, fatti dare una martellata sull’inguine e poi vediamo come lo usi bene!
Grey ha già l’erezione pronta che preme sul sedere di lei. Certo, magari se la fa di nuovo, questo è proprio ‘ammmore’.
La vocina fa notare ad Ana che a Grey interessa il suo corpo e non il suo cervello. Vocina, senza offesa, perché Ana ha un cervello?
Pag.171
Grey utilizza un guanto di spugna per toccarle le parti basse. Che c’è tesoruccio, hai paura che ti contamini?O hai preso troppo sul serio che le donne vanno trattate con i guanti? In ogni caso Ana ci dice che la sta lavando nelle parti basse. Cara, a me sembra che ti stia facendo ben altro.
Ana, la delicata, rovescia indietro gli occhi, apre la bocca, le casca all’indietro la testa e i suoi fianchi si muovono a ritmo. Sicuri non sia posseduta?
Cit.«Godi per me, piccola.» Grey e meno male che non dovevi saltarle addosso perché era reduce della nottata. Quest’uomo non sa dominare gl’istinti.
Cit.Sono l’ostaggio sessuale di quest’uomo, e lui non mi permette di muovermi. No, ora ditemi perché diamine lo danno a San Valentino?! Andrebbero tutti rinchiusi in galera o in manicomio!
E poi Grey le ordina di lavarlo. Così, a buffo, all’improvviso. E meno male che prima non voleva essere toccato.
E scopriamo perché. Mr.finezzqa Grey ha un’altre delle sue perle. Lì, in bella mostra, ha il suo mem*ro.
Pag.172
Cit.«Voglio che tu faccia conoscenza, se possibile amicizia, con la parte del mio corpo che preferisco. Sono molto legato a lui.» Quest’oscenità si commenta da sola. Non c’è uomo più triste di quello che parla di quella parte in terza persona. Gli ha anche dato un nome?
Cit.“È così grosso, e continua a crescere.” Anche Ana non scherza con le oscenità. E aggiunge la ancora più vomitevole domanda su come quel coso sia riuscito a entrare tutto in lei. Ora, senza offesa, ma o la vasca è enorme, o lo stanno ingigantendo e non è questa cosa sproporzionata.
Ana non sembra capace neanche di ma**urbarlo senza farne una questione di stato. Ci mette tre ore e tutta una spiegazione per capire che deve fare su e giù con la mano. E l’autrice, per mettere del romanticismo che non c’è, per ficcarcelo a forza, li fa guardare negli occhi inserendo inutili esaltazioni delle iridi di Chrstian.
Pag.173
Salvo poi capire tutta da sola che si può fare con la bocca. Ana, possibile che tu non abbia mai visto la televisione o un telefilm in cui succede?
Ana ci fa sapere che è acciaio avvolto nel velluto, quando succhia. Ceeerto, è Superman, ma non ce l’ha voluto dire. Sentite, non credete di starle sparando troppo grosse? Grey non mi sembrerà questa meraviglia solo perché me lo fate dotato in un modo totalmente irrealistisco. Ana vuole l’applauso, pensa di essere l’unica a essere riuscita a fare qualcosa del genere.
Allora, la posizione ha un che di assurdo. A parte che se seguiamo l’autrice, Ana ha da due ore la testa sott’acqua e non è morta annegata, tra l’altro ha solo il naso libero per respirare. Va bene che è appoggiata a lui, ma lui si tiene ai codini di lei tirandoli, ma ovviamente Ana non prova dolore. Mi fa ridere questa scena assurda!
Cit.facendo guizzare la lingua sulla punta della sua erezione colossale Ana è la prima volta che ne vedi uno, è anche deformato dall’acqua, sicura sia così ‘colossale’?
Cit. Lui sibila e geme. Grey è andato, cerca di imparare il serpentese.
Sappiate che per fare quello che sta facendo Ana, ossia prenderlo ‘tutto’ in bocca ci vogliono anni di esperienza. Questa è vergine come uno che lo fa da una trentina d’anni.
Fermi tutti, ecco il nuovo genio letterario: Cit. La mia lingua guizza intorno alla punta, come su un ghiacciolo delizioso CHE SCHIFOOOOOOOOO!
In compenso Ana praticamente ce l’ha in gola. Comincio a pensare che non sia neanche fisicamente possibile. Però, in compenso, sappiamo che Ana si è fatta togliere le Tonsicchille due volte, come il sindaco di Nonsodove del Grinch.
Pag.174
Cit. La mia dea interiore balla il merengue, inframmezzato da qualche passo di salsa Temo di aver capito male. Mi state dicendo che la slave, si sente il dominatore, pensa di avere il dominatore suddetto in pugno e si diverte a vederlo contorcersi? Persino Ana è una Dominatrice migliore di Grey.
Cit.«Anastasia, sto per venirti in bocca» Cordiali informazioni da Mr.finezza-Grey. Pag.175

[6 febbraio 2015]

Ana riesce ad averlo più in fondo della gola, insomma, tra un po’ se lo mangia. Grey in realtà sta usando una protesi a forma di serpente o non mi spiego questa lunghezza. Scusate, avete idea quanto è lunga una trachea? Come li metti i pantaloni se lo ha lungo un paio di metri? E poi sinceramente che schifo! Mi sembra una di quelle scene orrende red di Una pallottola spuntata.
Ana glielo morde e lui va k.o. Ok, sono seri? Purtroppo sì, infatti lui viene. Ok, a me pare un tantino morto, ma contenti voi.
Ana gode che Christian è collassato inerte sul fondo della vasta a causa sua. E’ lei la sadica! Insomma, morde a tradimento e ci gode a metterlo k.o.! Salutate la nuova Dominatrice. Infatti lei lo fissa tutta baldanzosa e sorride di trionfo!
Grey torna in vita ansimando, con gli occhi sbarrati. Ok, lei non solo non è consensuale, ma ci gode a farlo star male. Lo odia dentro, altro che amore. Mi pare la vittima che sevizia l’aguzzino.
Grey dimostra un barlume d’intelligenza rendendosi conto che la gola di lei deve essere così irritata che fisicamente le dovrebbe venire dei conati di vomito.
Grey è contento che questa è alla prima volta, io sarei preoccupata. Non è umana!
Ana, invece, si sente orgogliosa. Bene, brava, al prossimo colloquio lavorativo esplicate queste tue doti, così ti assumono sicuro =_=”. Che orrore! Le doti di una donna sono ben altre!
Cit.“Orgasmo! Un altro!” Farà così ogni volta? Vi prego! Basta! Pag.176
Cit.Esce in un lampo dalla vasca, offrendomi la prima visione completa delle sue forme da Adone. La mia dea interiore ha smesso di ballare e lo sta fissando anche lei con la bava alla bocca. Notiamo che anche la dea interiore di Ana è una pura deficiente. Adone io me lo ricordavo grosso, muscoloso, possente, non con le dita affusolate!
Mi metto tutti i gesti romantici. Lui che la aiuta a uscire dalla vasca con la mano, lui che l’avvolge con l’asciugamano bianca, lui che la prende tra le braccia. Però è sempre Mr.Finezza-Grey, non fatevi ingannare. Quindi ‘le ficca la lingua in bocca’. Sappiate che esistono modi più romantici per descrivere un bacio con la lingua.
Grey per gratitudine slinguazza. Ora me lo vedo dire ‘Io non faccio quella cosa con la lingua’.
Grey, il non-sono-mai-stato-un-vero-dominatore ha l’aria smarrita. Il povero cucciolo la implora di accettare. Certo, ora ti fai torturare da tutti quelli che fanno gli occhioni.E visto che Ana è tonta, lo deve fare per un bel po’. Dopo un bacio sia dolce che passionale, Ana cade in trance e quindi, dopo averlo visto sbattacchiare le palpebre, lo segue docilmente come un automa tenendolo per mano.
Cit.«Ti fidi di me?» chiede tutt’a un tratto Grey, mi dispiace, non sei Aladdin vicino a un tappeto volante, sei Christian vicino a un letto. Quindi ma anche no!
Qui si verifica una contraddizione. Ana chiede: Cit.“Cosa mi farà adesso?” E’ una domanda che si fa quando si ha paura e non si sa cosa succederà. Quindi lei teme che lui le possa fare male. Però l’autrice ci fa sapere attraverso di lei che ‘è proprio così’ ossia che Ana ha fiducia in Grey. E per sottolinearlo ecco che ritornano le scariche elettriche a caso. Ho capito, l’autrice fa l’elettroshock al personaggio in modo che non scappi. Pag.177
Cit.«Brava bambina» Non solo non mi spiego questa frase che dice Grey, visto che Ana non ha fatto niente; ma risulta anche piuttosto inquietante. Senso di ansia che aumenta visto che Grey si è munito di una cravatta.
Questi descrivono gli incontri BDSM come un: due persone s’incontrano. Una dei due saluta e l’altra tira fuori un frustino. Magari in realtà si mettono d’accordo, poi diventa una cosa abitudinaria, uno dei due non spunta all’improvviso a casa dell’altro tutto armato.
Grey usa la cravatta per legarli i polsi, con le braccia stese davanti a sé. Ora prima di tutto idiota lei che obbedisce all’ordine di unire le mani davanti a sé. E non venite a dirmi che pensava dovesse lanciare una kamehameha. Secondo, ma più importante. L’autrice perde tempo, scrivendo che il nodo è ben saldo. No, pensavo che la legasse per finta! Scusate, se questo si eccita a legarla, pensate davvero che non sappia fare i nodi?
Inoltre che senso ha coprirla amorevolmente con un asciugamano, se poi glielo lanci via e la leghi? Bipolare!
Però Grey va giustificato se la lega. In fondo quei nodi li ha imparati come boy-scout. Certo, è un santo, scusate se ho dubitato di lui. =_=”
Cit.«Sembri così giovane con questi» mormora, facendo un passo avanti Grey, sei anche pedofilo. Però dobbiamo giustificare anche questo. Perché si guardano negli occhi e lui ha nuovamente lo sguardo ardente.
Grey sembra un sadico libretto illustrativo. Sì, perché questo idiota le dice passo passo quello che sta per fare. Baciala, non dirle che lo farai! In compenso Ana, come una deficiente, tiene le braccia alzate solo perché glielo ha detto lui. E quando si stancano i muscoli che fa? Se le taglia così restano alzate?
Pag.178
Scopriamo che sei lei muove le mani, lui deve ricominciare da capo. Gli manca la concentrazione al deficiente? E se non vuole che Ana si muova, non potrebbe legarla semplicemente alla testa del letto come farebbero tutti?
Ana è frustrata che non lo può toccare. Se ha il tempo per fare riflessioni simili mentre lui la bacia ovunque, vuol dire che Grey non è un gran baciatore. Ormai lo abbiamo capito, questo come amatore fa schifo.
Ana non riesce a concentrarsi per la faccenda mani. Quindi i baci di Christian si rivelano non solo poco efficaci, ma addirittura nulli. Ed inoltre lei, ovviamente, visto che i suoi fianchi nuovamente partono per la tangente e seguono i loro ritmi, non riesce a stare ferma e a tenere le mani dove vorrebbe lui. Qualcuno mi presenti le sue precedenti quindici ragazze. Perché o sono 15 Ane o non esistono.
Cit.«Stai buona» mi avverte. Sento il suo fiato caldo sulla pelle. Chris è decisamente un pervertito classico. Io a questo punto lo avevo castrato.
Pag.179
Ana minaccia di prendere fuoco perché Christian a ricominciato a farle la corte al piede. Lo prendesse sul serio!
Non vi descriverò il noiosissimo ‘processo di seduzione’, come lo chiama lei. Altrimenti detto come il Dominatore lecca i piedi come una slave.
Cit.una parte di me vorrebbe respingerlo perché mi vergogno Ana continua a non essere consenziente. E allora perché non la manda semplicemente a quel paese?
Grey le ha di nuovo infilato il naso lì. Ha anche quello sproporzionato? E’ una versione orrenda di Pinocchio?
Cit. Guaisco… Ana in compenso si trasforma in un cane. =_=”
Pag.180

[7 febbraio 2015]

Grey ha ripreso il suo lavoro di annusatore di peli pubici. Ormai è chiaro, ha un fetish con capelli-peli e qualsiasi altra roba da persona villosa. Sempre molto etero noto =_=”.
Ana rischia di svenire. Mi sono anche un po’ stancata di ripeterle che se è tanto contraria quella è la porta. La smettesse di arrossire, quando ormai hanno una relazione fisica!
Cit.Me la lecca per tutta la lunghezza. Ana impara le frasi di Mr.finezza-Grey, diventando Ana-mimancalafinezza. =_=” Salutiamo il nuovo nemico. A parte che questa è una frase che ricorda ben altre parti anatomiche, analfabeta di una ragazza.
Ora, tirare i capelli fa male. Provate a immaginare quanto sia piacevole se vi tirano con forza i peli del pube. Ana, invece, lo trovo così seducente. L’autrice, le figlie le ha adottate?
Ritornano gli ‘Ah’ di Ana. Insomma Grey fa roba per un’ora e lei fa solo ‘Ah’.
Cit.ogni atomo del mio essere è concentrato sulla piccola, potente centrale elettrica che ho in mezzo alle cosce. Ecco dove va a finire tutta l’elettricità che Grey le mette in corpo.
Cit.«Oh, piccola. Mi piace che ti bagni tanto per me.» E l’indicatore di pervertiti è appena esploso. pag.181
Cit.Lancio un urlo, e il mondo crolla e sparisce dalla mia vista, mentre la forza dell’orgasmo annulla tutto ciò che mi circonda. DITEMI CHE E’ IMPLOSA DAVVERO! Invece è viva, ma ci illude un altro paio di volte dicendo di esplodere. Peccato sia sempre lì.
Cit.Quando crolla sopra di me, mi sento affondare nel materasso sotto il suo peso Ed ecco Grey che tenta nuovamente di schiacciarla. Mi dispiace, non morirà soffocata nel materasso.
Ana si sente come Alice nel paese delle Meraviglia. E voi le avete viste cotante meraviglie? Io ho visto Alice attraverso lo specchio di liquame.
Ana pensa che la porterà verso lidi inimmaginabili. No, mi dispiace, Grey che ti guarda negli occhi sa di già visto.
pag.182
Cit. Fidati, Anastasia, posso portarti in luoghi di cui nemmeno sospetti l’esistenza Vieni via con me, le tue ali io sarò … Peccato che Ana non sia bella e delicata come Pollicina e che Grey al massimo ha le chiavi di un intero arsenale di frustini e verghe.
E attraverso una voce iniziamo a fare la conoscenza della mamma di Christian. Il grande dominatore a quando pare ha la mammina che lo butta giù dal letto se si sveglia tardi. =_=” Che tristezza.
Cit.«Merda! È mia madre.» Bene, ha pure paura della suddetta mammina.
Pag.183

[7 febbraio 2015]

CAPITOLO 10
Grey si mette i pantaloni senza mutande. Non si sono lavati, la mancanza di igiene mi fa vomitare ed inoltre fu così che si segò ‘quella parte tanto grande’. Grey ha un bell’attacco di panico, la mamma è sicuramente più terribile di lui. Ana, invece, visto che ha le mani legate, non riesce proprio a muoversi =_=”. Non ha bisogno di essere legata, ha il cervello legato.
Nuovamente per giustificare che le ha segato i polsi con la cravatta, ci fa sapere che lui è troppo sexy. Certo, facciamoci fare abrasioni da tutti gli uomini sexy. (Sigh). Inoltre, come diamine ha fatto a segarsi i polsi? Quanto era stretta? E soprattutto non dovrebbe avere le braccia che le formicolano visto che si doveva essere fermato il flusso sanguigno da praticamente un’ora?
Grey passa dalla disperazione all’essere radioso. Bipolarismo in corso. Il vero nome del libro è: Cinquanta sfumature di personalità. Una meno sensata dell’altra, per giunta e tutte piatte. Pag.184
Cit.«Anastasia, saresti bella anche con un sacco della spazzatura addosso. Non preoccuparti, davvero. Mi fa piacere presentarti a mia madre. Vestiti. Intanto vado a calmarla.» Tutto molto normale e romantico, anche il fatto che le presti i vestiti. Peccato che lei ha i polsi tagliuzzati! Peccato che dici frasi oscene! Peccato che sei un maledetto bipolare! Anzi SCHIZOFRENICO!
Certo, ti togli una camicia, la butti per terra, la lasci lì per ore, ma quando la raccoglia non ha una grinza. Ana, benvenuta tra le Mary Sue, lo eri già, ma ora sei entrata nel panteon. Da oggi ti potremo chiamare Hope ad onorem!
Ana perde tre ore in riflessioni, ma ugualmente si veste in pochi secondi. E riesce in un battibaleno a mettersi dei jeans stretti, quando doveva avere i polsi doloranti e il sedere inutilizzabile. Inoltre ha memorizzato esattamente dove sono i vestiti di Grey, quando Christian gliel’ha detto mezza volta. Insomma dovrebbe essere una ex-verginella alle prime armi terrorizzata da una madre. Questa ha più esperienza di una del campo, ve lo dico io. E per concludere lei odia le mutande sporche, quindi si mette i boxer di Grey. Sapete, non le dovevano stare in larghezza neanche per finta! Dovevano essere giganteschi per lei! Ana, ci nascondi una parte anatomica di troppo e molto grande? Sei un travestito? Diccelo prima.
E Grey lo ha retrattile? No, perché se ha i boxer così piccoli, vuol dire che o siamo stati ingannati sulle proporzioni o si sa ridurre. Sì, questo discorso fa schifo, ma ci ha messo l’autrice in questa spinosa situazione di doverlo trattare.
Cit. Accidenti… i codini postcoito non sono il massimo. Questa donna riesce sempre a peggiorare. In compenso ringraziamo il miracolo che ha portato la madre di Grey. Ana ha deciso di spazzolarsi i capelli! E li conosci così poco che pensa che un pettine sia meno di una spazzola. In realtà la spazzola può anche non togliere i nodi, al contrario il pettine è più preciso. Capiamo così che o l’autrice va sempre dalla parrucchiera o non si è mai pettinata i capelli.
Cit.a mia vocina è fin troppo chiara: “Puttana”. Vocina, mi deludi, sei in ritardo. Questa battuta andava fatta prima. Ora dovevi dare del bamboccione a Grey.
Ana nasconde i polsi con la giacca. Solo da questo gesto, che la fa sembrare una specie di drogata, dovrebbe riflettere che questa non è la migliore delle relazioni.
Pag.185
Facciamo la conoscenza della dottoressa Trevelyan-Grey. La cara mammina è impeccabile, capelli castano rossicci e vestiti in tinta. E’ tutta sorridente, in fondo non ha appena beccato suo figlio in casa con una sconosciuta, con i capelli arruffati e l’aria da deficiente. No, in realtà Ana ha l’aspetto da Premio Nobel casto e puro, e l’autrice si è dimenticata di dircelo. E a farcelo pensare è anche che negli occhi nocciola della donna più grande c’è compiacimento a guardare Ana. Contenta lei … contenta lei.
Pag.186
Ed improvvisamente ci troviamo catapultati in una commedia rosa da due soldi. La madre premurosa che ci fa sapere che vuole essere chiamata per nome, perché Mrs. Grey è la suocera. Lui che fa l’impassibile perché Ana risponde a una chiamata del redivivo José. Il tutto puntellato dalle risate in lontananza di Elliot che ha avvertito la madre che Christian era tornato a Seattle. Non lo so, qualche parente lontano nero o mafioso che torna per avere un posto a tavola no? Dai, ora mi aspetto qualche bieca battuta a doppio senso.
La madre decide di togliere l’incomodo. Peccato, era quasi una scena lontanamente accettabile per San Valentino. E poi volete mettere Christina-non-sono-dominatore-manco-per-finta che dà un bacetto affettuoso sulla guancia alla mammina?
Dai, immaginate la scena.
Grey: Sono un dominat … mamma, mi hai di nuovo lavato il frustino!
Mrs. Grey: Tesoro caro, non puoi farti vedere da Anastasia con il frustino sporco di polvere.
Elliot: Sentito fratellino? Non si fa.
Pag.187
Ormai siamo nel genere demenziale. Tanto che Ana si fa la famigerata domanda: Il maggiordomo dove si nascondeva? Appare o è sempre stato lì?
Alfred, vai a stirare il mantello a Batman e smettila di farti chiamare Taylor l’autista. Gotham, ecco dov’è il vero Alfred che ti eri perso.
Grey ha un problema lavorativo ed Ana non solo non lo capisce, ma si sorprende dell’ira di Grey [che come sempre mostra le sue emozioni. Deve fare schifo a Poker], ma continua le sue domande indiscrete su Taylor a voce alta.
Pag.188
Ha quasi perso un carico, un aereo e un equipaggio. Perciò tratta Ana e il suo contratto come una faccenda lavorativa. Certo autrice. E’ come dire che visto che ho perso il formaggio, devo andare a fare denuncia di smarrimento di un cane.
E qui viene sparata un’eresia grande quanto una casa. Ana, normale adolescente con anche una buona dose di soldi, non ha un computer. Ora, all’università gli esami sono online, gli orari delle lezioni e le aule sono online, la tesi la spedisci al professore via e-mail spesso, i testi da trovare sono sul sito, l’iscrizione si fa sul sito, le tasse si scaricano dal sito, ecc. ecc., e lei non ha un computer. Certo, e come si è laureata?
E Kate non ha un computer? E’ così ricca da avere vestiti costosi, belle macchine, una casa di lusso e poi ha solo un laptop? E che razza di giornalista d’assalto è?
Ana ci fa sapere che ha usato il computer dell’università. Ora quei catorci di solito hanno i virus, non funzionano, ce la fila per usarli, non leggono le password, non sono collegati a stampanti e così via.
Improvvisamente ecco che Kate ha un computer. E prestartelo prima no? Ammettilo, lo hai usato sempre e non vuoi dirlo! Ladra di computer!
Ana è sparita da ore, deve chiedere all’amica di usare il computer e forse dovrebbe avvisare la famiglia che non è morta. Giustamente chiede di fare una chiamata. Ed ecco che Grey impianta una scenata di gelosia. Ora in questo genere d’incontri bisogna metterlo sul contratto se non vuoi che lei abbia relazioni e comunque, a parte che non c’era, lei non ha ancora firmato! Non sei il suo ragazzo, non hai un patto con lei, quindi smettila di fare il demente gelido, per cortesia.
E Ana, come sempre, se ne sta buona buona a farsi maltrattare. Se non fosse troppo cattivo da dire, inizierei a dire che se lo merita.
Pag.189
E il bambinone continua la lagna per un’intera pagina. Si mette addirittura la giacca nera da scapestrato e prende la macchinona da corsa. Povero cocchino della mamma, si sente tanto trascurato dall’amichetta. Investici con quell’auto e facci il piacere di sparire.
Pag.190

[11 febbraio 2015]

Ana non dubita che non sarà mai lei a supplicarlo di darle ordini perché è leggermente inumano, svilente e distrugge l’amor proprio. Lei ne dubita perché è un passo importante nella vita di una donna, Ai miei tempi, si pensava fosse il matrimonio, non il diventare schiave.
Ana ci fa sapere che le parole di Grey la travolgono. Però non sperate, non è coinvolgimento emotivo. Semplicemente Christian è diventato improvvisamente logorroico. Parla, straparla, dicendo cose che non hanno un senso. Improvvisamente descrive la loro relazione come una caccia al tesoro. Pare il discorsetto che si fa al protagonista quando scopre di essere il prescelto.
Ana è convinta che sedici sia un numero enorme. Allora un migliaio? Evidentemente lei, forse, sa contare fino a venti.
Lui arde, brucia, è desideroso. Tutta una serie di ciance per dare una spiegazione, ugualmente poco plausibile, del perché a Christian vengono gli occhi ardenti. Nessuno ha insegnato alla scrittrice che le metafore non vanno spiegate scientificamente. Oppure rende davvero Grey con gli occhi alla Superman.
Christian e la sua quindicesima erano incompatibile. Ho capito, era finito sotto definitivamente con lei =.=”. Quanto è incapace?
Grey non vuole storie d’amore, ma ci fa sapere che è monogamo. Ovviamente, potevamo noi mettere in dubbio l’autrice così garante della coppia tipo? Guai a essere gay, guai ad essere fedifraghi, ma va bene se torturi e violenti la gente. Ovvio!
pag.192
Ana riesce a spuntarla e a non mangiare. Certo, è una vittoria diventare anoressiche (?). Grey da uomo maturo, mette il broncio.
Osserviamo Mr.finezza-Grey nel suo ambiente naturale, ossia luogo dove spennano i polli. Qui mangia come un lupo. A chi importa che un uomo ben educato, con vestiti firmati, a tavola sembri un animale? In fondo sua madre gli ha dato un’educazione così reale, che ‘un educazione’ gliel’ha data anche l’amica. Però lui smaltisce tutto. Sarà un saiyan o ha problemi di metabolismo?
Grey si è fatto una volta Ana, e parla come se la conoscesse da anni.
Cit.Come fa a cambiare umore così in fretta? È così lunatico Anche Ana ha capito che Chris è un mestruato.
Ana crede che avere una stanza rossa delle torture t’impedisca di poter prendere per mano la gente.
Pag.193

[27 febbraio 2015]

Taylor prova pena per Ana. Ed Ana riesce a trasformare questo in assurdo discorso sul sex. o.O vabbeh.
Cit.con lui non posso farlo, se passa in un istante dall’umore estroverso a quello impenetrabile. Persino Ana si è accorta che Grey è schizofrenico.
Cit.«Smetti di morderti il labbro, o ti scopo qui nell’ascensore, e non mi importa se sale qualcuno.» Arrossisco Qualcuno lavi la bocca con il sapone a Mr.finezza Grey.
Pag.191
Cit.«Parlale pure, se proprio devi.» Sembra esasperato. «Ma assicurati che lei non dica niente a Elliot.» Grey è ossesionato che il fratello scopra tutto.Dimenticandosi che si parlava di un generale accordo di riservatezza. Vedo due deficienti che non sanno intavolare un discorso normale.
Cit. «Vedi, la differenza è che io non voglio sapere niente della vita sessuale di mio fratello» mormora Christian. «Elliot invece è un ficcanaso. Comunque, puoi raccontarle solo quello che abbiamo fatto finora» mi avverte. «Probabilmente mi strapperebbe le palle se sapesse cosa ho intenzione di farti» aggiunge, a voce così bassa che mi chiedo se volesse farsi sentire.
Non ho capito perché il libro non tratta del rapporto dei fratelli Grey tra loro. In compenso Christian è sempre più burino.
pag.192
Cit.Il pensiero di ciò che farebbe Kate con le palle di Christian è qualcosa su cui non intendo soffermarmi. Qualcuno ricoveri Ana in un manicomio. Che schifo!
Per la prima volta Grey è lontanamente un dominatore. Ciancia di sottomissione e del fatto che Ana lo sfidi continuamente. Peccato lei sia così analfabeta da non capire il significato della parola sfiga.
Pag.193
Per Ana, Christian è spensierato quando fa la Divah e si vanta.
Ed Sna rilegge le malattie mentali di Grey così: Cit. “I ragazzi e i loro giocattoli.” Mi fa esasperare Capitelo, è solo un ragazzo.
Cit. gira intorno all’auto con disinvolta eleganza e, piegando la sua figura slanciata, si infila sul sedile vicino a me con una mossa sinuosa. Il ritorno di Grey il rettiliano. Thranduil, Loki, fategli vedere come siete più sinuosi voi.
La macchina è un’Audi R8 spider. Anche detto come buttare soldi in macchine orrende da ricconi che ufficialmente sono da corsa. Rumorosa, poco aereodinamica, insomma per essere un maschio, non ci capisce poi molto di macchine. https://www.youtube.com/watch?v=yXGdVHgaGoY Una classica Ferrari era troppo mainstream? Le Porche sono da vecchi? No, ditemelo. in America ci sono decisamente marche migliori.
Ed ecco che nominano invano Bruce Springsteen. https://www.youtube.com/watch?v=XtylMjSGZ4o I miei occhi si bruciano a pensare a queste belle note, sprecate con loro due. Lui, vestito Armani, con un orribile cappellino da baseball che ci sta come i cavoli a merenda, gli occhiali da sol mentre magari è già pomeriggio inoltrato e l’aria da ‘so-figo-so-dominatore’. E lei, con degli orribili capelli legati, la faccia da fessa, il capellino messo male, gli occhiali da sole magari stile insetto con l’aria da ‘dove-mi-trovo,ma-che-m’importa-sonoandataconGrey’. Sparatemi!
Pag.194
Ana pensa che chiunque ha un capellino da baseball, sia un fan dello sport. Certo, io ho una palla da calcio, quindi amo il calcio =_=”.
Dite addio all’accordo di segretezza. Questi sfrecciano con la capotte abbassata con la musica a tutto volume, senza rispettare regole stradali, facendosi guardare dall’intera comunità.
Grey, secondo me, sta usando il mirino dell’Audi per prendere in pieno e arrotare tutti i pedoni.
Cit., con il vento che ci soffia sulla testa. In faccia era mainstream.
Cit. Ha indossato i Ray-Ban, Non dimentichiamoci che anche gli occhiali da sole di Grey sono firmati. Certo, lui sicuramente da tutti i suoi soldi ai bambini poveri, sono loro che gli regalano gli oggetti griffati.
E già che ci siamo Ana perde il respiro e ci fa mezz’ora di manfrina sul fatto che lui le sta palpando il ginocchio. Certo, in fondo perché guardare la strada in autostrada, se il tuo unico desiderio e di mettere sotto le altre auto.
Ed i sogni passionali di Ana si arrestano. Quando scopriamo che Grey stava valutando, in realtà, quanto fosse magra. Per poter iniziare a lagnarsi sul fatto che lei deve mangiare.
Grey accelera ancora, con la sua macchina saetta, probabilmente con il motore truccato. A tal punto che Ana rimane inchiodata allo schienale come nelle scene di lancio dei missili nei film d’azione. Magari muore schiacciata, speriamoci.
Purtroppo no. In compenso dall’autostrada, ci ritroviamo catapultati in una foresta. Grey ha abbattuto qualche albero? Qui c’è un locale: CUISINE SAUVAGE. Modo sofisticato per parlare di una baita in legno, con orrende tovaglie a quadrettoni, posate non del tutto sane e mobilio in legno. Insomma, spendono una marea di soldi, per andare a una banalissima trattoria che si è messa un nome esotico. Sono esattamente il genere di ricconi-polli che si fanno spennare.
Pag.195

[10 febbraio 2015]

Cit.«È tanto che non vengo qui. Non c’è un menu: cucinano quello che hanno raccolto o cacciato.» Alza un sopracciglio in segno di finto orrore, e mi viene da ridere. Non so se è più ridicolo Grey che vuole fare il simpatico, e sembra solo un riccone puzza al naso un tantinello razzista. O il fatto che è impossibile che esistano posti che non si prendono la selvaggina già congelata e poi te la spacciano per appena cacciata. E’ come quelli che cascano nei trucchi degli agriturismi o di quei locali in cui ufficialmente c’è pesce fresco.
Si scopre che le bevande vengono cacciate, perché le hanno.
Cit.«Due bicchieri di pinot grigio» Le mucche a quanto pare possono dare vini pregiati, quando munte. Oppure ci sono alberi di pinot direttamente in bottiglia?
Ana è shockata. La cameriera è attratta da Grey. Invece di essere gelosa, festeggia di non essere l’unica. La sua demenza non ha limiti. Ovviamente, come sempre, vicino a Grey rigorosamente bionde =_=”.
Ana è di quelle deficienti che prendono la Diet Coke. Pensate davvero che sia leggera la coca dietetica? *sonora risata registrata*. Ovviamente il parere di Ana viene ignorato dal misogino Grey. E poi mi dicono che il maltrattamento sulle donne in questo libro è solo il BDSM. No, è la mancanza di libertà di opinione alle donne anche sulle minuzie! Non meritiamo più di vivere la nostra vita!
Cit.«Eh, sì. Ha sempre pensato che fossi gay.» Scopriamo che pure mammina, pensa che Christian sia omosessuale. Scusate, ormai abbiamo le prove, Ana è un travestito.
A quanto pare, secondo l’omofobia dell’autrice, se a diciotto anni i ragazzi non hanno la ragazza, sono gay.
Pag.196
Le 15 ragazze non sono mai state viste da ‘mammate. Ana, sei l’unica così deficiente, da farlo beccare dalla mammina.
Grey paragona la settimana più piena di idiozie e fesserie alla prima volta con lui. Sei proprio incapace sotto le lenzuola.
L’uomo dagli occhi ardenti ci fa sapere che nessuna donna era mai salita sul suo elicottero. Uomo, semplicemente quelle quindici te le sei inventate, svelato l’arcano. Lo sappiamo che Ana è una donna di comodo per sviare le notizie sul tuo essere omosessuale.
Cit. «Cosa si intende per sesso alla vaniglia?» Esattamente il discorso che si fa in un locale pubblico.
cit. «Quello tradizionale, Anastasia. Senza giochetti, senza accessori strani.» Grey le va pure dietro. Fatevi notare, ignorate l’accordo di riservatezza.
Cit.Pensavo che quello che avevamo fatto fosse sesso al cioccolato e caramello, con la ciliegina sopra. Ana ha scambiato il sex per un dolce tradizionale.
Pag. 197
Grey e Ana si guardano ardentemente negli occhi mangiando zuppa di ortiche e Grey si lascia sfuggire la cosa che avevamo capito da anni.
Cit.Una delle amiche di mia madre mi ha sedotto quando avevo quindici anni.Aveva gusti molto particolari. Sono stato il suo schiavo per sei anni
Grey è uno slave che finge di essere un dominatore. Altro che quindici donne, si comprava le prestazioni delle ragazze con i soldi per fingere di non essere rimasto un succube. Cosa che, invece, si notava dal fatto che guarda sempre negli occhi e ha un fetish con i piedi. E, nei fantasy, spesso i servant hanno un’ossessione per i capelli della master, come succede qui a Grey con i capelli di Ana. Inizio a pensare che il rapporto sia al contrario, ma la misoginia dell’autrice non gliel’ha voluto far ammettere.
Insomma, Ana la bambola è la slave dello slave.
Pag.198
Cit.«Non ne avevo voglia. Lei era tutto ciò che volevo, e di cui avevo bisogno. Senza contare che mi avrebbe ammazzato di botte.» Sorride teneramente al ricordo. “ Ana chiama la neuro. Stanno di nuovo confondendo il BDSM con il maltrattamento. Stavolta su minori.
Cit.“Mi sta raccontando fin troppi dettagli.” Ma io ne voglio ancora. Ana, è, come sempre, un essere inferiore. Dov’è l’amore in questa storia? Pare una di quelle che si legge il gossip tutta contenta.
Pag.199
Ovviamente Grey, che ci sta venendo giustificato come un povero cucciolo, la frequenta ancora solo come amica. Credici Ana, credici.
Cit.«Ah. E tua madre lo sa?» Lui mi guarda come se fossi impazzita. «Certo che no.»
La madre non si è accorta di nulla. In fondo erano solo suo figlio e una sua buona amica. In fondo era un rapporto stretto che coinvolgeva solo un minorenne, che subiva abusi e violenze. Tutto normale.
In questa storia d’ammmore, la violentatrice non andrà in carcere, lui potrà reiterare i suoi problemi su altri e non verrà curato in un centro psichiatrico. Ed Ana in tutto questo fa la vittima, avvoltoio. Stupendo =_=”.
Cit. Che rivelazione! “Christian il sottomesso… Dio mio.” Ana, solo tu non lo avevi capito.
Pag.200
Cit. Lui è così schiacciante, un vero maschio alfa, e ora ha lanciato questa notizia bomba. L’autrice soffre per averci rivelato questa informazione, ovvia.
Grey ci fa sapere che era una cosa a tempo pieno, tranne sporadiche pause per la scuola. Sì, si sta proprio parlando di violenze su minore. Vedo, inoltre, che la mammina è presente a puntate, quando non si mette in mezzo alle scelte di trama.
Grey ricomincia con la sua fissa sul cibo. Sorge spontanea la domanda: la master lo faceva digiunare? Oppure era ossessiva anche lei con il cibo. Tipo che era un rapporto con complesso di edipo, mi spiegherei perché lui cerca di fare il papà ad Ana. [Per chi segue Gotham: che la sua master sia Fish?]
Cit.Quest’uomo, sessualmente abusato da adolescente, ha un tono così minaccioso. Ana, vince un premio per le frasi orrende. Non lo rende più sexy! Mi chiedo se una giornalista stia registrando tutto. E’ ancora un locale pubblico, con gente che ci mangia, una cameriera gelosa e il cervo in tavola. E Grey si confessa proprio lì, non in casa, in macchina o nell’elicottero dov’erano soli.
Cit.molto saporito. «Sarà così la nostra… ehm, relazione?» sussurro. «Tu che mi comandi?» Non oso guardarlo in faccia. «Sì» risponde. «Capisco.» «E c’è di più: sarai tu a volerlo» aggiunge, a bassa voce. A parte, cocco, che te lo scordi. Però, con questo discorso, Grey ci dice implicitamente che lui, ai suoi tempi, non era consenziente. Ana, chiama lo psichiatra! Muoviti! Anche per te, fa piacere.
Pag.201

[12 febbraio 2015]

Ana fa una tragedia perché non vedrà per un paio d’ore Grey. Lui le ha detto che può chiamarlo quando vuole, ma lei si comporta come se dovessero passare anni.
Ed il caro ‘dominatore’, per ricordarci che non lo è, le fa il baciamano. Bravo cagnolino psicotico e bipolare. Ordinale meno cosa mangiare e cosa bere, e solo poi potrò trovare romantico il tuo baciamano.
E scopriamo che Ana si è commossa di lasciarlo, quando si rivedono tra tre giorni. Da domenica a mercoledì. E’ già diventata di quelle, che una volta fidanzata, devono fare la simbiosi.
Viene rifatto il baciamano, ma questa volta qualcosa va storto. Ana si sente svuotata. Che fosse il bacio del dissennatore?
Ana ha il terrore della migliore amica. Paura che ti scarichi privandoti di utilizzare tutti i suoi immensi conti in banca? Pag.194
Cit.«Ah… per la cronaca, indosso i tuoi boxer.» Ana, ma che schifo! Dalla reazione sconvolta di lui, direi che sono pure sporchi.
Cit.La mia dea interiore è estasiata. Kate Ritorna il lato dominatore di Ana. E’ tutta contenta di averlo sconvolto. Certo, tutti desideriamo distruggere le cellule celebrali dei nostri fidanzati schifandoli fino al midollo (?).
Kate ci fa capire che prima viene the sex with Elliot, e poi la preoccupazione per la migliore amica. Giusto, la prossima volta ti faccio un occhio nero quando me lo dici facendo l’occhiolino.
Ana scopre all’improvviso di essere timida. Certo, è una cosa che va e viene. La mia sia è rotta a quanto pare, sono timida sempre.
Cit.«È stato bello, Kate. Molto bello, credo» Il credo finale è un tocco di poesia.
Pag.195
Cit.«Ti ha fatto venire?» Scopriamo il lato oscuro delle interviste di Kate.
E qui scopriamo il tragico passato della prima volta di Kate. Non so se è più cliché, più ridicolo. O se mi devo sentire offesa! Insomma, un libro con così tanti messaggi negativi, mi vuol passare il concetto che il sesso bisogna farlo dopo la maggiore età se sei donna? Ceeerto, coerenza 0.
Infatti si smentisce subito dopo, passando il messaggio contrario. Una donna, però, deve assolutamente farlo dopo i diciotto anni.
Pag.196
Cit. La mia dea interiore siede nella posizione del loto con uno sguardo sereno, a
parte il sorriso furbo e compiaciuto. Ana ha raggiunto la trascendenza, perché le lo ha fatto meglio di Kate. Ovvio, ecco come una donna si sente realizzata secondo questo romanzo.
Cit.«Sono felice che tu abbia perso la verginità con uno che sa il fatto suo.» Kate ci sottolinea nuovamente che è interessata solo alla vita se**uale della migliore amica.
In compenso dite addio alla legalità. Ana se ne frega dell’accordo di riservatezza. Dice a Kate, vita, morte e miracoli. Omette solo lo scabroso segreto di Grey. Eppure, finge di essere ritrosa e timida. ‘Non dovevo dirlo, non dovevo proprio dirlo. Cit. Hagrid’.
Pag.197
Cit.“ha una Stanza delle Torture, e vuole fare di me la sua schiava sessuale”. Ditemi ancora che è normale BDSM e vi lincio! Qui si parla di schiavitù, non di un gioco consensuale di reciproca fiducia.
Ana si auto-paragona alla scolaretta che impara dal maestro. Ricordo che non è sintomo di uguaglianza in una coppia. E poi è vergognoso che un uomo metta i voti, come se lei dovesse meritarsi le sue attenzioni.
Kate fraintende l’ansia della migliore amica e le dice le tipiche frasette che si dicono a una donna incinta. L’autrice ha un po’ di confusione riguardo ai dialoghi tra i personaggi.
Pag.198
Cit.«Anch’io. Gli uomini» dice, con finto disgusto. «Sono proprio animali.» Scoppiamo entrambe a ridere. Certo, che importa se i due fratelli Grey ci sono andati pesanti trasformando un momento romantico in una specie di violenza. E’ tutto così divertente (?). Elliot si dimostra peggio del fratello così, cara autrice, perché Kate dovrebbe avere più esperienza.
Cit. quando mi accontentavo di ammirare Mr Grey da lontano. Quei giorni felici e spensierati. Era qualche giorno fa! Ci sono ragazze che non hanno mai avuto i ragazzini di cui erano innamorate. Non si muore, razza di idiota!
Scopriamo che Kate con Elliot diventa Ana. Che schifo, è più pericoloso di Chris, trasforma in cretine anche le donne con un carattere. Di che poteri orrendi sarà dotato?
Cit.Annuisce, con un sorriso folle. Kate è posseduta! Chiamate un esorcista.
Pag.199
A quanto pare a nessuno frega che José chiami ogni ora. Certo, puniamolo a vita. Per la sua colpa o perché non è il protagonista?
Ana, la raccomandata, ci sbatte nuovamente in faccia i suoi calci nel sedere. Tutte le case editrici la vogliono come stagista.
Pag.200

[13 febbraio 2015]

Kate ci fa sapere che Ana ha voti così alti che le si apriranno davanti tutte le porte. Questo vuol dire che sanno già di aver preso il massimo alla laurea. Ho capito, mi devo fare Grey, così diventerò una raccomandata da lui e anche a me apriranno tutte le case editrici. Capito donne? Aprite le gambe. Ti odio Ana, oggi più che mai.
Cit.Kate, naturalmente, ha già uno stage che l’attende al “Seattle Times”. Suo padre conosce qualcuno, che conosce qualcuno. E qui è plateale che sono raccomandate! *prego inserire parolacce in ostrogoto*
Cit.Kate sta per partire per Barbados con i genitori e suo fratello Ethan per due settimane. La gente muore di fame per la crisi e loro vanno alle Barbados. Sottolineano ancora una volta la loro ricchezza. Per non parlare di quanto è plateale che il fratello di Kate non fa altro che viaggiare per il mondo da quando si è laureato. Lavorare no? Stanca, capitelo.
Ana alza gli occhi al cielo esasperata solo perché Josè l’ha salutata. Cosa vuole questo estracomunitario senza i soldi di Grey? Sia mai che si possano considerare i pari diritti.
pag.201
Ana fa tutto un discorso su come José sia un fratello per lei e che, come un bravo cagnolino, deve fare solo quello che dice lei. Invece di trattare così quel misogino pieno di sé di Grey, ci tratta uno pseudo-amico. Io capisco che tu vuoi chiudere i conti dopo che ha esagerato da ubriaco, ma non gli fai questi discorso abbassandolo a zerbino. Tra l’altro lui ci si abbassa subito, infatti piagnucola scuse. Però Ana ci dice che non ha tempo, lei è troppo occupata con Grey. Allora non gli rispondi al telefono, principessina idiota.
Visto che José è tanto insistente, e ha supposto preferisse Christian causa soldi, Ana gli lancia una speranza come ai bastardini si lancia un osso. Prenderà un caffé con lui, grazie per la grazie sua signoria delle dementi.
Pag.202
Kate, che parlava di venire cinque minuti fa e che si divertiva a pensare gli uomini animali, ora è disgustata da José. Mi dispiace, voi ricchi non potete confondervi con la plebaglia. Allora rimanete tra voi dementi e fateci il piacere.
Ana prepara le lasagne in nemmeno un’ora e dice di saperle fare bene. Sappiate che è impossibile farle in soli 45 minuti. Non bastano nemmeno per preparare il ragù e cercare la besciamella. Io ci perdo tutta la mattina per farle e mi vengono abbastanza buone. Quindi o la sua specialità e fare le precotte o l’autrice si dimostra nuovamente incapace di reperire informazioni base per scrivere un testo.
Cit.Il telefono squilla di nuovo. È Elliot. Kate mi strizza l’occhio e scappa nella sua stanza come un’adolescente. So che dovrebbe scrivere il discorso di commiato per la cerimonia delle lauree, ma sembra che Elliot sia più importante. Cos’avranno questi Grey? Cosa li rende tanto spiazzanti e irresistibili da
cancellare tutto il resto? Bevo un altro sorso di vino. Sono i maledetti protagonisti e voi siete delle povere galline.
Pag.203

[17 febbraio 2015]

Iniziamo a leggere il contratto che ha molto senso. Quindi, non capisco, perché se Grey sa come funziona, non rispetti le sue conoscenze O.opag.206
Entrambi non devono avere HIV, herpes ed epatite. Ana si chiedeva come funzionassero le basi del sesso, però non si fa mezza domanda a nomi così specifici di malattie. Questa è stupida a puntate, non riesce a rimanere Ic nemmeno nella sua ignoranza.
Durante la lettura del contratto, la protagonista che legge sembra scomparire. E’ una noiossima digressione in piena regola. L’autrice ha fatto un semplice copia-incolla.
Cit.Qualsiasi infrazione renderà nullo il contratto con effetto immediato, e ognuna delle due parti accetta la piena responsabilità verso l’altro per qualsiasi conseguenza di qualsiasi infrazione. Grey ne ha già fatte centinaia prima che il contratto sia entrato in vigore!
Pag.207
Cit. Deciderà la natura di tali addestramento, guida e disciplina e il tempo e il luogo in cui verranno dispensati, Si sono dimenticati di dire che le relazioni non devono interferire con la vita sociale dell’altro. Quindi se Grey decide a casa sua, nell’orario in cui Ana deve lavorare, andrà contro a questa regola. Con la scusa di non mettere qualche clausola, l’autrice sta manipolando un vero contratto. Anche perché questi contratti andrebbero discussi di persona, non si firma mai senza aver anche parlato.
Cit. offrirà al Dominatore senza domande o esitazioni qualunque piacere da lui richiesto, Nuovamente, visto che non hanno concordato i limiti a voce, questa frase che ha senso del contratto, diventa ambigua e con troppi significati. Quindi, anche se è un vero contratto, perché ho la convinzione abbia fatto copia e incolla; prende un altro significato. E’ illegale fare questo giochino delle tre carte e confonde il lettore, perché Ana non fa quello che avrebbe fatto chiunque ossia di vedere queste clausole, ma prosegue come se la lettura fosse a blocchi.
A quanto pare nessuna è andata oltre i tre mesi con Grey, se veramente ne ha avute così tante in così poco tempo. Al massimo sei, questo dovrebbe far riflettere sulla sua capacità di fare il dominatore e di rispettare i contratti.
Pag.208
Cit.12. La Sottomessa si renderà disponibile al Dominatore da venerdì sera fino a domenica pomeriggio, ogni settimana per tutta la durata del contratto, alle ore che saranno specificate dal Dominatore (“gli Orari Stabiliti”). Eventuali ore aggiuntive potranno essere concordate di volta in volta. Ecco la limitazione temporale, periodo in cui non si lavora. Ora se Grey la chiama quando gli gira, senza chiederle il permesso e senza avere concordato, volendo immediata obbedienza; ricordatemi questa nota ^_^.
Pag.209
Cit.Le seguenti forniture di servizi sono state discusse e concordate Persino il contratto dice che dovevano parlarne a voce!
Cit. Il Dominatore può frustare, sculacciare, fustigare o infliggere altre punizioni corporali alla Sottomessa, a scopo di disciplina, per il proprio godimento personale o per qualsiasi altra ragione, che non è tenuto a esplicitare E qui mandavo a quel paese Christian. Fustigasse sua sorella.
Cit.Nell’addestramento e nell’amministrazione della disciplina il Dominatore si assicurerà che sul corpo della Sottomessa non restino segni permanenti Come la fustighi senza lasciare segni? Con una piuma? Le frustate non restano sempre?
Comunque voglio sapere come spieghi a lavoro se ti vedono le cinque dita? Perché lei ha i pantaloni alla moda, di quelli che quando ti abbassi si vede il posteriore, anche perché sicuramente lei non ha le mutandone larghe che coprono tutto il sedere.
Cit.offrendole sostegno morale e ordinando cure mediche, quando giudicato necessario dal Dominatore. Qui c’è un errore. Probabilmente Christian paga se lei si prende l’influenza o una malattia per conto suo; ma deciderà a sua volere quando non mandarla a curarsi in ospedale. Questo è abuso di potere!
Pag.210

[18 febbraio 2015]

Per mantenere un ambiente sicuro il dominatore si manterrà in forma O.oChe senso ha questa frase? Spiegatemi il concetto.
Cit.. Il Dominatore non presterà la propria Sottomessa a un altro Dominatore. Ricordatevi questo punto che molti mi hanno detto che non verrà rispettato.
Cit.Il Dominatore si assicurerà che tutta l’attrezzatura utilizzata a scopo di addestramento e disciplina sia costantemente mantenuta in condizioni di pulizia, igiene e sicurezza. Mi raccomando, pulite bene la vostra gabbia. E quando finite togliete tutto il sangue dal frustino.
Cit.La Sottomessa accetta il Dominatore come suo padrone, con la consapevolezza di essere adesso proprietà del Dominatore, che può disporne a suo piacimento per tutta la durata del contratto, ma in particolare durante gli Orari Stabiliti o gli orari aggiuntivi concordati. Fino a questo momento veniva detto durante gli orari stabiliti. L’autrice se n’è dev’essere resa conto ora, segno che non ha riletto il suo stesso romanzo e decide di cambiare la frase in modo che Grey possa essere giustificato se fa il signore assoluto. Peccato che questo punto sembra andare contro tutti quelli letti fin’ora!
Cit.15.15. La Sottomessa servirà il Dominatore in qualsiasi modo egli ritenga opportuno, e dovrà
sforzarsi di compiacere il Dominatore in qualsiasi momento e al meglio delle proprie capacità. E per essere sicura l’autrice aggiunge questo punto totalmente insensato. Oggi muore il principio di non contraddizione di Aristotele, presente in tutte le grammatiche di tutte le lingue del mondo occidentale.
Pag.211
La Sottomessa assicurerà di far uso di contraccettivi orali e di assumerli nei tempi e nei modi prescritti al fine di prevenire una gravidanza. Siamo nell’ambito legale e in questo ambito, possiamo dire, che questo è un contratto a sfondo abortivo. Questo punto ci ricorda che doveva parlarne a voce, perché lui potrebbe benissimo a questo punto chiederle di prendere la pillola del giorno dopo o di abortire. Non voglio entrare nel moralismo, ma a livello di pratiche legali questi punti possono diventare spinosi.
Cit,La Sottomessa accetterà senza fare domande qualsiasi azione disciplinare considerata necessaria dal Dominatore, e ricorderà in ogni momento la propria condizione e il proprio ruolo rispetto al Dominatore. Il fatto che ci sono tempi e luoghi da rispettare viene definitivamente dimenticato dall’autrice.
Cit. La Sottomessa non si toccherà né si darà piacere sessuale senza il permesso del Dominatore. Ha la telecamera, se lo fai ti scopre, attenti al grande fratello Grey! Si vede che è tornata un’opera in mano all’autrice perché ci discostiamo totalmente da ogni concetto espresso fin’ora nel contratto.
Cit.La Sottomessa si sottoporrà a qualsiasi attività sessuale pretesa dal Dominatore senza esitazioni né discussioni. Se la mettiamo così lui potrebbe anche obbligarlo a mastu**arsi con un coltello e lei lo dovrebbe fare. E il ‘non farsi male e stare attenti’ che fin’ora c’è stato finisce nel gabinetto.
Cit. La Sottomessa accetterà frustate, fustigazioni, sculacciate e qualsiasi altra disciplina il Dominatore decida di infliggerle, senza esitazioni, domande o lamentele. Viene svergognato un altro punto. Perché viene aggiunto il ‘qualsiasi altra disciplina’, quando parlandone qualche punto sopra questo non era presente. Cioè, se devi riportare tutti i punti da capo in modo sbagliato, perché fare copia-incolla di quelli giusti? Per prendere in giro il lettore?!
Cit.15.22. La Sottomessa non guarderà il Dominatore negli occhi, a meno che non le venga espressamente richiesto. La Sottomessa è tenuta a tenere gli occhi bassi e a mantenere un contegno modesto e rispettoso in presenza del Dominatore. Ecco, io scommetto che tra dieci minuti, loro torneranno a guardarsi negli occhi come hanno fatto fin’ora per ore intere!
Ricordo che Christian aveva detto che la voleva guardare negli occhi!
Cit.La Sottomessa dovrà sempre comportarsi in modo rispettoso nei confronti del Dominatore e rivolgersi a lui chiamandolo solo “signor”, “Mr Grey” o con altri titoli ordinati dal Dominatore. Finalmente l’autrice si è ricordata di mettere qualcosa di personale nel contratto. ‘Oh giusto, era di Grey!’, me la vedo a dire una cosa del genere davanti al suo portatile, in stile rivelazione divina.
Pag.212

[18 febbraio 2015]

Cit.17. Il Dominatore e la Sottomessa hanno discusso le attività elencate nell’Appendice 3 e hanno registrato per iscritto sull’Appendice 3 il loro accordo nel rispettarle. Questa discussione, se c’è stata, io me la sono persa!
Si parla della safeword, addirittura di più livelli. Ora, è una cosa che va decisa di persona, ma Ana a quanto pare se la deve sognare con percezione astrale! pag.213
Cit.La Sottomessa obbedirà a qualsiasi istruzione impartita dal Dominatore, immediatamente, senza riserve e con sollecitudine. La Sottomessa accetterà qualsiasi attività sessuale considerata appropriata e piacevole dal Dominatore, fatta eccezione per le
attività considerate limiti assoluti (Appendice 2). Lo farà con zelo e senza esitazioni. Dopo lo spazio firme ecco che l’autrice le spara grosse come delle bombe. Ma sì, spu**aniamo quello che l’abbiamo letto fin’ora! Fregiamocene delle regole! Ed io dovrei firmare un contratto che non si rispetta da solo?!
Pag.214
Cit.La Sottomessa garantirà di dormire almeno sette ore per notte quando non è insieme al Dominatore. E se mi viene l’insonnia? Devo prendere un sonnifero? E se poi il sonnifero mi fa dormire di più? E se mi viene mal di pancia e rimango sveglia? E se mi ricoverano all’ospedale e rimango sveglia? E se il lavoro mi fa rimanere sveglia di notte? E se faccio un incubo?!
Cit.La Sottomessa mangerà regolarmente per mantenersi in forma e in salute, scegliendo da una lista prescritta di cibi (Appendice 4). La Sottomessa eviterà gli spuntini fuori pasto, a eccezione della frutta. Ripeto quello che già dissi: Nutella! Dai Grey, per la memoria del suo inventore, per i feels dei telefilm, per la panza, io devo farlo!
Cit.Per tutta la durata del contratto, la Sottomessa indosserà esclusivamente abiti approvati dal Dominatore. Il Dominatore fornirà un budget per l’abbigliamento della Sottomessa, che lei utilizzerà. Il Dominatore, quando lo riterrà opportuno, accompagnerà la Sottomessa ad acquistare i vestiti. Se il Dominatore lo desidera, la Sottomessa indosserà qualsiasi ornamento il Dominatore richieda, in presenza del Dominatore e in qualsiasi altra occasione il Dominatore ritenga opportuno. Ana, ti prego, mettiteli assolutamente questi vestitini, ti starebbero così bene. In realtà Grey da piccolo sognava di fare lo stilista. Comunque lui potrebbe farla andare alla sua laurea nuda con delle piume in testa. Come si potrebbe mai accettare?!
Cit. Il personal trainer riferirà al Dominatore i progressi della Sottomessa. Scusa e se lei è dura come un ciocco di legno? E se lei non migliora? Allora non va bene? E se Ana si scopre cagionevole di salute e questo stress fisico la fa ammalare, non andrebbe contro i diritti della sottomessa? Ad esempio se una è asmatica, o soffre di attacchi di panico, o *altro*, siamo sicuri sia legale se uno mi obbliga a fare esercizio in queste condizioni?
Nuovamente torna il concetto che lui può obbligarla ad andare in un salone di bellezza. Una che non si pettina come Ana, penso che passerà le pene dell’inferno.
Cit.La Sottomessa eviterà di bere in eccesso, fumare, assumere droghe, o mettersi in pericolo senza motivo. E per scoprirlo mi pedinerai, sarai Edward Cullen o userai il siero delle verità? Attraversare la strada è mettersi in pericolo senza motivo? Perché ci sono certe strade xD.
Pag.215
Cit.La trasgressione di una qualsiasi delle regole precedenti provocherà un’immediata punizione, la cui natura sarà determinata dal Dominatore. E poi ti trovi questa frase, in grassetto. E meno male, che nella parte vera di contratto, si parlava di non danneggiare la sottomessa. Addirittura non doveva lasciarle segni. Ed all’improvviso questa frase, che va contro tutti i primi punti. Ripeto, non puoi fare copia e incolla, per farti la colta, e poi mettere cose a casaccio alla fine per darti ragione. Non puoi dare un colpo al cerchio e uno alla botte!
Ed infatti aggiunge: Cit.No ad atti che lascino segni permanenti sulla pelle.
Si è passato dall’evitare proprio segni ai segni permanenti. Quindi, improvvisamente, sono ammessi gli occhi neri, il labbro spaccato e tutti quei segni che associamo alla violenza sulle donne.
Pag.216
Ricordo che ci sono segni che se ne vanno dalla pelle, ma non dall’anima.
Cit.Da discutere e concordare tra le due parti. Sempre discussione che io non ho visto! Infatti è pieno di punti di domanda senza risposta. Che deve fare, sottolineare le cose che accetta? Tipo quiz scolastico?
La sottomessa può acconsentire all’uso di una marea di roba, ma ammetto di non sapere cosa sia il:Cunnilingus.
Cit.Bondage con altro I particolari sono veramente dettagliati =_=”.
Io, credo, che legare a ‘sospensione’ sia una pratica un tantino medievale, non so cosa ne pensate voi. Io, sinceramente, non vorrei essere appesa in stanza .-. Soffro anche di vertigini.
Cit.La Sottomessa consente a essere bendata sugli occhi? Dopo aver chiesto l’impossibile, si sofferma su questo come se fosse la cosa più terribile O.O
Io sono stata bendata senza il bondage, lo chiamava mosca cieca.
Pag.217
Cit.Quanto dolore la Sottomessa è disposta a provare?
Beymax non approva questo elemento.
Cit.Dove 1 significa “mi piace intensamente” e 5 “lo detesto intensamente”: 1 – 2 – 3 – 4 – 5 La Sottomessa acconsente ad accettare le seguenti forme di dolore/punizione/disciplina? Scusate il termine volgare, ma il ‘non danneggiare la sottomessa’, qui se ne va a pu**ane! Ed inoltre, mia cara autrice, si vede il tuo zampino. In un vero contratto non c’è il ‘in una scala da uno a 5’.
Cit.• Pinze per capezzoli • Pinze per genitali Sappiate che questi due metodi, invece, lasciano segni anche a lungo! E vengono usati nel bondage più estremo, di cui non fa parte il contratto che abbiamo visto sopra. L’autrice non conosce neanche i diversi tipi di bondage! Persino vedendo una puntata di Sherlock BBC, si impara di più su questo argomento che leggendo questo schifo!
Pag.218
Cit.Mio Dio. Non ho nemmeno la forza di leggere la lista degli alimenti. Deglutisco a fatica, con la bocca secca, e leggo una seconda volta. Finalmente Ana torna dal mondo dei morti e si ricorda che non è i promessi sposi in cui il punto di vista è esterno. Qui è stata fatta una noiosa digressione con un punto di vista interno! Snaturandolo totalmente!
Per giustificare questo scempio Ana dice che è per il suo bene. Certo, tutto i dietologi ora ti obbligano a fare dieta con il frustino .-.
E lo paragona alla promessa nuziale. Certo, onorarvi e rispettarvi si trasforma in un obbedisci e fatti frustare!
Ana si domanda come farà a vederlo con il ciclo. Questa è capace che fa se**o con le mestro. Io in quei periodi sono intrattabile e le si chiede se questo interrompe il loro ‘particolare’ rapporto. Shock!
Cit. Lui, il mio padrone! Che può trattarmi a suo piacimento! Ana per un attimo si chiede come farà a vedere gli amici e, evidentemente la vocina, si ricorda che questo sono pratiche un po’ obsolete. Però poi se ne esce con questa frase.
Ana si domanda se non sia umiliante farsi sculacciare e un po’ si preoccupa dell’essere fustigata. Però si risponde che tanto è una cosa eccitante e Grey non la presterà. Certo, di sicuro non essere prestata, è una cosa che penso in un rapporto. Non dovrebbe neanche esserci un punto del genere! E’ ovvio che ‘non mi presti’, non sono un dannato oggetto!!!! Affogati Grey!!!!!!!!!
Per Ana non è quello il problema. ‘Stringe le cosce affranta’, un tempo si singhiozzava, perché non può guardarlo negli occhi! Sparati Anatasia, ucciditi anche tu!!!!
E finalmente decide che non può accettare, non per i motivi validi, ma perché non può toccarlo! SAVE ME!!!!!
Pag.219
Cit. Come direbbe José, una cosa che ti fotte il cervello. A quanto pare anche José è un Mr.finezza nascosto (sigh). Però, in questo caso, Ana se n’è accorge che è di cattivo gusto, invece, quando lo fa Grey, no!
Ana dorme in maglietta e calzoncini. Già è assurdo quando lo fanno gli uomini dei film, ora me lo fa anche una donna (che noi siamo freddolose di natura). Ricordo che siamo in America e lì, di notte, fa assai freddo! Dovrebbero morire congelati!
Cit. La mia vocina suona lucida e razionale, non isterica come al solito. La mia dea interiore saltella e batte le mani come una bambina di cinque anni. “Dài, dài, facciamolo… altrimenti finirai sola, con un sacco di gatti e di romanzi classici a tenerti compagnia.” E fu così che la futura gattara pazza stile Simpson che è in me, sparò alla dea interiore di Ana. E poi scusa, se non fai bondage, finisci sola? E’ peggio della versione ‘diventi zitella se non ti sposi’ di alcuni genitori!
La dea interiore, ci dice sorridendo compiaciuta, che si è fatta valere. Insomma, Ana ci fa sapere, che lei accetta solo perché spera di diventare lei dominatrice O.O Shock 2 la vendetta!
*Ana con musica di Rocky addestrata al bondage che lotta per diventare la nuova dominatrice!*
Cit.Voglio farlo ancora, e ancora. Magari se firmassi solo per il sesso… Gli basterebbe? Sospetto di no. Ana non è consenziente, vuole solo andare a letto con Chris. Chiedente a qualunque dominatore e vi risponderà che quando queste sono le premesse, non ci può essere NESSUN rapporto BDSM.
Anatasia ci fa sapere che tutte le persone timide forse sono sottomesse. Ceeeerto, o forse sono solo ragazzine della difficile fase dell’adolescenza! Se mettete in testa a quelle ragazzette questi discorsi, poi non vi meravigliate delle disagiate che ne escono.
Pag.220

[20 febbraio 2015]

Cit. Domani… domani è un altro giorno. Rossella O’hara era troppo un personaggio migliore di te!
Trovo alquanto inquietante andare a dormire sapendo che una dea interiore mi fissa O.O Ana versione creepy.
Ana è di una monotonia assurda, non fa altro che fare incubi su occhi grigi!
Cit. Caspita, ho dormito nove ore buone. Caspita, io alle volte dormo più di dodici ore!
Svegliarsi alle otto di mattina perché è arrivato un pacco grosso… Sentite, o è la mia Nimbus 2000 o io ritorno a dormire.
Pag.221
Grey, io ti mandavo a quel paese se mi buttavi giù dal letto così presto per farmi andare dietro a un pacco e a un demente impomatato con la coda da cavallo.
Cit.«Un MacBook Pro.» E’ un robo apple manco uscito nei negozi. E’ così utile alla sopravvivenza, che io manco sapevo che esisteva.
Cit.«È un laptop, mandato da Christian.» Ana, ovviamente, dimostra di avere una grande conoscenza delle cose in cui si buttano i soldi. E’ di quelle che sanno tutte le cose inutili, tipo come far funzionare supercellulari ultimo modello e dopo non si sa neanche allacciare le scarpe. Rivedi le tue priorità donna.
In ogni caso poteva dire semplicemente che le aveva comprato un computer .-.
Pag.222
Il rapporto tra Ana e Grey comincia a dare i suoi frutti. Ana inizia a ingannare la migliore amica e se ne vanta anche.
Non se è peggio che Grey conosca i ‘dati personali’ di Ana, che li abbia dati in mano a un invidioso sconosciuto, che l’ha obbligata ad avere la mail che decide lui o che questa cretina voglia sprecare il miglior computer sul pianeta (seguendo quanto dice l’autrice) per non farci un cavolo.
Pag.223
Cit.Indica un’icona sullo schermo e continua a parlarmi, ma è come un rumore di sottofondo. Non capisco una parola di quello che dice e, a essere sincera, non mi interessa. Ana e l’educazione, una nuova NOTP. Insomma, non ti hanno insegnato ad ascoltare le persone? E se premi qualcosa che non devi e cancelli la memoria? Insomma, non hai la scienza di un genio del computer infusa, fatti insegnare come funziona!
Ana, fatti insegnare da Claudia Saini come funziona. E ti regalo una frustata ogni volta che non senti una sua parola.
Kate ci fa sapere che le donne non possono ricevere un computer, devono avere solo fiori e gioielli. Beh, e questa deve diventare una giornalista? E’ più chiusa mentalmente di mia nonna!
Scopriamo che Grey le ha mandato una mail prima ancora di mandarle in computer. Poteva leggerla proprio =_=”.
Scopriamo che nelle mail è simpatico. Averci una relazione solo telematica no?
Ana, invece, diventa una dell’800. Lei riesce a involvere =_=”.
Pag.224
Grey usa pure gli emoticon, sembra quasi un ragazzino. Qui mi chiedo, autrice, se lo sapevi fare normale, perché hai dovuto renderlo un deficiente pervertito?!
Ana, cerca di capire una cosa, lui starà lavorando! Smettila di scocciarlo!
Grey sa cos’è wikipedia. Ana, si è laureata, senza andare su Wikipedia. Non ci credo neanche se lo vedo.
Dopo mezz’ora di ricerche, Ana la sconvolta, non ha ancora capito niente.
Pag.225

[24 febbraio 2015]

capitolo 12
Ana ha già cambiato la sua vita per lui e nemmeno sono fidanzati.
Va a correre senza avere le scarpe adeguate.
Ana ci fa sapere che non lo ama, non lo stima, lo considera un maniaco del controllo e ci vuole solo fare se**o.E pensa che lui non la voglia dopo che già se l’è fatta ripetutamente riempiendola di super regali.
E’ così geniale che va a correre mezza nuda di sera in una strada non molto frequentata. Ed ovviamente s’infila in un parco deserto!
Ana pensa che i contratti non han valore legale. -.-‘
pag.226
Ana non si chiede se sia giusto svendersi, ma se ne è capace.
Questa non ha mai corso, ma macina chilometri senza problemi.E per farsi tutto il ritorno le basta prendere una boccata d’aria.
Kate non compra un bikini, ma tantissimi bikini con ‘sarong’ abbinati. Buttare soldi! Come se già quel viaggio non costasse un occhio,
Ana ha sensi d’inferiorità e invidia nei confronti dell’alta, slanciata e formosa migliore amica. Secondo me Grey le serve per fare il colpo grosso ed entrare in alta società e mollare Kate.
Pag.227
Ana manda un mail con un oggetto ridicolo:studentessa sconvolta e dicendogli un ‘è stato bello conoscerti’. Tutti a pensare che lo abbia lasciato, ma per uno stupido scherzo. E si aspetta pure una risposta seria! E’ deficiente.
Ana sente solo Snow Patrol, nel mio mpr3 cambiano cantanti a ogni musica!
Oddio! Ho avuto la prova che era ficcyna di Twilight. Come Edward, con un impercettibile movimento, Grey appare nella camera di Ana. Ho riletto più volte il pezzo, ma è così. Lo Stolker è apparso dal nulla! Io gridavo e gli lanciavo contro mezza camera. Ana, invece, guarda attentamente i vestiti del maniaco. Chi se ne frega se è riccamente vestito, è proprietà privata!
Ana dice solo ‘Per la miseria’. Le mie parolacce erano indefinite.
Grey ha stranamente in mano le chiavi della macchina. Senti se appari vestito di lino, mi sembri un vampiro anche se mi vuoi far credere che hai usato un auto per apparire.
Cit.«Buonasera, Anastasia.» Ed ecco che Grey dice una frase da esordio di supercattivo. Urlavo ancora più forte!
Ana ci ricorda che l’ha fatto entrare Kate. E chiamare l’amica per avvisare dell’ospite no?!
Ana si preoccupa di essere sporca e non cambiata. Non che quello è apparso dal nulla con aria inquietante!
Pag.228
Cit.«Ho pensato che la tua mail esigesse una risposta di
persona» mi spiega seccamente. Il contratto, invece no, vero?! *partono offese*
Ana non dice niente! Si limite ad annuire qualunque cosa lui chieda. Quanto è inutile e piatto questo personaggio idiota! In compenso cerca le via di fuga, questo sì che è amore. Perché ovviamente, deficiente di un Christian, fai solo venire il panico così!
Ana pensa che avere un letto in ferro battuto matrimoniale, mobili in vimini laccati di bianco e una coperta fatta in casa voglia dire non avere nulla. C’è gente che dorme per terra, principessina sul pisello!
Cit. «È un posto molto tranquillo e sereno» mormora. “Non adesso… Non con te qui.” E’ una perfetta scena horror! Ora se la mangia O.O
Anastasia gli offre da bere educatamente. Per l’educazione ha la meglio. Certo spari le parolacce quando devi fare bella figura e lavorare, sei educata quando sei in preda al panico. Una ragazza comune (?).
Psg.229
Christian le slega i codini, con lunghe dita adunche da vampiro. Per la prima volta sembra quasi un dominatore … vampirico però. A quanto pare si è offeso. E ci credo con la mail che ha ricevuto! Però se una non vuole avere a che fare con te, non puoi apparire nella sua camera e allungare le mani! Perché le passi le mani tra i capelli e le pizzica più volte il lobo dell’orecchio. Io me lo lascio fare dal mio ragazzo,il lobo non i capelli, non da uno stalker.
Cit.È un rapporto coniglio/fanali, falena/fiamma, uccello/serpente… Insomma è amore, non ti senti per niente minacciata! Chiama la polizia! Chiama Kate! Chiama qualcuno! Chiedi aiuto! Non pensare che minaccia = eccitazione!
Spiegatemi però cosa c’entrano i fanali.
Pag.230

Cit.«Non ricordo di aver letto di pinze per capezzoli nella Bibbia. Forse tu hai studiato su una traduzione moderna.» Anastasia ha uno stalker in camera ed ovviamente si mette a parlare della Bibbia. E della sua particolare visione della Bibbia O.O Ed inoltre non ce ne frega niente che Christian abbia fatto catechismo, lo hanno fatto quasi tutti i bambini.
Ana tra poco mette gli occhi nella bocca di Christian, che schifo.
Gli occhi di Christian hanno iniziato a lampeggiare. Ora mette la freccia?
Cit.. Un desiderio acuto e bruciante mi cova dentro. Gioco d’anticipo e mi getto su di lui. Io volevo sapere se era uno stalker brutto, se faceva così.
Parliamoci chiaro. Questo è apparso in camera, ha detto una serie di frasi creepy, i suoi occhi hanno preso a lampeggiare, ha sbattuto lei contro il letto bloccandole le mani ed ora la bacia. Il 911 no?
Cit. io mi crogiolo nella forza che usa E’ praticamente impossibile trovare una donna che voglia che l’uomo le faccia violenza usando forza o che quasi la soffochi con la lingua.
Ana già si sente meglio della pervertita Mrs Robinson dell’adolescenza di Chris. A parte che secondo me lui ancora vuole quella, ecco perché si è fatto quindici sconosciute prima di Ana. Inoltre, cara Ana, saresti la passiva, non la dominatrice, quando lo capirai sarà tardi. Ana non capisce che deve essere succube, quando Christian non capisce di essere un dominatore.
Cit. La mia dea interiore brilla con tale intensità che
potrebbe illuminare tutta Portland. Ana si è trasformata in un lampione. La tristezza di questo libro non è equiparabile a nulla. pag.231
Cit.«Ti fidi di me?» mormora. Di nuovo? No. Smettila di sentirti Aladdin dei ricchi.
Ritornano le reazioni inumane di Ana. A caso gli occhi quasi le schizzano fuori dalle orbite, il cuore cerca di fare l’alien della situazione tentando di spezzarle la gabbia toracica per volare via e il sangue di Ana inizia a pulsare pericolosamente. Basta, ho capito, la passione per te è una controindicazione!
Grey ha cento miliardi di cravatte, ma tira fuori quella argentea dalla tasca con cui le aveva segato i polsi. Che bei momenti. Mi vedo Ana con i nipotini sulle gambe, nel futuro, che dice: con questa cravatta vostro nonno mi legava i polsi.
Cit. stavolta lega l’altro capo della cravatta a una sbarra della testiera del letto. Bravo Grey, fai progressi! Si vede che le 15 non esistono e lei è la prima, cough.
Cit.Sono legata ed eccitata da impazzire. E con questa frase caschiamo nel porn più bieco.
Ana è contenta di essere legata, protesta solo perché le puzzano i piedi. No, questa ha problemi troppo seri.
Cit.Se ti ribelli, ti lego anche i piedi. Se fai rumore, Anastasia, ti imbavaglio. Stai buona. No, basta, è uno stupro bello e buono!
Ana è appena andata a correre, eppure ha gli slip puliti. Ora, non so voi, ma i miei sarebbero gialli di sudore. Dovrebbe fare schifo, tra puzza, piedi sporchi, capelli aggrovigliati. Cioè, non potevate farlo dopo una doccia? Inzivati!
Pag. 232
Grey ha la forza di maciste, perché la solleva senza problemi. L’incredibile Christian, uooo.
Io mi mordo sempre il labbro, mi sta venendo paura con questo che basta che lo fai e parte con i filmini pervertiti.
Anastasia trova l’essere inerme un potente afrodisiaco. Mi fa vergognare che queste idiozie le abbia scritte proprio un’autrice donna. A quanto pare non le hanno mai fatto del male e non capisce quanto sia terribile per le vittime di abuso!
Cit.«Penso che tu abbia visto troppo» ridacchia maliziosamente Christian versione il Padrino, la versione scema s’intende.
Grey è dotato di corde, di un’intera camera di frustini e di ogni gadget. Ed usa una cravatta e la maglietta di lei. Come si è messa in tasca la cravatta, poteva mettersi lo scotch e una piccola benda.
Ana fa l’incredibile scoperta che se ti bendano gli occhi non vedi niente. Brava! *Sarcasmo mode on*
Grey decide, visto che lei è legata e non ci vede, è il momento per un drink. No, aspetta, sei pervertito a puntate o solo scemo? E’ una tortura psicologica, vero?
Ana pensa che andrà a prenderlo a Seattle. La stupidità di questa donna merita qualche premio.
Sentiamo rumori strani, tipo schiocchi a caso. Ed inoltre Christian, praticamente nudo, si è fatto dare il drink da Kate. E meno male che c’era sempre l’accordo di riservatezza. O.O Ditemi che non sto leggendo quello che sto leggendo. Non c’è senso in tutto questo!
Anastasia ha il super-udito, riconosce ogni più piccolo suono.
Ana non fa caso che lui era praticamente nudo davanti alla migliore amica, si chiede solo che tipo di drink avrà preso. La mia migliore amica, a questo punto, lo aveva chiamato lei il 911!
Ana trova seducente che lui le stia vomitando in bocca del vino bianco freddo. Io mi affogo anche solo se bevo da sdraiata, figuriamoci in questo modo!
pag. 233
Ana sottolinea come l’essere stato bella bocca di Christian, migliori il sapore del vino. Che schifo, saliva! E fu così che si presero la mononucleosi.
Cit.«Non esageriamo; sappiamo che hai una tolleranza limitata dell’alcol, Anastasia.» Grey se ne esce con questa sparata odiosa. Glielo spaccavo in testa il bicchiere con il drink. Ana, invece, lo trovo divertente. Bah!
Cit. Si sdraia vicino a me, premendomi la sua erezione contro il fianco. Dio, quanto lo voglio dentro di me. Un applauso per il solito garbo e per la solita capacità di Mr.finezza-Grey! Bravo!
Cit.«È bello, questo?» chiede, con una punta acida. A parte che comincio a odiare l’aggettivo bello. Mi è stato insegnato alle elementari di non abusarne, ma scusate, quando è gretto quest’uomo? E’ osceno!
Cit. mi deposita in bocca una piccola scheggia di ghiaccio Un cubetto, perché la scheggia si è già sciolta prima di arrivare, è diventata acqua e la dovrebbe soffocare.
Cit.mi traccia una pista di baci Una pista? o.O
Cit. Mi lascia cadere nell’ombelico un frammento di ghiaccio in una pozza di vino ghiacciato. Lo sento bruciare fino alle profondità del ventre. “Wow.” A disgraziato! Hai idea quanto da fastidio?! SPUTATEGLI! SPARATEGLI!
Cit.«Oh, no. Se versi il vino, ti punirò, Miss Steele.» Ha scambiato l’ombelico di lei per una coppa. Inoltre non può farlo! Lei non ha firmato niente! Lui si sta comportando come se fosse il suo dominatore, ma non lo è!
pag.234
Cit.Con un dito mi abbassa le coppe del reggiseno, facendo schizzare fuori i seni. Scopriamo che Ana li ha di silicone. Questa scena fa morir dal ridere.
Cit.«È bello, questo?» mormora, soffiandomi su un capezzolo. Ah, ho capito, è la sua risposta a ‘è stato bello conoscerti’. Uomo, non sai accettare di essere scaricato. Chiamare la polizia sempre no?
Cit.«Se versi il vino, non ti lascerò venire.» VINOH!
Cit.«Oh… ti prego… Christian… Signore… Ti prego.» Mi fa perdere la testa. Sento il suo sorriso. Secondo me ‘senti qualcos’altro’ visto quello che avevi contro il fianco prima. In ogni caso, questa già si umilia, senza aver firmato niente.
Cit. calda, gelata e vogliosa Ana ha nuovamente reazioni aliene. Questa donna è la femmina dei predator, mi sa.
L’ombelico di Ana riesce a riscaldare il vino. E Grey, quando lei ovviamente si muove e lo fa cadere, lo lecca come un povero alcolizzato. ‘Perché il rum è andato?’
Cit.«Oh, Anastasia, ti sei mossa. Cosa devo fare con te?» Fatti una statua se vuoi qualcuno che non si muova!
pag.235

[27 febbraio 2015]

Cit. Nient’altro è reale. Nient’altro è importante, nient’altro viene captato dal mio radar. Voglio vedere se entra Kate.
Cit.«Sei una bambina avida» mi rimprovera a voce bassa E fu così che presi a sprangate Grey sui denti.
Cit.Mi sfugge un gemito sonoro nooo, ed io che pensavo che i gemiti fossero muti.
Ci risiamo con Grey che le tira i capelli, ormai non mi esprimo neanche più.
Christian è tornato nella sua versione serpente, slinguazza a caso, dimenando su e giù la lingua al vento.
Cit.«Questo è il tuo castigo, così vicino eppure così lontano. È bello?» mi sussurra all’orecchio. Gemo, esausta, lottando contro la mia prigione. Sono inerme, persa in un tormento erotico. Ora sediamoci e parliamone. No, davvero, a parte schifo non credo che si possa descrivere in altro modo. Sono inumani, sono stupidi e non seguono nessuna legge. Ora, era veramente necessario rendere pubblico questo romanzo? L’autrice non si poteva farsi questi filmini senza renderci partecipi?
Cit.«Come devo scoparti, Anastasia?» Lo vuoi Mr.finezza Grey? Buttando quella parte anatomica in pasto agli squali. Ed inoltre facendo ad ‘ultimo pezzo’ con il protagonista di The princess bride. Grazie.
pag.236
Cit.«Te… adesso» urlo. Ana si mette a gridare come un’invasata. Ed i vicini?
Cit.«Devo scoparti in questo modo o in quest’altro? O in quest’altro ancora? Le possibilità sono infinite» Scopriamo che quest’altro è una tipologia. Certo, molto chiaro. Come quando mia madre dice: ‘la cosa è lì’.
Cit.«È bello, questo?» dice, accarezzandosi. Christian ha praticamente appena parlato del suo attributo. Lo squallore non può manifestarsi più di così. Gli ha anche dato un nome? E continua ad accarezzarselo come se fosse un gatto. Tanto per ricordarci che era gigantesco?
Cit.«No» miagolo. Ana, guarda che per lui il gatto è altro, non sei tu.
Cit.Sono un grumo di desiderio Che schifo!
Allora Grey riesce a girarla quando lei è legata. Traumi multipli alle ossa delle braccia di Ana mi sa. Inoltre lui ‘misura il desiderio’, ed io che credevo di aver visto la misurazione più incredibile con il metro di Mary Poppins.
Cit.mi metta in ginocchio, con il sedere sollevato, e mi sculaccia forte. L’ha sculacciata davvero. Ok, Ana fa scherzi idioti, ma lui come si permette? E poi, scusate, se lo ha fatto con forza, le ha lasciato parecchi segni. Guardate che uno schiaffo fa male!
Cit. Prima che possa reagire, sprofonda dentro di me. Prima la sculaccia e poi entra. Tatto 0, intelligenza anche. No davvero, è un essere così bieco Christian, da far vomitare.
Cit.Urlo, per la sculacciata e per il suo assalto improvviso, e vengo all’istante, più volte, crollando sotto le sue spinte Ana viene più volte di fila. Io ricordo che di solito le donne devono fingerne uno, e questa per una sculacciata, lo ha multiplo. Ceeeerto.
Pag.237
Cit. Lui non si ferma. Sono sfinita. Non ce la faccio più… Anche io sono sfinita, da tutte queste stupidaggini. Improvvisamente Spongebob risulta un programma di cultura.
Cit.«Vieni, Anastasia, di nuovo» grugnisce a denti stretti e, per quanto sia incredibile, il mio corpo reagisce, fremendo in un nuovo orgasmo, mentre io chiamo a gran voce il suo nome. A Grey basta parlare per far venire una donna. Ed io che pensavo di scrivere fantasy, improvvisamente mi sembra di scrivere cose molto realistiche, rispetto a questo.
Cit. Esplodo in minuscole schegge, E romantico? Andare a pezzi mentre uno fa quello che vuole con te? E’ devastante, viene da piangere. Ana mi fai schifo!
Cit. Crolla sopra di me, ansimando. «È stato bello, questo?» chiede. “ Grey accanna, nemmeno i bambini di due anni tengono il muso come te. Sei ripetitivo! Ed inoltre, mi raccomando, schiacciala, così da romperle definitivamente le ossa delle braccia. Se fosse lontanamente realistico, dovrebbe ricoverarla per come gliele ha ridotte!
Invece Ana non ha nessun osso rotto, scientificamente impossibile. Per non parlare del fatto che lei sorride ebete a riconoscere i segni sui polsi di lui. Certo, l’amore si misura in lividi adesso. Inoltre la lascia lì, sfinita, nuda, stanca, martoriata per tutto il tempo, rivestendosi prima con calma. La doveva slegare prima di vestirsi lui!
Cit.lui mi copre con il copriletto e la trapunta. Ovvio, prima la maltratta e poi la copre. Perché lui è gentile, siamo noi che non lo comprendiamo.
Cit.«È stato davvero bello» dico, con un sorriso timido. « Anastasia è ipocrita. Dopo tutto questo ha il coraggio di farsi la santerella!
Ana si preoccupa dell’ego di Grey. No, guarda, secondo me il suo ego sta benissimo, è il suo cervello che ha qualche danno.
Pag.238
Cit.«Perché no.» Questa sì che è una spiegazione piena di contenuto Grey. E poi è inutile che la copri con la trapunta, se la fai rimanere nuda con solo il reggiseno.
Cit.«La tua proposta indecente… Sì, la sto considerando. Ma vorrei discutere di alcune cose.» Ana l’hai appena messa in pratica la sua proposta indecente! Lui non si doveva neanche azzardare.
Cit.«Volevo scriverti, ma diciamo che mi hai interrotto.» «Coito interrotto.» «Vedi, sapevo che avevi un senso dell’umorismo nascosto da qualche parte.» Questo è il senso dell’umorismo di Grey. Ed io che credevo che quello nero di mio fratello fossero becero. Mi sbagliavo, questo è il simbolo dell’umorismo! *ironia*
Grey lascia aperta la possibilità di metterle un collare. Lo sai dove te lo metto il collare? E poi premo e stringo finché non avrai la voce acuta ^-^.
Cit.«Già, Mrs Robinson!» Scoppia in una risata fragorosa, sfrenata, e sembra così giovane e spensierato con la testa rovesciata all’indietro e quell’ilarità contagiosa. Primo la prova che lui ama ancora la sua master. Secondo lui amava avere il collare, la prova che questo è solo un servant e non sarà mai altro. Terzo la prova che ha seri problemi mentali ed Ana dovrebbe solo scappare.
Questo punto è topico, racchiude il romanzo!
Christian parla ancora con la sua master. Ma no, davvero, non l’avremmo detto.
Cit. Se vuoi, posso presentarti a qualcuna delle mie sottomesse precedenti. Potresti parlare con loro. No, Grey, davvero.Vogliamo se sono quindici Anastasie!
Cit.Lui mi guarda, disorientato, sorpreso. Grey non capisce la rabbia di gelosia di Anastasia. O almeno è questo che l’autrice ci vuol far credere. Secondo me si trasforma solo in un cane quando sente parlare della padrona Mrs. Robinson.
pag.239
Anastasia non sa la differenza tra gelosia ed essere sgomenti. Secondo me nemmeno sa cosa vuol dire la parola Sgomento.
Cit.«Non voglio parlare con una delle tue ex ragazze… schiave… sottomesse… o come vuoi chiamarle.» « E’ un gravissimo errore confondere una sottomessa con una schiava o con una fidanzata!
La gelosia passa subito com’era arrivata e Anastasia gli chiede se resta a dormire. O.O Cose a caso la vendetta!
Anastasia poi torna gelosa perché lui le dice no, giustamente. Anche lui fa la confusione tra i ruoli, proprio lui che invece quel mondo dovrebbe conoscerlo.
Scopre la cosa sconvolgente di essere scacciato. Ana doveva farlo dall’inizio!
Cit.«Dio, avrei voglia di dartele di santa ragione. Ti sentiresti molto meglio dopo, e io pure.» Senti coso, toccami con un dito e te lo faccio ingoiare!
Pag.240

[28 febbraio 2015]

Cit.«Non puoi dire queste cose… Non ho ancora firmato niente.» Alleluia! T_T. C’è arrivata!
Grey ci fa sapere che lui sogna di massacrare le donne. E Ana, ovviamente, ignora questo dettaglio e scherza simpaticamente con lui.
Kate non solo non ha aiutato l’amica con lo stalker violentatore, ma vorrà anche avere il diritto di fare il terzo grado preoccupato. Spero che parta e si tolga dai piedi alla svelta. Inoltre voleva tanto intervistare Grey, lo ha in caso e lo ignora. Con una
simile intervista, potrebbe cercare lavoro in un giornale.
Cit.All’improvviso mi sento insopportabilmente intimorita. Non voglio che se ne vada. Sentirti intimorita perché potrebbe rimanere no? Ana ha già la Sindrome di Stoccolma, un applauso.
Cit.mi sento un ricettacolo, un contenitore vuoto che aspetta di essere riempito secondo il suo capriccio. Si sente un contenitore di sperma, che schifo!
pag.241
Cit.“Volevi correre fino all’Heathman per fare sesso, invece te l’hanno consegnato a domicilio.” Sì, ragazzi, lo ha detto davvero. Si chiede di cosa si lamenta. Non so, forse del fatto che lui pare pazzo, che la minaccia, che la lega a un letto. Tanto basta ‘fare se**o’ secondo l’autrice.
Cit.obbligandomi a guardarlo negli occhi. Nel contratto era obbligatorio evitare contatti visivi di questo tipo. Che cosa lo firma a fare se è Grey il primo che ci va contro?!
Ana è convinta che quello per Grey è il suo grande amore. Comincia a parlare di grande amore tra qualche mese? Questo lo hai appena conosciuto e già ti è saltato due volte addosso segandoti i polsi! Io posso capire un colpetto di piatto con il frustino per scherzare, uno schiaffetto leggero per eccitare, ma non uno che ti dà forti schiaffi a farti male e poi entra subito dopo stile carro armato!
Ed ha anche il coraggio di fare il premuroso, questo ipocrita schizzifrenico.
Grey la bacia ed inizia ad ansimare, ‘sto pervertito, dicendo che è colpa di Ana. Certo ti provoca solo esistendo, e ti fa gl’incantesimi da strega. Le solite scuse degli stupratori.
Perché si può essere avvocati del diavolo, ma non di Mr Grey.
Pag.242
Cit. Cammina a passo energico fino alla macchina, ravviandosi i capelli.
Infatti eccolo bello e sereno, che stava solo facendo sceneggiata, per far cadere tra le sue braccia l’idiota di turno.
Cit.un sorriso mozzafiato. Certo, Grey ha il sorriso mozzafiato. Così bello e luminoso che Ana lo considera il sole e considera se stessa Icaro, così vicino ad esso, da cadere e morire in mare. Evidentemente Grey si fa le lampade ai denti, tanto per sottolineare come ha soldi da buttare.
Cit.. Scivolo sul pavimento e mi prendo la testa tra le mani, mentre le lacrime iniziano a scorrere. Kate L’autrice ci vuole far credere che sia perché Grey se n’è andato e lei non può rimanere fino a mercoledì senza di lui. Io penso che sia perché ha appena subito un abuso. Fate voi.
Cit.«Cosa ti è successo? Cosa ti ha fatto quel viscido bastardo che sembra tanto bello?» Certo perché se sei bello, non importa se sei viscido e bastardo. Fancu** Kate cara ^_^.
E tanto per consolarla Kate le pettina i capelli, quando li ha così pieni di nodi, sudati senza essere lavati. Insomma se piangi e sei triste, ti devi pure sorbire le torture della coinquilina.
Kate, inoltre, tanto per farsi odiare quanto Ana, ci fa sapere scherzando che è stupido uno che quando viene lasciato con una mail si presenta. No, è uno stalker, uno che non si sa arrendere. Hai fatto entrare un uomo arrabbiato, che poteva benissimo gettare l’acido sulla faccia della tua amica, come succede spesso!
Secondo Kate apparire nella camera da letto di una donna senza essere invitati, anzi il contrario, è un segno d’amore. Ceeeeerto. Io continuo ad avere una visione dell’amore che significa rispettare gli spazi della persona amata e la sua volontà!
Cit.Sta solo cercando un nuovo giocattolo a cui può fare cose oscene Ana ha capito la sua posizione, è una bambola gonfiabile umana contenta della sua posizione. Yuppie (?).
Cit.«È venuto per scoparmi, tutto qui.» Quando Ana dice la verità, Kate inorridisce. E qui capiamo che dietro Kate, non c’è più il suo personaggio, è stata svuotata per far posto a una voce narrante della scrittrice mal celata. Quindi se l’uomo ti violenta ti ama; se tu ti lamenti, non sei romantica.
Cit.“E adesso… chiamiamo sul palco Katherine Kavanagh, vincitrice del premio Pulitzer.” E poi, per nascondere il messaggio, partono le frasi e le cose a random!
In compenso Kate non sembra così sconvolta che lui usi il sesso con la sua migliore amica per sottometterla… Io avevo cambiato migliore amica sia che ero Kate, sia che ero Ana. Sono entrambe uno schifo di amiche a vicenda!
Pag.243
Cit.«No, Kate, noi non facciamo l’amore, noi fottiamo, nella terminologia di Christian. L’amore non fa per lui.» Lo sapevo che Ana era un travestito! Ha quella ‘parte anatomica’ anche lei!
Kate non ha capito qualcosa. Cioè, il suo fiuto da giornalista, a va puntate a seconda che serva o no alla trama. Perché pensa che lui abbia solo difficoltà a impegnarsi. No, lo fa con violenza con la tua amica, denuncialo! Parlane con lei! Spiegale che in quel modo non è amore! Persino Ana si rende conto che la migliore amica dovrebbe dirle di dimenticarlo, ma non lo sta facendo, perché l’autrice non vuole.
Cercate di capirlo, Grey è un ragazzo così triste, ci dice Ana. Ceeerto, lo capirei di più se fosse dietro delle sbarre ^w^.
Cit. Si illumina da dentro e mi sorride raggiante. « Certo, Kate non può preoccuparsi per i problemi di Ana, è troppo ‘lampione’ per Elliot. Questi Grey, si dovevano chiamare Enel, visto che hanno sempre le mani in pasta nell’illuminazione.
Ana invidia Kate, che ha un uomo normale. A parte che questa invidia sempre la migliore amica, cosa che fa capire quanto le vuole bene. Però, scusa, visto che è un Grey anche quello, e l’ambiente della loro infanzia è la stessa, sicura non abbia problemi anche lui? Che ne sai se Mrs. Robinson non ha allungato le mani anche su di lui?
Kate ci fa sapere che non solo sapeva che Christian si stava facendo Ana e non si è preoccupata. Ma che considera il se**o più importante della salute della famiglia della migliore amica! Sa che lei ha problemi con suo padre e le dice cinguettante che quel tizio sarà alle lauree. Sa che adora il patrigno e le dice serenamente che quel poveraccio si è fatto male. Insomma, dirle che il suo adorato patrigno sta male è meno importante di farla scop**e da Christian!
pag.244
A pagina 245 iniziano a mandarsi le mail, Ana e Chris, per valutare il contratto.

[28 febbraio 2015]

Ana già non ha capito niente. Non è che inizia attaccando il concetto del contratto o andando a vedere gli errori nei vari punti. Lei attacca la frase di apertura del contratto! E’ come se io facessi una polemica sul: Questo romanzo è stato stampato in Inghilterra. O.o E’ stupida!
Ana non vuole controllare se lei o lui, hanno malattie veneree. Dice ‘a occhio e croce penso che non le abbiamo’. Sai, stupida, esistono delle analisi! Cioè è pieno di punti su cui discutere e lei fa la demente con i cavilli, riuscendo a portarsi torto!
Poi, era partita dicendo che voleva parlare di alcuni punti che non la convincevano, e già al terzo punto si mette a lodare il contratto. Stupidità! *canticchia la canzone di Arisa modificata*
Cit. Obbedirti in tutto? Accettare senza esitazioni la tua disciplina? Di questo dobbiamo parlare. Scema, dovrebbe essere un no secco.
Cit. Un periodo di prova di un mese. Non tre. Inchiniamoci, ha detto una cosa sensata, non lo credevamo più possibile.
Cit.12. Non posso impegnarmi per tutti i weekend. Ho anch’io una vita, o comunque l’avrò. Perché non tre su quattro? Perché non metterci: I weekend verranno decisi di volta in volta?
Cit.Usare il mio corpo come ti sembra opportuno, a scopi sessuali e non. Per favore, definisci “e non”. In realtà, definisci anche a scopi sessuali. Perché io non me lo metto un palo tra le gambe, bello mio.
Cit. Tutta questa clausola sulla disciplina. Non sono certa di voler essere frustata, fustigata o sottoposta a punizioni corporali. Sono sicura che questa sia una violazione delle clausole 2-5. E anche “per qualsiasi altra ragione”. Questa è pura crudeltà, e mi avevi detto di non essere un sadico. Un applauso, forse comincia a usare il cervello! Ma non cantiamo vittoria troppo presto. Ricordiamo che si è fatta sculacciare senza neanche aver firmato il contratto.
Ana non vuole farsi, giustamente, prestare a nessuno. Però, bella mia, se lo facesse a prescindere dal contratto, lo dovresti denunciare. Quindi se mai succederà, quel poco di senso, se ce n’era, nel romanzo verrà meno.
Ovviamente, i punti più importanti, non sono questi discussi. Ma il non poterlo toccare e soprattutto il non poterlo guardare negli occhi. =-=”
pag.246
Bello mio, decido io quanto dormo! Ana, invece, accetta 6 ore. Vi invito a riguardare le obiezioni che avevo mosso, tra cui: e se ho l’insonnia?
Ana ha sottolineato: o la listi di cibi o me. Ha ragione. NUTELLA LIBERA! NUTELLA LIBERA! PIZZA PIZZA! Quasi quasi per una volta mi sta simpatica.
Poi mi cade nel punto dopo. Va bene indossare dei vestiti scelti solo quando è con lui, ma io mettevo dei paletti. Non indosserò cose come vestiti fatti di plastica in cui la pelle non respira, non metterò collari, te lo scordi che metto le scarpe col tacco troppo alto. Insomma, doveva mettere in chiaro cosa di vestiti non indosserebbe nemmeno con lui. Ed inoltre bisognerebbe parlare delle taglie, qui sembra che l’autista sia capace di far comparire i vestiti con la taglia giusta dal nulla.
Christian le ha mandato un contratto preconfezionato, facendo finta di dimenticare i punti che avevano concordato di straforo a voce. Però, mi dispiace dirtelo Chris, te lo scordavi che facevo esercizio fisico per te! Se mi ami, mi tiene con la pancia. Se non mi ami, con il cavolo che mi tocchi con un dito.
Ana teme le pinze per genitale. Ve l’ho detto che l’ha anche lei. Io avrei più paura delle pinze per il seno, non so voi.
Pag.247
Cit.se ti ricordi, stavo scrivendo la lista quando sono stata distratta e scopata dal maniaco del controllo che passava di qua. Ana si sta adeguando. Sta diventando Miss-finezza Grey.
Cit.VAI A LETTO, ANASTASIA. Christian Grey Amministratore delegato e Maniaco del Controllo, Non so se sia peggio vai a letto di ‘mangia’, ma io odio quando i miei mi mandano a letto, figuriamoci se me lo faccio fare dal mio pseudo-ragazzo. Poi, bello mio, non scrivere tutto in maiuscolo, che sembra che stai urlando. Ed io, ordini da te, non me li faccio dare. E poi vogliamo parlare di quanto è patetico che abbia aggiunto maniaco del controllo alla sua presentazione professionale?
Ana si spaventa del fatto che lui mette tutte maiuscole e chiude il computer di scatto. Ok, così è esagerato nel senso opposto. Certo che lo ama tanto, ne ha paura come della peste! In ogni caso, si addormenta di botto. Certo, tutti i giorni quando mi sono appesa spaventata, riesco a dormire di colpo. In fondo sono io che non conosco la chimica e non comprendo di quanto l’adrenalina si sia trasformata in un sonnifero. *ironia mode on*
Pag.248

[1 marzo 2015]

CAPITOLO 13
Ana ha nuovamente pensato, invece di lavorare. In questo negozio viene pagata per guardare con aria assorta i clienti, non per servirli.
Cit.chiarimento di domani con Mr Maniaco del Controllo Credevo che tra fidanzati si usassero altri nomignoli.
Ana ha paura di aver ferito i sentimenti di Christian facendo notare le scempiaggini di Grey contenute in esso.
Qui non si sta parlando di una gamba rotta, il patrigno si è rotto un legamento. Potrebbe rimanere zoppo tutta la vita! Ma se ne parla con una serenità simile a quella di qualcuno che si è preso il raffreddore. E certo, basta il riposo perché lui torni sano. .-. Orrendi ipocriti, scende il gelo dello schifo!
Ma certo, è più importante concentrarsi sulle stupide fisime di Ana.
Cit. Ho incontrato un uomo ricco sfondato che vuole avviare con me una specie di perversa relazione sessuale, nella quale io non ho voce in capitolo. In realtà, Ana, potresti rifiutare. Potresti denunciarlo alla polizia!
La madre di Ana è odiosa quanto lei. Ha un uomo ridotto male di cui si deve occupare e passa oziosamente il tempo a fare domande vuote alla figlia. Dovrebbe da un lato dimostrarsi più ansiosa per il compagno, dall’altro fare domande più sensate. Non ‘hai conosciuto qualcuno’, ma ‘sei preoccupata per la laurea?’ ‘sei dispiaciuta che non vengo?’ ‘ti senti poco bene?’. Lei non può sognarsi Grey, anche perché Ana non ha mai avuto interessi verso i ragazzi. Se proprio pensi che si possa essere fidanzata, domandi parlando dei ragazzi che già conosce. Tipo: ‘Si tratta di Josè?’.
Amore, lo so che ti laurei, ma ti penserò… la madre di Ana mi fa capire sempre di più da chi ha preso Ana. Almeno le vuole bene, secondo quanto dice.
Secondo loro, Bob dovrebbe essere già guarito. Empatia 0.
‘A presto’. ‘A presto’. Ma quando mai! Una madre prima di chiudere ti dice di mangiare, di dormire, di controllare il gas, di non preoccuparti dell’esame, di studiare anche se è già la laurea, ti invia un parente in sostituzione o comunque ti tartassa di domande serie come: quanto hai preso? Non importa se tu non lo sai, lei te lo chiederà. Come quando ti chiedono che voto hai preso la compito in classe consegnato neanche mezz’ora prima.
pag.249
Cit. accendo la macchina infernale Anastasia ha un rapporto terribile con la tecnologia di qualcuno che è nato ai tempi dei nostri genitori, se non dei nostri nonni. Come fa questa a rappresentare una normale ragazzina tipo?
Cit. C’è una mail di Christian arrivata ieri sera tardi, o molto presto stamattina, a seconda del punto di vista. E’ la seconda volta che trovo questa frase. La scrittrice si sente spiritosa a scriverla? A me sembra solo idiota!
Ana ha un attacco di panico inspiegato e senza senso. Oddio, mi ha lasciato, potrei rimanere zitella!1!!!
Grey scambia l’essere ‘passivo sotto le lenzuola’, con essere docile, rassegnato, domato. A questo, se ero Ana, prendevo un pe** finto e glielo ficcavo finché non implorava ^.^
Per gli amanti del romanzo che dicono ‘è solo ses** estremo’, rispondo: voi evidentemente odiate il BDSM perché pensate che chi lo pratica sia: cit.arrendevole, compiacente, adattabile, condiscendente. 2. passivo, rassegnato, paziente, docile, domato, soggiogato.
Anastasia fa un sospiro di sollievo, non l’ha lasciata. IO LO COMINCIO A ODIARE QUESTO FESSO!!!!! E lei se lo merita, deficiente!!!!!!!!
pag.250
Grey ha ignorato tutte le obiezioni. E’ così che gestisce i contratti? Tipo un bambino viziato che dice ‘o così o così!’. Finiva sul lastrico dopo dieci secondi.
Ana, invece di prendersela con Christian, si mette a offendere gli antichi romani.
Qualcuno dica all’autrice che non può passare pagine e pagine di romanzo copiando definizioni dal dizionario!
Dizionari che poi offendono a caso le povere villette a schiera .-. Scadendo anche in un gergo puramente da telefilm giallo O.O
pag.251
Le obiezioni sono state totalmente ignorate! No, davvero, totalmente!
Ed Ana, s’impunta dicendo che lei ha la patente. Ed allora? p.s. Grey pensa che le donne non sappiano guidare? E’ così maschilista?!
pag.252
Christian si cita da solo, aggiungendo quando le ha dette, in che luogo e a che ora. Ha serissimi problemi di comprensione, visto che ignora ciò che lo infastidisce, e ancor più gravi problemi di ossessività.
Ana deve implorare per poter guidare! METTETELO SOTTO CON L’AUTO!
E lui la fa guidare come se fosse una grazia che le concede, continuando ad ignorare le obiezioni vere di lei.
pag.253
Io credo che l’autrice stia buttando un sacco di spazio e di pagine. Usare l’impaginazione delle mail mi sembra un bieco trucco per poter dire: ho fatto un romanzo grande un tomo! C’è gente, come Martin, che non ha bisogno.
Ana si sente così sicura con questo principe azzurro moderno che vuole una via di fuga. Certo, tutti con i loro fidanzati controllano prima da che parte possono scappare!
Perdiamo metà pagina solo per leggere due e-mail che dicono: grazie e prego. Non so voi, ma comincio a pensare che questa robaccia non sia buona nemmeno come carta igienica.
pag.254
Ana ha dei serissimi problemi psicologici. Ha interiorizzato la figura del patrigno Ray. Ha un Ray interiore! Non ci bastava la dea e la vocina, sparatele.
Kate e Ana, sono le uniche, che mentre fanno un trasloco, si danno all’alcolismo, finendosi bottiglie di vino rosso. Così è sicuro che avrete inscatolato le cose bene.
Ana friendzona Paul. Certo, perché mettersi con uno con un lavoro interessante, che conosci da sempre,che ci tiene a te, quando ti puoi mettere con un pazzo che ti alza le mani? Ha un senso perfetto, lo stesso che ha dall’inizio del romanzo. (?)
pag.255
Persino Paul pensa che José sia un valido candidato, anche se è suo avversario. Quindi Ana ha sempre due pretendenti migliori di Grey. No, dobbiamo sorbirci la sua storia d’ammmmore con Christian.
Cit.«Paul… uffa» sospiro esasperata. Qui vediamo la totale mancanza di educazione di Ana. Però quando deve prendere a parolacce uno stalker che le è entrato in camera, lì resta senza parole, docile e santarella.
Ana sta sbandierando che esce con Chrstian. E l’accordo di riservatezza? Se lo è dimenticato di nuovo, sta solo andando contro la legge.
Paul si dimostra un signore. Non ci prova con quelle che già hanno un possibile fidanzato. Certo, Ana, invece, lo trova fastidioso. =.=” Questo romanzo è un mare di ca***te e d’insegnamenti dannosi.
Ana ha nuovamente dovuto prendere in prestito i vestiti dall’amica. Lei di solito, va in giro nuda, che non ne ha mai di propri?
Io a una ragazza che al primo appuntamento si presenta con un abito color prugna, non la voglio. E ci sono state fan che si sono lamentate che nel film non hanno messo questo orrido vestito! Avrebbe bruciato gli occhi agli spettatori. Non ho capito, Ana è una di Capitol City? Katniss, presto, colpiscila con una freccia, salvaci!
Invece, in questa scena, Ana si depila e nel film l’hanno fatta andare a letto con lui con tutti i peli!
cit.Nessuna delle mie eroine romanzesche doveva misurarsi con il trucco Questo esclude la metà delle nobildonne dei romanzi d’amore. Quindi, visto i nomi di libri che Ana aveva citato, ci ha appena confermato, che ha letto solo i titoli. Come Ratman, si è fermata alle copertine!
pag. 256
Ana ci dice che non mette mai i tacchi, però non fa una piega quando indossa i tacchi a spillo. Ana, certo che sei una bugiarda compulsiva! Se fosse stato vero, si sarebbe distrutta le caviglie. E poi quanto sono brutte delle scarpe color prugna? O.o
Ana è infelice di essere sexy, volevo avere un’aria professionale. Certo, fai in modo che i tuoi capelli sembrino onde, ti depili, ti metti mezza nuda e poi vuoi dirmi che volevi sembra professionale?
Cit. E mette in risalto i punti giusti Odio quando in un romanzo dicono che una donna ha le curve nei punti giusti, soprattutto se lo dicono a donne magre come manici di scopa! Non esistono i punti giusti, ogni donna è diversa e ha i suoi punti giusti. Se sei alta e magra, e ti esce un’ottava di seno, sarai sproporzionata! Se sei bassa e hai un gran sedere, sembrerai fuori forma! Seno e sedere devono essere proporzionati, siamo donne, non clessidre!
Cit.«Sono sincera, Ana. L’intero pacchetto è una bomba. Tieni quel vestito. Christian ti seguirà come un cagnolino.» Claudia Saini persino loro cominciano a paragonare Chris a un cagnolino addestrato. Ciao ciao alla copertura da dominatore.
Ana pensa che le macchine da corsa si possano guidare con i tacchi a spillo. Inoltre ha un maggiolino azzurro e lo chiama Wanda! No, Wanda se era rosa! Lo dovevi chiamare Herbie, demente!
pag.257
Ana non ha capito che un maggiolino è una macchina d’epoca e vale parecchio. Non è un macinino! E’ raro!
Cit.Christian è appoggiato al bancone del bar, con un bicchiere di vino bianco. Il luogo è pieno di gente, ma lei lo vede subito. Perché lui deve avere l’entrata in scena da figo di altri tempi.
Perdiamo tre ore in una descrizione seducente che invece si poteva riassumere in: Christian ha il frack. E sembra un pinguino.
Io a mio fratello, quando si è vestito così, gli ho detto: Maggiordomo. E lui mi ha risposto: No, io sono il Pinguino (di Gotham).
Grey, come James di Harry Potter, non conosce un banale amico di molti: il pettine. E’ sempre scarmigliato.
Come si fa ad avere un sorriso pigro e sensuale? O.o
Cit.Anastasia Steele la Regina delle Imbranate, indosso i tacchi a spillo. Lei, ovviamente, quando non ci sono ostacoli, cade. E quando ha i tacchi a spillo, avanza serenamente.
Cit.«Un vestito, Miss Steele. Hai tutta la mia approvazione.» No, perché di solito Ana gira nuda? Forse nelle tue fantasie, pervertito.
Ana diventerà alcolista. Dopo aver bevuto vino durante tutto il pomeriggio, si fionda sull”ottima cantina’ del locale. E poi Grey, forse hanno del buon vino in cantina, non un’ottima cantina!
Lo avevamo dimenticato, ma è tornato. Ana in sua presenza prende nuovamente la scossa!
pag.258
Cit.Lui sorride, e allunga le sue dita affusolate per prendere un’oliva. Grey sta volutamente seducendo Ana, per non dover cambiare il contratto! E’ già nell’illegalità.
Cit.«Tu sai che questo contratto non ha valore legale.»
«Lo so perfettamente, Miss Steele.» Il contratto BDSM ha valore legale! Può essere impugnato nel tribunale, è successo!
pag.259
Cit.Se non ti piace, allora non firmarlo. Se lo firmi e poi decidi che non ti piace, ci sono clausole che ti permettono di uscirne. L’unica cosa intelligente di questa lunghissima manfrina iniziata da Grey nel capitolo dopo. Continuo a ripetere che i contratti hanno valore legale! Potrebbe davvero trascinarla in tribunale o usarlo come paravento per una violenza. O tante altre cose, le vie legali sono sempre tante, complesse e variano a seconda del caso.
Cit.«Questo tipo di relazioni si basa sull’onestà e sulla fiducia» continua. «Se non ti fidi di me, se credi che io non conosca l’effetto che ho su di te, che non sappia fin dove posso spingermi, fin dove posso portarti, se non sei in grado di essere onesta con me, allora è meglio che lasciamo perdere.» Tutte cose sensate. E qui doveva finire il romanzo. Perché lei non si fida di lui e lui non sa avere un rapporto di fiducia.
Invece, l’autrice ignora di essere arrivata al punto, focalizzando l’attenzione sul fatto che Ana è gelosa delle quindi.
Non ho più parole.
pag.260.

[5 marzo 2015]

Scopriamo che le 15 erano più sottomesse di Ana, ho paura O.O
E, come immaginavo, il problema sono stati ‘i limiti’. Grey, per non ammettere che non riesce a distinguere un incontro BDSM dalla vita normale, sminuisce il tutto dicendo: dettagli del genere. Chiamali dettagli =_=”.
Cit.«C’è un negozio in cui ci si rifornisce? Tipo “Schiave & Co.”?» Ana, no, non rido, si sta parlando di persone. In caso vendessero sottomesse al supermercato, tu verresti buttata come merce avariata.
Ana sorvola sul punto ‘fiducia reciproca’, dando la colpa a José, che nemmeno passava di là.
Cit.“Oh, no… di nuovo la storia del cibo.” Sì, Ana, anche noi non ce la facciamo più. Perdiamo nuovamente righe su righe a sentirci l’ossessione per il cibo di Christian. Dovrebbe farsi curare solo per questo.
Ana si fida così tanto di lui, che vuole che ci sia gente, non vuole rimanere con lui da sola.
pag.261
Cit.«Pensi che questo mi fermerà?» chiede piano. Un sensuale avvertimento. Chissà perché Ana si sente minacciata. Forse perché lui se ne esce con le battute da terrorista dei film su rete quattro? Però l’autrice ci dice che è sensuale. Io direi lascivo, mi fa più impressione di Freezer chiuso due ore con Vegeta da solo.
Cit.«Lo spero!» Ana lo ama proprio. Sta avendo un attacco di panico. Spera che la gente la salvi da lui e dall’autrice che la obbliga a starci.
Voi lo sapevate che le stanze da pranzo sono intime? A me sembravano enormi saloni e, nei locali, con tutte le porte a vetro che ci sono, al massimo ti senti in una vetrina o in acquario.
Accannate con questa storia di Ana che si morde il labbro, vi supplico.
Cit.«Ho già ordinato. Spero che non ti dispiaccia.» A dire il vero, sono sollevata. Non sono certa di poter prendere altre decisioni.
Ana già ha smesso di esercitare la propria volontà, divenendo un’automa. Che vi devo dire, troppe scariche elettroshock, visto quante volte lui le ha preso la mano in questa pagine.
Però, caro Grey, certo che mi dispiace che ordini al posto mio! Il galateo dice che l’uomo educato, dopo aver deciso cosa prendere al ristorante, passa alla donna il menù per permetterle di scegliere. Controllate se non ci credete, ma questa è una regola dell’etichetta!
pag.262
Cit.«È bello sapere che riesci a essere malleabile. E qui, nel piatto di portata della cena, il piatto forte sarebbero stati i denti che facevo volare a Grey.
Grey sottopone i suoi dipendenti al testa antidroga. Non sapevo fossero tutti degli sportivi xD. Certo che Ana che però ne rimane sconvolta, forse non ha capito che in un’azienda uno non può tenersi dipendenti drogati. Sapete, tra i due c’è una sana via di mezzo, non si ossessionano i lavoratori con test continui, ma se si scopre che uno si droga lo si può licenziare se era nel contratto.
Però ha ragione quando dice che i test per vedere se hanno malattie vanno fatti, non si decide a occhio e croce. Solo che, non fa vedere questi test scritti. Io che ne so se mente? Me li dovrebbe far vedere, per rispetto al contratto.
Ana ci dice che non ha mai fatto trasfusioni di sangue. E cosa c’entra?
Grey la ricatta. Se te ne vai, tra noi è finita. Ma no? Bene, io mi alzavo e me ne andavo. Anche perché mi sembra dalla reazione che avevo l’ultima volta che non è vero che se è finita è finita.
pag.263
Cit.ha ordinato ostriche su un letto di ghiaccio. Iniziare con gli antipasti no? E poi le ostriche da sole sono un primo? Il ghiaccio ha la forma di letto? E se uno è allergico alle ostriche? Mica Grey ha chiesto.
Ana non le ha mai mangiate. 1 si trovano anche al supermercato, ma soprattutto una la cui madre l’ha invitata a parecchi matrimoni, è impossibile non le abbia mai mangiate in nessun ristorante 2 se non ti piacciono cozze o vongole, sai già che non ti piaceranno. L’autrice lo sta facendo sembrare un cibo raro e di lusso. A questo punto le conveniva usare l’inflazionato caviale.
Grey fa sembrare che le ostriche si mangiano con tutto il guscio, solo per fare un doppio senso. Quest’uomo è triste, dico davvero.
Christian è un’idiota. Le ostriche che ti danno al ristorante, non sono quelle fresche che sanno di mare. Però, fa finta di essere un intenditore, perché sa che sopra ci si mette il limone. E le battute a doppio senso becere continueranno per un po’.
Anastasia ha appena annegato la povera ostrica nel limone. Solo qualche goccia idiota! Anastasia sta riuscendo ad avere un orgasmo anche con la povera ostrica … e nuovamente ci vogliono spacciare delle ostriche di ristorante affollato non vicino al mare, per ostriche fresche!
Ormai è chiaro. L’autrice ha messo le ostriche solo per fare doppi sensi. Ed io che pensavo che essere paragonati a un mollusco come le cozze non fosse esattamente un complimento.
pag.264
Cit.«Brava bambina» commenta lui, orgoglioso. Ripeto che con uno che si comporta come mio padre non potrei uscire.
Cit.Obbedirmi in tutto. Sì, è questo che voglio da te. È quello di cui ho bisogno. Christian, fatti curare. Tu e le tue ostriche.
Cit.«Ho appeso una donna al soffitto della stanza dei giochi. A proposito, questa è una delle tue domande. La sospensione… È a quello che servono i moschettoni. Una delle corde era legata troppo stretta.» Ha impiccato una donna? No, va bene, non l’ha uccisa, ma ricordo che per morire soffocati ci vuole parecchio. Ok, ok, probabilmente le ha solo graffiato un po’ la pancia, ma mi stanno venendo in mente gli scenari peggiori. Cioè, questo appende la gente in camera, parliamone. L’ha lasciata lì, appesa come un salame? Non sapremo mai cosa è successo di preciso, perché Ana lo interrompe. Deficiente, potrebbe capitare a te, scopri di più!
pag.265

[9 marzo 2015]

Ana fa la prima cosa giusta, vedendo che questo si scorda le ragazze appese, mette come primo limito assoluto l’essere appesa. Ana dice no alle sospensioni e sì a Valsoia.
Ana però all’obbedienza dice un sì forzato e accondiscendente. Ci sono gli estremi per dimostrare che anche se lei firmerà il contratto, Christin l’ha plagiata. C’è il reato di plagio, perché si approfitta di una persona debole rendendola incapace di intendere e di volere.
Christian se ne esce con un inquietante: Non posso starti lontano. Io continuo a pensare sia uno stalker.
Ana ama così tanto Grey, lo vuole così tanto, che già pensare a tre mesi con lui le risulta inaccettabile. E questi dovrebbero passare tutta la vita insieme?
Cit. Ti scoperò in qualsiasi momento, in qualsiasi modo, in qualsiasi luogo ne avrò voglia. Ti punirò quando mi ostacolerai. Ti addestrerò a compiacermi. Da oggi lo chiameremo Mr.finezza-Grey-il\folle. I limiti, il contratto, il rischio di essere denunciati, non hanno importanza per lui. Come direbbe mio padre: E’ pure cretino.
E poi vogliamo mettere in tutti i luoghi come ricorda la canzone che faceva: a far l’amore in tutti i laghi?
pag.266
Cit. Non ci sono tabù A me sembrava che ce ne fossero e anche parecchi nel contratto, ma lui li sta tranquillamente sorvolando. Nessuna sottomessa seria avrebbe a che fare con uno così. E mi stupisco che questo debba essere un uomo d’affari che fa contratti. La sua compagnia sicuramente è fuori dalla legalità o non mi spiega. Probabilmente è una multinazionale che sfrutta i paesi del terzo mondo, altro che sfamare i poveri. Questo accentuerebbe la visione della sua ottica di comando, l’autrice ad ammetterlo faceva una figura migliore e magari da personaggio orrendo, lo trasformava in un villain appena accettabile.
Christian è sempre fissato che lei deve mangiare, ma questa volta fa sparecchiare subito dopo che lei ha mangiucchiato si e no due ostriche.
E l’autrice non solo ce lo mando in ooc così, ma lo rende loquace e zittisce Ana. Insomma, personaggi vuoti, ma che non riescono a rimanere uguali a se stessi.
pag.267
Cit.C’è una linea molto sottile tra piacere e dolore, Anastasia. Sono due facce della stessa medaglia, e uno non può esistere senza l’altro. Posso mostrarti quanto può essere piacevole il dolore. E’ il tipico discorso che io metto in bocca ai personaggi sadici. O agli scienziati che studiano queste cose.
E quel disciplina all’inizio lo fa rassomigliare a un generale dell’esercito.
Cit. Ti farai male, ma niente che tu non riesca a sopportare. Ancora una volta, è una questione di fiducia. Ti fidi di me, Ana?» “ Christian le ha appena detto che le farà male. E lei, invece di spaventarsi, festeggia che l’ha chiamata Ana.
Ana dice sì, perché si fida di lui. Bella fiducia, visto che fino a un seconda fa controllava le uscite.
Se ti fidi di me, tutto il resto son dettagli. Sarebbe anche romantica, se non si stesse parlando del fatto che lui le potrebbe fare del male!
Ana è andata in tilt. Troppe informazioni per lei, ci dice che avrebbe bisogno di registrarle e riascoltarle più volte. No, scusate, se questa quattro cose che ha detto Christian l’hanno già resa esausta; questa come ha seguito e capito le lezioni universitarie? Non è nemmeno a livello di asilo.
L’autrice si ricorda dell’ossessione di Grey per il cibo e il cameriere comincia a portare altre portate di alimenti.
Cit.merluzzo nero, asparagi e purè di patate con salsa olandese. Se Ana non ha mai mangiato le ostriche, come fa a conoscere questi alimenti ricercati? Ecco un altro errore, il narratore interno si è di nuovo trasformato in un narratore onnisciente mal celato.
E poi scusate, volete mettere un bel piatto di pasta con la salsa? A me le cose raffinate in piccole porzioni non sfamano!
Christian ha già dato per scontato che lei mangi pesce. A me ad esempio, non piace. Glielo lasciavo nel piatto e gli chiedevo una bistecca! E poi, scusa, e se lei fosse allergica?!
E poi fanno tutte le persone di classe e lei al pesce, invece di accompagnare il vino bianco, accompagna l’ACQUA GASSATA! E lei, fin’ora, ha dimostrato di amare tutti i tipi di vino.
Cit.Rimpiango fortemente che non sia vino. L’autrice non si rende conto che se fa un errore e se ne accorge nemmeno due righe dopo, può correggerlo, invece di mettere frasi a caso per giustificarsi. O è stato un tentativo orrendo dell’editor?
Grey non è soddisfatto che lei alla fine ha ceduto su tutti i punti, ma riparte alla carica sulla questione cibo. Ti ha già detto che non è negoziabile, smettila di scocciare, anche perché notiamo che te ne stai ugualmente fregando!
pag.268
Cit.Nessuno può dirmi come devo mangiare. Come devo scopare, sì, ma mangiare… no, non esiste. In realtà non dovrebbe dirti neanche come fare l’amore. Ma lui non è contento! Fa le smorfie come un bambino deficiente.
Cit.. «Sul cibo e sul sonno te la darò vinta.» Finalmente la pianta di fare il cretino, almeno per ora.
Cit.«Perché non posso toccarti?» «Perché no.» Vediamo subito la fiducia che Christian ha in Ana. Come può volere che lei abbia fiducia in lui, se lui non gliela dà. E’ ancora una cosa reciproca!
Voi lo sapevate che la bocca può prendere una piega testarda? Io no, quante cose si scoprono con questo libro.
Cit.«Quindi non ha niente a che fare con lei.»
«No. E non voglio nemmeno che ti tocchi da sola.» Ana tocca un punto scoperto. Capisce è colpa della dominatrice di Christian se lui è così. Chris nega e lo fa così bene che comincia a fare discorsi senza più un filo logico.
pag.269
Ana trova egoista il fatto che non si può masturbare. Io vorrei dire a Grey, che non può esserci sempre, quindi non può sapere se lei lo fa.
Christian non voler mangiare mentre si parla di se**o o viceversa non ti rende schizzinoso. Ognuno ha la sua sensibilità, se vuoi fiducia, comincia a capire quando una cosa le da fastidio. Ad esempio io non sopporto quando a tavola si parla di vomito o escrementi. A ognuno il suo.
Cit.Tre ostriche, quattro pezzi di merluzzo, e un asparago, niente patate, niente noci, niente olive, e non hai mangiato altro per tutto il giorno. Christian è così ossessivo che le conta quante cose mangia. Scusa, se tu non ordini quello che le piace e le fai salire lo stomaco parlando di cose che la fanno stare male a tavola; con che coraggio pretendi che lei si abbuffi?!
Ah Chris, portami al Mc e ordinami 3000 Mc Nuggest. Non sono sane? Nemmeno questo rapporto è sano, ma se vuoi che magno e devi assillarmi con questa cosa; almeno dammi cibo vero! Oppure cominci a ordinami una bistecca, l’uovo fritto sopra, un piatto di pasta alla matriciana o le lasagne. Uh merluzzo da ricconi che non è fresco manco per finta te lo magni te.
pag.270

[24 marzo 2015]

Scopriamo che quando Ana è arrabbiata, perde il subconscio. O.o Si trasforma in pure Es? Diventa una specie di Hulk?
E qui assistiamo a Ray che tenta di uccidere Christian con i grandi occhi castani. Sinceramente, più che un padre geloso, sembra un cucciolo di specie protetta, così.
Christian, c’è il padre, e fa l’ossessivo con il fratello di Kate. Ora, se mio padre vedeva uno che si attaccava come un polpo a me, ed era informato della nostra relazione da soli due secondi, lo linciava. Veloce veloce, faceva in tempo a finire su Rai 2 al tg.
Chris si mette pure a dire i vezzeggiativi. Io, vorrei ricordare, che Ana e Christian, in realtà, non stanno insieme. Questi nomignoli, tra l’altro fasulli, mi avrebbero fatto montare la bile.
Quel genio del fratello di Kate, la stupidità è di famiglia visto quello che la pseudomigliore amica ha scatenato apposta, cerca a sua volta di avvinghiarsi ad Ana.
Imbecilli, dovete fare i due galli che lottano per la gallina che non si sa difendere proprio davanti al padre di lei? E poi Ana, fare la figura della zoccola davanti a un genitore, non è il massimo, se permetti. Potrebbe semplicemente dire ‘non sono un premio’ o ‘sì, Christian è il mio ragazzo’ o ‘Non sto con nessuno dei due’ o ancora ‘Non chiamarmi piccola che non sono la tua ragazza’. E’ dotata di parola per evitare questa figuraccia. Anche perché lei non sta zitta per imbarazzo, ma perché si sta facendo i filmini su Christian!
Cit.La facoltà di parola mi ha abbandonato. Sì, cero, quando ti conviene =_=”. Doveva abbandonarti quando lui ti ha detto che potevi finire appesa al soffitto!
Pag.291
Christian le sfiora la schiena nuda sempre davanti al padre di lei. Scusa, ma nemmeno se fosse davvero la tua ragazza sarebbe educato, anche perché siete in un luogo pubblico pieno di gente. Inoltre, salutate con la mano, l’accordo di riservatezza.
Christian sta dicendo che si sono conosciuti e si sono fidanzati. Non esattamente un modo per fare una buona impressione su un genitore.
Cit. Kristoff: Hai conosciuto un ragazzo e ti ci sei fidanzata nello stesso giorno?!
Inoltre, il cretino, ha solo innervosito il padre di lei che sa che non lavora per il giornale studentesco!
Cit.«Grazie, signore. Ho sentito che lei è un pescatore esperto.» Ray inarca le sopracciglia e sorride, uno dei suoi rari sorrisi spontanei Visto che la situazione è diventata insostenibile, l’autrice ne esce con un puro incantesimo da Gary Tsue! Tutti amano il protagonista, anche se non c’è motivo e non sa fare nulla se non innervosire la gente.
Cit. Christian sta ammaliando mio padre… Il suo fascino non ha confini. Mi Per giunta l’autrice ce lo sbatte anche in faccia, come se dirlo con un finto interno possa salvare questo power up immotivato.
Ana si sposta dai genitori di Kate che l’autrice trova inutile caratterizzare o descrivere, sono due voci nel nulla.
Cit. Parliamo del più e del meno, Odio questa frase in una storia. Non mi dice niente su cosa stanno parlando, è inutile alla trama, non mi caratterizza i personaggi e tra l’altro nessuno parla del più e del meno perché ognuno ha i propri fattacci personali!
Inoltre poi passano a parlare della vacanza. Insomma, le ragazze si sono appena laureate e nessuno si chiede il voto di uscita!!!!
Cit.“Sono io che non voglio impegnarmi con lui, sciocca! Un dialogo perfetto tra migliori amiche. Però ammetto che ha ragione, per una volta, Ana. Kate non aveva nessun diritto di intromettersi.
Pag.292
Kate fa sapere ad Ana che non importa se lei non vuole impegnarsi con Christian, perché lui la vuole. Conta solo che lui la desidera. E può. anzi deve, permettersi di stalkerarla guardandola dall’alto come un falco, ossia come una creatura predatoria. Lei è solo una preda, non ha diritto di decidere della sua vita. Poi mi chiedete perché libro è maschilista!
L’autrice, pur di togliersi il padre di Ana dai piedi, si ricorda che i personaggi devono andare in bagno. E lo spedisce in un bagno lontanissimo, quando lì vicino c’è una palestra con dei bagni attaccata. Sì, in fondo, quale figlia non spedirebbe un padre che probabilmente ha problemi di prostata, visto l’età, in un bagno lontano mille miglia per poter rimanere sola con uno stalker che viene spacciato per il suo ragazzo?
Cit.«E così hai sedotto anche mio padre?» Allora, a random un fotografo, va e scatta una foto proprio a loro. Ok, Christian è famoso, ma l’autrice se lo ricorda solo quando deve tappare un buco di spazio. Me la vedo a fare: Oh, giusto, è famoso, mettiamoci un fotografo qui, e poi qua sotto e magari tra duecento pagine che ho un buchetto. Dite sempre addio all’accordo di riservatezza, si è appena fatto fotografare insieme ad Ana con quella sua aria da pervertito che segue ogni mossa di lei.
Ed inoltre tutti noi diremmo che il nostro futuro ragazzo seduce i nostri genitori (?), come no. Chris, sei gay, lo sappiamo tutti, ma lascia in pace il povero innocente Ray.
L’autrice si è dimenticata completamente che ci dovrebbe essere altra gente. Non c’è rumore, nessuno li spintona, lui ha tutto il tempo di accarezzarle il viso e lei ha tutta la possibilità di guardare gli occhi di lui fiammeggiare. Dominatore, la stai di nuovo guardando negli occhi! Pare che ogni pezzo sia montato a caso con gli altri e che ogni volta sia una storia diversa. Io, invece, mi dispiace autrice, ricorderò sempre l’insieme e ti farò notare come questo abominio non abbia senso.
Cit.«Ah, cosa darei per sapere cosa pensi, Anastasia» sussurra con aria triste, prendendomi il mento e alzandomi il viso in modo da guardarmi dritto negli occhi. Christian continua a comportarsi come un sottomesso. Inoltre, mio caro Chris, è facile sapere cosa pensa Ana: NIENTE, contornato da cose erotiche e passato sotto un getto di pura stupidità!
pag.293
Cit.Come può farmi un simile effetto, anche sotto questo tendone affollato? Ana, se fosse davvero affollato, lui non potrebbe prenderti il viso e passare un’ora a guardarti intensamente. Perché sareste interrotti dalle persone che vogliono passare, dagli spintoni, verresti chiamata dalle altre tue ex-colleghe. E poi, comunque, questa non ha proprio parenti. Quando mi sono laureata io, metà del salone era popolato solo dai miei parenti e dai miei amici.
E visto quanto è silenzioso il luogo, a quanto pare nel mondo di Ana, i parenti sono difficilmente rintracciabili in generale.
Cit.«Penso che hai una bella cravatta» ansimo. Cioè, in un posto ufficialmente pieno di gente, nel giorno della laurea, Ana riesce a pensare solo al sadomaso? Niente, è malata come lui, rinchiudeteli e fine.
Christian le dice che ha un bel vestito perché è mezza nuda con quello e può palparla. Dopo dieci secondi, nel mondo reale, la sua frase era su tutti i giornali e su facebook. Però nel mondo di Ana, dove i computer sono solo Apple, tutti i ragazzini odiano la tecnologia, tranne lui perché è figo. SALVATEMI!
Ana dice che è come se una calamita la attirasse verso di lui. Ora, siete già vicini, questo vuol dire che gli sei aderita addosso come una cozza? Che bella coppia di frutti di mare, la cozza e il polipo!
Cit.All’improvviso, è come se fossimo in camera da soli. No, autrice, mi dispiace. E’ da due ore che ti comporti come se fossero in camera da soli!
Ana si agita, ci manca poco che ha un altro orgasmo davanti a tutti. E basta, non fai altro! Così da erotico, diventa semplicemente abusato. CHE NOIA!
Cit.«Sai che sarà bellissimo, vero, piccola?» dice, facendomi sciogliere. «Ma io voglio di più» mormoro. «Di più?» «Di più» Tutto questo davanti a tutti. Non capisco chi ha preso questo romanzo sul serio, come c’è riuscito. Insomma, davanti a tutti la gente comincia a lamentarsi anche solo se dici ‘ti amo’! Questi pomiciano davanti a centinaia di ragazzini. A quell’età le battute vengono anche quando la cosa non è equivoca, figuriamoci qui. Chris si trovava un disegnino di un p**e sulla schiena prima di poter dire A.
Ho smesso di usare all’improvviso in un romanzo quando avevo cinque anni. Se succede che non te lo aspetti, è già all’improvviso. E qui non sta succedendo niente di improvviso, ma scene che abbiamo già visto in tutte le salse. E’ un ripetere sempre alcune scene uguali e metterle in mezzo a cose random che non hanno collegamento tra loro.
Allora Christian si comporta come se lui, povero caro, fosse incapace di amare. Senti, se eri un vampiro e quindi non dotato di emozioni, ci poteva stare. Però un uomo, che dovrebbe rappresentare un uomo vero, che dice tante ca***te, mi sembra solo un’ipocrita. Non vuoi una storia d’amore, non averla, ma non te la piangere come se ti avesse obbligato qualcuno! Ana dice che lei non sa cosa si svolge nelle storie d’amore. Che strano, pensavo avesse detto che ne aveva lette a decine! Se lo è dimenticato?! E ‘lui sa tutte le cose sbagliate’? No, gli piace solo picchiare le donne. Sa quello che vuole e lo fa, smettiamola con l’ipocrisia!
pag.293
Grey ci fa sapere che è vero, lui sa cosa fa, sa che fa male alle ragazze, ma è ciò che considera giusto. E Ana limitata a non capirlo. Lui se lo può permettere perché è bello e ha un sorriso incantatore. Non dopo che ti sono passata sopra con una ruspa.

[20 aprile 2015]

Ana sa guidare, ha un lavoretto, ma lo lascia solo perchè trasloca. Sì, sono tornata, sì questo libro fa ancora schifo. E dal nulla compare la sorella di Grey, mi chiedo se sarà un personaggio vero, o l’ennesimo trucchetto per riempire pagine a caso con roba random. Opto per la seconda.
Chris ha una scenata di gelosia per suo fratello.
Christian ci fa sapere che deve decidere lui che lavoro fa Ana e c’è il rischio che voglia raccomandarla al contrario per farle perdere i posti da stagista. Vero amore (?).
Pag.291
Christian prima le urla addosso e poi le ride in faccia.
Anastasia, invece, pensa che con lui sia sempre la solita solfa. Se si annoia la protagonista, come può essere interessato il lettore?
Pag.292
Grey non solo la guarda negli occhi, rovinandosi come dominatore ancora una volta. Per giunta è anche un pessimo uomo perché la minaccia di percosse fuori dal GDR. Ana si strozza con le farfalle nello stomaco o.o.
Grey, prima di discutere dei punti della lista, la fa ubriacare. Criminale!
Pag.293

[6 maggio 2015]

Oggi voglio farmi del male, devo essere masochista.
Christian parla delle limitazioni sessuali con la stessa gentilezza di un fidanzato che porta la colazione a letto.
Ana si è fatta prendere da dietro almeno due volte e ora fa storie. L’autrice se lo permette giocando sul fatto che forse era da dietro e forse no, Grey se ne esce con una bellissima frase: voglio esplorare il tuo sedere. Profondo e fine come sempre. =_=”
Scopriamo che Mrs Robinson è un travestito XD. No scherzo. Semplicemente Grey si fa penetrare con un vibratore o oggetti, ma mai da un uomo. Meglio uke, che gay! Com’è profondo questo libro. I miei complimenti alla scrittrice omofoba.
Pag.294
Grey non si vergogna a dire ad Ana di volere il suo sedere, ma sorvola quando deve spiegare che il proprio è stato ben conosciuto. Ama più se stesso che lei, come volevasi dimostrare. E Mrs Robinson, anche questo ovvio.
Ana è orgogliosa di farsi raggirare da lui con estrema facilità. Contenta lei.
Ana è complottista con lo champagne. Vede il male in tutto, tranne che in Grey. Vedi Frollo? Impara da lei.
Ana si chiede come Grey sappia che queste cose siano piacevoli. Non lo so Ana, sarà che sono cose fisiche, che persino un bambino ci arriva?! Per non parlare che si chiede se i nomi delle cose rispecchino quello che sono. No Ana, gli hanno messo i nomi a caso. SIGH.
pag.295

[1 aprile 2015]

Riassunto delle puntate precedenti: Ana ha accettato di mettersi con Grey. Però non per questo ha smesso di lamentarsi.
Cit.“Cos’hai fatto?” mi urla la vocina. La mia dea interiore si lancia in una serie di capriole all’indietro degne di una ginnasta olimpionica russa. Anzi dimostra ormai una schizofrenia, tra tutte vocine e dee, degna di quella del fidanzato.
Ana non riesce a pensare, ha bisogno di tempo. Visto il suo cervello, direi da dieci a vent’anni.
Ray non solo non si dimostra un padre geloso, improvvisamente, ma addirittura vuole che Christian venga a pranzo con loro. L’autrice sarebbe disposta a rovinarsi tutti i personaggi, ed è quello che ha fatto, solo per far essere un Gary Tsue Christian,
E Chris inizia bene a fare buona impressione sul futuro suocero, declinando l’invito!
Cit.«Abbia cura della mia bambina.» Ray si comporta come se fossimo già sull’altare delle nozze. Hanno parlato di pesca o Chris l’ha ipnotizzato? La teoria che sia un rettiliano vampiro è sempre presente.
Cit. Mi sento male. Ray non ha idea di come Christian intende aver cura di me. Christian Ana si sta nuovamente comportando come se fosse prigioniera. Eppure era lei ad aver accettato dicendo: Ne voglio di più. Sicuro è bipolare, come minimo.
pag.294
Chris è nuovamente un ‘vero dominatore’, le fa il baciamano guardandola negli occhi. Ormai ci abbiamo rinunciato, è un servant dentro.
Christian ha fatto capire ad Ana che tornerà, presto. E’ una minaccia? Lei ci dice che è un promessa, ma lei è quella che si è fatta sculacciare e prendere subito dopo.
Cit.«Sembra un bravo ragazzo. Benestante, tra l’altro. Poteva andarti molto peggio, Annie, ma non so perché ho dovuto saperlo da Katherine» mi redarguisce.
Redarguisce, termine inutilmente complicato e secondo me da narratore onnisciente, con il cavolo che una che non sa come si mangiano le ostriche sappia dirlo!
Ray è cambiato totalmente come personaggio, ci siamo persi l’unico funzionante. Anche lui è dell’ottica meglio fidanzate con uno così così, che sole. Che vuol dire che le poteva andare peggio? Le poteva anche andare meglio!
L’UNICA COSA IMPORTANTE E’ CHE GREY E’ BENESTANTE!
Cit.«Comunque, qualsiasi uomo che sappia pescare con la mosca per me va bene.» Oddio… Ray approva. Se solo sapesse.
Scendiamo ancora più in basso. Al padre va bene qualsiasi uomo che sa pescare con la mosca. Allora aspetta un attimo, anche mio padre, sposato con figli e non interessato è tra i candidati, persino mio nonno lo sapeva fare! Non lo so, quella vi sembra pesca? Volete un vero uomo che pesca, parliamo di quei fighi che combattono con il pesce spada, o di quelli che ancora affronta i Marlin. Altro che pesca con la mosca!
Ed ovviamente Chris sapeva il punto debole di Ray perché legge nel pensiero. Sempre molto realistico questo libro. Inizio a pensare che sia troppo pure per un fantasy.
Ana, che oddio approva se solo lo sapesse. Vuoi che lo sappia? Apri la bocca e diglielo! E non mi dire che vuoi rispettare l’accordo di riservatezza, perché ti sei fatta una foto con Christian.
Cit.«Non mi sarei perso la cerimonia per nulla al mondo, Annie. Sono così orgoglioso di te.» Ovviamente Ray torna in sé solo al tramonto, quando l’autrice può facilmente buttarlo fuori dalla storia.
pag.295
Ana scoppia a piangere a caso. Si è ricordata di essersi laureata solo ora, probabilmente. Il padre per consolarla dice una cosa carina, le offre del té. Però l’autrice non può accettare che questo sia un genitore funzionale, probabilmente non sa come spiegare altrimenti perché non lo è solo per colpa di Christian. Quindi ci regala l’inforigurgito del parere della madre di Ana: Era bravo nel té, non nella vita di coppia. Scusi signora, è perché non la appendeva al soffitto? Non l’ha mai frustata? Perché in famiglia mi sembra che sono quelle le cose che fanno funzionare la coppia.
Ed ovviamente l’autrice fa di tutto per dargli il benservito. Oh Ray, non puoi rimanere a dimostrare che Chris fa il lavaggio del cervello alla gente, altrimenti non è più realistico di coppia. [Come se lo fosse mai stato].
Cit.«In bocca al lupo per i colloqui. Fammi sapere come sono andati.»
Io non capisco. Tu vuoi che tua figlia lavori e abbia una vita, ma allo stesso tempo la prometti in cambio di una canna da pesca? Ha senso secondo voi?
Ray non è mai sceso dalla macchina, perché quando l’ha fatto non ci viene detto, ma risale in macchina. Wow, sa salire in macchina mentre è in macchina. Anche Ray ha dei poteri, ma ovviamente inutili, non come quelli di Chirs. Gli Avengers hanno meno poteri di questi tizi.
La macchina di Ray parte senza che lui abbia messo in moto. Forse non è lui che ha poteri, forse semplicemente possiede Kit the supercar come macchina.
Ana prima di leggere i messaggi, attacca il cellulare sotto carica. Ammettiamolo, quanti li avrebbero letti e non lo avrebbero attaccato finché non si spegneva del tutto? E poi comunque si potrebbero fare entrambe le cose.
Chris in nemmeno dieci minuti che non si sono visti, le ha già mandato tre messaggi. STALKER!
pag.296
Vediamo i messaggi: Sei arrivata a casa? Sei arrivata a casa? Chiamami.
Dammi tempo, idiota!
Ana chiama Macchina infernale il computer, quando persino Steve Rogers proveniente dagli anni quaranta riesce a utilizzare gli ologrammi di Stark.
Ah, scopriamo che Christian le ha mandato persino delle mail! Questa nemmeno può respirare. .-. Asfissia, e lasciami in pace, mi sono appena laureata!
Chris, accanna, ti prego. Ancora a rompere i co**ioni con il fatto che odi il maggiolino. E poi, tra l’altro, l’ha accompagnata il padre, demente! E sì che lo ha visto!
Ed inoltre il macinino continua ad essere della famiglia di José e il povero José deve pagare la manutenzione della sua macchina per farla usare a lei che lo friendzona!
Le ha mandato settemila lettere in dieci minuti. Cioè non poteva accettare l’invito del suocero perché doveva inviare email ad Ana? HA SENSO? E per giunta parla e si risponde solo.
Da posso venire, passa tranquillamente, senza risposta, a sto arrivando. Tra l’altro continuando a minacciare il povero e innocente maggiolino!
Mi sta venendo la nausea e non scherzo.
Ana è ancora decisa a restituire la prima edizione. Quindi la impacchetta di fretta con il rischio di rovinarla e ci scrive di sopra! Ok, scrive sopra la carte mal impacchettata, ma così verga anche sotto la deficiente. E non ci scrive due parole, ma un’intera lunghissima citazione.
La riporto solo perché è la parte migliore del libro. Vi rendete conto la differenza tra lo schifo di stile di questo romanzo e un vero libro.
Accetto le condizioni, Angel; perché tu sai meglio di
me quale debba essere il mio castigo; solo… solo… non fare che diventi più pesante di quanto io sia in grado di sopportare! Cit. La parte migliore di 50 e quella che non fa parte di 50.
pag.297

[1 aprile 2015]

Capitolo 15
Chris inizia a levarti jeans e giacca di pelle. Solo i fighi possono indossarle e tu non lo sei.
Inoltre, io vorrei vedere se tutte le ragazze con il loro fidanzato con cui sono andate a letto sono così timide da non riuscire a dire un ciao. Sentì, io posso capirlo prima del primo bacio, ma a questo punto sei solo una che non vuole ammettere di essere un po’ zoccola e si nasconde dietro la finta timidezza. Ovviamente non dico le timide veramente, ma quelle che lo ostentano in maniera così palesemente fasulla e che prima avevano detto: Ne voglio di più.
Ovviamente ci tocca sentire quando Christian è sexy. Ceeeerto.
Ana si laurea e lui, pieno di soldi, che le ha fatto a caso mega regali, le porta solo del buon champagne. OOC!
Ovviamente le battutine sul fatto che il precedente lo avevano versato, quando lei era legata. No, non fa ridere, non è passionale, è solo squallido.
Oddio, Ana non può bere in normali bicchieri, deve disperarsi perché i calici sono negli scatoloni. Sentite, in una situazione di trasloco, devi essere pronto a bere direttamente dalla bottiglia, ringrazia già se hai il bicchiere. Non mi dire che ti fa schifo bere la sua saliva, quando ti sei presa il suo sperma.
Abbiamo il clichè delle farfalle nello stomaco. Questo libro siamo sicuri che non lo ha scritto una di undici anni?
Cit. Mi sembra che nel soggiorno si aggiri una pantera o un puma, un animale imprevedibile e feroce. « Ha proprio fiducia nel suo fidanzato (?).
Ovviamente in un trasloco, quando tutto dovrebbe essere già negli scatoli, Ana riesce a trovare i piattini delle tazze. Ricordo che le cose di ceramica, vanno imballate e sistemare per prime, sulla parte finale degli scatoli.
L’autrice non si è mai legata i capelli, non glieli hanno mai tirati, ha avuto due figli senza mai fare l’amore e non ha mai fatto un trasloco. O non mi spiego!
pag.298
Christian tu non dovresti dire alla tua ragazza ‘mi chiedi di andarci piano?’. Tu ci devi giocare, non torturarla davvero!
E la ricatta! Se accetti i libri costosi, non ti torturo. O.o Cioè, perché tu ci vada piano, io devo entrare nei tuoi giochi psicotici di Sindrome di Stoccolma?
Belli miei, io non solo lo castravo, ma chiamavo la polizia.
E già che c’ero dicevo che Kate era complice perché lo spacciava per il mio fidanzato, per coprirlo.
Ana, non puoi accettare i libri perché valgono troppi soldi, però il computer costosissimo te lo stai tenendo, Coerenza? La verità è che dovrebbe ammettere che non legge e quelle quattro cose le ha imparate a memoria con l’aiuto dell’autrice.
«Vedi, è questo che intendevo quando parlavo della tua sfida nei miei confronti. Voglio che tu li tenga, fine della discussione. È molto semplice. Non devi pensarci più. In quanto Sottomessa, dovresti essere riconoscente e basta. Accetteresti quello che ho comprato per te perché a me fa piacere.» Cit. Chris, le ha accettato di essere la tua sottomessa nei giochi di ruolo di sex. Non ha firmato un trattato di schiavitù nel mondo della vita quotidiana! Vedete come questo confonde chi non conosce questo mondo del BDSM?
pag.299
Ana ha deciso di dare i libri a un’ente benefico. Certo, ai bambini che hanno fame, gli diamo da mangiare libri. Piuttosto dì che vuoi dare il ricavato dell’asta a cui li venderai in beneficenza.
Qui si vede che Chris non ha nessun interesse per i bambini poveri, perché all’idea è solo infastidito!
Ana capisce che lei è alla stregua di un auto, di un oggetto, che non deve pensare e assolutamente non deve fare questa cosa che lo contraria. E si chiede come riuscirci!
«Ti comprerò molte cose, Anastasia. Dovrai farci l’abitudine. Posso permettermelo, sono molto ricco.» Senti bello mio, io i regali li accetto solo se mi piacciono, punto primo. Se anche tu pensi che mi piacciono, se mi gira posso non accettarli lo stesso. E se vuoi che credo che sfami i poveri, non mi uscire con discorsi ‘butto i soldi perché posso’.
Ana è inutile che dici che ti fa sentire volgare. A lui non gliene frega e tra l’altro, è così. Non ti sembra, è così.
E sinceramente uno che fa sentire la propria fidanzata una pu***na, non merita di avercela.
Cit.Tu pensi troppo, Anastasia. Allora vatti a prendere una bambola gonfiabile! Nemmeno una che pu**ana si merita uno come te, neanche se paghi tutti i soldi del mondo.
Che liquame!
Cit. Non sai in che cosa ti stai facendo coinvolgere Questo si chiama coercizione, consenso non informato e prostituzione. Guarda caso tutte cose illegali, Christian.
pag.300

[2 aprile 2015]

Finalmente scopriamo la verità sul regalo di Christian. E’ un vecchio libro, non è antichissimo, è solo vecchio. Non ha neanche capito che vale un sacco di soldi! Non ha compreso quanti soldi ha buttato! Ora ha senso!
Alla prossima che mi dice ‘voglio un uomo che Christian Grey’ rispondo: ossia che non sa la differenza tra vecchio e antico? Che è straricco quando non capisce neanche il valore delle cose e butta miliardi di dollari? E’ ufficiale, il suo impero lo gestisce qualcun altro, magari il misterioso rasta che abbiamo visto all’inizio.
Grey inoltre ripete ad Ana di smetterla di pensare, come se fosse divertente e dolce. Certo, sì cretina e pensa che lo faccio anche per il tuo bene. No, grazie, non ci tengo a essere un’oca.
Grey considera un miglioramento che Ana non parla più e accetta che faccia tutto lui passivamente.
Christian apre la bottiglia a testa in giù con il rischio che il tappo gli parta e gli prenda un piede. Però non solo non avviene questo, ma viene sconfitta persino la legge di gravità. Ha tenuto una bottiglia di un liquido che butta tanta schiuma a testa in giù e non ne è uscita nemmeno una goccia. Ditemi voi come si può prendere sul serio un romanzo che non rispetta nemmeno la legge di gravità!
Christian le rinfaccia dieci volte che sta sprecando uno champagne, dal nome lungo una quaresima, in tazze da té. Senti, visto che sei tanto bravo, perché non paghi la ditta di trasloco ed esci in aeroplano a prendere dei calici degni? Così ci togli dai piedi la tua presenza per un paio di pagine, e respiriamo un po’.
Sbattono con così tanta forza le tazze che tintinnano. Certo, spacchiamole, buttiamole, camminiamo sui cocci. Tanto hanno soldi quindi possono buttarli. Bravi! Bene! E lei non ha nemmeno un lavoro, ma in fondo far la mantenuta che si busca la pagnotta prendendo frustate. E poi non è volgare, poi non è una buttana.
Cit. ma non posso evitare di pensare che in realtà stiamo festeggiando la mia resa. Lo hai capito dal fatto che ti ha detto che sei brava a stare zitta?
Ormai è solo tragedia, ovunque io volga lo sguardo. Mi hanno detto che il secondo è migliore, ma mi chiedo se riuscirò a leggerne anche solo la prima pagina.
Ormai stanno insieme, lei ha accettato, ma è impaziente se vuole sapere i limiti relativi. Affogatici nello champagne!
pag.301
Cit.«Il tuo patrigno è un uomo molto taciturno. Non ha fatto altro che parlare della pesca, di dire a tutti che vuole bene alla figlia e di fare la conoscenza del globo. Non lo hanno mai visto un uomo taciturno. O.O L’autrice mi fa sempre più paura, comincio a credere che sia un grigio che finge di essere umano, perché non ha vissuto niente delle cose che viviamo noi comuni umani.
Ana capisce che Grey sta ignorando la domanda, ma glielo lascia fare. Io spero che ti faccia molto male prima della fine del romanzo è.é te la sei voluta!
Grey dice che sapeva della pesca del patrigno perché glielo aveva detto lei al primo caffé. Le cose sono due: o ha buona memoria, o come penso io, è così stalker che registra le conversazioni! Quando sei innamorato a malapena, agli inizi della cotta, capisci dove sei. Questo addirittura registra parola per parola. E’ attratto per finta!
Grey si lamenta che all’università il vino faceva schifo. Alla mia non offrono nemmeno quello schifo di the della macchinetta gratis! Ed è decisamente peggio.
Grey ci fa sapere che conosce solo i vini che gli piacciono. Vuol dire che spende un sacco di soldi in bottiglie di vino pregiato e memorizza solo i nomi di quelle che gli piacciono? E con le altre che fa? Tiro al piattello al vino pregiato?!
Gli occhi di Christian brillano di color argento quando ubriaca la gente, ricordiamocelo sempre.
Ed Ana, capendolo, invece di smettere di bere, guarda il suo fidanzato con sospetto.
E con Christian che butta là una randomica domanda su quanto sia spoglia la casa, ricordo durante un trasloco dove ci sono pacchi ovunque, per oggi chiudo. Sta diventando sempre più difficile la lettura, mi sembra di sprofondare in un pantano.
pag.302

[21 maggio 2015]

Ho scoperto una cosa incredibile. Se ti metti a fare la lista di tutti i modi in cui puoi essere legato, risulta stranamente noioso. Parlando di cose così forti, l’autrice è riuscita ugualmente ad annoiarmi. Sembra una lunghissima lista della spesa.
In compenso qualcuno sapeva cosa sono le ‘uova vaginali?’. Ok che Ana sembra lo faccia apposta di non saperne niente, ma anche lui che le ride in faccia non è esattamente il massimo.
Anastasia, non credo che nessuno volesse sapere cos’è una barra divaricatrice. Perché già il nome è abbastanza chiaro. Piuttosto, io mi sarei informata sui poco chiari ‘altro’.
pag.296 e 297
Cit.Ti ho già chiesto scusa due volte.» Mi guarda severo. «Non farmelo fare di nuovo» avverte.
La minaccia perché non vuole chiedere scusa. Smettila di fare idiozie e non dovrai chiedere scusa. Demente!
Cit.«Una barra divaricatrice è una barra con manette per le caviglie e/o i polsi. È divertente.»
Quel e\o è assolutamente insensato per un discorso diretto!
Cit.«E come faccio a usare le safeword se sono imbavagliata?» Ha un attimo di esitazione. «Tanto per cominciare, mi auguro che non dovrai mai usarle. Ma se sei imbavagliata, ricorreremo a segnali con le mani» risponde.
LE PRIME FRASI SENSATE!!!!
Anastasia si sta ubriacando. Parlano di cose importante e lei si ubriaca. Perché una donna, per l’autrice, ha già osato troppo facendo un discorso sensato prima!
pag. 298
Christian la vuole ubriacare, perché Ana ha fatto una domanda ‘terribile’. Si scopre che lui lega le donne perché non vuole che lo tocchino. Ok, non vuoi essere toccato? Non fare sesso. Facile, semplice, veloce e non leghi nessuno. Guarda che bello.
Grey ricomincia con il patema che lei si morde il labbro. Voltati così non lo vedi! Mettiti con una che non se lo morde!!!
Alla domanda: ‘cosa ne pensi del dolore?’, io ho solo una risposta ‘fattelo tu, perché io non ci tengo!!!!’.
Ana non ha mai ricevuto uno scappellotto in vita sua. Ecco perché è scema! La prossima volta Ray, educala con un bello schiaffone, magari le attivi il cervello.
Guardate che non è perché non hai mai preso uno schiaffo, tu non sai cos’è il dolore. Ana, quello che provi quando sbatti il mignolo contro il letto di notte. E’ lo stesso di quando cadi, ti sbucci le ginocchia, ti bruci, ti chiudi il dito in qualcosa. E poi, vorrei ricordare a quella smemorata dell’autrice, che Grey l’ha già presa a schiaffi nel sedere!
pag.299
Nuovamente c’è il ‘altro’ o ‘altri tipi’. Mi sto scocciando. Se devi fare una noiosa lista, almeno falla completa!
La c’era se la può bere lui e le pinze, se è già pericoloso usare pearcing e orecchini, se le può usare lui nel suo bel ‘coso’.
Le bacchettate te le do in testa, imbecille!
Ana si vuole tirare indietro. Grey le risponde ‘piccola, fa parte del contratto’. Anastasia, sveglia, tu non lo hai ancora firmato!!!
Ana prima di andare a letto con lui, non sapeva di possedere una vagina. La pipì le usciva dal naso? Mai fatto cacca? In bagno cosa ci facevi? I selfie?
In ogni caso Grey si è scordato di decidere la safeword e i gesti safeword. Beeene.
Cap.300

[21 maggio 2015]

Cit.«Andiamo, Anastasia, a forza di parlare di queste cose ho voglia di scoparti fino alla settimana prossima.
Mr.finezzaGrey ha raggiunto il suo apice. Continua a farci scoprire nuovi livelli di zaurdaggine, e sì che questo dovrebbe essere di buona famiglia. O.O
Cit. Nick Fury: Ci baci tua madre con quella bocca?
In realtà Grey le ha fatto male, ma l’autrice ci fa credere che Ana prova solo piacere. Tanto deve rappresentare una bambola gonfiabile che ha preso vita.
Christian si lamenta che Ana vede dolore ovunque. Sai, forse è perché, il vostro è un rapporto basato sul bondage e che tu ti comporti come un pazzo sadico? Dico forse.
pag.301
Grey fa sapere che se Ana si comporta bene, le dà il contentino: una volta alla settimana avranno una relazione normale. Sbagliatissimo quando già c’è un rapporto bondage! Non si possono avere capra e cavoli!!
Se una persona normale ti bacia, non te ne frega Ana. Se questo pazzo pensa che una relazione normale sia alzare la posta, vai in chock. Vai da un rivenditore di cervelli e fattene installare uno.
Cit. Qualsiasi cosa. Ti darò qualsiasi cosa. «
La verità è che Ana si fa il lavaggio del cervello da sola. Il che mi fa pensare che o ha un bottoncino che premi e le ripete a pappagallo; o sua madre ha passato l’infanzia della piccola a ripeterle quanto le donne devono essere oche e sottomesse.
pag.302
La pagina dopo non è una pagina. Mi rifiuto di commentare questa pubblicità non occulta all’Audi. Che non sono macchine per cui stravedo. E anche se lo fosse non giustifica il prendersela con il povero maggiolino. Il povero Josè ci ha messo l’anima a regalarglielo, mentre Grey dimostrare che i soldi sono meglio dei sentimenti. Inoltre i Maggiolini, non mi stancherò mai di ripeterlo, non sono decrepiti, ma sono rare macchine d’epoca!
pag.303
Cit.Come ha osato? Povero Ray. Sono stomacata, mortificata per mio padre.
Anastasia avrebbe dovuto mollarlo. Grey ha passato il segno. Ha umiliato Ray, sottolineando come sia un padre senza soldi, obbligandolo ad accettare un regalo che serve solo a ostentare ricchezza e potenza.
Cit. Cosa ti costa ringraziare e basta?
Ringraziare per aver umiliato mio padre? Scherzi vero? Il mio lo metteva sotto con il maggiolino.
Ah, guidare un maggiolino, disturba la ‘pace mentale’ di Christian. Raduno di maggiolini sotto casa sua, ieri! Capitanati da Capitan America, perché il vintage è il meglio.
Quindi, se sei stato adottato e da piccolo non avevi soldi, hai il diritto di umiliare la gente. Anastasia chiede scusa per la sua ira. No, sentite, l’autrice deve smettere di fumarsi le canne della DC.
L’autrice è molto molto molto molto maschilista. Gli uomini ti possono picchiare, ma le donne non possono avere giustificati scatti d’ira.
Non è maldestro sbatterti in faccia i soldi. Però se lo fa Chris, è solo buono e maldestro, non cattivo. *getta petali di rose*. Cit.Potrei vomitare.
Cit.«Grazie per l’auto, signore» dico, con tutta la dolcezza di cui sono capace. Zoccola, sottomessa, che si sta facendo comprare una ‘bu*tana’!
Cit.«Sei una donna complicata, Ana Steele.» Se Ana è complicata, io sono un puzzle irrisolvibile?
pag.304
Anastasia ha il pulsante per bollire il sangue. Io ero rimasta ai bei vecchi tempi in cui si bolliva il latte.
‘Una Ana effervescente naturale’ per favore, cameriere!
Lo voglio, a prescindere dalle bacchettate. Umh, a me risultava che fossero state tolte come punizione corporale a scuola perché potevano dare danni alle mani. Ma in fondo a cosa ti servono le mani, se lui non vuole essere toccano. No?
Cit.«Devo usare tutto il mio autocontrollo per non scoparti sul cofano della macchina seduta stante, solo per mostrarti che sei mia, e che se mi va di comprarti una fottuta auto, te la compro» ringhia. «Ora andiamo dentro, voglio vederti nuda.» Mi dà un bacio brutale.
Christian la bestia Grey! Insomma, se volevo le violenze di un bruto scaricatore di porto, non mi andavo a leggere una storia d’amore con un plurimiliardario. La sua schizzofrenia ha raggiunto limiti che vanno verso l’infinito del patologico e oltre.
Da oggi non è più Mr.finezza Grey, e digievoluto in ChristianzalloGrey.
Grey passa attraverso i muri e le porte chiuse, perché è furioso e vuole la camera da letto. Ragazzi, è la prima volta di Hulk e Natasha Romanoff?
A parte che Ana ci fa sapere che il vetro è grigio. Lo sapevo trasparente. Ma si sta mettendo paura! Ha paura che lui le faccia del male mentre fanno sesso e non vuole farlo, ma lui la costringe. E’ oggettivamente stupro.
Cit. «Mi fai paura quando ti arrabbi» sussurro.
Messa così, sembra che i genitori di Ana l’abbiano venduta a un pazzo sadico per un Audi. Un tempo erano dieci mucche e un paio di pecore, oggi una macchina sportiva bruttina.
Il desiderio di Ana sfreccia nel sangue. Certo, ti viene proprio il desiderio di farlo quando hai paura e lui ti obbliga a spogliarti.
Grey le passa il dito sulla spina dorsale. No, non è seducente. A me dà fastidio! Persino a mio fratello dà fastidio! Ed è anche inquietante.
pag.305

[21 maggio 2015]

Grey comincia a sparare cavolate. Mi piace il tuo vestito, ma toglilo. Mi piace la tua pelle, ma ti voglio vestita. Coerenza perfetta (?).
Christian ricomincia le sniffate di capelli. Sappiate che lo fa anche il mio gatto. Che Chris sia un rettiliano alieno vampiro socioschizofrenico gatto? Comincia a essere come un Gary Tsue pur essendo uno schifo. WOW.
I baci di Grey sono come piume. Sinceramente se voleva così tanto spogliarla ed era tanto violento, perché poi la bacia piano piano? L’autrice si è ricordata che deve spacciarlo per qualcosa di romantico.
Tutto si tinge di rosa. Respiri lievi, mozzati, cerniere un po’ abbassate. Persino l’ambientazione è schizofrenica, passa dal turpe, al fluff. O.o
Anastasia inizia a dimenarsi a cavolo. Voi non capite, lui è così divino!111!!!1
Cit.«Dovrai. Imparare. A. Stare. Ferma» sussurra,
Cioè gli altri hanno donne fredde e frigide, lui ha una donna che fa tutta sola anche se lui è un incapace, è ha il barbaro coraggio di lamentarsi.
Cioè Anastasia non indossa il reggiseno con un vestito con le spalline che lascia tutto scoperto e il fidanzato ne è felice. E tra l’altro ricordo che questo era il vestito di laurea. L’hanno vista tutti, padre compreso. Bah, e poi si fa il possessivo dicendo che è solo sua. Facesse pace con il cervello Grey.
Anastasia mostra il collo. Tanto per ricordarci che è una fyccina sui vampiri. In compenso scopriamo che ha i capezzoli a presa rapida e i seni che si sollevano da soli.
Immaginatevi. Voi e la vostra ragazza e a lei si sollevano i seni da soli con il rumore di un rimorchiatore. Loool.
Non dimentichiamoci che lui ha un serpente nei pantaloni. LOOOOL!
pag.306
E’ inutile che l’autrice utilizza termini come ‘riverbera’, questa scena è solo ridicola. Insomma lui gioca con il seno di lei nello stesso modo in cui lei gioca con i capelli di lui. Significa che Grey sulla testa ha dei seni! aA
Ana si agiata contro il ‘gigantesco’ inguine di lui solo ai pizzicotti ‘forti’. Mnh, io ero rimasta quando facevano male e ti lasciavano il segno viola.
I capelli di Grey hanno inoltre la forza di trainare una donna adulta. Umh Guinnes for records?
Grey può decidere quando l’altra persona può o non può venire a comando. I suoi poteri non finiscono mai.
pag.307
Grey, per negare l’orgasmo ad Anastasia, dovresti scappare più velocemente di Flash.
Christian, ‘con fare romantico’, smutanda Anastasia. O.o E’ posseduto da The Mask?
Grey le strappa le mutande. Gliele ripaga lui?
E poi fiero del suo operato le sventola davanti i resti della stoffa. L’autrice rileggeva man mano che scriveva?
Cit. Le sue dita hanno il gusto salato… di me.
L’avevo detto che si può ordinare un’Anastasia dal cameriere. Dovete credermi!
‘Spogliami donna’. Christian, hai le manine, spogliati tu, da solo!
Cioè Ana non si è ancora tolta i tacchi a spillo? Il dolore alla schiena e ai piedi, fidati, non mi faceva venire sicuro.
Ana va in trauma. Saprò svestire un uomo? Senza offesa, ma se tu ti sai svestire sola, ci puoi riuscire. E al massimo, lui è sempre dotato di manine.
‘Spogliami, ma non la maglietta’. Chris, non sapevo che la maglia facesse parte del tuo petto. E poi, non vuoi essere toccato, ma vuoi essere spogliato. Contento tu.
Cit. Prende una delle mie mani e la appoggia sulla sua erezione.
Mr.zalloGrey colpisce ancora. =_=”.
Questo, mentre è eccitato con ancora i vestiti stretti addosso, sorride. Vabbeh.
pag.308
Cit.Voglio entrarti dentro
Sai, un tempo aveva significati meno letterali Christian. -.-‘
L’autrice ci fa capire, che una donna non può tenere le redini. E le redini della casa, solitamente, chi li tiene? E poi tutte quelle donne che vanno a cavallo? Le donne in carriera? Il maschilismo dell’autrice ha vette di cui non vedo la cima.
‘E’ mio’. Nuovamente Ana si comporta da dominatrice. La sua ‘sul punto di esplodere, frustata, desiderosa e in preda alla faccia tosta’ dea interiore, lo spinge sul letto per mostrare la sua superiorità.
Per una volta c’ha ragione Christian a riderle in faccia.
Cit.«Dovrai imparare a stare fermo» lo rimprovero, tirandogli i peli.
Ed ecco Grey in :’in realtà volevo una dominatrice’. Infatti sembra sereno e sorridente per la prima volta.
Autrice, la prossima volta, fai lui Sub e lei Dom, viene qualcosa di meglio!
Ana scopre di saper contare fino a due. Abbiamo compreso che per farle imparare la matematica dobbiamo usare come regoli i preservativi.
I boxer di Grey hanno fatto unico con la pelle. L’autrice se ne esce con un’altra delle sue perle trash su ‘quanto ce l’ha grosso Grey’.
pag.309
Della serie uccidiamo le leggi della fisica, lui scalcia i vestiti con lei di sopra. Ooook.
Inoltre scopriamo che non può gustarsi il momento se lei si morde il labbro. La prossima volta si lamenterà che non ci riesce perché lei non ha mangiato, vero?
Cit.Dio santo, è tutto mio, posso giocarci quanto voglio, e di colpo è come se fosse Natale.
Anche Anastasia è malata. Ora parliamo anche degli abusi sugli uomini. Non sono meglio degli abusi sulle donne. Nessuno, maschio o femmina che sia, merita di essere sottoposto ad abuso. Chiaro autrice?!!!
Cit.«Dio, Ana, piano» geme. Mi sento così potente; è una sensazione inebriante
Ana ci gode proprio a fare del male a Chris, come Grey ci gode a fare male a Steele. Vero amore insomma.
Christian si ricorda improvvisamente che è lui il dominatore. Se ne esce dicendo che lei è ingenua, come se in realtà lui avesse sempre tenuto le redini ed Ana ci fosse cascata. =_=” Grey ammetti solo che sei Sub e tutto andrà bene.
pag.310

[25 maggio 2015]

Vediamo Ana alle prese con i profilattici. Decisamente la parte che m’interessa di più di una storia d’amore. (?)
Grey ci viene descritto come ‘uno splendido esemplare d’uomo’. Perché c’è l’allevamento? Sembra tanto un pollo così.
Cit.«Ora voglio affondare dentro di te» mormora. Se hai così fretta mettitelo solo, tanto una frase romantica vera non la sa dire.
Il caro ‘dom’ si mette faccia a faccia con la sub. A cui prima ha detto di tenee le redini. Insensatezza portami via.
Cit.Gemo mentre mi spalanca, mi riempie, a bocca aperta per la sorpresa di quella sensazione sublime, lancinante, che mi colma. “Oh… ti prego.” I miei occhi sanguinano. ‘Mi prende’ era troppo complicato a quanto pare. E poi così, senza preavviso, alla cavolo, non sappiamo neanche se lei è riuscita a metterglielo.
Cit.«Così va bene, piccola, sentimi, fino in fondo» ringhia, Animale!
cit.Ora è dentro di me, affondato fino all’elsa Grey ha un’elsa lì O.O SHOCK!
Cit.«È profondo, qui» mormora. Ana non ha una vagina. Ha le gole dell’Alcantara.
E poi parolacce a gogò, tanto per scendere ancora di più nella volgarità.
Cit.nel suo sguardo un sorriso svogliato. E Christian dovrebbe essere eccitato in tutto questo!
I capelli di Ana sfidano le leggi della gravità, scendono piano.
pag.311
‘Anastasia muoviti come vuoi’. Attento Chris, poi ti si rovina la spada xD. Anche perché Ana paragona il tutto a un viaggio in mare, con tanto di scialuppa. Guarda che fare su e giù non fa venire il mal di mare così facilmente.
Poi Grey si trasforma in un’altalena.
Cit.Lo sto scopando. Sono io che tengo le redini. È mio e io sono sua. Mr.finezza Anastasia, degna compagna di Mr.zalloGrey.
Ana viene urlando, così, senza motivo. Solo perché si sente dominatrice. La chiamavano Tarzan.
pag.312
CAPITOLO 16
Cit.la testa sul suo petto, e lui ha un profumo divino: biancheria fresca di bucato e bagnoschiuma costoso e l’aroma più seducente del pianeta… Più virgole e meno e, no?
Grey ha il petto sodo. Che abbia il petto-seno di Capitan America? aA
Cit.«Perché dentro ho cinquanta sfumature di tenebra, Anastasia.» Non toccarmi perché ho delle sfumature? Non è semplicemente che non ti piace essere toccato come andavi ripetendo per capitoli interi? Frase buttata alla cavolo, per dare un senso alla stupidità del titolo.
Ana lo trova disarmante per quanto è sincero. Perché dice frasi senza senso? O.O A me, uno così contorto nel parlare, non sembra per niente sincero.
Cit.La mia introduzione alla vita è stata molto dura. E poi l’autrice si ricorda che deve farlo sembra un povero cucciolo complessato.
pag.313
Ana si da dell’idiota da sola. Almeno lo sa.
Cit.«Miss Steele, tu non hai solo un bel visino. Finora hai avuto sei orgasmi e mi appartengono tutti» si vanta, di nuovo allegro. Cioè, provate a dire alle vostre fidanzate: non sei solo bella, ti faccio anche venire. Vediamo se si sentono lusingate.
pag.314
Christian si permette di giudicare severamente persino i sogni di Ana.
Cit. per qualche istante mi illudo che, se io non posso vederlo, lui non può vedere me. Abbiamo le prove che Ana ha il quoziente intellettivo di un bambino piccolo. Ce lo spiega Piagè.
Cit.«Anastasia, cosa facevo? Non te lo chiederò ancora.» E poi Christian la minaccia per un semplice sogno.
Grey dice ad Ana che c’è speranza per lei, solo quando scopre che è interessata ai frustini. Chi non ama i frustini, non si salverà, che vi devo dire.
Cit.«Quando dovrebbe venirti il ciclo?» chiede, interrompendo i miei pensieri. E poi Grey ha le illuminazioni O.O
Grey, non si può sempre prevedere con matematica certezza. E poi, augurare la tua donna il ciclo, solo perché tu ti secchi a mettere il preservativo, è da vomito.
pag.315

[25 giugno 2015]

La pillola può essere pericolosa. Nel caso ti venga un’emorragia interna, non fanno in tempo neanche a salvarti. L’autrice, disinformata evidentemente, fa in modo che Cristian obblighi Ana a prenderla. Solo perché a lui non piace farlo con i preservativi!
In caso la pillola la si prende come medicinale, bisogna ricordare che il medico deve venire prima a visitarti. C’è il rischio persino di una trombosi. Chris, invece, praticamente ci fa capire che le farà fare una visita e una prescrizione fasulle da un medico amico suo. Inoltre, ovviamente, le visite non si fanno in ambulatorio o all’ospedale, ma a casa di Christian. Perciò le analisi, necessarie per poter prendere la pillola, non si possono ovviamente fare. O volete dirmi che Grey nasconde un laboratorio analisi in cantina? Magari accanto alla stanza dei giochi.
Cit.“Non andartene… stai con me, ti prego.”
Ana è già dipendente come se Grey fosse una droga.
Cit.«Mi hai fatto ubriacare apposta?»
«Sì.» «Perché?» «Perché ragioni troppo sulle cose, e sei reticente come il tuo patrigno. Un goccio di vino e cominci a parlare, e io ho bisogno che tu sia sincera con me. Altrimenti ti chiudi a riccio e non so cosa pensi. In vino veritas, Anastasia.» «
Grey ha ammesso che la fa ubriacare per poterle saltare addosso. E ci fa intendere di aver ubriacato il padre di lei per poterle saltare addosso.
pag.316
Ana la prende bene. Infatti vorrebbe che lui lo facesse ancora e scodinzola pensando a quando ‘giocheranno’ insieme. E’ triste che una donna scriva delle donne in questo modo. Già non sopporto quando sono gli uomini a considerarci ‘cagne in calore’.
Grey, uomo d’affari e ufficialmente dominatore, ci dice che ‘cede’ sotto la pressione. Un vero uomo insomma =_=”.
pag.317
Grey la minaccia di coinvolgerla in esplosioni, di inseguirla e di rapirla. E lei sorride contenta della cosa. Ragazzi, questo è romantico come Zeus: fa stalking e ti rapisce!
Cit.«Tenermi prigioniera contro il mio volere?» “Oddio, è davvero eccitante.” «Oh, sì. E a quel punto passeremmo a un TPE 24/7.» «Temo di non seguirti» ansimo, con il cuore in gola… “Sta parlando sul serio?” «Un Total Power Exchange, uno scambio totale di potere, ventiquattro ore su ventiquattro.»
Ti lego e ho il dominio su di te tutto il giorno, dopo averti rapito e aver ubriacato tuo padre per non farti cercare. Questo è romantico e eccitante (?)
pag.318
Cit.Impallidisco. Mio Dio… fa sul serio. Resto a fissarlo, immobile.
E poi quando fa sul serio si spaventa. Ana è incoerente da una riga all’altra.
Fa notare che non ha ancora firmato e Grey, contro la legge, se ne frega.
Cit. Ora ti sculaccerò, poi ti scoperò, molto in fretta e senza pietà.
Io chiamerei la polizia, non so voi.
Cit.Ha la voce roca, minacciosa, ed è maledettamente sensuale.
No, non lo è!
Cit.«Sto aspettando» dice lui. «Non sono un tipo paziente.»
Grey ha fretta di farle del male e Ana obbedisce.
pag.319
«Metti le mani sopra la testa» ordina.
Anche tu, poi allontanati da lei e segui i poliziotti armati di pistole. Grazie.
Cit.«Perché sto facendo questo, Anastasia?» chiede. «Perché ho alzato gli occhi al cielo quando mi hai detto una cosa.» Riesco a parlare a stento. «Ti sembra educato?» «No.» «Lo farai di nuovo?» «No.» «Ti sculaccerò ogni volta che lo farai, chiaro?»
E lei non ha firmato nulla! Grey sei pazzo!! E Ana anche di più, visto che gli da retta!!!! Ricordiamo, inoltre, che lui l’ha ubriacata [e a questo punto forse drogata] per poter ottenere questo!
Ovviamente Ana ci dice che tutto questo è sempre eccitante.
Anzi, è EROTICO. O.O
Cit.«Stai ferma» ringhia. «Altrimenti ti sculaccio più a lungo.» Adesso mi massaggia. Poi sferra il colpo. Lo schema è cadenzato: carezza, massaggio, sberla.
Io non devo neanche commentare. Questa è violenza, bella e buona.
pag.320

[6 luglio 2015]

Cit. Devo concentrarmi per sopportare il dolore.
Il caro Grey è un uomo adulto che si sta divertendo a percuoterla a mano aperta, con forza, sempre nello stesso punto. In fondo le può solo spellare la pelle, lasciare dei lividi. =_=”
Poi ovviamente l’autrice si accorge che così è solo passibile di denuncia. Quindi fa pensare a un personaggio, che dovrebbe star soffrendo, che Grey ‘distribuisce il dolore’. Perciò Ana ha dei glutei infiniti, può colpire centinaia di volte e trovare sempre pelle libera.
Christian, al decimo colpo [che in realtà se prendiamo i tempi del racconto dovrebbe essere già il trentesimo] ci fa sapere ‘che si sta solo riscaldando’. Ti senti tanto figo a picchiare una donna?
Cit.«Nessuno può sentirti, piccola, solo io.» Grey dimostra la sua natura sadica. Ci gode a sentirla gridare.
L’autrice ci dice che sono solo diciotto colpi, peccato che Ana grida molto di più. Mi chiedo se sappia tenere il conto o se è consapevole di star abusando dei tempi della narrazione. Oh, dimenticavo, non sa scrivere.
Cit.«Basta così» grugnisce. «Complimenti, Anastasia. Ora ti fotto.» Grey lo zallo, scaricatore di porto con i miliardi, è di nuovo tra noi. Facciamogli tutti ciao.
Cit.«Basta così» grugnisce. «Complimenti, Anastasia. Ora ti fotto.»
Mi dispiace autrice. Se le ha infilato due dita nel sedere, le ha infilato le dita dietro. Perciò non può essere umida. Ed inoltre, lei è confusa, spaventata, dolorante, non eccitata. E’ inutile che te lo inventi per farlo sembrare sexxxxy.
Ana ci dice che senza le due dita dentro di lei, è svuotata. Curcati figliola!
pag.321
Cit.«Ora sto per prenderti. Hai il permesso di venire» mormora. “Cosa? Come se potessi scegliere.”
Grey non solo la fa inginocchiare, ma dice queste idiozie. Elliot, io mi ricordo ancora che esisti, rispondimi. Tuo fratello era scemo anche prima che lo adottassero?
Ana viene ‘riempita’. Continua a essere un otre.
Cit.La sensazione è divina, brutale, degradante e inebriante
Degradare una persona non è eccitate, non ti rende una divinità. Ti rende solo un sadico. E ugualmente privo di cervello. ANIMALE!
Cit. e il mio corpo traditore esplode in un intenso, sconvolgente orgasmo.
Il fatto che Ana si senta tradita dal proprio corpo, che lo consideri un nemico; fa capire quanto lui la stia plagiando e quanto la mente di lei la porterà solo a crearsi profondi complessi. Ana sta già sviluppando una forte schizofrenia. Si divide dalla sua coscienza, si divide dal suo corpo e si convince dell’esistenza di essere mitologici come la sua dea interiore.
Cit.«Oh, piccola» geme. «Benvenuta nel mio mondo.»
Oh, piccolo, fatti lanciare dalla finestra. Uno così lo chiuderei in galera, in una di quelle cupe, in cui i riccastri diventano il giochino dei carcerati. Voglio vedere quanto ci mette a supplicare il nostro ‘dominatore’ dei miei stivali.
Cit.La mia dea interiore è prostrata…
Ana non vuole ammettere come si sente e passa la cosa sulla figura mitologica che si è creata. Decisamente è uscita pazza. Anche solo per questo Chris dovrebbe essere incriminato. Per non parlare del fatto che Steele, si sta convincendo che le piaccia essere maltrattata.
pag.322
Cit.Le sue parole mi avvolgono come un soffice, vaporoso asciugamano dell’Heathman Hotel.
Questi paragoni meritano il phanteon dell’orrore. Davvero, quale persona sana di mente ti dice la marca di asciugamano a cui paragona il fidanzato?!
Cit.«Dovresti indossare raso e seta, stupenda ragazza. Ti porterò a fare shopping.»
E Grey cambia carattere. Storia di una Sindrome di Stoccolma.
Grey si è fissato. Come le ha eliminato la macchina, ora le vuole eliminare la tuta. Farsi i fatti suoi è troppo complicato.
Cit. «Stai bene?» La sua voce è dolce.
Non alzarle le mani e lo starà.
Cit. È un pensiero mortificante, inatteso, che non capisco.
E’ disperata di essere felice. E lo capisco, forse ti rendi conto di avere problemi gravi.
Il bagno è, come in tutti i cliché, in fondo al corridoio a sinistra
pag.323
Cit. ho questa sensazione dolce, strana, di appagamento, un benessere persistente.
Secondo l’autrice, queste sono le reazioni a una buona scuolacciata che una donna merita di ricevere.
Ti ci hanno mai mandato a quel paese?
Ana ha imparato a non guardarlo negli occhi. Da sola, il primo passo per essere una sub autoindottrinata.
Cit.. “Sempre a spogliarti e rivestirti, come una sgualdrina” è l’amara osservazione della mia vocina interiore.
Ana si sta dando della pu***na. Questo è il modo in cui lui la fa sentire. Vero amore (?).
Persino Ana si sta mandando da sola a quel paese. L’autrice non se n’è accorta che persino i personaggi stanno prendendo la storia per una stupidaggine complessante?
Cit,Da liquido struccante a balsamo lenitivo postsculacciata: chi avrebbe mai immaginato che fosse un prodotto così versatile.
Pubblicità ai lubrificanti. La pubblicità mi mancava, davvero! Ora posso dire che è un pessimo prodotto commerciale in tutti i sensi.
Cit.«Mi piace metterti le mani addosso» mormora
Grey mi sorprende sempre con le sue perle di romanticismo.
Christian veramente la vesta, la sveste e la muove come una bambola. Perché non se ne prende una gonfiabile? Almeno non lo può denunciare.
pag.324
Cit. Sono davvero contenta che non fosse qui a sentire il mio castigo.
Kate, se lo avesse sentito, avrebbe solo dovuto chiamare i carabinieri. Però, questa biiip, ricordo che l’altra volta non l’ha fatto. Essere indegno! Magari se la fosse fatta lei quell’intervista, ci avrebbe risparmiato tutto questo.
Grey è sconvolto. Ana non ha pianto. A parte che non è vero, visto che prima l’autrice diceva di sì. Però, scusa, quale uomo controlla le lacrime per piacere?
Uno che non merita di vivere.
Ana pensa che rivederlo sia una minaccia. Continuo a non capire perché ci sta.
Ritorna la pubblicità all’Audi.
Ana si rende conto che Grey ha profanato la sicurezza del suo appartamento. Non so se vi rendete conto, questo cosa vuol dire. Non sentirsi al sicuro a casa propria! L’autrice ci liquida la cosa dicendoci che tanto si trasferirà.
Ricordiamo che Grey le ha rovinato il giorno della laurea.
Inoltre la pagina finisce con lei che telefona di notte alla madre!
pag.325

[23 luglio 2015]

Cit. Ciononostante, sarei tentato di venire lì e fare in modo che tu non possa sederti per una settimana, invece che per una sera soltanto.
Riesce a essere ripetitivo persino nelle minacce. O è semplicemente il libro che comincia a riproporre sempre gli stessi accadimenti. Per quanto mi riguarda, si poteva benissimo concludere duecento pagine fa senza colpo ferire.
Taylor è un ex-militare, perché Wayne ha fatto scuola prendendo maggiordomi con il passato nell’esercito. =_=” Si copia pure da altri film.
In ogni caso vi rendete conto che viene detto che guidare un maggiolino è più pericoloso che guidare un carro armato?!!!! E’ FOLLIA!
Per dirle di non sentirsi una donnaccia, la minaccia. ‘Non mi fare INFURIARE, da arrabbiato non ti piacerei’. A parte che è copiata dall’Incredibile Hulk che è del 2008, ma in questo caso è solo una mail con cui lei potrebbe citarlo in giudizio. Accordo di riservatezza, sto cavolo. Sì, perché io non dimentico.
Come sempre perdere pagine e pagine solo con l’impaginazione a email.
Cit.Caro Mr Grey, non sono certa che tu mi piaccia in ogni caso, soprattutto adesso. Devo ridere? Molto amore, davvero. Noia!
E lui risponde “Perché non ti piaccio?”. Siediti Grey, la risposta è lunga. Prenderò del vero the, non una bustina strofinata sull’acqua e se è bollente te lo rovescerò in testa. Poi parleremo dei tuoi disagi mentali infiniti.
Non c’è bisogno che vi dico che non solo i dialoghi sono superficiali, ma anche scollegati tra loro.
pag.321
E poi c’è il riassunto fatto da Ana a letto. Perché siamo idioti e abbiamo bisogno di sapere cosa è successo nell’ultima giornata della storia. Ricorda i raccontini che faceva la protagonista di Hamtaro al suo criceto, versione per bimbimink*a.
Ana non è mai stata picchiata in vita sua. Forse un bel ceffone dal padre e non da Grey, le avrebbe insegnato come si usa il cervello. O come funziona veramente l’educazione.
Ana piange dalle orecchie XD.
Cit.Mi sono innamorata di una persona così contorta sul piano emotivo che potrà solo farmi soffrire
No, è solo un maniaco violento. E quante persone penserebbero che il proprio ragazzo ‘è contorto sul piano emotivo’?
Ana ricita il titolo scrivendo ‘ha un cuore di tenebra’. Peccato che Cuore di tenebra sia un altro romanzo, di ben altra levatura.
Cit. Credo sia terribile essere traumatizzati come lui, e il pensiero che da piccolo abbia subito qualche insostenibile cattiveria mi fa piangere ancora di più.
Tanto perché l’autrice non può ammettere che Ana pianga per i maltrattamenti subiti. Grey è il protagonista più odioso, peggio riuscito e più difeso dall’autrice che mi sia capitato d’incontrare.
pag.322
Tocco di classe. Non è lui che è pericoloso, anzi. Se lui non fosse pericoloso, non calcolerebbe una nullità come lei. E’ per situazioni del genere che ragazze vengono violentate e non denunciano, perché nessuno le vuole brutte come sono, nessuno crede che brutte come sono sono state aggredite e soprattutto l’aggressore gli ha fatto un favore. L’autrice getta m**da in questo mondo già schifoso.
Cit. Mi giro sul cuscino e le cateratte si aprono…
Una frase così non si può sentire! E tra l’altro, lei stava già piangendo! Facciamo conto significhi solo che singhiozza. Ci viene detto che non lo ha mai fatto, quando stava singhiozzando nemmeno una manciata di pagine fa. INCOERENZA!
Christian è dotato di teletrasporto. Se ne è appena andato che già è tornato. Sicuri che non abbia mandato le mail dalla macchina parcheggiata davanti a casa e non l’abbia stalkerata fin’ora?
Kate è di nuovo in fase sono una brava amica, gli urla addosso e non lo fa entrare. E lui, gentilmente, la scatafascia ed entra lo stesso. Ci doveva provare con me nel cuore della notte, che chiamavo la polizia. Inoltre acceca Ana con la luce. Farla piangere non è sufficiente, bisogna interrogarla come in un film poliziesco.
Cadiamo inesorabilmente sempre più in basso.
Dopo averla accecata, Grey richiude subito la luce. Ricordate che è schizofrenico? Perché ora si finge tutto gentile.
E riaccende di nuovo la luce, ma questa volta la lampada del comodino. Secondo me, solo perché non poteva tornare indietro a riaccendere quella grande. Ed iniziano le domande da interrogatorio.
Io ti ricordo che l’hai ubriacata, picchiata e fatta piangere il giorno della laurea, potresti almeno lasciarla in pace di notte.
Cit.«Vuoi che butti fuori questo stronzo?» mi chiede, irradiando un’ostilità termonucleare.
Kate diventa davvero una bomba nucleare. Così esplodi tu e tutti i personaggi odiosi di questa saga. Mi dispiace solo per José, che io continuo a ricordarmi che esiste.
Chris, in macchina, ne ha approfittato per cambiare completo. E ha anche un nuovo fazzoletto da gentiluomo. Poche storie, picchi le donne, non sembrerai mai un gran signore.
pag.323
Kate ovviamente li lascia soli, torna a essere inutile.
Ana smette di piangere, ma singhiozza. Sarà la magia dei poteri di Grey in questo caso condensata nel misterioso fazzoletto? Perché ricordiamolo, lui ha poteri ignoti ai più. Come dare le scariche elettriche a una ragazza, fino a bruciarle il cervello e solo allora ubriacarla e maltrattarla. Sì, autrice, io continuo a ricordare tutto U.U
Cit.«Fa parte del mio ruolo vegliare sulle tue necessità. Hai detto che volevi che rimanessi, quindi eccomi qui. Però ti trovo in questo stato
Grey ammette di essere rimasto fuori a fare lo stalker, insomma. Dando ovviamente la colpa a lei. E fa pure lo gnorri. L’hai picchiata, chissà perché è in questo stato. Oh, dimenticavo che secondo lui, alle donne piace. Prendi una donna, trattala male e stai sicuro che lei, se non è la bambola Ana, ti denuncerà.
Grey le chiede, tutto confuso, ‘è perché ti ho picchiato?’. Alla lista di difetti, possiamo ufficialmente aggiungere ipocrita. Questo dimostra che a lui, in realtà, dei bambini affamati del mondo, non frega niente!
Christian pensa che la cura sia l’analgesico. Bravo fesso. Così Ana diventerà assuefatta agli analgesici e quando avrà mal di denti, dolori mestruali o peggio, non le faranno più effetto! E poi, nuovamente, decide lui come lei debba gestire la propria salute.
Ana comincia a considerare ‘gli ordini’ di lui, qualcosa di gentile. E Kate ancora non interviene.
Ana ha paura di essere picchiata e non vuole la pena di Grey. Però pensate che lo dica? Che l’autrice lo faccia ammettere? No, lo sapete anche voi che non succederà. Perché a quel punto Grey dovrebbe dire ad alta voce che non gliene frega e verrebbe meno l’ammmmore!11!!!
pag.324
Grey le dà della bugiarda. Insomma, lei aveva detto di stare bene. Per giunta, che faccia da trota!
Tira in gioco pure la fiducia. Bene, bellezza al bagno, come posso fidarmi di uno stalker che mi picchia?!!!
pag.235
Passiamo dall’occuparci di lei, che è stata male a essere picchiata. A concentrarci sul povero Chris, sconvolto che lei ci sia rimasta male. Che però, il povero cucciolo, si lascia sfuggire che non voleva che lei ‘stesse bene’ mentre la picchiava.
Cit.«Mi piace sentire di avere il controllo, Anastasia. Voglio che tu ti comporti in un certo modo, e se non lo farai ti punirò, così imparerai a comportarti come desidero. Mi piace punirti. Ho voluto sculacciarti da quando mi hai chiesto se ero gay
Capito omaccioni? Se vi chiedono se siete gay potete picchiare una donna. Coda di paglia Grey, coda di paglia. Un vero uomo lo dimostra, non ha bisogno di scattare. E poi, anche se tu lo fossi, non vedo davvero il problema!
Ana prima da la colpa a se stessa, dando ragione a lui. Insomma, dare del gay è qualcosa per cui vale la pena essere picchiati anche per lei. Quando troppi personaggi la vedono nello stesso modo, è l’autore che parla e si pone dentro tutti i personaggi che crea. Successivamente passa la colpa alla migliore amica. Certo, Kate comincia a dubitare di lui, perciò Grey il manipolatore decide di far litigare e allontanare le due amiche. Sia mai che qualcuno difenda la sua vittima.
Cit.«Io non voglio cambiarti. Vorrei che fossi educata, seguissi le regole che ti ho dato e non mi provocassi. Semplice»
Io non voglio cambiarti, voglio direttamente annullarti.
Christian ripete più volte che gli piace punirla, picchiarla. Non è complicato, è solo manesco!
Cit.«Io sono fatto così, Anastasia. Sento la necessità di controllarti. Ho bisogno che tu ti comporti in un certo modo, e se non lo fai, mi piace guardare la tua splendida pelle di alabastro arrossarsi e scaldarsi sotto le mie mani. Mi eccita.»
E’ inutile che indorate la pillola con frasi poetiche. Il punto è che lui è un manipolatore, odioso che si eccita a fare del male. Uno così, andava semplicemente, chiuso in carcere. E’ pericoloso per la società. E sicuramente, con la scusa di sfamare piccoli poveri, chissà cosa gli fa. Sicuramente è anche pedofilo e manesco con i bambini. Perché ogni volta che fa qualcosa per qualcuno, vuole un tornaconto, in controllo e in piacere. Probabilmente è sullo sfruttamento minorile che basa tutti questi miliardi, in questa compagnia che non rispetta una singola regola. Suppongo che l’autrice non abbia fatto 2+2=4, e anche se sapesse che queste sono logiche conclusioni, metterà tutto a tacere.
Ricordo inoltre che lui ha subito violenze da minorenne, quindi queste potrebbero essere cose che riconosce ‘normali’ o ‘eccitanti’. Ed inoltre era molto piccolo quando vedeva la madre fare la prostituta e non sappiamo se i clienti abbiano toccato anche lui. Questo renderebbe il tutto ancora più ‘normale’ per lui, che non ha mai affrontato i suoi problemi psicologici.
pag.326

[26 luglio 2015]

Cit.«Oh, mamma, è un uomo.» «Cosa ti ha fatto?» Ha un tono allarmato.
Persino sua madre, subdora quello che è successo.Se era la mia, veniva di notte a casa. A questo punto l’autrice, come madre, dovrebbe rendersi conto dello scempio che sta scrivendo come relazione. Invece, sicuramente, il tutto verrà messo come al solito a tacere.
Cit.«Oh, tesoro. Come vorrei essere lì con te. Mi dispiace così tanto aver perso la tua laurea. Finalmente ti sei innamorata… Oh, cara, gli uomini sono così complicati. Sono una specie diversa da noi, tesoro. Da quanto tempo lo conosci?»
Come volevasi dimostrare. Pur di non approfondire i problemi, fa nuovamente andare in Ooc un personaggio nel giro di un paio di righe. pag.326
Cit.Non c’è dubbio che Christian appartenga a una specie
diversa… a un altro pianeta.
Sono d’accordo. E’ un rettiliano, un visitor, pazzo e sadico.
Ana ci fa sapere che non è importante che lui la meriti, ma che lei faccia di tutto per meritare lui.
La madre è più interessata, improvvisamente, ai colloqui di lavoro che alla disperazione della figlia. Vorrei ricordare, che un colloquio non lo passi se non sei in forma, ma sei sull’orlo della disperazione.
L’autrice si dimentica che Ana prima aveva pianto, ma poi no, scrivendo nuovamente che ha pianto.
Cit.«Tesoro, per piacere, non lasciare che un uomo ti incastri. Sei troppo giovane. Devi pensare a divertirti.»
E poi il messaggio: fatti tanti uomini. Certo, l’unico motivo per cui deve vivere una donna. =_=”
pag.327
Cit.«Quel brutto bastardo ti ha sconvolto di nuovo?»
Kate di nuovo in fase buona amica. Durerà come sempre pochi secondi.
Cit.Il mondo di Katherine Kavanagh è molto definito: o tutto bianco o tutto nero. Non ci sono le intangibili, misteriose, indefinite sfumature di grigio che colorano il mio. “Benvenuta nel mio mondo.”
Ana è così plagiata che ricopia le frasi.
Inoltre Kate dovrebbe fare la giornalista, ma Ana ci dice che per lei o è tutto bianco o è tutto nero. Insomma, non potrà mai fare quel lavoro.
Ricordo che Ana è ancora ubriaca per colpa di Grey. E la migliore amica voleva farle bere del vino, un genio.
L’autrice, dopo più di cento pagine, si ricorda che Ana è maldestra e cade spesso. Insomma, una caratterizzazione piena di buchi, come sempre.
Cit. “Se fossi mia, non potresti sederti per una settimana dopo la bravata di ieri sera.” Mi aveva avvertito, e io all’epoca mi ero concentrata solo sul fatto di essere sua. I segnali d’allerta c’erano tutti, ma io ero troppo ingenua e infatuata per notarli.
Però, invece di mollarlo, Ana cara; ringrazi di essere maldestra così puoi nascondere che ti sculaccia. BAH!
pag.328
E Kate la fa davvero bere di nuovo! Questa andrà in coma etilico.
Cit. A me sembra cotto e stracotto, ma forse ha uno strano modo di dimostrarlo
Ed ecco infatti che Kate torna a difendere Christian.
Poi ovviamente con una bella frase raccontata l’autrice si toglie s’impiccio e fa monologare Kate, senza bisogno d’inventarsi un vero dialogo.
Un giorno qualcuno mi deve spiegare in cosa consiste il più e il meno. =_=”
Christian, secondo l’autrice, deve scegliere anche se Kate può vivere con il fratello o no. Decide per Ana non basta, deve decidere per ogni personaggio della trama. Pena la sparizione di suddetto personaggio o il suo annichilimento come schiavetto, vedi i friendzonati da Ana.
Dopo che Chris l’ha picchiata, rimane il pc a essere ‘infernale’. Contenta tu, Ana.
Cit.Cara Miss Steele, sei semplicemente deliziosa. La donna più bella,
intelligente, spiritosa e audace che abbia mai incontrato. Prendi un analgesico… Non è una richiesta. E non guidare più il tuo Maggiolino. Lo verrei a sapere.
La lettera di un sociopatico schizofrenico perfetto. Io prendere l’email, andrei alla polizia, farei vedere i segni delle percosse. Ed in questo modo lo potrei incastrare, finalmente. Con buona pace degli sforzi dell’avvocato di famiglia Grey.
pag.329
Le mail sono come sempre un modo dell’autrice per allungare il brodo, senza fare un vero romanzo infarcito di parole e concetti.
Ana si è decisa. Venderà il maggiolino per Grey. Per ora il limite sono le bacchettate. Ci scommetto che non lo resteranno per tutto il romanzo.
Cit. Donne frustranti che non sanno accettare i complimenti
Grey è sempre così antipatico, pieno di sé e maleducato. Anche quando è signorotto e non zallo.
Cit.Taylor si sbarazzerà della tua vecchia auto, e riuscirà anche a spuntare un buon prezzo.
Prima di tutto, questo è furto d’auto. Inoltre, non ci vuole molto. E’ una maledetta auto d’epoca e nemmeno appartiene veramente ad Ana!
Restituitela alla madre di José, sì, io non dimentico i personaggio dopo che non appaiono per dieci pagine.
Eliminare il povero maggiolino è diventata una missione, lo dicono proprio. Spero che Herby elimini voi! *immagina il maggiolino tutto matto che li investe tutti a morte. Splatter!*
Cit.Caro signore, sono sorpresa che tu sia disposto a correre il rischio di far guidare la mia auto al tuo braccio destro, e non a una donna che ti scopi di tanto in tanto. Come fai a essere certo che Taylor riesca a spuntare il prezzo migliore per la suddetta macchina? In passato, probabilmente prima di incontrarti, ero nota per essere un osso duro nelle contrattazioni. Ana
E con questa mail che si commenta da sola, abbiamo finito per ora il commento.
pag.330

[27 luglio 2015]

Cit. È il fatto che sei mia e che posso fare di te quello che voglio, il fatto di avere il controllo totale su un’altra persona. E poi mi eccita. Da morire.
Questo è ufficialmente fuori dal BDSM. Se qualcuno mi dice che è BDSM, si vada a rivedere la descrizione di pazzia, possessività e amanti gelosi e vedrà che si adattano di più come descrizioni a questo.
Cit.«Eri sessualmente eccitata, Anastasia.»
Grey, se era confusa era confusa, non puoi decidere tu cosa provava.
L’autrice corre in suo soccorso, dicendo che è colpa degli altri, che non sono andati abbastanza affondo in lui e nella sua psiche martoriata.
L’autrice butta lì il termine libido. Freud gli spiegherebbe che il termine libido non va utilizzato a casaccio e gli prenoterebbe una bella visita.
Inoltre, voi psicologi, sapevate che la libido è nel basso ventre? Wow, sta rivoltando le regole scientifiche. Ana dimmi, secondo te, anche la gravità sta lì? Dobbiamo chiamare Voyager o Mistero? Magari SuperQuark.
Oggi a SuperQuark vediamo l’esemplare di Demente Anale. La demente è sempre in cerca di un compagno pericoloso. Che, dotato di un quoziente intellettivo di poco maggiore, cattura la sua preda utilizzando fissazioni con i maggiolini e paroloni pieni di buonismo. I due soggetti si muovono solo in ambienti in cui avvertono l’odore dell’agitezza. La Demente, inoltre, teme la tecnologia se non è il Grey zallo a mostrarglielo. Infatti, si accoppiano sempre con gli Grey zallo.
*musichetta di SuperQuark*.
Cit.“Uffa… Cos’ho fatto stavolta?”
Anastasia dimostra come sempre di avere avuto regalata la laurea, visto che ancora ha il cervello di una che va all’asilo.
Cit.«Non ho preservativi, Anastasia, e poi tu sei molto agitata. Al contrario di ciò che pensa la tua coinquilina, non sono un mostro o un maniaco sessuale. E così, ti sei sentita confusa?»
Veramente, ha ragione Kate. Che poi lo sappia e non faccia niente è solo un motivo per mandare anche lei in galera per favoreggiamento.
Grey ha di nuovo gli occhi a tizzone. Mi chiedo tra i suoi occhi a tizzone, quelli che emanano fulmini e quelli d’argento fuso e quindi surriscaldato; quanto spendano in estate di condizionatore. Deve fare caldo vicino a lui!
Chris sa benissimo che la mette in soggezione. Guarda bello mio, tu saprai anche come si devia una mente nei dettagli, ma se era una donna vera non ti riusciva così facile. Manipolatore sì, ma non per questo un personaggio più realistico. E forse è meglio. Altrimenti questo libro diventava un manuale per plagiatori.
pag.327
Cit.Strofino una macchia immaginaria sulla coperta di mia madre.
Benissimo, Ana dimostra anche di essere compulsiva-ossessiva a causa dei traumi. L’autrice si è documentata per farle tutti questi problemi psicologici? Penso di no, suppongo sia un dono, rendere quisquilie ogni disagio mentale possibile in una donna.
Ana si sente Icaro. Ana, Icaro muore, avresti dovuto farlo anche tu.
Grey, tu fai la fine di narciso, annegati tentando di baciarti, fallo come piacere.
Cit.«Oh, Anastasia, sei stata tu a stregarmi. Non è evidente?»
Ci risiamo con il ‘ma mi ha provocato LEI’. Ricordo che questa è la scusante anche degli stupratori e con questa scemenza, insieme al ‘era consenziente’, la fanno anche franca. SCHIFO!
Ana, davvero, piantala. Non esistono le dee interiori!
Cit.Accidenti, gli uomini riescono a infilarsi un sacco di roba nelle tasche.
Ana, dovresti vedere le mie. Rimarresti shockata.
Cit.«Stenditi» ordina.
Ovviamente Ana va a letto quando glielo si dice, senza rumore, senza fiatare. Anzi, ci dice quando sia incredibile che lui dorma con lei. A parte che Grey aveva già dormito con lei, ma che relazione è quella in cui se il tuo ragazzo dorme con te è la novità e non la regola?
Insomma, lui viene, dà ordini, se la fa, la picchia, la maltratta e poi, per giunta, è un eroe nazionale se fa un gesto lontanamente gentile o in questo caso semplicemente normale.
pag.328
Ovviamente, anche se è inutile parlare ancora di Dom e Sub perché siamo lontani dal vero BDSM; Ana e Grey continuano a guardarsi negli occhi. Ovvio =_=”.
Cit«Se devi piangere, fallo davanti a me. Ho bisogno di saperlo.»
Giusto, il feticismo anche delle lacrime ci mancava.
Cit.sempre così prepotente”, ma non posso lamentarmi; è nel mio letto.
Vedi sopra. Inoltre Ana pensa che, visto che a lui piacciono le lacrime, dovrebbe piangere più spesso per lui. E come un cane ammaestrato, chiude la luce subito quando lui glielo ordina.
Cit.«Girati sul fianco, dandomi le spalle» mormora al buio.
Poco importa che lui poi l’abbraccia. Io, se non sono nella mia posizione, non riesco a dormire. Ana si addormenterà pure, dopo aver obbedito, ma è solo una forzatura. Ognuno di noi è abituato a dormire in un certo modo. E alcuni, come me, si muovono anche nel sonno e hanno bisogno di spazio!
Cit.Accidenti! Christian Grey sta dormendo con me, e nel suo abbraccio confortante scivolo in un sonno tranquillo.
COSA DOVREBBE AVERE DI ‘CONFORTANTE’ UN PAZZO CHE TI SNIFFA I CAPELLI MENTRE DORMI?!!!!!!!!!!!!!!!!!
pag.329

[29 luglio 2015]

Capitolo 17
Cit.La fiamma della candela è troppo calda.
Ana si è laureata, ma non sa che il fuoco ‘è caldo’.
Cit.Ali leggere frullano avanti e indietro nel buio, spargendo scaglie polverose nel cerchio di luce.
Dopo la dea inizia a sognarsi le fatine?
Finalmente ho capito. Ana si sogna falena e sogna Grey candela. Come se tutte le volte in cui hanno usato questo paragone a sproposito, o tutte le volte in cui hanno ficcato il mezzo il povero Icaro con il sole; non fossero sufficienti.
Cit.Apro gli occhi, e sono circondata da Christian Grey.
Scopriamo un nuovo dono di Christian, si sa moltiplicare e ti circonda.
No, ovviamente l’ha solo abbracciata, ma l’autrice non sa scrivere. E noi abbiamo orribili visioni di fabbriche di Skynet che invece di Terminator, ci consegnano tanti Mr.FinezzGrey.
Cit.Lui è avvolto intorno a me come la bandiera della vittoria su un atleta.
Le similitudini vanno peggiorando. La strada dell’inferno è lastricata di similitudini di questa autrice, mi sa.
Grey nel sonno perde la finezza che non ha. E’ pesante, la schiaccia, si avvinghia, dorme come un sasso. Magari russa pure. No, ragazzi, questo dell’uomo d’affari non ha neanche l’odore.[Almeno non di quello stereotipato che ci vogliono presentare].
Manfrina infinita su Grey che ha passato con lei tutta la notte. State insieme, non vedo la cosa sconvolgente.
Ana gli sfiora delicatamente la schiena con le dita. Lui ha i sensi da inumano, ovviamente. La percepisce e con gran classe ‘grugnisce infastidito’.
Ha il sonno pesante, ma si sveglia per i minimi spostamenti. Coerenza ha cambiato casa.
Cit.«Buongiorno» farfuglia, imbronciato. «Maledizione, mi attiri anche nel sonno.»
E fu così che gli cavai gli occhi sonnolenti e lo impiccai con il capelli aggrovigliata.
Ha una parola cattiva pure appena svegliato per lei.
pag.330
Grey ha la tipica erezione mattutina, ma ovviamente è lei che l’ha voluta e lei che dovrà accontentarsi di aspettare domenica. Non solo Ana non deve avere una sua opinione, ma le deve anche inserire dei pensieri che vengono da lui stesso.
Cit.«Sei bollente.» «Anche tu sei piuttosto sexy» mormora, e preme contro di me, in maniera allusiva.
No, Christian, la ragazza ha solo caldo. Lascia gli squallidi giochi di parole ai veri p**no.
Per premiare Ana di essersi sopportata le sue scemenze, le dà un bacio a fior di labbra. E poi, mi viene a dire, che non la compra come se fosse una donna di mal’affare.
Ana ha dormito male, ha fatto una marea di incubi per il caldo, ma ovviamente visto che c’era Christian, ha dormito BENISSIMO. =_=”
Ad Ana il sedere ha smesso di bruciarle perché Christian è tenero confuso e in ritardo a lavoro. In fondo, la compagnia va avanti da sola. Basta che lui ti picchi, ma poi ti baci.
pag.331
L’autrice si ricorda che Ana deve essere la prima volta in ogni cosa per Grey, forse per nascondere il fatto che non è la sua prima volta in ambito sessuale. In ogni caso, lui non è mai stato in ritardo. Ceeerto, sempre puntuale a tutte le riunioni. Peccato che io pensi che da bambino forse a scuola in ritardo ci arrivava. Magari da ragazza dopo l’adozione. Però facciamo finta di crederci.
Cit.Taylor verrà a ritirare il Maggiolino. Non stavo scherzando, non devi guidarlo
Giuro che se nomina ancora il Maggiolino, gli prende la sua Audi e gliela ficco in cu**.
Cit. E, come una folata di vento, svanisce.
Si è scordata che non è più una fanfiction di Twilight. Ha lasciato a Grey la supervelocità di Edward Cullen. Anche se i vampiri di quella saga, non ti sbattevano così in faccia i loro poteri.
Ana è felice. Grey con lei ha dormito ben tre volte. Sai, Ana, potrebbe averlo già fatto e starti semplicemente mentendo. Ggggià.
Ana va a bersi il té. Ricordiamo che lei non beve the. Lei strofina la bustina sopra la tazza d’acqua bollente e pensa sia the.
Quindi ha fatto una nutriente colazione a basa di acqua calda! Yay!
Cit. È la fine di un’epoca… Addio a Mr e Mrs Clayton, all’università, a Vancouver, all’appartamento, al Maggiolino. Guardo la macchina infernale, sono solo le 7.52.
La vita di Ana sta per cambiare. E chi non vorrebbe una nuova vita con un uomo che decide come viverla? … Io, ad esempio.
pag.332

[29 luglio 2015]

Cit.Oggetto: Violenza e percosse: i postumi
Ana scrive questo nella mail. No davvero, a questo punto, è impossibile che nessun dipendente sia scontento di Grey come capo, non intercetti questa mail e non la usi per ricattarlo. Sono proprio convinta, che la vera storia figa, sia quella che segue le vicende dell’avvocato killer di casa Grey. Deve esistere per forza.
Cit.Caro Mr Grey, volevi sapere perché mi sono sentita confusa dopo che mi hai – che eufemismo dovremmo utilizzare? – sculacciato, castigato, picchiato, aggredito. Ecco, durante tutta l’allarmante operazione, mi sono sentita avvilita, degradata e maltrattata. E per aumentare la mia mortificazione, hai ragione, ero eccitata, cosa che non mi sarei mai aspettata.
Questa è la descrizione perfetta di una violenza sessuale. Ecco, una donna si sente così. E mi chiedo sinceramente perché Kate o chiunque altro, non utilizzi questa mail per denunciarlo. Infatti Ana, non conosce bene quello che lei chiama ‘aggeggio infernale’ e penso che spesso lo abbia lasciato aperto con una di queste schermate. E’ facilmente sgamabile.
Cit.Come ben sai, tutti gli aspetti del sesso per me sono una novità… Vorrei tanto essere più esperta, e quindi più preparata. Il fatto di essere eccitata mi ha sconvolto.
Ana comincia ad avere problemi con il proprio corpo. Non lo accetta più. Ed inoltre, il fatto che dica di essere così giovane e inesperta, sottolinea che è stata plagiata.
Cit.La cosa che mi ha davvero preoccupato è stata ciò che ho provato dopo. È ancora più difficile da spiegare. Ero felice perché tu eri felice. Mi sentivo sollevata, perché non era stato doloroso come pensavo. E quando mi sono trovata tra le tue braccia, ero… soddisfatta. Ma mi sento imbarazzata, persino colpevole, per le cose che ho provato. Non si addicono alla mia persona, per questo sono così confusa. Ho risposto alla tua domanda?
Ana mostra come ogni suo sentimento sia solo uno specchio di quelli di lui, causato dai sensi di colpa. Lei si svuota, perché si sente colpevole, e si riempie di quello che desidera lui.
Insomma, e pensate che queste schifezze, ora le spacciano anche a ragazzine di 12-14 che non hanno possibilità di rendersi conto che questa è una strada sbagliata. Incrementiamo le violenze domestiche o le violenze sulle ragazze, come se non ce ne fossero abbastanza.
Concludiamo con Ana che spera che il mondo degli affari sia stimolante. No, se è divertente vuol dire che sei uno che froda il fisco e si diverte in costa azzurra. Altrimenti, se fai bene il tuo lavoro, impazzisci dietro alle fluttuazioni di mercato. No, non è divertente passare il tempo a cerare azioni vincenti e sponsor.
Cit.Oggetto interessante, anche se un tantino esagerato, Miss
Steele.
Grey chiede le opinioni di lei solo per dirle che sono sbagliate.
pag.333
Cit.Dunque ti sei sentita avvilita, degradata e maltrattata… Vedo che hai molti punti in comune con Tess Durbeyfield.
Certo, infanghiamo capolavori di scrittura per farli sembrare violenza, così lo è meno quella del protagonista. No, sinceramente. E’ come dire che perché l’inferno c’è nella Divina Commedia, in questo romanzo tutti devono andare in paradiso perché in confronto sono dei santi.
Cit.Mi sembrava che fossi stata tu a scegliere la degradazione.
Se si vergogna, se ha i sensi di colpa, non ha scelto. Anche se avesse scelto, e non è vero, l’ha obbligata lui; avrebbe tutti i diritti di tirarsi indietro. E poi dai, nessuno sceglie di essere maltrattato se non c’è un problema dietro, in questo caso un plagiatore.
Cit.Ti senti davvero come dici, o pensi solo che dovresti sentirti così?
Senti figlio di putt**a, che oggettivamente sei, tu non dovresti sentirti peggio? Non pensi che dovresti visto che sei stato tu. E non metterle confusione in testa, già lei non ha cervello.
Grey ci dice che una sottomessa si deve sentire così, ossia stuprata. Certo, e un dominatore come te dovrebbe essere dietro le sbarre. Smettila di nasconderti dietro il BDSM, qui non c’è per niente.
Cit.la tua inesperienza […] significa che sei mia da ogni punto di vista.
Lascio a voi il commento.
Certo, ora vado al supermercato e mi compro due o tre Ana, e magari sei o sette Vanesse. Voi che ne dite? Però se non sono vergini le rimando indietro.
Grey ci fa sapere che non gliene frega niente se Ana sta male, anzi la cosa lo rende ‘estasiato’. Giusto Grey, anche io mi sentirei estasiata se ti vedessi torturato.
Immaginiamo tutti insieme Grey dimenticato a X sul tetto, con in bocca una trappola per topi e delle cravatte sul per il sedere. In fondo, non sappiamo dove si è spinta la sua di Dom.
Cit.La sculacciata di punizione fa molto più male di quella erotica… quindi questo è il massimo del dolore che proverai, a meno che, naturalmente, tu non compia qualche trasgressione grave, nel qual caso userò qualche arnese per punirti. A me bruciavano le mani. Ma la cosa mi piace.
Qualche arnese? Spero davvero che qualcuno un giorno utilizzi contro di lui questa mail e sia più forte dell’avvocato killer.
Cit.Anch’io mi sono sentito soddisfatto, più di quanto potresti mai immaginare. Non sprecare energie nei sensi di colpa, nei rimorsi ecc. Siamo adulti consenzienti e quello che facciamo nell’intimità riguarda solo noi. Devi liberare la mente e ascoltare il tuo corpo.
Ascolto il mio corpo … *vomita in faccia a Grey*. Sì, decisamente meglio.
Ora ovviamente secondo lui c’è un interruttore che alzi e abbassi per spegnere i sensi di colpa. In fondo lo sanno tutti che il cervello funziona a comandi semplici e gli psicologi sono semplicemente dei tecnici molto specializzati in leve e pulsanti.
Cit.Il mondo degli affari non è stimolante quanto te, Miss Steele.
Mi sentirei molto amata a essere paragonata a scartoffie di lavoro (?)
pag.334
Riesce persino a essere noioso. Cioè, ti annoi mentre vomiti, COMBO!
Cit.Oh, mio Dio… “Mia da ogni punto di vista.” Mi sento mancare il fiato.
Mi immagino le amanti di questo libro, in bigodini e vestaglia, che ansimano sudate per l’emozione. “Oh sì!!!1!”.
Il peggio è immaginare ragazzine che, invece, lo mettono in atto. E finisco male in discoteca.
Cit.Oggetto: Adulti consenzienti! Non dovresti essere in riunione? Sono felice che ti bruciassero le mani. E se avessi ascoltato il mio corpo, adesso sarei in Alaska. Ana
Allora vacci in Alaska, Ana. Magari ti iberni. Visto che ci sono momenti in cui capisci che è assurdo, ma continui a stare lì.
Dimenticavo che se lo dici ai tuoi genitori, ti dicono ‘bevi del vino e dimentica’ e se lo dici alla tua migliore amica ti risponde ‘sì, io lo odio, dovresti lasciarlo, ma Ana, ti AMAAAA!”. *leggetelo con voce femminea nasale*.
Ovviamente perdiamo pagine e pagine con la solita scusa dell’impaginazione a email.
Cit.Oggetto: Non hai chiamato la polizia
L’autrice ci sta dicendo che Ana poteva chiamare la polizia. Ce lo sta dicendo utilizzando Grey! Insomma, l’autrice stessa sa la verità. Eppure ‘se non chiami la polizia, il reato non c’è stato’. Ovvio, quindi miliardi di stupri non si sono verificati solo perché le vittime erano troppo shockate.
cit.se proprio vuoi saperlo, sono in riunione, a parlare del mercato dei futures.
In riunione tu scrivi e mandi email? Grey, davvero, è Eliott che manda avanti la baracca? O hai trovato una piantagione di alberi che producono soldi?
I futures sono: I futures sono contratti standard e quindi negoziabili, a differenza di quelli personalizzati (over the counter), che per la loro eterogeneità non sono scambiabili sul mercato. Vengono negoziati nei mercati regolamentati; nella prassi finanziaria esistono delle regole nella negoziazione e nella creazione di questi strumenti finanziari. [preso da Wiki]
Non vorrei dire una fesseria, ma quindi ne potrebbe parlare solo in borsa. E’ un tantino illegale che lo faccia in una riunione con i suoi a porte chiuse.
E poi non dovrebbe parlarne con lei. Addio alla riservatezza all’interno di una azienda. Mi chiedo come ancora non lo abbia fregato la concorrenza con un pizzico di spionaggio industriale.
Cit.Non mi hai chiesto in nessun momento di smettere, non hai usato nessuna delle due safeword.
Come faceva ad usarle senza che le aveste concordate?!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
pag.335
Cit, Sei un’adulta: puoi scegliere. Sinceramente, non vedo l’ora di avere di nuovo il palmo dolorante. A quanto pare, non ascolti la parte giusta del tuo corpo. In Alaska fa molto freddo, non è un bel posto in cui nascondersi. Ti troverei. Posso intercettare il tuo cellulare… ricordi? Vai a lavorare.
Sei un’adulta non significa niente. Ana non è una donna matura, è una ragazzina, quindi non è vero. Anche un adulto può essere obbligato, inoltre, a fare qualcosa che non vuole.
La sta minacciando di picchiarla di nuovo perché secondo lui è ovvio quale parte del corpo di una donna è l’unica che vale. Certo, spegni il cervello, ascolti il sedere che ‘per tua scelta’ deve essere pronto a farsi prendere. Oh Grey, l’evirazione ti starebbe così bene.
Ha ammesso in una mail leggibile da chiunque che è uno stalker. E’ vietato spiare i cellulari altrui. E’ vietato inseguire la gente. E le sta dicendo che da lui non potrà nascondersi mai, insomma il solito sadico pervertito.
Vai a lavorare? Glielo dice solo perché è l’ultima volta. Lo sappiamo tutti che lavoro vorrebbe che lei facesse. Ossia dargli piacere quando gli gira, piange e soffrire quando gli dà estasi ed essere pure felice della sua vita.
Cit.Oggetto: Stalker Ti sei mai rivolto a uno psicologo per queste tue tendenze da stalker?
L’autrice cerca di portarla sullo scherzo. No, non sto ridendo non ci trovo niente di divertente. Donne hanno avuto la vita rovinata, il viso sfregiato e sono finite uccise così.
pag.336

[29 luglio 2015]

Cit. Stalker? Io? Corrispondo una piccola fortuna al dottor Flynn per il trattamento delle mie tendenze da stalker e altro.
Veniamo a conoscenza di uno psicologo che sa i segreti di Gray. Ora, io conosco l’obbligo che impone a un dottore il segreto professionale. Però Christian, allora non dire che sei sano. Nessun dottore, tranne se mente, non ti farebbe notare che questo è sbagliato.
Attenzione, si sta parlando delle sue mani da stalker e dei suoi incubi ricorrenti. Io mi auguro con il cuore che l’autrice non pensi che chi pratica BDSM deve andare dallo psicologo.
Ovviamente la colpa è del dottore, non di Grey che è recidivo.
Cit. L’ARROGANZA DELLE MAIUSCOLE Per quanto riguarda le tue tendenze da stalker, mi sembra che un po’ siano anche affari miei. Non ho ancora firmato niente. Quindi, regole, marameo. E poi non inizio prima delle 9.30.
Si cerca di sminuire la cosa grave che lui sta facendo tutto questo senza che lei abbia firmato. E poi nel contratto c’erano delle clausole, che stanno venendo ignorate. Come? Con l’espediente narrativo poco funzionale di mettere tutto sul ridicolo aggiungendo un ‘marameo’.
Cit.“Marameo”? Non so se si trova sul dizionario.
E la cosa non solo non era divertente, ma anche se lo fosse stata spiegate all’autrice che se uno scherzo dura troppo non è più simpatico.
Oh Grey, tra l’altro la definizione da dizionario di marameo esiste ed è questa: m (pl: maramei)
interiezione di sberleffo che ricorda il miagolio del gatto.
Cit.È una via di mezzo tra il maniaco del controllo e lo stalker. E la linguistica descrittiva per me è un limite assoluto.
Ana, io ti vorrei ricordare, che ti sei laureata solo il giorno prima in lingue – o lettere. Quindi, per favore, se non sei brava in quello, ammetti tu stessa che sei una raccomandata.
pag.337
Oh, il grande amore, Ana vorrebbe che lui smettesse di tormentarla. Eccome se lo vuole intorno, solo perché l’ha deciso l’autrice.
Cit.L’Audi è una gioia da guidare. Ha il servosterzo. Wanda, il mio Maggiolino, era quasi ingovernabile: così l’esercizio fisico quotidiano che facevo per guidarla cesserà. Be’, comunque, secondo le regole di Christian, dovrò vedermela con un personal trainer. Uffa. Odio fare sport.
L’Audi ha pagato sicuramente l’autrice. Tanta pubblicità infilata a forza. Già è fastidioso in un film, in un testo scritto è anche peggio.
Ana ha già preso per legge che deve fare ciò che vuole Grey anche non vuole.
Ciliegina sulla torta, anche lei dice un sacco di cattiverie al povero maggiolino.
Giuro, se sapessi disegnare, farei un bello schizzo del maggiolino con i guantoni da boxe sopra le ruote superiori, che suona come una zampogna Grey e Ana di cazzotti.
Cit.A volte lui sa proprio essere un paternalista figlio di puttana. Poi penso a Grace e mi sento in colpa.
Cioè, lei si fa scopare da lui per sensi di colpa. Beeeeene. L’avevo detto che non sapeva poi usarla tanto bene quella viscida anaconda.
Cit. Il problema è che voglio solo lui, non tutto il suo… bagaglio, che al momento riempirebbe un cargo.
Voglio te, non il tuo passato, non il tuo modo di essere.
Ora, hai assolutamente ragione, ma allora non lo vuoi davvero! Noi siamo anche il nostro passato e i nostri difetti.
Accettare quello che vuole lui, significa accettare i propri sentimenti. Insomma Ana, ti stai dicendo di non averne. Vedete come esegue passivamente anche questo genere di ordini?
E con la signorina perfettamente svuotata e riempita a comanda, vado a vomitare salutandovi.
pag.338

[12 settembre 2015]

Christian continua a cambiare psicologi, perché gli dicono che è sano. Forse si rende conto anche lui di essere pazzo. Questo non basterebbe a una ragazza normale per lasciarlo?
Pag..336
Continuo a pensare che marameo non sia una frase da adulti. Qui si sta riflettendo se ‘forse’ quando è il tuo ragazzo a essere uno stalker è affar tuo. Certo che è affar tuo! Se tu che rischi la vita!
Ora immaginate di ricevere una mail con oggetto: L’ARROGANZA DELLE MAIUSCOLE o Linguistica descrittiva. Quante risate vi fareste? Sempre che non siate in Lettere e temete sia una lettera dall’università.
Grey trova spassoso quando gli prudono le mani. E’ un violento, basta girarci intorno.
Pag.337
Cit. L’Audi è una gioia da guidare.
Ecco a voi la pubblicità dell’Audi. E’ vero, una macchina senza servosterzo ai giorni nostri è difficile da guidare, ma questo per i Maggiolini di vecchio tipo era molto meno vero. L’autrice non ha mai guidato un maggiolino! E’ un razzismo insensato il suo! P.s. la mia macchina è senza servosterzo e non mi serve la preparazione fisica di cui millanta Ana.
Cit. Be’,
Si scrive Beh, razza di pecora!
Cit. Uffa. Odio fare sport.
A parte che non è tuo padre e tu non hai cinque anni, dovresti lamentarti da donna adulta. Questa storia è troppo una ficcyna fatta male. Inoltre, se non vuoi, non avendo firmato niente, non devi farlo. Non ci arriverà mai =_=”.
Cit. A volte lui sa proprio essere un paternalista figlio di puttana.
Questa sì che è la frase che dici al tuo vero amore.
Cit. quello è tutto un mondo di dolore sconosciuto.
Secondo Ana tutti gli adottati soffrono. Ecco un altro esempio di bigottismo da parte dell’autrice. Alle volte, l’affetto e l’amore valgono più del sangue, spiegatelo a queste demente di autrice!
Cit. Forse figlio di puttana ci potrebbe anche stare.
Erroraccio! Il personaggio sa qualcosa che non dovrebbe sapere e che non conosce neanche il lettore, solo perché lo sa l’autrice.
Ana non lo vuole, non vuole accettare il suo bagaglio che definisce titanico tanto da non entrare in un cargo. A parte lo schifo di similitudine, da scrittrice insignificante, ma questo ovviamente viene sublimato dal: accetta i tuoi desideri. Insomma, lei deve amare Christian, che chiama per nome e cognome (un esempio di amore) solo perché è deciso così dalla trama.
Pag.338
Sapete che più lavorate più vi sembra che il tempo passi in fretta?
Allora è vero che sei hai tanto da fare, non pensi ai tuoi problemi. Però non ti sembri che passi in fretta! Tranne che il tuo lavoro è dipingere o qualcos’altro che ami alla follia. E lei non mi sembra voglia rimanere a lavorare in quel negozio.
E poi parliamo di quanto dovrebbe essere stanca e con i piedi a pezzi una commessa che ha lavorato tutto il giorno?!
Cit. Cosa mi avrà mandato Christian stavolta?
E con questa frase, l’autrice ha mandato quel paese tutte le moine con cui aveva fatto sembrare Ana (forse nei suoi sogni) incorruttibile. E’ solo una ragazza facile che si è fatta corrompere dai soldi e dai regali costosi. INCOERENZA!
Cit. È un BlackBerry.
Ana non sa cos’è un pc, praticamente come funziona. Però sa cos’è un BlackBerry. Cosa dicevo riguardo all’incoerenza?
Cit. Devo poterti contattare in qualsiasi momento e, dato che la mail è la tua forma più sincera di comunicazione, ho pensato che avessi bisogno di un BlackBerry.
Christian Grey
A parte che esistono i cellulari, se devi contattare qualcuno spesso. Non è necessario esserci in ogni momento! Alla fine un fidanzato, anche quando non cade nello stalker come lui, diventa asfissiante se c’è sempre.
Inoltre sei tu che per mail, ogni tanto, sembri meno malato, non lei!
Ana si ricorda improvvisamente di non volere i regali e di odiare il consumismo. Peccato che così sembri solo molto ipocrita. Ed inoltre lui ha scritto ‘in prestito’, così sembra che lei se lo sia ricordato solo per quello.
Cit. Penso che dovresti chiamare il dottor Flynn, subito. Le tue tendenze da stalker stanno arrivando al limite.
Invece di consigliargli di andare dal dottore, dovresti chiamare la polizia tu.
Pag.339
Cit. Grazie per l’ennesimo gadget.
Non sbagliavo quando ti ho detto che sei il consumatore ideale.
Perché l’hai fatto?
Prima di tutto smettila di fare l’accultura che conosce ‘il consumatore ideale’ se, quando ti ha appena spiegato perché ha fatto qualcosa, tu gli chiedi il motivo. Te lo ha appena detto oca! Rileggi la mail di lui e te ne accorgerai!
E poi, scusa, non capisci cosa ti ha detto, però rispondi come se lo avessi capito parlando di stalker? O pensi che lui sia un bonaccione simpatico che stava scherzando? Non ti ricordi che ha trovato persino casa tua con il satellite?!
Cit. Sagace per essere così giovane
Grey, penso, che la stia prendendo per i fondelli. O questo, o pensa che il massimo di intelligenza delle donne, è questo. Misogino di mer**!
Cit. Il dottor Flynn è in vacanza. L’ho fatto perché posso permettermelo.
A parte le sicure manie di controllo che ha uno che ripete sempre che può permettersi tutto. Cosa vuol dire che il tuo psicologo sa che sei pericoloso, fa finta di no e ti lascia pure per andare in vacanza?! Lo ha f0rse ucciso il fantomatico avvocato dei Grey? O Christian lo ha fatto a pezzi e lo nasconde in cantina?
Chiamate un nuovo psicologo, Chris si sente l’hannibal dei poveri.
Ana odia il nuovo gadget, però invece di restituirlo o almeno fare finta come aveva fatto con gli altri, lo intasca immediatamente.
Cit. Mandare mail a Christian dà assuefazione, ma adesso dovrei lavorare. Lo sento
contro il sedere… “Molto appropriato” penso ironicamente
La dipendenza di Ana da Christian peggiora a vista d’occhio. Il che non è bello.
Ana si è ricordata che, almeno l’ultimo giorno, dovrebbe lavorare davvero e non fare finta.
Però ragazzi, trasformare persino il BlackBerry in una allusione sessuale è di una tristezza unica.
Ricordiamo che loro, anche se palesemente lo hanno fatto, ufficialmente non hanno mai avuto rapporti anali. Allora non sarebbe più appropriato se il cellulare fosse in una tasca davanti dei pantaloni che preme altrove?
Cit. Alle quattro del pomeriggio Mr e Mrs Clayton radunano tutti i dipendenti del negozio e, durante un discorso tanto imbarazzante da farmi venire la pelle d’oca, mi regalano un assegno da trecento dollari.
Ammazza della liquidazione! Per non aver lavorato mai, nemmeno l’ultimo giorno se addirittura in onore di lei non hanno lavorato neanche gli altri. L’hanno trattata neanche fosse figlia loro, quando ha friendzonato il figlio del proprietario. Ana è la solita Mary Sue. E’ raro ti diano subito la liquidazione, men che meno con un discorso commovente!
Cit. In quel momento tutti gli eventi delle ultime tre settimane mi scoppiano dentro: gli esami, la laurea, un impegnativo, incasinato miliardario, la perdita della verginità, i limiti relativi e assoluti, le sale giochi senza console, i giri in elicottero e il fatto che domani mi
trasferirò in un’altra città. Stranamente riesco a mantenere un contegno.
Questa frase è inutile visto che lei non dimostra assolutamente niente! Tranne che la sua emotività sia nulla e quindi tutte queste emozioni si trasformino in un nulla di fatto.
E poi quando è triste la frase: sale giochi senza console?
Sinceramente, quanta gente trova triste un giro in elicottero? Il resto ci sta, ma la laurea dovrebbe essere un momento gioioso.
Forse voleva intendere ‘cose che danno emozioni forti sia positive che negative’, ma in ogni caso, esposte in questa specie di riassuntino delle puntate precedenti, fa solo ridere.
Cit. Mi fulmina con lo sguardo, e per un attimo mi chiedo se non stia per sculacciarmi anche lei.
Ana comincia a credere che tutti, persino la migliore amica di cui si dovrebbe fidare, hanno intenzione di picchiarla. Crede che sculacciare la gente in pubblico, sia normale e legale. Ora, Ana, l’unico che dovrebbe sculacciarti è tuo padre, per esserti fatta mettere in una situazione così idiota e pericolosa!!!!
Cit. regalo per la mia laurea.» Cerco di fare l’indifferente. “Ebbene sì, mi regalano auto costose ogni giorno.”
Questo pensiero di Ana, tutto orgoglioso, distrugge definitivamente qualsivoglia facciata di giovane non interessata solo ai soldi.
Non voglio fare la moralista, lo capisco anche se una ragazza vuole ottenere soldi e prestigio, ma almeno lo dica chiaro e tondo.
Cit. «Un generoso, megalomane bastardo, vero?»
Oh Kate, sarai odiosa e piena di contraddizioni, ma escitene più spesso con battute simili. Almeno penserò che ti meriti Eliott, l’unico personaggio che mi sia interessato dall’inizio della storia. Forse perché l’autrice non scrive di lui e me lo posso immaginare figo.
Cit. Non c’è da stupirsi che tu sia
sopraffatta. Ho visto che è rimasto a dormire.»
Ritorna il bipolarismo di Kate. O meglio, l’autrice ha dovuto di nuovo prendere le redini di questo personaggio. Sia mai che lei odi Grey dicendo quello che è davvero. Sia mai che Christian non sia santificato per cose banali come dormire insieme con la sua ragazza.
Pag.340
Cit. Il dottore arriverà all’Escala per visitarti alle 13.30.
Ricordo che hanno intenzione di darle la pillola che potrebbe farle venire una trombosi o peggio, senza averla visitata. E lui, non le da neanche la possibilità di non essere d’accordo. Io non andavo né da lui, né dal suo schifo di medico.
La nostra società è maschilista e spesso si deve venire a patti con cose che uno non vuole accettare, ma qui si va nell’esagerazione. Almeno la sua salute è sua!
Cit. Caspita, sembra che stia parlando del tempo.
Appunto ed invece si parla della tua salute. Dovevi rispondergli male!
Ana pensa che lui le parli con un tono di lavoro. No, è un tono di comando. Se fa il capoccia così anche con i suoi dipendenti, devo pensare che sia tutt’altro che un filantropo. Però, almeno, i suoi dipendenti li paga e possono licenziarsi!
Alzare gli occhi al cielo, da soli, è un sogno di sfida. Ana, si sta abituando a comportarsi come vuole lui sempre, come se Christian fosse sempre con lei. Insomma, io questo libro lo farei studiare a degli psicologi per vedere tanti bei sintomi di malattie. Perché alzare gli occhi al cielo, è Chris che pensa essere un gesto di sfida. Tra un po’ dovremmo sentirci lei che si fa fisime da sola perché si morde il labbro? Avvertitemi prima.
Cit. Taylor è in piedi sulla soglia, con il suo abito impeccabile. Scorgo una traccia dell’ex militare nel taglio a spazzola, nel fisico robusto e nello sguardo glaciale.
Il mistero è risolto! E’ Taylor il killer professionista! E’ lui che fa sparire le prove con omicidi e simili! U_U
p.s. avere un maggiordomo ex-militare che fa tutto per te è un cliché che amo. Solo che va bene se è Jarvis degli Stark, se è Alfred per i Wayne. Non capisco come lo abbia ottenuto Christian. Forse Eliott è un supereroe, a molti di loro capita di avere un fratello schizzato e minore.
Cit. «Miss Steele» dice. «Sono venuto per l’automobile.»
Taylor sta per uccidere il maggiolino, requiem.
Cit. Sicuramente questo esula dalle sue mansioni. Ancora una volta, mi chiedo quale sia di preciso la funzione di Taylor.
Ricordiamo che Taylor compra vestiti della taglia giusta a una donna solo guardandola. E che è capace di comparire sempre ovunque e comunque. Io vorrei chiedere all’autrice se questo le sembrano caratteristiche per un romanzo realistico! Se devi copiare dai film, almeno copia da quelli dello stesso genere!
Ana, nel maggiolino, ha solo una torcia. Quindi niente cd, mp3, carte rimaste in macchina, appunti dell’università ormai finita, ricordi del posto di lavoro, il vecchio giacchetto rimasto sul sedile, il parasole, LE CARTE DELL’ASSICURAZIONE DELLA MACCHINA, ecc.. Sempre molto realistico (?)
Ovviamente ci tocca la finta scena strappalacrime in cui Ana dice addio a Wanda il Maggiolino.
LA MACCHINA NON E’ TUA! Ed il fatto che non hai i documenti lo dimostra. Non puoi farla distruggere!
E’ della madre di José! Restituisci Wanda se non la vuoi, non puoi rottamarla, è illegale!
Pag.341
L’autrice non ha neanche l’idea di quanto è grande un maggiolino, descrive le proporzioni con i piedi.
Cit. «Da quattro anni, Miss Steele.»
Taylor non ci crede nessuno che ci lavori da soli quattro anni.
Cit. Ma è probabile che abbia firmato un accordo di riservatezza.
Ana, visto quanto funzionano gli accordi di riservatezza da Grey, che spesso puoi anche non firmare e lui se lo scorda; probabilmente Taylor ti può dire pure quante volte Christian va in bagno.
Ana vede suo padre in Taylor. O il povero Ray è di nuovo soggetto a razzismo, o Ana vede una figura paterna ormai in qualunque cosa. In ogni caso se trovi un militare addestrato come una figura di riferimento, evidentemente sei manipolabile forte.
Cit. «È una brava persona, Miss Steele» dice, con un sorriso.
In compenso credo che Taylor l’abbia adottata. Siamo sicuri che non ha azzeccato la taglia di Ana, perché ha una figlia che somiglia fisicamente? Magari, almeno ci toglieremmo un buco di trama.
Cit. Appartamento, Maggiolino, Clayton… un cambiamento dopo l’altro.
Finiranno mai i riassuntini per bambini deficienti? Già non sopporto i riassunti prima di una nuova puntata di un telefilm o di un anime.
Ana è deficiente! Lo sapevo già, ma lo riprova continuamente. Taylor dice a lei che è una brava persona e lei crede si parli di Christian. Non lo ha nominato nessuno!
E tra l’altro, come ciliegina, Ana si chiede pure se credere a Taylor. Se non ti fidi di Christian, non starci! Il vostro è uno schifoso rapporto basato sul sesso, non mi fare la santarella vergine fino a lui perché non ci crede nessuno.
Cit. José viene a trovarci con una cena cinese takeaway alle otto.
Come ha reagito a sapere del maggiolino eliminato? E poi, Ana, hai un ragazzo, perché ti fai offrire la cena dal friendzonato? Tanto Grey li butta i soldi per te. Con José, povero immigrato clandestino, è giusto non fare l’ipocrita e farsi solo offrire la roba che peraltro butta.
Cit. Gli scatoloni sono pronti e noi siamo sul piede di partenza.
Conoscevo sul piede di guerra, ma di partenza mi è nuovo.
Cit. Porta diverse bottiglie di birra.
Questa è la frase successiva a quella che ho citato prima. Il piede di partenza porta delle bottiglie? O.o Suppongo sia sempre lo schiavetto0\José. Non merita neanche di essere soggetto della frase.
Posso immaginare José che fa il Robin di Eliott Batman?
Ana, tu sei un alcolista, non fai altro che ubriacarti dall’inizio della storia. Ora ti scoli più bottiglie di birra? Però, notare, che non ha mai il mal di testa postumo. Ci vuole un cervello per avere quei sintomi, evidentemente.
Cit. Kate e io ci accomodiamo sul divano, mentre lui si siede a gambe incrociate sul pavimento davanti a noi.
Abbiamo trovato il vero passivo della storia. José il dominato, non si siede sulla poltrona, ma ai piedi della sue Mistress.
Vi risparmio la sbronza di tutti e tre perché è una sbronza triste, di quelle in cui si ricordano i bei tempi.
Cit. L’atmosfera tra me e José è tornata normale, le sue avances sono state dimenticate. O meglio, sono state nascoste sotto il tappeto su cui è adagiata la mia dea interiore, mangiando grappoli d’uva e tamburellando con le dita, nell’attesa non molto paziente che arrivi domenica.
Ana non si sente la Mistress di José, ma direttamente la sua dea. Non so tra lei e Christian chi è più egocentrico, ma soprattutto come lei passi da questi istinti di dominio al voler essere una perfetta succube.
Pag.342
Cit. Kate va ad aprire e rischia di essere travolta da Elliot. Lui la avvolge in un abbraccio hollywoodiano, che si trasforma subito in un amplesso da film indipendente europeo.
A parte la descrizione orribile dell’autrice, come sempre questo personaggio si dimostra meglio di Christian. Seguire era così difficile? Evidente sì, per una che non sa scrivere.
Ana, José non è sconvolto dalla mancanza di pudore, ma spera di fare lo stesso con te. Lo so che lo consideri uno zerbino, ma è un maschio etero non asessuato.
Ana è decisa, sfiderà Christian uscendo mentre lui non c’è per bere ancora. No, Ana, sei solo alcolista non anonima.
Sapete che Kate sorride ad Okey? Sapevatelo.
Ana prende sottobraccio José e lo illude, solo perché lo trova piatto. Ana, un personaggio che ti lascia distruggere la macchina, che sa fare delle foto artistiche e che ti sopporta è tutt’altro che piatto. Piatto è il tuo riccastro, vuoto e stalker, che pensa solo a una cosa in versione legacci!
Pag.343
Cit. Kate e Elliot non si vedono, ma si sentono eccome. Spero di non fare tanto casino anch’io.
Ana, almeno Elliot non ha niente da nascondere. Evidentemente, al contrario del fratello, non è una maniaco del controllo che vuole fare bondage.
Il fatto che con te Christian non mandi un gemito, sia silenzioso e non faccia rumore, non dovrebbe far presagire bene. Almeno, a quanto pare, ad Elliot piace davvero farlo con Kate. Insomma, l’autrice dovrebbe evitare questo paragone, perché sta demolendo l’ars amatoria dei suoi protagonisti.
Anzi, sinceramente, mi chiedo se Chris non abbia dei giustificati sentimenti d’inferiorità verso il fratello maggiore. Nonostante la famigerata ‘anaconda’ nei pantaloni.
Ana è una bugiarda, ha nascosto la fine del maggiolino. E’ illegale! Non era tuo! Spero che la madre di José lo scopra, faccia causa a Grey e gli riesca a scucire tanti dollari.
Cit. So che andrà su tutte le furie quando lo scoprirà e riesco a sopportare solo un uomo furioso alla volta.
Ana, se José ti denuncia o picchia, ha ragione. Anche se lui, è un signore, non ti alzerebbe un dito, al contrario del tuo principe grigio.
Ana, dopo che hai dimostrato di sapere cos’è un BlackBerry, smettila di chiamare ‘macchina infernale’ il tuo pc.
Cit. Sei ancora al lavoro o hai messo negli scatoloni anche il telefono, il BlackBerry e il MacBook? Chiamami, o potrei essere costretto a chiamare Elliot.
Prima di tutto, potrebbe davvero aver messo tutto negli scatoli. Poi, magari, si è addormentata dopo il lavoro. Inoltre non deve chiamarti per forza appena ha un secondo libero.
Per finire, chiamalo Elliot, così magari scopre che ha un fratello stalker e ti blocca lui.
Tralasciamo le parolacce vaganti, senza contesto, con cui si conclude la pagina.
Pag.344
Cinque telefonate e un messaggio vocale, per un po’ di ritardo. Neanche una madre fa così!
Cit. Penso che tu debba imparare a gestire le mie aspettative. Non sono un uomo paziente. Se dici che intendi contattarmi quando stacchi dal lavoro, dovresti avere la decenza di farlo.
Non c’è bisogno di commentare. E’ ossessivo, odioso, capriccioso e ‘lei’, secondo la sua testa malata, dovrebbe pensare a cosa ‘si aspetta lui’. Bello mio, o la pianta, o cambi aspettative o ti vai a ricoverare.
Cit. “Merda! Mi darà mai il tempo di respirare?”
No Ana, è uno stalker!
Cit. Mi sta soffocando. Con un terrore profondo e viscerale trovo il suo numero nella
rubrica e premo il tasto di chiamata.
Almeno se questo romanzo fosse stato un horror e lei finiva ammazzata, avrebbe avuto un senso.
Cit. Ho il cuore in gola mentre aspetto la sua risposta. È probabile che mi farà un culo così, e il pensiero mi deprime.
Trasformare una situazione drammatica e il terrore esistenziale di una donna in una battuta a doppio senso va oltre lo squallido. Insomma, l’autrice andrebbe denunciata! E’ istigazione allo stupro!
Non dico che non devi fare personaggi al limite, semplicemente quando sai che danno lezioni di questo tipo, non devono essere per tutti positivi. E se non sai scrivere a questi livelli, lo fai in terza persona, diminuendo l’accezione positiva del messaggio sbagliato.
Grey le lecca un po’ il sedere, per fare il tipico giochetto che istiga alla Sindrome di Stoccolma. Infatti la sua cortesia, persino Ana se ne accorge, è forzata.
José è diventata una parolaccia, guai a nominarlo. Ti brucia che quello è normale e tu no, vero Grey?
Pag.345

[30 settembre 2015]

Grey ci viene presentato con aria malinconia, dolceamara di qualcuno che può permettersi di suonare un pianoforte a coda e di mangiare a sbafo nelle cene di gala e di beneficenza. Poverino, è tutto solo con pacchi e pacchi di soldi.
Ana sente così tanto il bisogno di averlo vicino. Così NON PUO’ TOCCARLO, mentre è accanto a lei e non mentre è in un’altra città.
Ad Ana si accappona la pelle. Ovvio sintomo di paura, ma l’autrice ci dice che è apprensione per il ricco rampollo un po’ annoiato. Morirà di sicuro per noi e troppi soldi
.-.
L’unica cosa che placa l’animo tormentato di questo ‘poraccio pieno di soldi’, è quando lei lo chiama ‘signore’. Grey, se te lo aspettavi da me, potevi attaccarti al tram ^^. Gli si mozza anche il fiato. Che, probabilmente, era solo un disturbo di linea telefonica.
Ana dice ‘come adolescenti’. Ana, sveglia, tu sei adolescente NEL CERVELLO. Ti ubriachi come un adolescente, ti ecciti di continuo come un adolescente, hai la sindrome della crocerossina che va dietro ai bad boy come le onedirectionine. O forse, semplicemente, non hai un carattere del tutto.
Cit. «Riattacca tu» mormoro.
«No, tu.»
«Non voglio.»
In una storia in cui lui picchia lei, almeno speravo di potermi evitare scenette simili. L’autrice ogni tanto si ricorda il suo target e quindi aggiunge scenette melense che fanno cariare i denti. E, nel contesto, puzzano di ipocrisia a chi ha un cervello.
Pag.346
Grey le dice chiaro e tondo che ogni volta che avrà l’impulso di picchiarla o sarà arrabbiato, lo farà. Rassicurante, sul serio.
Fortunatamente il teatrino telefonico, con tanto di ‘signore’ di contorno, si chiude.
Nuovamente lo stacco temporale, viene dimenticato.
Elliot, il nostro eroe della situazione, ha gratuitamente collegato il loro impianto televisivo. Questo si fa in quattro e il suo amore viene considerato di contorno. Suo fratello ogni tanto regala, al massimo, ceffoni e viene osannato. La meritocrazia è passata di moda.
Cit. Kate e io ci buttiamo sul divano ridacchiando, colpite dalla sua abilità con il trapano.
Visto che l’autrice, però, sa scrivere solo di scene ambigue, ci butta questa perla.
Non si sa perché, il loro nuovo appartamento, è un magazzino ‘di mattoni’. O.o Solo a me sembra non avere senso?
Cit. «Hai visto, piccola, è stato facile.» Guarda Kate con un sorriso smagliante, e lei rischia di sciogliersi.
Io, ai lettori, avrei consigliato un porno, penso che trovavano le stesse battute squallide.
Ana, ovviamente, trova questo esasperante e non il ‘Fo**o forte”. Contenta lei.
Pag.347
Elliot fa battuta abbastanza simpatiche, è interessato alla sorella e pensa che il fratellino abbia relazioni normali. Finalmente un personaggio sano, sembrerebbe. Perciò l’autrice cerca di toglierselo dalla scena ed etichetta le azioni sensate come ‘stucchevoli’. Contenta lei =_=”.
Cit.affettuoso, molto affettuoso, troppo affettuoso con Kate.
Ana ci fa sapere che lei preferisce quelli non affettuosi e che ti picchiano. Lo avevano notato.
Ana, nuovamente, ci mostra come si può invidiare la migliore amica. Sempre pieno di buoni sentimento questo romanzo. Meglio essere violentatori gelosi che bravi amici o gay. Mai essere gay. (?).
Il traduttore ogni tanto si dimentica di tradurre concetti, intere frasi o oggetti importanti. Visto che mi scoccio ad andarmeli a cercare, mettiamo solo che Ana e Kate mangiano una banale pizza e sono convinte di fare qualcosa di aristocratico.
Le protagoniste vivono in una specie di villona lussuosa al centro della città. E hanno il coraggio di dire che è un ex-magazzino.
pag.348
Come in tutti i libri, anche qui, le protagoniste si svegliano sempre di soprassalto. Sia mai che qualche volta non ci si svegli normalmente. Nei libri, insomma, si rischia sempre l’infarto.
Kate apre al fattorino in mode zoccola, ma ovviamente ci viene presentato come: l’essere una donna bellissima e soave.
Il che mi fa innervosire. Una può essere davvero bellissima al naturale, con ancora le pantofole addosso. L’autrice, però, pensa che le donne debbano sempre mercificare il loro corpo.
Grey vuole che Ana sia sempre sbronza, in fondo da ubriaca la gestisce meglio. Perciò le manda dello champagne alle sette di mattina. Scusate, io a quell’ora potrei fare la pubblicità dell’intestino pigro, non so voi.
Il traduttore non sa lavorare e il bigliettino lo ignoreremo. Invece ci concentriamo sul fatto che Christian, dopo averle regalato anche la luna, ora è passato a ‘poracciate come i palloncini. Non mi interessa che richiami il suo elicottero, a questo punto le poteva regalare un elicottero gemello. Però, in fondo, se l’è già fatta, quindi ora i regali vanno al ribasso.
Ana, come sempre, si gode le sensazioni di potere. Questa passa dall’essere dominata alla dominatrice in un battito di ciglia; mentre Grey resta sempre un dominato che si finge dominatore. Per la serie brutte notizie, da mistress, Kate è passata ad avere anche lei momenti da servant e dom senza filo logico.
Ci si comporta come se Chris fosse l’unico riccastro che sa guidare l’elicottero. Non è così, chi ha i soldi può permetterselo.
pag.349
Kate guarda male la migliore amica, ma secondo l’autrice sorride. Questa povera donna non può avere continuità e coerenza nemmeno in faccia, nello stesso momento.
Ovviamente Ana non aveva dato il suo nuovo indirizzo a Grey. Lo stalker colpisce ancora!
Cit.«Non mi sorprende. Quel tizio mi fa paura, Ana. Se non altro, lo champagne è buono e ghiacciato.»
In questa frase, non ve lo devo dire io, che l’autrice ha preso quello che stava dicendo il personaggio e lo ha ribaltato. Non riesce nemmeno ad avere il controllo sui suoi pg e li censura in modo ridicolo.
Secondo Ana solo Taylor può mandare lo champagne ghiacciato. E quindi lo può fare solo Christian che lo possiede. A questo punto, mi sa che era meglio se la relazione padrone-servo era tra Chris e Taylor.
Ormai Ana lo champagne lo beve solo dalle tazze. I bicchieri sono passati di moda.
Cit.«Bollinger La Grande Année Rosé 1999, un’annata eccellente. E’ stato molto pubblicizzato, ma in realtà non è una buona annata perché fece troppo caldo. Quello del 2000 era molto più fruttato. Evidentemente ha fatto una ricerca su internet, ma si è fermata ai primi articoli. Non ha approfondito la ricerca!
E tra l’altro l’esperto di vini è Christian. Ana come fa a sapere che è una buona annata? L’autore fa dire al personaggio quello che sa lui, ed in questo caso è anche sbagliato.
Cit.La mia dea interiore saltella da un piede all’altro, fuori di sé dalla gioia.
E’ ‘finalmente’ domenica e Ana, invece di spacchettare gli scatoloni, si lascia andare alle allucinazioni.
La pagine si conclude con una serie di cliché. La depressione è un nuvolone, l’amore sono farfalle nello stomaco e la seduzione è ipnotica.
pag.350

[30 settembre 2015]

La ripetizione prosegue. Di nuovo mail, di nuovo il pc chiamato macchina infernale, di nuovo Ana che si convince che il contratto va firmato per forza. Mi sto annoiando, si ripete sempre la stessa scena diventando ogni volta più idiota, maschilista e creepy.
Grey dà i numeri, non sto scherzando. Il nostro uomo ha codici a tutto, manco fosse uno 007. Ovviamente li sa a memoria, ma che era un ossessivo del controllo perfezionista e ordinato lo sapevamo già.
Ovviamente anche il palloncino elicottero deve significare altro, perciò Ana lo lega al letto.
pag.351
Infatti Chris vorrebbe essere legato anche lui al letto. Sempre molto Dom farlocco questo.
L’Audi è una macchina magica, si può guidare con i tacchi. Ora, vi dirò una cosa scioccante. La mia auto non ha il servosterzo come il maggiolino incriminato, sono riuscita lo stesso a guidarla con i tacchi. WOW. E non è un Audi.
Il parcheggio di Grey è riassumibile in: Audi, Audi ovunque!
Quanto è stata pagata l’autrice per tutta questa pubblicità? L’hanno pubblicata proprio perché ha fatto un patto con l’Audi?
I maggiolino, secondo l’autrice, non hanno gli specchietti. Ceeerto.
Ovviamente Ana non ha mai messo il mascara, ma lo sa fare. Io nemmeno lo metto, infatti quando ci provo da sola sembro un panda.
Credo al fatto che lei non si sia mai truccata, quanto al fatto che era vergine. PER NIENTE!
Cit.Negli specchi che si ripetono all’infinito in ascensore mi controllo il vestito color prugna, quello di Kate.
A parte che mi chiedo quando sia grande l’ascensore per contenere infiniti specchi, ma COLOR PRUGNA?! Non ne avevi di più belli?! Ana, senti a me, Kate ti usa come spazzatura di vestiti vecchi e brutti.
Cit.L’ultima volta che l’ho indossato, lui non vedeva l’ora di togliermelo.
Chi ha letto Grey, ha riferito che a lui non interessa cosa lei indossa, non vede sempre l’ora di toglierle i vestiti. Anche se respira, lui la vuole nuda. E’ solo un banale pervertito.
Cit. Indosso la biancheria intima che mi aveva comprato Taylor. Arrossisco
Perché ovviamente anche la biancheria deve essere quella che desidera il suo signore e padrone. Io per ripicca, mi mettevo le mutande sporche dell’anno prima [peccato che non ne ho].
Chi non direbbe a pensare a un militare tra gli scaffali di lingerie per donna di lusso? Io! Povero Taylor, fells you.
pag.352
Come sempre, in tutto il romanzo, le descrizioni degli ambienti sono praticamente inesistenti.
Chris è divino pure quando ha i piedi scalzi e legge noiosi giornali. Certo Ana, certo.
Grey, come sempre, ha un luccichio malizioso negli occhi. Cosa ci trova di sexy nei giornali lo sa solo lui. MANIACO!
Per la serie, le ripetizioni non finiscono mai, Christian continua a fare parte della società elettrica. Nel senso che Ana, come sempre, prende la scossa. Questa volta, le scariche mortali, vengono lanciate dalle labbra di lui, considerate ‘scolpite’, aggettivo che di solito si usa per i muscoli sodi.
Ana viene per un semplice bacio, sempre meglio di quando lo fa solo perché lui la sfiora.
Grey non apprezza il bacio di lei, apprezza la sua puntualità. Ovvio, è proprio ‘attratto’. Senti a me, usa le bambole gonfiabili, fai un piacere.
Ana è felice di essere considerata un’amichetta di Grey. Contenta lei.
pag.353
Inoltre un vero giornale avrebbe scritto: “Una nuova fiamma per Mr. Grey”.
E avrebbe sottolineato che era la prima volta da una vita che il grande magnate riservato finiva sul giornale con una foto. E poi, famosissimo e finisce in quarta pagina.
Grey inizia a corteggiarla, dice frasi lontanamente seducenti, accavalla le gambe. E per una volta, che spero si vada a parare in una scena interessante, s’interrompe dicendo: Hai mangiato?
No, nonna, non ho mangiato!!!!
Fuck you, Grey!
Ana, capisce i bisogni dei lettori e cerca di spostare l’attenzione sul porn. Perché il libro dovrebbe essere quello, ma non fa bene il suo lavoro neanche in quel campo.
Grey le dà picche. Insomma. è sempre arrapato, lei vuole e lui le dà picche.
pag.354
Sta arrivando la ginecologa. Grey non ci riesce a fornire nemmeno le sue referenze. Siamo messi bene =_=”. In fondo una dottoressa che non sa che la pillola potrebbe farle venire la trombosi, ha già dimostrato la sua incapacità.
Grey è schifato all’idea che sarebbe potuto nascere donna. MISOGINOOOO!!!
Grey è arrivato alla conclusione che una donna preferisce una ginecologa donna. W-O-W. Tutto da solo?
Ana, il fatto che una ginecologa corra da Grey, di domenica, all’ora di pranzo; mi fa solo pensare di essere cornuta. Riflettici.
Ana conosce il fratello e la madre di Grey. Eppure lui non le vuole presentare la sua famiglia. I problemi di questo idiota non finiscono mai.
Chris fa l’incredibile scoperta che si alzano gli occhi al cielo in un movimento involontario di cui non ti accorgi. Grande giornata di scoperte per Grey.
pag.355

[20 ottobre 2015]

Ana si esalta sapendo che ha una stanza tutta sua. Scusa, perché non avevi camera tua, non hai avuto un appartamento tuo? O è perché te lo offre Gray che è bellissimo?
La dottoressa le dà il contraccettivo senza nessuna analisi o nessun controllo. Così glielo potevo dare anche io senza laurea.
Cit.«Sono così felice che tu sia qui» sussurra. «Non vedo l’ora di spogliarti.»
Non che sia mai stato romantico, ma uccidiamo anche le speranze che lo sia. Ana preferisce farsi spogliare da questo maniaco che da una dottoressa, i suoi problemi sono infiniti. Ho quasi paura di conoscerla, però, questa dottoressa incompetente.
-pag.356
Capitolo 18
Cit.La dottoressa Greene è alta, bionda e impeccabile, e indossa un tailleur blu scuro. Mi ricorda le donne che lavorano nell’ufficio di Christian. Sembra una loro fotocopia, l’ennesima bionda perfetta.
Conoscendo Christian, sarà veramente una sua segretaria travestita. E Chris, sicuramente, nasconde la macchina per i cloni da qualche parte. Le sue ex-amanti probabilmente erano cloni. Poi ha incontrato Ana che ha meno volontà di un clone, è a livello bambola gonfiabile direttamente.
Sembra che Christian abbia appena finito di avere un intrallazzo con la dottoressa. Nemmeno la fedeltà è una sua prerogativa.
Ed il fatto che quella ha due volte la sua età ed è gelida fa capire, come sempre, che lui ha la fissa per le Mistress più grandi.
La dottoressa ci dice che è venduta a Grey che la paga un botto di soldi. Insomma, anche se Ana rischiasse la vita, sicuramente non glielo direbbe.
Con una lunga chiacchierata e una visita accurata, senza evidentemente strumentazione o analisi, si decide per la mini-pillola.
Nonostante sia meno potente, bisogna vedere ugualmente se uno sta facendo altre cure e le analisi sono consigliate. Effetti collaterali possibili: Fra i disagi più comuni causati dal farmaco vi sono aumento del peso corporeo, sbalzi d’umore, calo del desiderio sessuale, irregolarità del ciclo mestruale, dolorabilità del seno ed emicrania.
Inoltre la minipillola non si può prendere in eterno. L’uso continuato della minipillola per un periodo superiore ai 2 anni, potrebbe portare all’insorgere dell’amenorrea, ovvero alla graduale scomparsa del ciclo mestruale.
Cosa pensa di fare Grey? Sostituirla dopo due anni?
E’ giusto che vada presa con regolarità, ogni ventiquatt’ore.
pag.357
Grey viene avvolto dalle note delle musiche in radio. Evidentemente avrà messo una stazione di musica classica. Ve lo immaginate avvolto dalle ‘noti struggenti’ di un remix punk?
Grey è gentile solo quando gli conviene o hanno ospiti. Come tutti gli amanti che picchiano le fidanzate.
Lo stereo magicamente diventa un i-pod, con tanto di telecomando. Gli errori di continuità tra una riga e l’altra.
Cit.«Sì, Mr Grey. Abbia cura di lei: è una ragazza bella e intelligente.» Christian rimane sbalordito, e anch’io.
Persino loro conoscono la stupidità di Ana! Lei stessa si sente stupida!
Il medico si comporta come se stesse un po’ minacciando Grey. Che abbia trovato segni di percosse e voglia denunciarlo? Forse sì, ma temo sia troppo attaccata ai soldi e voglia solo ricattarlo.
Cit.«Le manderò la fattura»
Secondo me, gli manderà il ricatto.
Cit.Taylor si materializza dal nulla per scortarla verso l’ascensore. Ma come fa? Dove si nasconde? «
Taylor ha i poteri come Grey, anche il maggiordomo dell’eroe deve avere i poteri.
Grey ha quasi un infarto a pensare che lei possa non fare l’amore con lui per motivi medici. Ora sclera!
pag.358
Cit.Il mio subconscio si rintana in un angolo, e io divento pallida come un cencio, immaginandomi un’altra sculacciata.
A parte che Ana stava avendo un infarto, ma per lui picchiare e spaventare qualcuno è divertente come battuta. Non che il fatto che lui fosse più preoccupato di andare in bianco che per la salute di lei, fosse molto più divertente.
Si guardano di nuovo negli occhi. Evidentemente l’autrice pensa che tenere le mani nei capelli di qualcuno, ti rendi un Dom.
Cit.«Anche se vorrei prenderti qui e subito, hai bisogno di mangiare, e anch’io.
Questo è il riassunto di cinquanta.
Per Grey non è importante che lei svenga, ma che gli possa svenire addosso.
Cit.«È solo per questo che mi vuoi… per il mio corpo?» sussurro. «Il tuo corpo e la tua lingua biforcuta» risponde.
Si commenta da solo. Davvero, si commenta da solo.
Cit.Quell’uomo è sesso allo stato puro
Perché le cadute di stile dell’autrice, non finiscono mai, altro che i rotoloni regina.
l’I-pod è stato abbassato, ma per l’ennesimo errore di continuità la musica risuona fino alla cucina.
pag.359
Cit.«Villa Lobos, un’aria delle Bachianas Brasileiras. Bella, vero?»
Eccola: https://www.youtube.com/watch?v=anxdAcilnsM
Quindi la musica che ben avvolge Grey è quella di una donna? Buono a sapersi per la sua inesistente mascolinità.
T_T In ogni caso mi fa piangere che musiche simili vengano associate a 50. Pensate che mi è uscita una musica di Bach dicendo che era una colonna sonora di cinquanta sfumature!
Cit. “Nessun uomo è un’isola” cito tra me e me… eccetto forse Christian Grey.
I pensieri profondi di Ana. Degni solo di: Se c’è il sole, non serve l’ombrello, tranne se sei Christian, a cui piovono cinquanta sfumatura di tenebra.
Cit.«Caspita, grazie, Miss Steele» mormora.
Qui lui probabilmente la sta prendendo in giro, ma lo fa davvero con poca classe.
Grey le offre il Chablis. Praticamente l’icona del vino chich. Peccato che nel 90% dei casi, se compri un vino con questo nome, è un fake. E se non lo è, non è comunque degno del suo buon nome, essendo la domanda troppo superiore all’offerta. Insomma, un fake come Grey dominatore.
Grey pensa che parlare di pillole anticoncezionali a pranzo non faccia passare la fame.
Combatte la fame dei bambini poveri raccontando loro in quanti possono morire? E’ più o meno dello stesso cattivo gusto.
pag.360

[20 ottobre 2015]

Cit.«E ti ricorderai di prenderla regolarmente, all’ora giusta, ogni giorno?»
Per una volta Grey ha fatto una domanda giusta. Però, invece di aggredirla, visto che è una scelta del dottore, non potresti incoraggiarla? E’ una tua idea! Quindi aiutala a ricordarselo, falle puntare la sveglia, concordate l’orario migliore.
Grey ha di nuovo la fissazione che Ana deve mangiare.
Ana, in tutta questa vicenda, è diventata alcolizzata. Eccola che di nuovo si scola l’intera bottiglia di vino. Che poi bere tanto, quando hai mangiato solo un po’ di insalata di pollo non è una buona idea.
Grey riesce a parlare sorridendo. Chi non ha i sorrisi che parlano?
Cit.«Vuoi farlo?» ansima, fissandomi intensamente. «Non ho ancora firmato.»
A parte che la risposta di lei non ha senso. Ma lui, prima o poi, penserà altro? Ha la modalità fissa!
Forse la mini-pillola dovrebbe prenderla anche lui, magari gli cala un po’ di pulsione. Ricordo che a questi livelli è una patologia sessuale, potete cercarvelo.
Inoltre lei fino alla riga prima non vedeva l’ora e poi risponde così!
pag.361
Cit.«Lo so… ma oggi intendo infrangere tutte le regole.»
Grey, come sempre, se ne frega che lei abbia firmato il contratto. Oh Chris, quando mai le hai rispettate ‘ste regole? Duecento denunce, non una!
Cit.«Mi picchierai?» «Sì, ma non ti farò male. Non voglio punirti per ora. Se ci fossimo visti ieri sera, be’, sarebbe stata un’altra storia.» Oddio. Vuole farmi male… Come devo comportarmi? Non riesco a dissimulare l’orrore.
Ana ha di nuovo confuso orrore con lo sbavare. Ecco, è creando simulacri di donna come queste, che facciamo convincere di avere ragione quegli idioti che sono convinti che le donne siano come cagne che gli sbavano dietro.
Cit.«Non lasciare che qualcuno ti convinca del contrario, Anastasia. Uno dei motivi per cui quelli come me fanno quello che fanno è perché amano infliggere o subire dolore
No, il BDSM non significa maltrattare il partner!
Cit.«No, e in questo momento voglio solo legarti e scoparti fino a farti perdere i sensi. Sei pronta?»
Questa è la soluzione a cui è arrivato lui, dopo una notte di riflessione, in cui ha capito finalmente che Ana non è masochista!
Cit.«Bene. Vieni con me.» Mi prende per mano e, lasciando i piatti sporchi sul bancone, saliamo al piano di sopra.
Questa scena mi ricorda quella della pubblicità del K-7. In cui lo fanno sui piatti sporchi, con la sensuale sud-americana.
Cit.Lui apre la porta della stanza dei giochi e si scosta per lasciarmi passare. Entro per la seconda volta nella Stanza Rossa delle Torture
Ana, lo avete fatto in camera tua, non sarà tanto diverso!
Cit.È tutto come l’altra volta, l’odore di cuoio, di cera e legno scuro. Molto sensuale.
In quella casa lavano? No, perché puzza sempre. O lui ha appena finito di usarla con la dottoressa?
pag.362
Il sangue di Ana diventa un cocktail. Sì, qui si vede decisamente che era una fyccina di Twilight. Faceva meglio a restarlo.
Cit.L’atteggiamento di Christian è completamente cambiato, si è sottilmente alterato, si è fatto più duro e crudele. Mi guarda e i suoi occhi sono ardenti, bramosi… ipnotici.
Ora gli escono i canini e abbiamo fatto. Un dominatore vampiro ha senso che guardi negli occhi la vittima, la ipnotizza. Un dominatore e basta, NO!
Cit. «Posso fare di te quello che voglio. Lo capisci?»
Ricordiamo che lui, infatti, ignora che lei non ha firmato e le limitazioni necessarie. E questa frase è da violentatore.
Cit. «Togliti le scarpe» mi ordina in un sussurro.
Faceva più figura a dire ‘spogliati’, ma ricordiamo che Ana, la prima volta, è riuscita a spogliarsi senza togliersi le scarpe. Autrice, hai sbagliato tu l’altra volta, questa volta puoi semplicemente ricordarti di fargliele togliere, invece di uccidere la passione.
Visto che Grey non ha problemi a toccare e spostare le scarpe di Ana, non poteva toglierle lui con aria seducente? Tanto lo aveva già fatto la prima volta! Lo so che è palesemente da slave, ma tanto il lato dominatore di Grey è insalvabile.
Cit.Ora ti tiro fuori da quel vestito. È una cosa che desidero fare da qualche giorno, se ben ricordo.
Sì, spogliati era meglio, visto con cosa è riuscito ad uscirsene. La classe, quest’uomo, non sa cosa sia. Mi dispiace dirlo, ma non è che se diventi ricco, diventi un signore. Resti il figlio di una donna di strada nel modo di parlare.
E Grey, potevi riuscirci. Guardati il Grande Gatsby!
Cit.«Bene. Alza le mani sopra la testa.»
Sembra la frase di una che viene arrestata.
In ogni caso, vuoi farla sentire a proprio agio con le sue nudità, sbavandole dietro, guardandola come un maniaco e mettendola in soggezione e in pose innaturali?!
Cit.Faccio come mi dice,
Sì, è decisamente stata arrestata. Siamo scaduti in un poliziesco.
pag.363
Grey si è chinato per sollevarle il vestito. Eccolo in fase slave. Si sfila dall’alto verso il basso per fare le cose sexy! E poi deve farlo lei, farlo ricadere da sola a terra, seducendolo. E senza sfilarselo da sotto!
TRUZZO!
L’autrice ci ricorda l’anatomia umana. A parte che io, rimango un po’ soffocata e ho capello ovunque quando mi tolgo dalla testa.
I tocchi di Grey ‘straziano’. Sempre molto seducente (?).
Grey, inoltre, le ripete come sempre di non mordersi il labbro.
Cit. «Girati.»
Ormai è decisamente una scena di un arresto! Persino il girati! Ci manca il fatto che lei metta le mani dietro la schiena e lui la ammanetti. Visto le manette nella stanza, potrebbe accadere.
Grey ha poteri sovrannaturali. Ha slacciato il reggiseno al primo colpo O.O E con la stessa velocità glielo fa passare lungo le bracci alzate.
E’ un po’ ridicolo che lei sia rimasta bloccata così.
Grey emana calore come una stufa, improvvisamente. Saranno i suoi liquidi occhi argento fuso che emanano calore?
Cit. Oddio, mi ha appena sfiorato e già lo voglio.
Come si eccita facile questa.
Cit.«Piano» mormora. «Non fare rumore.»
A parte che non vi sente nessuno Grey. Però, di solito, a un ragazzo fa piacere che la sua lei gema.
Grey annusa Ana, scena copiata da Twilight, dove paradossalmente però aveva un senso.
Cit.Mi tira indietro i capelli e, con mia grande sorpresa, comincia a legarmeli in una grossa treccia, con dita abili e veloci. Quando ha finito, la ferma con un elastico e la tira leggermente per costringermi ad appoggiarmi a lui. «Mi piaci con la treccia, qui dentro.»
Grey si trasforma improvvisamente nel parrucchiere di Ana. Escono i suoi lati transessuali.
Addio sensualità, addio!
pag.364
‘Sto prendendo freddo, sono nuda e tu mi fai la treccia’. Interessante approccio, davvero.
Grey la fa girare di nuovo, Ana sta diventando una trottola. E non le viene neanche spiegata l’utilità della treccia.
Forse a Grey piace semplicemente legare le cose? La prossima volta iscrivi a un corso di cucina e usa tanto spago nelle tue pietanze. Fai prima!
Ve lo immaginate se durante il corteggiamento, vi metteste a fare il giro giro tondo? Ecco, siamo lì.
L’autrice ripete di nuovo cocktail, sperando di riprendere l’atmosfera andata perduta. No, non funziona.
Cit«Quando ti dico di venire in questa stanza, dovrai essere vestita così. Solo con gli slip. Hai capito?»
Così con le gigantesche finestre che hai, la vedono tutti i vicini. Geniale per l’accordo di riservatezza!
Grey si comporta un po’ come un violentatore dei film di Top Crime.
Cit.«Quando ti dico di venire qui, mi aspetto che ti inginocchi lì.» Indica un punto vicino alla porta. «Fallo subito.»
C’è la x per terra che mi ricordo il punto? E poi, scusa, così ti togli il gusto di poter dire ‘inginocchiati’.
Grey si è dimenticato il processo graduale di insegnamento, la safewoard, il contratto firmato e il parere di Ana.
Dovresti prima farla abituare a stare nuda, i primi tempi. Magari all’inizio con solo i grembiulini.
Solo dopo si passa all’inginocchimento e man mano al resto.
Grey, non tutti sanno sedersi sui talloni ed è scomodissimo! Devi insegnarglielo!
Ad Ana verrà sicuramente un crampo.
Per giunta le fa subito divaricare le gambe fin troppo, a questo punto chiunque non abituato cade per terra.
Fanno male le punte dei piedi e ti viene la storta sulla caviglia dopo tre secondi. [La mia migliore amica ha sperimentato, speriamo che ora non si debba ricoverare].
Ana, tra l’altro, è così curva che vede solo i piedi di lui. Mi fa pena l’attrice che ha dovuto interpretarla, suppongo che questa scena non l’abbiano fatta. E se l’hanno fatta, capisco perché l’attrice a un certo punto si era presa uno strappo grave e l’attore ha deciso di lasciare il ruolo nel secondo film.
Cit.Dovrei prendere appunti, se vuole che ricordi tutto. Lui si china, mi afferra di nuovo la treccia, e mi solleva la testa in modo che lo guardi negli occhi. Non è tanto doloroso.
Allora, la testa è in posa innaturale e, la mia amica, si è rifiutata di fare la scena per evitare di poter buttare via la sua gamba sinistra.
Chi ha amato questo libro, ci ha provato a mettersi nelle giuste pose? O ha solo fantasticato senza conoscere l’anatomia umana?
Cit.«Ricorderai questa posizione, Anastasia?»
«Sì, signore.»
No, nessuno ci riuscirebbe al primo colpo! E anche se la ricorda, non si può fare!
Ana, come sempre, deve averlo già fatto migliaia di volte e non ce lo vuole dire, come il sesso anale.
pag.365

[25 ottobre 2015]

Cit.«Bene. Stai lì e non ti muovere.» Esce dalla stanza.
Ecco a voi lo stile copione, questa storia cerca anche di assomigliare a un canovaccio da teatro mal riuscito.
Grey si è dimenticato Ana. Come era successo a quella appesa, solo che lei è in ginocchio. Non ho capito, se non è interessato, non si eccita, perché lo fa?
Si vede che sono due figli di papà, perché Ana e Grey, utilizzano dei vecchi jeans per eccitarsi, C’è gente che li utilizza per lavorare e non ha altri capi di abbigliamento.
Dopo la mezz’ora in ginocchio, Ana si alza senza problemi e senza formicolii.
Grey, inoltre, ci ha tolto il gusto di vedere lei che lo spogliava. Ha già fatto praticamente da solo.
Christian le ha dato un colpo di frustino sulla mano, che le ha dato una fitta. In realtà non doveva farle male a basta, doveva essere un colpetto. E’ la prima volta.
pag.366
Christian ha una fissa: Non aggrottare la fronte, Ancora non ha capito il concetto di movimenti involontari, eppure era sembrato di sì.
Inoltre confonde il frustino con il legare, un vero esperto insomma.
Le fitte non fanno male. I frustini non fanno male quando danno le fitte. Secondo questi assurdi concetti, bruciarsi fa bene, evidentemente.
Il frustino è di cuoio intrecciato! Iniziare da uno normale, nero, con solo la punta, che fa già abbastanza male no?
E’ come se per fermare una formica, iniziassi usando un’atomica. E per giunta la formica mi dicesse che non fa male.
Persino in questo momento in cui sono nel pieno del gioco, si guardano negli occhi. Invece di farti la saputella con i frustini, autrice, inizia a non farli guardare negli occhi.
E la seduzione va a quel paese, quando lui la prende per il gomito e la trascina. Insomma, falle spingere la schiena sopra i glutei con un movimento di accompagnamento, lei è nuda!
Le catene su una griglia per Ana sembrano una mappa della metropolitana. A questo punto venite a dire che il frustino sembra una fascetta per capelli. Così avrete perfettamente e definitivamente ucciso l’atmosfera.
Cit.«Inizieremo da qui, ma voglio scoparti in piedi. Quindi finiremo laggiù, vicino al muro.»
Ditemi come hanno fatto le persone ad eccitarsi. E’ uno zallo violentatore che non sa creare un pizzico di atmosfera. Andasse a imparare da Tom in Crimson Peak.
Cit. Indica con il frustino la grossa X di legno. «Alza le mani sopra la testa.»
Per favore, potresti evitare di farmelo immaginare vestito da poliziotto? Non ti chiedo tanto autrice.
pag.367
Cit.Eseguo immediatamente e mi sento come se uscissi dal mio corpo, come se fossi un’osservatrice esterna degli eventi che si svolgono intorno a me.
Ci risiamo con la descrizione di una violenza carnale. Devo immaginarmi una scena di stu*ro in una prigione tra prigioniera e sentinella?
Cit. È una cosa che va oltre l’intrigante, oltre l’erotico.
No, va oltre il penale.
Cit. Mi sto affidando a un uomo bellissimo che, per sua stessa ammissione, ha dentro cinquanta sfumature di tenebra.
Insomma, se sei bello, puoi fare tutto. Sempre il solito messaggio sbagliato. E il richiamare, in maniera deficiente, il titolo.
Cit. Profuma di bagnoschiuma e di Christian, un misto inebriante che mi riporta al presente.
Sta copiando le stesse frasi delle loro volte precedenti. Non riesce a essere innovativa nemmeno con le fantasie erotiche.
Cit.Vorrei affondare il naso e la lingua in quel ciuffo di peli sul petto. Basterebbe che mi protendessi in avanti…
Premettiamo. Mi piacciono gli uomini rudi, villosi e mascolini. Infatti da piccola amavo la Bestia, e almeno fisicamente, non disdegnavo Gaston.
Però in questa scena, mi è venuta voglia di vomitare.
Cit. mi basta uno sguardo al suo volto stupendo e pieno di desiderio, per sentirmi bagnata in mezzo alle gambe.
Si ‘bagna’ solo perché lo guarda. Cioè, una delle frasi più volgari per offendere le donne, qui è messa come se fosse un fatto positivo.
Cit. Alla fine si inginocchia davanti a me.
Il Master si sta inginocchiando davanti alla servant legata. Ha di nuovo sbagliato i ruoli.
Cit. Senza staccare gli occhi dai miei, appallottola gli slip nella mano, se li porta al naso e inspira a fondo. Con un sorriso perverso, se li infila nella tasca dei jeans.
Temo che questo maniaco se le snifferà in futuro. Bleah!
Cit.Si alza in piedi con una mossa pigra, come un felino selvatico, e mi punta il frustino sull’ombelico,
descrivendo cerchi… È un supplizio.
Vi dirò la verità, a questa ho riso per parecchio. Dai, fa ridere! Lo Zorro col frustino, L’uomo Tigre di BDSM.
pag.368
Cit.. Al secondo giro, di colpo, lo fa schioccare e mi colpisce… proprio lì.
Omettiamo che il soggetto era l’ombelico, perché non ha saputo chiarire che era cambiato. Però l’autrice penso volesse farci capire che gliela da all’inguine.
E’ matto! E’ la prima volta, ci vogliono anni di addestramento. La vuole sterilizzare? A quel punto, se usa questi metodi, serve la minipillola?
Cit.«Stai buona» mormora.
Per giunta! Qualcuno lo castri con il suo frustino!
Grey continua a colpire ‘lì’. Passando poi a seviziarle i capezzoli. Come l’autrice dica che questo provoca piacere alla prima volta e non dolore straziante, è qualcosa di incredibile. In fondo pensa che tirare i capelli non provochi danni. Probabilmente Grey potrebbe tranciare una mano ad Ana, e ricevere complimenti perché l’ha fatto in modo sensuale.
Infatti Ana trova piacevole il suplizio.
E Gray passa a farle bruciare il sedere con un colpo di frustino bello tosto.
Cit.«Sì, signore» piagnucolo.
Per quanto l’autrice ci ripeta che è tutto piacevole, Ana tra un po’ si mette a piangere.
Cit.cerco di prepararmi psicologicamente, ma quando mi colpisce il clitoride, lancio un grido.
Il clitoride è più dentro, mi chiedo come sia riuscito a prenderlo. Ok, si sarà gonfiato perché Ana è eccitata. Evidentemente il suo è come un palloncino, si gonfia abbastanza da uscire.
Mi immagino Grey che colpisce come un giapponese con l’ascia.
pag.369
Cit.«Oh… ti prego!» grugnisco.
Ana si è digievoluta in un maiale. Sarà stato lo sconvolgimento?
Cit.«Buona» ordina, e mi colpisce di nuovo sul sedere.
Grey ora ti sfondo il cranio con il tuo frustino. [E potevo essere più volgare].
Cit.All’improvviso mi strofina lo scudiscio lì, in mezzo ai peli, fino all’ingresso della vagina.
Onore al merito al film, che l’ha lasciata pelosa [anche se sulle gambe] e che queste cose non le ha fatte.
Cit.«Senti quanto sei bagnata, Anastasia. Apri gli occhi e la bocca.» Faccio come dice, sedotta.
Sedotta da cosa? Sedotta dai soldi?
Cit.Mi spinge la punta del frustino in bocca, come nel mio sogno. “Oh, cazzo.” «Assaggia il tuo sapore. Succhia. Succhia forte, piccola.»
A questo punto, l’autrice ci faceva una figura migliore, a fare una semplice seconda scena di pom*ini.
Cit.Le mie labbra si chiudono intorno allo scudiscio e i miei occhi incrociano i suoi
Riescono a guardarsi negli occhi e a mettere in dubbio i ruoli persino adesso.
Cit.Sento il sapore intenso del cuoio e quello salato della mia eccitazione. Lui ha lo sguardo ardente. È nel suo elemento.
Gli umori vaginali sono l’elemento di Grey. Un’immagine veramente abominevole. E ringraziate non abbia detto muco vaginale.
Sto iniziando a trovare più carino un alien nella sua saliva vischiosa ed acida.
E poi, dopo averla quasi soffocata con il frustino, le fa davvero male colpendola al sedere. Mi chiedo quanto debba essere strano essere colpiti da un frustino umido, ma l’autrice sembra non pensarci. Dovrebbe dolere e fare schifo insieme. Perché il frustino non ha una sferzata secca come la frusta, lo senti di più, infatti Ana sente il cuoio.
Cit.«Per favore, signore» gemo. Mi sorride, trionfante.
E con la vittoria del pazzo sadico, qui chiudiamo così.
pag.370

[10 novembre 2015]

Grey si chiede se Ana abbia realmente capito cos’è e a cosa serve, in mano sua, un frustino. Ha proprio certezze sul cervello assente di lei.
Ana viene perché la frusta al clitoride parecchie volte, non sappiamo quante di preciso perché Ana sembra saper contare solo fino a tre.
Ana miagola mentre ha gli orgasmi. Ho capito, è una gatta in calore, ora tutto ha senso.
Inoltre, per inserire romanticismo inesistente, lei crolla tra le braccia del suo amato. Peccato che i principi azzurri ti salvassero dalla frustate, non fossero il boia.
‘All’improvviso ci stiamo muovendo’. La tipica frase che si dice in treno, non quando sei in braccio a un uomo.
Cit. Lui mi solleva. All’improvviso ci stiamo muovendo, le mie braccia ancora legate sopra la testa. Sento il legno freddo della croce dietro le spalle.
Lei si sta muovendo, mentre è legata alla croce O.o Cioè lui la sta portando via in braccio, mentre lei non può muoversi. Si sta portando anche la croce? [Strani rintocchi blasfemi].
Grey, con le mani occupata a sostenere lei e la croce, si riesce anche a slacciare i jeans. E’ la dea Calì!
E ci siamo! Siamo arrivati al nonsense e al trash che ti fa ridere con forza!
La appoggia alla croce a cui è legata! Fa apparire preservativi dal nulla. Grey, inoltre, ha le dita così allungabili che può prendergli la circonferenza delle cosce con le mani.
Ana, non ti senti debole per il piacere, ma per lo stretching.
Ana, inoltre, è diventata un’acrobata snodabile. Si sta sostenendo sulla croce a cui è legata solo con il peso delle braccia, mentre avvolge i fianchi di Grey con le gambe. Grey è allungabile, invece. La prende da sotto, infilandosi in lei come un rimorchiatore, ma la sua testa si allunga tanto da raggiungere l’orecchio di lei per gemere al suo interno.
A un certo punto la posizione diventa così impossibile, che non riesco neanche a descrivervela. L’unica cosa è che mentre le sue labbra sono ad altezza orecchio di lei, la sua testa preme contro il collo di Ana. Ha anche le labbra allungabili! E’ Rufy di One Piece!
Secondo questo libro, venire significa esplodere e se lo fai troppe volte di fila, muori. No, non esistono gli orgasmi multipli così frequenti, soprattutto in una donna.
Pag.371
Christian sta urlando a denti stretti. Io non verrei di piacere, io avrei gl’incubi. Praticamente è un cane in calore questo tizio!
Grey indossa ancora i jeans. Il suo membro, con cui l’ha presa, da dove è uscito? E’ così lungo che trasborda dai jeans?
In ogni caso finalmente Ana è libera dalla croce e noi dalle posizioni impossibili. Infatti i due sono solo buttati per terra.
Molto romantico rotolare in terra dopo aver fatto … l’amore (?). O possiamo chiamarlo: la fiera delle posizioni improvabili?
Ana dice che non si è fatta male. Ora, se era una persona vera, si era fatta male con le frustate in punti delicati. [Che poi il frustino è sparito nel nulla]. Non avrebbe sopportato quella posizione in ginocchio e avrebbe perso l’uso delle braccia a stare così a lungo sospesa sulla croce. Ricordo che questa era la sua prima volta ed era così snodabile!
Cit. «Vedi, le paure sono quasi tutte nella nostra testa.» Tace un istante. «Vorresti farlo ancora?»
No, tranquillo, la paura è incontrare uno come te.
Pag.372
Ana, come in quasi tutti film \ libri \ serie tv, finito di fare sesso, ha sonno. E’ sempre matematico! Hanno l’abbiocco immediato. Io capisco la stanchezza, ma siete tutti narcolettici.
Ana, per sognare, ha bisogno del permesso di Grey. Quando ti rubano i sogni, è il degrado.
Grey può appendere Ana e stirarla fino a quasi ucciderla, ma Ana non può strofinare il naso contro il suo petto in un gesto d’affetto. Proprio equo questo rapporto.
Cit. La temperatura della sua voce è scesa di diversi gradi.
La voce di Grey ha un termostato.
Ana è nuda, confusa, trema, ha sonno, viene rimproverata e si deve lo stesso inginocchiare alla porta aspettando chissà cosa, probabilmente i comodi di Grey che dopo essersi divertito con lei, ha pure la faccia tosta di lamentarsi.
Cit. La mia dea interiore ha appeso il cartello NON DISTURBARE fuori dalla porta della sua stanza.
E’ arrivata a visualizzare la sua coscienza, è ufficialmente schizofrenica.
Pag.373
Ana, secondo Grey, non deve nemmeno stancarsi e deve riuscire a non avere sonno a comando. Davvero, comprati un bambolotto, almeno ci fai quello che vuoi senza reazioni umane incontrollate.
Persino ora che la deve punire, a caso, si guardano negli occhi. Niente di dominatore, tutto di psicopatico.
Cit. «Resistenza, Miss Steele. Io non sono ancora sazio di te. Unisci le mani davanti a te, come se stessi pregando.» “
1 è la sua prima volta, non dovevi chiedere niente di tutto questo. Altro che resistenza!
2 Lei non deve avere sonno per i tuoi porci comodi? E lo dici anche?!
3 Pregando? Ti senti anche un dio?
Cit. “Pregando! Pregando che tu non ci vada troppo pesante.”
Ana è arrivata a temere gli abusi e prega di non subirne altri. Grey dovrebbe stare in galera.
Cit. Accidenti… le fascette di plastica. Quelle comprate da Clayton! Ora diventa tutto chiaro.
A parte che sembra un sadico che le ha conservate per tutto questo tempo. Però Ana, davvero ancora non ci eri arrivata?!
Come era prevedibile, la plastica delle fascette stringicavo, le taglia la pelle dei polsi. Cosa c’è di romantico a comprare, dalla donna che dovresti amare, delle fasce che le rischieranno di tagliare le vene?
Pag.374
Cit. Aggrappati alla colonnina
Grey si rifiuta di farla sdraiare sul letto. Che sono una spogliarellista che mi aggrappo alla colonnina? E poi si chiede perché Ana si sente una prostituta. CHISSA’!
Cit. Non lasciarla. Se lo fai, ti sculaccio.
Io la colonnina gliela tiravo in testa, a questo punto.
Cit. Si mette dietro di me e mi prende i fianchi, poi mi tira rapidamente indietro, per cui mi trovo chinata in avanti
Avete idea la testata che si tirava a questo punto? In ogni caso, questo è, come si suol dire, ‘metterla a 90°’.
Cit. «Sto per fotterti da dietro. Tieniti forte per sostenere il mio peso. Chiaro?
Il tuo peso, visto che sei in piedi, lo dovresti sostenere tu Grey. E poi, scusa, ma devi penetrarla o entrare con un cargo?
Cit. Sto ansimando.
E’ gente sessista come questa scrittrice che fa considerare le donne come cani. E purtroppo donne che si divertono a smerciare il proprio corpo, un po’ come fa Ana. E anche Grey sembra un cane in calore, per come lo descrive.
Pag.375

[29 novembre 2015]

Leggendo questa pagina, vedo che c’è una continua scelta di termini infelici. Però, non posso giudicare lo stile di scrittura perché questa è pur sempre una traduzione. Nel caso fosse così anche in lingua originale, avrei solo l’ennesima prova che la scrittrice forse è una zappatrice di terra mancata.
Nuovamente si nota che in realtà il punto di vista non è veramente interno. Ci sono continue frasi che riportano a un POV onnisciente.
Cit. Lui si sfila i jeans e li scalcia via. «Hai un culo così adorabile, così sexy, Anastasia Steele. Cosa non gli farei…»
Grey è sempre un uomo di classe =_=”.
Grey si lega con la treccia di Ana, senza che lei senta dolore, ed inizia a fare nuovamente movimenti improponibili a livello fisico. No, davvero, scambiare le anche per le cosce, non è facile.
Christian ha scambiato Ana per una cavalla. Decisamente, si vede che è figlio di una zoccola, però lui ha sbagliato mestiere, doveva seguire le orme materne. P.s. E, comunque, la categoria merita più rispetto di lui. Si esagera con i termini, perché quest’uomo, non merita niente.
Cit. «Reggiti forte, Anastasia!» mi urla.
Ed ecco che Grey la penetra in versione caterpillar escavatore. E lei si tiene davvero! In tutto questo non prova dolore, anche se lui continua a tirarle i capelli peggio di Rapunzel, e si sente solo ‘piena’ stile otre.
pag.376
Cit. lui continua il suo assalto spietato, ancora e ancora
Cit. Christian continua a muoversi in modo brutale contro di me, dentro di me,
Ana arriva a temere di provare piacere. Pensa che lui la stia distruggendo. E mentre il corpo inizia a cederle, lui se ne frega e continua ancora e ancora. Bell’uomo, bel futuro marito, davvero =_=”.
Cit. Sento un’accelerazione
Il membro di Christian è decisamente un escavatore a motore, a quanto pare.
Cit. Ana, dammi il tuo orgasmo» grugnisce
A rate o sulla carta di credito? Te lo passo a mano o con le presine? CHE FRASE E’ QUESTA?!
Cit. Mi lascio afferrare dal vortice di sensazioni e da un piacere dolcissimo, e perdo i sensi.
L’ha fatta svenire! L’ha presa fino a farle perdere i sensi! Se non è una violenza questa, niente lo è.
E per la cronaca, sono anche caduti già dal letto. E Grey si riposa sereno, fregandosene di avere una donna svenuta tra le braccia.
Cit. “Oh… i moschettoni” penso… Me li ero dimenticati.
Certo, tutti dimentichiamo di avere delle fasce di plastica che ci segano la carne dei polsi.
Quando ti massaggi i polsi doloranti, non senti sofferenza, senti i sorrisi degli altri. Certo, ed io bevo la nutella con le orecchie.
Grey, inoltre, paragona il nastro della laurea e dell’intelligenza, dell’emancipazione femminile; alle fascette con cui lega le sue vittime.
Pag.377
Cit. «Oh, ma quando succede, Miss Steele, è un tale gaudio ammirarti.»
Grey si ricorda di conoscere parole colte, solo quando deve minimizzare il fatto che non la fa più ridere.
Cit.«Direi che sei stata fottuta per bene e hai un gran bisogno di dormire.»
E poi si ricade nelle scemenze come prima. Autrice, smettila di ubriacarti!
pag.378
E senza le coccole che un master deve fare a uno slave per rassicurarlo, il capitolo si conclude. Ana dorme, fine.
pag.379

[5 gennaio 2016]

CAPITOLO 19
Ana ha dormito più di dodici ore. E se Grey non voleva utilizzarla per vantarsi con i suoi genitori, nemmeno sarebbe andato a svegliarla. Deciditi, o vuoi che mangia e sia sana, o le fai sregolare totalmente gli orari dell’organismo.
Ana deve fare dieta e ginnastica, ma allo stesso tempo Christian le porta bibite gassate a letto. Incoerente.
Inizia a minacciarla mentre lei non è ancora sveglia.
Ana pensa che non debba essere lui ad andare più leggero con una alle prime armi, è lei che deve stargli al passo.
Pag.380
Cit. lui è stato così… barbaro.
Concordo, ma io non uscirei con lui nemmeno se fosse Conan il Barbaro.
Cit.Vuole che mi vergogni
Quale uomo non vuole umiliare la donna che dice di amare e a cui sta per presentare i propri genitori?
Cit.mi preparo a incontrare i suoi senza mutande.
Ecco a voi, gli evidenti disagi mentali di Anastasia Steele.
Cit. Succo di mirtilli rossi e acqua frizzante.
News. L’acqua frizzante, come tutta la roba frizzante, non placa la sete.
Grey guarda fuori dalle finestre, come sempre, come purtroppo anche nei film.
pag.381
Cit.La voce calda di Frank Sinatra esce dalle casse dello stereo.
Poveri grandi capolavori della musica moderna, loro erano innocenti.
Mi sorprendo sempre della banalità dei dialoghi, per giunta sempre uguali, di questo romanzo.
Cit. e lo sento in tutte le fibre del corpo, fin lì sotto.
Come tutte le strade portano a Roma, tutte le fibre del corpo di Ana puntano al pube.
pag.382
Ana e Chris danzano. E’ scritto così male da non sembrare nemmeno romantico. E anche se lo fosse stato, Christian le dà della strega incantatrice. No, dire alla donna che ti seduce contro la tua volontà ed è colpevole di quello che combini non è romantico.
Il fatto che i dialoghi siano banali, non li rende anche plausibili. ‘Grazie’. ‘Prego’. ‘Andiamo?’. ‘Sei sicura?’. Ana sa che deve andare dai genitori di lui, sono persone simpatiche, lei ci vuole andare. Perché chiederle se è sicura in maniera insistente?
Cit.«Okay, se è a questo gioco che vuoi giocare, Miss Steele.»
Grey, se non vuoi che vada dai tuoi genitori, non la invitare.
O devo pensare che lui ha la supervista e ha capito che lei non ha le mutande? Perché anche se lui le tiene sequestrate quelle del giorno prima, lei ha un cambio o può mettere un paio di lui!
Cit. i mille volti di Christian Grey. “Riuscirò mai a capire quest’uomo così lunatico?”
Essere un uomo mestruato non significa avere mille volti. Ce lo insegna anche Kylo Reese di Star Wars.
pag.383
Sì, il romanzo ci dice che Grey ha la supermutandavista. =_=”
Ana sta girando per strada senza mutande.
Christian si comporta come se anche se sapere ballare fosse un segreto di stato. Senti cocco, se te lo chiedo, me lo dici, non ti fai il figo con le luci del lampione.
Poi le dirà ‘potrei dirtelo, ma poi dovrei ucciderti’ ?
pag.384
Cit.«Mrs Robinson adorava ballare.»
Il grande segreto, è solo che come sempre Grey è un sub a cui manca la sua Mistress psicopatica.
Cit. Io non ho niente da insegnargli, non ho nessuna capacità particolare.
Ana è consapevole della sua inutilità.
Ana è convinta che Grey preferirebbe lei alla sua Mistress, io sono meno convinta.
pag.385

[10 marzo 2016].

Iniziamo immediatamente parlando della ‘dea interiore’. Perché non dobbiamo mai dimenticare la schizofrenia latente di tutti i personaggi, causata anche dall’incapacità dell’autrice di stabilire un Ic ai suoi stessi characters e a rispettarlo.
Ana, ogni volta che va a letto con Grey, si chiede se è disposta a rifarlo. Christian non dev’essere molto portato, mi sa.
Cit. Giungo alla conclusione che lei non usa quasi mai il cervello per
pensare, ma un’altra parte vitale della sua anatomia, una parte molto esposta in questo momento.
Ana è una donna che corrisponde al modo di dire ‘usa le parti basse per ragionare’ solitamente usato per gli uomini. Il fatto che sia consapevole di questo, è tristissimo =_=”.
Grey dice ad Ana che anche quel poco di ragionamento che fa, è già troppo. Guai se una donna usa il cervello. Lo sapete che è un muscolo e se si atrofizza possono venire delle malattie gravi? Mi sa di no.
Questo è l’unico romanzo in cui fare il baciamano è romantico quanto usare una fascetta stringi-cavo per segarti i polsi.
Le fascette sono un ‘dispositivo di contenimento’. Non riesce a essere seducente nemmeno per un amante delle pratiche BDSM.
Taylor sta meditando il suicidio. E ci credo, con tutte le idiozie che sente. Tra un po’ lo vediamo gettarsi in mezzo alla strada per farsi investire da un autobus.
Comunque parliamone, in questo romanzo l’unico personaggio che mi piace è Eliott, e nei film è uno zallo pure lui T_T.
Quando ti dicono che devi stare al tuo posto, secondo Ana, non puoi ribattere niente. Ceeeerto, aspetta che io faccia qualcosa del genere.
Il mondo di Grey è misogino, e noi dobbiamo pure esserne felici e accettarlo così.
p.386
Ana si è resa conto che ‘ancora’ non ha firmato quel maledetto contratto. Chi mi ha fatto fare di leggere questo schifo?!
A quanto pare, questo romanzo fa il tipico errore, che se il protagonista è triste, gli scenari diventano tristi e cupi. Nemmeno i bambini di cinque anni fanno ancora questi errori.
Cit. La notte tetra riflette il mio umore introspettivo, e si chiude su di me, soffocante.
No Ana, uno scenario cupo e qualche pensiero idiota, non fanno di questo romanzo un introspettivo. C’è troppa pochezza d’animo per riuscirci.
Grey, non ho capito, nemmeno a te piace fare sesso con Ana? E allora perché lo fate? O non sai cosa vuol dire la parola idem? Io propendo per la seconda, visto che è sempre eccitato.
L’autrice non riesce nemmeno a immaginare le case in maniera innovativa e ricopia i tipici stereotipi anche in questo.
Ana è l’unica donna che si può dimenticare di non avere gli slip. Lo sai che si nota se l’elastico non ti stringe?
Pag.387
Ci vogliono far intuire che Mr. Grey senior è degno del figlio. Perché, visto che Christian è adottato? Non ha senso esaltare così il padre. Così sembra solo che Ana ci stia provando anche con il padre. Mi devo aspettare che Christian ora esca con la madre di Ana? E’ una puntata di scambio di mogli a sfondo pedofilo?
Mia sembra fare uso di stupefacenti. E non ce lo vedo Christian ad amare tanto la sorellina.
Pag.388
Sì, Mia ha anche gli occhi da drogata.
Per la millesima volta, ci ripetono che Christian non ha portato mai una donna a casa. E’ odioso questo riportare sempre avanti gli stessi concetti ritriti.
Ricordate che questo romanzo è una brutta ff di Twilight? Ebbene, abbiamo un ulteriore conferma. Mia è sicuramente Alice Cullen, ma scommettiamo che sarà meno interessante.
La madre di Christian continua a non sembrare la brutta persona che vuole farci credere l’autrice.
Il padre di Christian stringe la mano a suo figlio, forse lui è davvero un uomo d’affari.
Mi spiegate l’azzurro come si abbina al nocciola? Non è una casa di gusto, ma di ‘cattivo’ gusto.
Kate ed Elliot sono, come sempre, più interessanti della coppia protagonista. Però in questo romanzo si fa eccessivo uso di alcolici, sono sempre tutti ubriachi di prima mattina.
Elliot è come sempre adorabile, infatti abbraccia Ana e se ne frega del formalismo della sua famiglia. Amatelo tutti. Inizierò a immaginarmelo con l’attore di Thor come prestavolto.
Ana dice che non è abituata alle dimostrazioni d’affetto. Contraddizione! Abbiamo visto tutti che il suo patrigno, a suo modo, è affettuoso. E sua madre è molto espansiva.
Non è inquietante che Christian la palpeggi davanti alla parentela. Per Ana è inquietante che la parentela la guardi e la voglia conoscere.
Pag.389
L’autrice cerca di mettere un cliché romantico, ossia i due protagonisti che pensano e dicono le cose in contemporanea. Una cosa che solitamente apprezzo, ma che non puoi buttare a caso e poi dimenticarti.
Mr. Grey senior si guarda suo figlio sconcertato. Mi sa che si è pentito dell’azione. Come dargli torto?
Ana si lascia prendere da assurde ipotesi del complotto.
Durante i dialoghi da ricconi, Christian non si lascia sfuggire l’occasione di trattare male Ana e di dargli ordini. Quanto scoccia quest’uomo.
Ana è nuovamente gelosa della gioia di Kate. E quindi si mette a sottolineare come lei non abbia ‘dignità’. E sta parlando quella che si siede quando glielo ordinano come un cane e non indossa la biancheria intima.
Pag.390

Ana fa una battuta pessima sui medici. Una comicità degna di Colorado.
Christian è di nuovo lì a scocciare su dove Ana deve andare, su cosa deve fare. E quando Kate difende l’amica, Ana si lamenta anche che lo fa. Sia mai che qualcuno voglia difendere la sua inesistente autonomia.
In quella stanza si sta respirando tanta di quella ipocrisia, che ho capito perché Mia si è data alla droga.
Si è evitato l’omicidio con la vecchia frase ‘la cena è servita’. Persino l’aggressività, in questo romanzo, è un cliché.
Pag.391
Christian cerca di far vivere Ana nel terrore, oltre che nel controllo e c’è mancato poco che le alzasse le mani. Come sempre una storia di abusi, non di amore.
Cit. «Il discorso non finisce qui» mormora con fare minaccioso
Ora, io sto citando parola per parola. Vorrei proprio sapere, dove hanno visto la povera vittima complessata in Christian. Perché ho le prove che lui è l’aguzzino.
No, autrice. Abusando della gag sugli slip, non abbassi la tensione. Sembra solo un uomo che non la fa girare nemmeno vestita! Se non è umiliante questo.
L’autrice cerca di sviare l’attenzione sull’opulenza. E come sempre passa il messaggio: puoi fare qualsiasi atrocità, basta che tu abbia i soldi.
Tentativo di scena incest tra Mia e Christian. Una cosa tipica tra vampiri, l’autrice si è dimenticata che ha trasposto il tutto nel mondo reale. Dove è più difficile che sia ‘legale’ un rapporto tra fratello e sorella, anche se non hanno legami di sangue.
Ancora una volta, il vino scorre a fiumi. Qualche adolescente sarà diventato alcolizzato solo a leggerlo.
Pag.392
Ana ha paura che Christian le alzi le mani. Sempre tutto molto ‘felice e rilassato’, noto.
E’ veramente meraviglioso avere un fidanzato così violento, che minaccia con lo sguardo anche la tua migliore amica. La scena che avrei voluto vedere? Elliot che gli tira un pugno per proteggere la sua ragazza e gli ricorda che, essendo figlio legittimo, gli potrebbe togliere le fabbriche.
Pag.393
Ana deve nascondere le cose a Christian perché ha paura delle sue reazioni. E l’autrice pensa che facendole dire a Kate, facendole mettere l’amica dei guai, farà sembrare lei la cattiva. No, il cattivo resta Christian e la sua gelosia.
Cit. «Mi prudono le mani» sussurra. «Adesso più che mai.» Il suo tono è tranquillo e inesorabile.
Rabbrividisco.
Meraviglioso ricevere le minacce a tavola nella casa dei futuri suoceri. Veramente una ventata d’ottimismo =.=”.
Persino il padre di Christian, ha solo donne bionde e belle che lavorano per lui. Sul serio, dove la tiene la macchina dei cloni?
Ana abbassa gli occhi mortificata. Evidentemente per come la sta trattando Christian. L’autrice ha il barbaro coraggio di far passare il tutto per ‘gelosia di Ana’ nei confronti di una cameriera ‘clone’, sicuramente preimpostata ad amare i Grey.
Pag.394
Grace non vuole che ci si alzi da tavola per rispondere al telefono, nella pagina prima. Nella pagina dopo lo fa lei stessa.
L’autrice sottolinea come la dottoressa Grace sia preoccupata dei casi di morbillo. Si dimentica di sottolineare che sicuramente si parla di casi neonatali. Prima di tutto perché è in quel periodo che è mortale e perché si parla di ‘vaccinazioni’, e quelle di questo tipo si fanno quando i bambini sono molto piccoli.
Insomma, per una volta l’autrice si è documentata, e l’ha fatto male.
Elliot è un personaggio realistico, da piccolo ha preso la varicella e se l’ha fatta normalmente.
Ovviamente Christian e Mia, essendo in realtà vampiri nella testa dell’autrice, nemmeno la varicella si sono fatti in modo normale. Infatti la loro è una varicella senza effetti collaterali o pustole.
Pag.395
Cit. Forse non lo farò, forse rimarrò in Georgia, dove non potrà raggiungermi.
Ana sta meditando come scappare da Christian. E’ proprio ‘normale’ voler scappare dal proprio fidanzato.
E no autrice, non sembra che la colpa sia di Kate. Mica è lei che picchia o terrorizza Ana.
Cit. avrà anche in sé cinquanta sfumature di tenebra, ma è mio.
Nemmeno commento questa descrizione innaturale, messa lì solo per richiamare, per l’ennesima volta, il titolo.
Se fai il viaggio di nozze a Parigi, secondo l’autrice, ti ami tanto per forza. Ora, i miei si amano, hanno fatto il viaggio di nozze a Parigi, ma sono convintissima che le due cose non siano collegate.
Ana ci ricorda che le è mancata una forte figura paterna di riferimento. Ora, il fatto che lei la ricerchi in quel violento di Christian, mi dà solo ragione sul fatto che si sta parlando di una patologia.
Pag.396
Ana, come nel film, rischia un orgasmo a tavola a caso. Christian si sente autorizzato a palpeggiarla solo perché si ricorda una cosa che la riguarda.
Grey se ne frega che Ana non vuole essere palpeggiata, la obbliga a forza. E Ana, parole sue, beve per ‘disperazione’.
Cit. «Ehm, no. E Monsieur Floubert, l’orco per cui lavoravo, era un prepotente, un dominatore nato.»
Non ho capito se è il peggior doppio senso narrativo, forzato, che io abbia mai visto. O un tentativo dell’autrice di far capire alle donne che se si mettono a lavorare, si meritano maltrattamenti anche peggiori di quelli che già si meritano, visto che si devono cercare dei dominatori.
Christian è felice che Ana mangi. Ringraziamo, così stavolta lui è contento e noi non dobbiamo sorbirci il ‘Ana mangia’.
p.397
Persino il dessert, come la casa, come la mobilia, come il resto della cena, è un cliché.
Mia è così drogata, che non si accorge quando parla francese.
Cit. Elliot parla del suo ultimo progetto edilizio, una nuova comunità ecologica a nord di Seattle.
Se avevamo dubbi che quello perfetto qui fosse Elliot, se ne sono andati.
Ana è convinta che amore e desiderio non possano andare di pari passo, vanno separati. Possono essere separati, ma non devono esserlo per forza, non in un rapporto funzionale comunque.
Ana sta sbavando anche lei su Elliot… autrice, questa te la potevi evitare. Sul serio!
Cit. Sospiro e lancio un’occhiata a Mr Cinquanta Sfumature.
Ok, questa è di un trash tale, che fa ridere.
All’idea della barba di lui, tra le cose di lei, stavo andando a vomitare. E’ perversa questa cosa!
Cit. «Non morderti il labbro» mormora, con la voce roca. «Voglio farlo io.»
Ci eravamo salvati dal ‘mangia’, ma niente ci salverà mai dal ‘non morderti il labbro’.
Christian, mentre tutti parlano dei pannelli solari, dimostra nuovamente la sua bassezza di QI, pensando solo alla vagina di Ana. Lo chiameremo ‘Christian il cane in calore’.
p.398
Ana dice chiaro e tondo che non si fida di lui. E nemmeno vuole rimanere appartata con lui.’ E’ proprio uno schifo a fare sesso.
Hanno la servitù, ma Grace si lava da sola i piatti, però ha le mani perfette. O.o Incoerenza docet!
Nuovamente Ana viene conquistata da ciò che i soldi di Christian possono comprare. Chi mi dice che non è una Excort nell’anima, non ha letto il libro.
Ana riesce a inciampare ovunque a caso. Però, quando cammina con i tacchi nell’erba, affondando nel suolo umido, miracolosamente resta in piedi.
Christian prende in braccio Ana, per non farle sporcare i piedi. Molto romantico, se non rovinasse il tutto con una sonora sculacciata sul sedere.
Cit. La vocina mi allerta.
Christian è arrabbiato per qualche motivo, potrebbe essere José, la Georgia, gli slip, il fatto che mi sono morsa il labbro. Accidenti, ha la collera facile.
Ammetto che a questa scena stavo ridacchiando. Però non mi dite che non è violento. Anche perché se si arrabbiasse e basta, pace, ma lui poi gliele dà.
Cit. Sballottata a testa in giù, mi aggrappo ai suoi fianchi, mentre lui avanza deciso sul prato nel chiaro di luna.
Qual è l’utilità di tenerla a testa in giù? Poteva prenderla in braccio.
Basta, c’è solo da ridere. Non è romantico, è nonsense ridicolo.
Ana inizia a ripetere perché migliaia di volte. La paura l’ha fatta regredire ai cinque anni.
Cit. «Perché voglio sculacciarti e poi fotterti.»
Per chi si fosse dimenticato che Grey non possiede la finezza da nessuna parte.
Ana piagnucola, Grey sibila minacce, vuole picchiarla.. E sono da soli in un capanno. Sarebbe un plot perfetto… se fosse un horror.
p.399

[11 marzo 2016].

Capitolo 20
Cit. Christian varca la porta di legno della rimessa delle barche e si ferma ad accendere qualche luce. Le lampade fluorescenti fischiano e ronzano in sequenza mentre una cruda luce bianca invade l’ampio locale.
Sempre sicuri che non sia un horror? Soprattutto per la ‘cruda luce bianca’.
Un uomo minaccioso, che ti sta praticamente portando lì a forza terrorizzata, ti conduce nella soffitta deserta di un capanno; e tu noti che è in stile marinaresco. Se l’autrice non sapeva fare la prima persona, poteva usare la terza.
Cit. Sono incantata… Lo guardo come si guarderebbe un raro e pericoloso predatore, aspettando che attacchi.
Certo, tutti guarderemmo incantati un leone prima che ci sbrani.
Cit. I suoi occhi grigi bruciano di rabbia, bisogno e puro desiderio.
Degno di un Harmony.
Cit. «Ti prego, non picchiarmi» lo imploro.
Palesemente una storia di violenze. E Ana continua a implorarlo per un bel po’.
Cit. «Nessuno mi ha mai rifiutato prima. Ed è così… eccitante.»
Grey si eccita a obbligare una donna ad andare con lui, quando lei non vuole.
p.400
José è un mostro perché ha tentato di sedurre Ana mentre ubriaca. Certo, detto da uno che la sta praticamente violentando a forza, terrorizzando con minacce e botte, da solo con lei in una rimessa abbandonata di barche. L’importante è sapere la priorità delle minacce, noto.
José non ha abbandonata Ana, tu lo hai fatto scappare. Almeno raccontala bene, Christian.
Cit. E sono arrabbiato ed eccitato perché hai chiuso le gambe mentre ti toccavo.
Certo, doveva venire a tavola davanti alla tua famiglia. Mi sembra giusto =_=”.
Cit. «Ti voglio. Adesso. E se non sei disposta a farti sculacciare, come meriteresti, ti scoperò sul divano subito, in fretta, per il mio piacere, non il tuo.»
Bleah.
La parte dopo è così scritta male che sembra che Ana abbia il membro.
Cit. «Questa è mia» mormora con tono aggressivo. «Tutta mia. Chiaro?»
Sta parlando della Vagina di lei, non di Ana. Tanto per dimostrare che è l’unica cosa che gl’interessa.
Tra l’altro Christian non stava minacciando a vuoto, la sta davvero prendendo sul divano anche se lei non vuole.
Pag.401
Cit. Srotola il preservativo sul membro enorme.
E’ tornato mr. Serpente. Scurrile, bieco, povero, stile inesistente, concetti noiosi ripetuti. Davvero, come ha fatto a far successo?
Cit. «Non abbiamo molto tempo. Sarà una cosa veloce, ed è per me, non per te. Chiaro? Non venire, altrimenti ti sculaccio»
Christian non ha ancora capito che non puoi controllare le reazioni fisiche, soprattutto se non hai fatto corsi in merito. La sua povertà mentale mi rattrista.
Le scene erotiche, il fulcro del romanzo, sono come sempre le parti peggiori, fatte male, incomprensibili, scialbe.
Cit. Sono in trappola. È dappertutto, mi sovrasta, mi soffoca quasi.
Grey, cosa te ne fai dell’essere dotato, se Ana preferisce le torture a venire a letto con te? Non è capace di provocare nessun piacere.
Ana pensa che quando un uomo violenta una donna, vuol dire che è lei che ha il potere ‘magico’ di farlo comportare in quel modo. Quindi, non solo è colpa della donna, ma lei deve anche andarne fiera. Qui siamo a un livello che supera il ‘te la sei cercata’, incredibile.
La ‘pistola di Grey’ spara così a salve, che quando viene, fa un sibilo.
Pag.402
Cit. «Non toccarti. Voglio che tu rimanga insoddisfatta. È questo che fai a me quando non mi parli, quando mi neghi quello che è mio.»
Di uomini che ricattano con il sesso, non ne aveva ancora sentiti. Questo libro riesce a sprofondare sempre più in basso, non ce l’ha una fine.
Ana ovviamente gli dà ragione, sia mai che una donna possa essere padrona del proprio corpo, della propria mente e della propria vita.
Cit. si china a prendere la giacca.
Christian ‘ravvia’ i capelli. Li mette anche in moto?
Christian restituisce ad Ana le mutandine, solo quando l’ha punita e umiliata in altro modo. E’ la prova che non era uno scherzo innocente, ma un altro modo per controllarla e prostrarla.
Cit. pur avendo ricevuto una scopata punitiva, con gli slip ho ottenuto la mia piccola vittoria.
Potersi mettere le mutande è una vittoria.
Grey, come si voleva dimostrare, considera sua sorella Mia una spina nel fianco. Lo sapevo! Essendo Misogino, non poteva certo volerle bene sul serio.
Ritorna il modo di dire ‘chioma postcoito’. Io continua a trovarla una cosa voltastomachevole.
Pag.403
Grey continua imperterrito con le minacce. Spero che la sua mistress, quando era lui il sottomesso, gliene abbia date davvero tante.
Grey vuole darle la colpa della violenza, ovvio. E Ana gli rinfaccia che andrebbe protetta da lui e dalle sue mani che prudono. Verissimo, dovresti chiamare la polizia infatti. Anche se lui, ricco com’è , se ne uscirebbe dicendo che lei era consenziente. Dovrebbe portare le foto dei maltrattamenti e farsi visitare da un medico, tanto per avere le prove e spaventarlo con la minaccia di uno scandalo.
Christian basa tutta la sua vita sulle menzogne. Anche senza violenze e BDSM, non si può certo dire sia un esempio positivo di persona.
Ovviamente lo ‘schifo’ sono Kate ed Eliott, che si toccano alla luce del sole, non le violenze in un capanno. Certo autrice, credici.
Pag.404
Cit. mi dà una pacca sul sedere. Sussulto per la sorpresa.
«Lo rifarò, Anastasia, e presto» mi minaccia sottovoce,
Tanto per vivere nell’ossessione di essere violentate.
Kate, se hai capito che Christian è un prepotente, perché non avverti tu le forze dell’ordine?
Ovviamente secondo l’autrice è colpa di Kate.
E con Christian, che si dimostra nuovamente un uomo che non sopporta le donna, finisce
pag.405.

Grey, da bravo stalker, non può stare senza fissarla, seguirla e spiarla per un’intera settimana.
E anche oggi… il contratto si firma domani. Questo la sta manipolando e manco lo firma il contratto.
Cit. «Dovresti allacciarti la cintura di sicurezza»
Certo che Christian sembra un nonno ossessivo alle volte =_=”. E’ pure noioso!
L’autrice si è scordata il pomo d’adamo di Grey. Ana alle volte sembra un travestito, per par condicio alle volte Grey non è un uomo.
Cit. mio dispettoso subconscio, fatto inaudito, osa sperare.
In questo romanzo, una donna non deve immaginare che il suo uomo la ami e non la maltratti nemmeno con il subconscio.
Per Ana, una casa con due cose da ricchi, è una galleria d’arte. Ha una povertà d’animo questa poveraccia che mi fa pena.

Grey vuole essere al centro dell’attenzione della sua famiglia come un bambino.
E vuole che Ana non riceva affetto. Ovvio, altrimenti perde il controllo di paura e controllo che ha su di lei.
Grey risponde all’affetto con freddezza. Certo, ti hanno riempito di affetto, di soldi, ti hanno adottato come se fossi loro; ma ugualmente ci devono essere presentati come famiglia orribili. O viene a cadere che tu fai quelle schifezze perché sei complessato.
Taylor è rimasto tutta la notte da solo, al buio, accanto alla macchina! O.O
p.406
Christian ormai sappiamo essere un violentatore, ma ancora una volta non è un DOM. Infatti passa interminabili minuti a guardare Ana negli occhi, di nuovo, come sempre.
Ana non vede Christian il volto, lui non fa nessun rumore, ma lei capisce che è stupito. Ancora una volta il narratore interno si trasforma in un narratore onnisciente travestito.
Grey, che ama Ana sottomessa e terrorizzata, con una faccia ipocrita come poche, le dice che la ama autonoma. E le dà le colpe delle proprie paranoie. Sai, lei forse ha paura perché l’hai appena violentata!
Oltre il danno anche la beffa.
Però consoliamoci, il traduttore sa usare il congiuntivo.
Pag.407
La sapete l’ultima. Se ti fidanzi, non devi avere mai più voglia di andare da tua madre.
Le mille sorprese di Grey.
Grey non sa il significato della parola bizzarro. No, non è una battuta. Potete controllare nel testo.
Neanche Ana sa il significato del termine. Forse non lo sa l’autrice.
Christian è ossessionato dal fatto che la gente possa ridere di lui. Un altro complesso da aggiungere alla lista. Fa il finto Dom per sopperire anche a un complesso d’inferiorità. E secondo me, dovuto alla sua incapacità durante l’atto sessuale.
p.408
Christian la sta asfissiando solo perché lei vuole andare da sua madre! Teme che Ana abbia un cervello, voglia scappare da lui e denunciarlo. Beh, ha sopravvalutato il cervello di Ana.
Cit. Perché penso di amarti, e tu mi vedi solo come un giocattolo? Perché non posso toccarti, perché ho il terrore di mostrarti affetto temendo che tu possa respingermi o, peggio ancora, picchiarmi?
Questo è il modo in cui Ana vede il loro rapporto. Non avrei saputo dirlo meglio ^^.
p.409
cit. Ma i suoi sbalzi d’umore… e la sua voglia di farmi male.
Dice che terrà conto delle mie riserve, ma mi fa paura lo stesso
Ana, non si sta con qualcuno che ti fa paura. Mi dispiace, ma l’amore si basa sulla fiducia, non sul terrore.
Secondo l’autrice i lampioni sono una metafora =_=”.
Cit. Quest’uomo all’inizio mi sembrava un eroe romantico, un ardito cavaliere bianco dall’armatura scintillante, o un cavaliere nero, come dice lui. Invece non è un eroe; è un uomo con gravi, profonde lacune emotive, e mi sta trascinando nel buio.
Non ha lacune emotive, è proprio stron*o. E no, ok che vogliono fare Batman\Salvini, ma il povero cavaliere oscuro non è ancora ai livelli di Cristhian.
Grey toglie il labbro di Ana dalla ‘stretta’ dei denti di lei. Ci ho provato, fa male! E come quando Ana non si fa niente se Chris usa i suoi capelli come il cavo trainante attaccato a un tir merci.
E poi si baciano, totalmente a caso.
Pag.410

Inoltre, per lei, una casa con Christian non è una casa. Lo ama veramente poco. E ha ragione, tra l’altro.
Pag.411
Dopo averla rimproverata a casa dei suoi, essere stato una palla mortale per tutto il viaggio in macchina, appena scesi dal veicolo, Grey trova un altro motivo per lamentarsi di lei. Santo cielo, è da taglio delle vene!
Cit. «Perché non hai una giacca?»
Perché eri troppo impegnato a rubarle le mutande!
Cit. «Sei stanca, Miss Steele?»
IO sono stanca delle tue onnipresenti lamentele!
Cit. potrei sopraffarti ancora un po’
Lui trova divertente l’idea di sopraffare qualcuno. Lo dice quasi fosse una battuta o una promessa positiva. Gli unici momenti in cui è felice, è quando la maltratta, altrimenti trova sempre da lamentarsi di lei.
Cit. “Oddio… di nuovo?”
Per una volta il mio pensiero e quello di Ana coincidono.
Cit. «Un giorno ti scoperò in questo ascensore, Anastasia, ma adesso sei stanca… quindi penso che dovremo accontentarci del letto.»
No, se è stanca la lasci dormire!
E poi ritorna di nuovo l’ascensore. Mi verrà una fobia da questi cosi, in questo romanzo.
Se si morde il labbro a Grey, lui geme. O.O Vuoi vedere che questa fissa era dalla sua Mistress!
p.412
Doppi sensi sul fatto che il se**o normale si dice ‘alla vaniglia’ come un tipo di cono gelato. Non mi soffermerò su questo, è troppo triste.
Cit. Prima andiamo a letto, prima ti scopo e prima potrai dormire.
E se lei dormisse e basta visto che il giorno dopo ha due colloqui di lavoro e tu lo sai?
Cit. «Mr Grey, sei un inguaribile romantico.»
«Miss Steele, hai proprio una lingua biforcuta. Dovrò trovare il modo di sottometterti. Vieni.»
Veramente, dopo che te ne uscivi con discorsi come questi, la mia lingua, veramente biforcuta, ti faceva correre a piangere dalla mamma.
Grey, come sempre uomo di classe per finta, chiude la porta con un calcio. E’ inutile sia così pieno di soldi, resta uno zallo!
Cit. «Mani in alto» ordina.
Siamo nuovamente tornati in un libro giallo. Senti, se vuoi giocare al poliziotto e alla prigioniera, almeno non lo spacciare per BDSM o sess* normale.
Cit. «Ta-da!»
Ha davvero detto questo dopo averla spogliata con un colpo solo. Lo ha capito che Ana non è un tavolo? Mi sa di no.
p.413
Cit. Sorrido e applaudo educatamente. Lui fa un inchino.
Ero rimasta ai tempi in cui i prestigiatori facevano le magie, non spogliavano donne piatte come tavole capaci di orgasmi solo con il respiro.
Cit. la porta è chiusa. Non so come potresti evitarmi»
Vuoi aggiungerci: ‘nessuno ti sentirà gridare?’.
Cit. «Non vuoi scopare?» chiede.
«No» mormoro.
«Ah.»
Si è gelata l’aria perfino in camera mia. Grey, fai proprio schifo. La attrai di meno di una lettiera per gatti sporca!
Grey è così sconvolto dalla cosa che si distrugge i capelli a due mani.
p.414

Grey è così sconvolto perché lei si è rifiutata, che ovviamente le nega di toccarlo. La butta sul ‘siamo tutti stanchi’. Una vecchissima scusa che più palese non poteva essere.
Al pensiero che essere toccati non può essere un limite assoluto in una relazione, quando lui dice espressamente che è così e non ne fa mistero, va in crisi. Inizia persino a imprecare.
Come si sconvolge facile il caro Cristiano.
Per recuperare… l’aria che lei stessa ha raggelato, l’autrice pensa che basti che Ana si corichi nuda con solo una maglietta di lui addosso. No, così non recupererai la sensualità. Nemmeno fosse una maglietta bagnata, si scadrebbe nel bieco, ma almeno forse sarebbe più red.
Ana ha così paura che lui le nasconda di nuovo le mutande, che decide di tenerle. Tanto per uccidere la sensualità già inesistente. E incrementare i complessi di entrambi.
pag.415
Ana lo asseconda. Inizia a chiedere pure il permesso per andare in bagno. E lui ha il coraggio di lamentarsene. Insomma, pieno di complessi, amatore incapace e che si lamenta pure quando ottiene ciò che vuole.
Ana si sente così un mostro, che inizia a non accettare il proprio riflesso allo specchio. Inoltre la vocina, da essere di superiorità, si sta trasformando in un altro modo per farle introiettare le regole di Grey.
Insomma, anche la sua schizofrenia, si sta piegando al controllo di Christian. Scendiamo sempre più nell’orrido, almeno fosse sano trash.
Vi salto l’autoconvincimento di Ana. Riesce a essere persino noioso.
Anche se l’immagine del dondolo trespolo, per rappresentare l’accordo non firmato, è una perla.
Ci risiamo. Ana ha nuovamente usato lo spazzolino da denti di Christian. Più che amore, è uno scambiarsi il tartaro!
pag.416
Io amo i muscoli e i pettorali. Ma mi chiedo, Ana, come si fa ad abbeverarsi ad essi? Christian produce acqua dal petto? Purissimo, levissimo, altissimo?
Ecco, azzurro, al massimo è lui che può usare la metafora del bere con gli occhi di lei.
Grey, dopo che lei ha usato il suo spazzolino, se lo mettere serenamente in bocca. Guardandola negli occhi. Molto Dom, come sempre.
Cit.Anastasia, ti ho avvertito. Cinquanta sfumature. Ho
avuto una dura introduzione alla vita… Meglio che tu
non sia informata di queste brutture. Perché
dovresti?»
Cinquanta sfumature di non toccarmi? Perché è di quello che si parlava.
Oppure delle schifezze? Perché lì siamo oltre le cinquanta.
Vuole che contiamo le sfumature?
1 Non morderti il labbro
2 Mangia
3 Non toccarmi
4 Fot*o
5 Amo vederti piangere
6 Non so usare il frustino
7 piagnucolo sempre
8 ‘Nessuno mi capisce’
9 ‘La mia famiglia non mi vuole’, anche se è la più ricca e amorevole del pianeta
10 Sono uno stalker
11 Sono paranoico
12 Mi dimentico di firmare gli accordi
13 Nascondo mutande
14 Mi fingo esperto di vini, e scambio quello nel cartone per quello di marca
15 Parlo di tenebra a vanvera
16 Ana, non pensare, basto io per il non riuscirci
17 Sono il Dom, più su della storia
18 Ana copriti
19 Ana ti ho venduto la macchina
20 Ana non ignorare le mie mail
21 Sono andato da psichiatri inutili
22 Taylor è più figo di me
23 Mi hanno stuprat* a 15anni anche se la mia famiglia mi contatta tutti i giorni a tutti le ore
24 Mia sorella fa uso di stupefacenti
25 Fingo di tenere alla mia famiglia
26 Sono misogino
27 Sono razzista
28 Sono omofobo
29 Sono un rettiliano
30 Mando scariche elettriche dalle mani
31 ‘Finezza’ è il mio secondo nome
32 Odio i maggiolini
33 Ogni uomo è una minaccia per quanto faccio cilecca
34 Per me lavorano solo cloni bionde
35 Sono un uomo d’affari senza appuntamenti
36 Nessuno mi vede mai lavorare
37 Tutte mi vogliono, tranne le 15 sottomesse che se ne sono andate
38 I miss my mistress
39 Ho perso la macchinina
40 Ho un oscuro passato… prevedibilissimo
41 Guido senza guardare
42 Suono ‘allegretti’ tristi
43 Faccio volare le croci
44 Mi dimentico appese le sottomesse
45 Bacio i piedi alle sottomesse
46 Lotto contro la fame… iniziando da Ana
47 Ho una fissa per gli ascensori
48 faccio ubriacare la gente
49 Mi sento un ‘cavaliere oscuro’… Batman
50 Vivo per le Audi

Grey dice ad Ana
Cit. << Mi conosci abbastanza >>. Sí, sei cinquanta sfumature di noiosi complessi.
p. 417

[22 marzo 2016]

Grey, il primo dominatore a esasperarsi a vedere la Sub in ginocchio davanti a lui.
Come coppia normale, non va bene, perché lui ha un atteggiamento con lei, ma ne ha un altro più indulgente con se stesso. Fa disparità verso di sé come un poppante.
Come coppia BDSM, non va ugualmente bene. Perché Ana mercanteggia su ruoli definiti.
Cit.Avrà in mente qualche piano diabolico?
Grey in versione supervillain, no, please!
p.418
Il ‘serpentone infinito di Grey’ è così cilecca, che lui è costretto a usare le protesi metalliche. Mi ricorda una scena ridicola di un film in cui un mafioso si riduceva con due pa*le di metallo a causa di un cane poliziotto.
Ana viene al solo pensiero di qualcosa dentro di lei. Mi chiedo se le succeda anche con la carta igienica.
Cit. La mia dea interiore sta
facendo la danza dei sette veli.
Parente della torta della torta ai sette vasetti di Cristina? Eh Christian?
Grey utilizza gli anni della sua infanzia per convincere Ana a farlo con lui, siamo nella tristezza assoluta.
Grey è come sempre Mr.Finezza. Non vi dico nemmeno le schifezze che vomita la sua boccaccia.
p.419
Ordina con voce dolce no! Poteva dire: ordina con voce calda, con voce seducente.
In ogni caso, Grey in casa non ha nemmeno un lubrificante.
Ana scopre oggi che il ferro ha un sapore metallico =_=”.
Ana si eccita con la sua stessa saliva O.O
Grey succhia le sferette di metallo senza motivo perché le ha già lubrificate Ana.
Ana dovrebbe facilmente afferrarsi le caviglie da dietro mentre è in ginocchio sul letto. Invece, va nel panico, perché evidentemente ci ha provato da davanti. E’ assurdo!
Ana è così rimasta fissata dal ratto delle mutandine, che nemmeno mentre lui la penetra con il dito, se le toglie.
p.420
Il corpo di Ana ha inglobato le sfere… e continuano a sprofondare…
Cit. «Strano bello o strano brutto?»
Dialogo da bambini di due anni!
p.421
Grey interrompe tutto perché ha sete. E manda Ana, con tanto di biglie interne, a prenderglielo.
Già, bello mio, te lo prendi solo. Figuriamoci in questo momento!
Cit. Forse dovrei tenermele. Mi fanno
venire una gran voglia di fare sesso.
Ana ha deciso di passare tutta la sua vita con le biglie interne.
Grey beve un solo sorso. Io lo mando a quel paese!
Ormai manco ve lo dico più che Ana e Grey si guardano negli occhi.
Cit. «Chiedimelo» mormora.
Aggrotto la fronte. Cosa dovrei chiedergli? «Chiedimelo.» Il suo tono è leggermente più severo.
Cosa? Ti è piaciuta l’acqua? Cosa intende?
Manco le palline salvano la situazione.
p.422
Cit. «Voglio vederti in faccia
Questo Dom, schizza male quando non dovrebbe e quando lei se ne esce con ‘cosa dovrei chiedergli’, rimane calmo. Manco sa schizzare al momento giusto!
Cit. la rotondità delle sfere
No, pensavo fossero quadrate!
Grey la sta sculacciando con le mutandine. Autrice, ora glielo puoi fare togliere!
p.423

[20 aprile 2016].

Grey dà il ritmo quando tira i ceffoni ad Ana. Sta cercando di creare una melodia tipo i bambini con le pentole, utilizzando le sfere di ferro che sbattono dentro di lei. Ormai quelle sfere fanno parte di lei, hanno trovato la loro strada. Come il termometro in Lucky in Dottor Dolittle.
Essere vezzeggiati, vuol dire essere massaggiati dentro secondo la protagonista. Se qualcuno capisce cosa vuole comunicarci Ana, ce lo faccia sapere.
Cit. per qualche ragione, dato che l’ho voluto io, non mi importa del dolore. Non è molto doloroso, o meglio… lo è, ma posso affrontarlo. Diciamo che è sopportabile e, sì, addirittura piacevole.
Il dolore non è doloroso. (?) Le perle di Ana non finiscono mai.
Cit. Il suo tocco contro la mia pelle ipersensibile mi provoca un prurito sensuale,
Sta diventando allergica a Chris, ma almeno è conscia di essere lei ipersensibile. C’è arrivata a quasi cinquecento pagine.
Cit. «Brava bambina» grugnisce, con il fiato corto.
Sculacciare stanca e Grey, perciò, ci ricorda che è Mr.finezza.
Grey stappa Ana, ossia tira fuori di colpo le sfere da lei con un gesto secco. E invece di spappolarle qualcosa, o almeno farla sanguinare visto che tra un po’ erano finite in gola, lei quasi viene. Non è che urla di dolore, ma è quasi eccitata abbastanza.
Viene con la saliva, ma questo la fa quasi venire. Se devi essere irrealistica, almeno sì coerente.
Grey la rivolta subito, in fretta, sulla schiena. Ha paura del risciacquo ora che ha tirato la catena?
Grey si mette il preservativo, entra dentro di lei e la assapora, la sente. Non so perché, ma mi fa molto Hannibal.
p.424
Cit. farmi travolgere da un lussurioso, violento, spossante orgasmo.
Lì dove le sfere hanno fallito, nemmeno dieci secondi di Grey riescono. Allora come mai lei è sempre insoddisfatta?
Cit. «Ana!»
Lei viene, ma è lui che strilla. Continua a non risultarmi chiara qualcosa nella dinamica.
Ana, come ogni volta che ha un orgasmo in sede appropriata, ha sonno. Inizio a credere che sia narcolettica.
Per Grey, ricoprirle il sedere di lozione puzzolente per sanarle il rossore dovuto alle percosse, è più poetico che parlare con la donna che dovrebbe amare. Certo, molto romantico, come sempre.
p.425
Cit. «La donna che mi ha messo al mondo era una puttana drogata, Anastasia. Dormi, adesso.»
Grey, questo sì che fa dormire sicuro. Ok, è lui che mette il sonnifero sul proprio membro. Così lei dorme e non parlano.
Cit. «È morta quando avevo quattro anni. Non la ricordo bene. Carrick mi ha raccontato qualche particolare. Io rammento solo certe cose. Ti prego, dormi, adesso.»
Plot twist: la macchinina.
Cit. E scivolo in un sonno pesante ed esausto, sognando un bambino di quattro anni con gli occhi grigi in un luogo oscuro, spaventoso e triste.
Non vorrei dire, ma non mi sembra sia stato adottato da persone così orribili.
p.426

[24 novembre 2016].

Capitolo 21
<< C’è luce dappertutto >>.
Iniziamo male. Cos’è, la polvere che si posa ovunque, e va pulito? In ogni caso Ana riesce a sproloquiare righe su righe sulla luce.
E così scopriamo che Grey dorme con le persiane aperte, in una zona umida. Scommetto, però, che non si sveglia con i dolori articolari come noi comuni mortali. Ana stessa si chiede perché non hanno chiuso le imposte.
Abbiamo a che fare con il solito cliché di lei, ignuda nel letto, illuminata dalla luce del nuovo giorno, che scopre sgomenta che lui non c’è al suo fianco.
Ana ci fa sapere che se non hai la stanza in un grattacielo hai, in ordine: l’abbandono, la fame e pure la mamma drogata. Parla una che è fidanzata con uno che ‘oggettivamente’, ha la mamma ‘passeggiatrice’. E tra l’altro, lui c’è l’ha pure quello che Ana definisce: ‘un castello sospeso in aria al sicuro dalla realtà della vita’.
Ana dice che si sente in una favola in quella ‘torre aerea’, la chiama proprio così. Insomma, per lei, come favola, esiste solo avere i soldi.
Cit. Sono in questo appartamento fantastico, a fare sesso fantastico con il mio uomo fantastico
L’uomo fantastico che la picchia, non sa andare a letto decentemente perché dopo che l’hanno fatto Ana pensa di non averlo toccato.
Ana, in tutto questo, ti sei ricordata di recuperare la pergamena di laurea e i documenti? Te lo dico per esperienza di questi giorni, non è facile per niente.
Cit. ho bisogno di chiarire, per capire se siamo ancora alle due estremità dell’altalena, o se piano piano ci stiamo avvicinando al centro.
Questa metafora mi dà gravi problemi psichiatrici. L’altalena non ha due estremità e un centro come lo scivolo. Non ha due seggiolini. Semplicemente oscilla come un pendolo.
Questa ha fatto i miliardi parlando di altalene con estremità.
p.427
Cit. mi sento indolenzita e, in mancanza di un’espressione migliore, usurata.
Ana, abbiamo capito, riesci a pensare solo a una cosa. Usurate sono le chiavi e le toppe delle chiavi. Pensi alle toppe, ossia ai buchi in cui entrano le chiavi; e ad ‘estremità’ di altalene.
Ana ci fa sapere che se fai ‘troppo se**o’, ti si usura la patata.
Torna, a grande richiesta, la vocina interiore! Un applauso. Invitiamolo a ‘racconttasssi’ da Maurizio Costanzo.
L’autrice si dimentica di dirci che Ana si è rivestita, ma suppongo non vada in giro nuda.
Sono tornate le cloni create da Christian. Questa volta abbiamo a che fare con una bionda occhi azzurri che si occupa di pulire la casa.
L’autrice si ricorda che Ana non può essere nuda mentre serenamente parla con una cameriera e frettolosamente aggiunge che la nostra eroina indossa solo una maglietta. Ora, o la maglietta è di Christian e la copre fino alle ginocchia, o è metà nuda. In ogni caso, mi dispiace autrice, questo non la rende molto vestita ugualmente.
Cit. Sono Mrs Jones, la domestica di Mr Grey.
Dopo questo nome, mi sono immaginata la figlia di Indiana. Sarà perché c’è di mezzo una frusta quando si parla sia di Indiana Jones che di Christian Grey?
Ana ha praticamente un orgasmo a pensare di poter essere la ‘padrona’ di una donna delle pulizie. Quanto è desiderosa di avere soldi e potere, questa ragazza? Poi è solo Christian il maniaco del controllo.
Ana, già di prima mattina, vuole la sua acqua calda in cui per pochi secondi viene strisciata una bustina di the.
p.428
Ana, prima chiede alla cameriera, di farle il the. Poi scappa via, senza berlo, subito dopo averlo richiesto.
Cit. Perché tutte le donne che lavorano per Christian sono bionde e attraenti?
Ana, secondo me, si tratta di clonazione. O sono cyborg come nel ‘La fabbrica delle mogli’.
Cit. “Che siano tutte sue ex sottomesse?”.
Ana non sa contare. Lui ha detto che erano quindici le sue ex sottomesse, di bionde almeno ne abbiamo viste una trentina. Che hanno fatto, si sono duplicate?
Se seguiamo il ragionamento di Anastasia, allora lui paga segretarie e donna della pulizia non con uno stipendio, ma a frustate.
Cit. Christian è al telefono, con lo sguardo rivolto alla finestra.
Io ho capito che Christian non lavora, viene pagato per fissare il cielo. Ogni volta che lo vediamo nel suo studio, che sia seduto o in piedi, sta comunque guardando fuori dalla finestra.
Cit. Indossa pantaloni neri e camicia bianca e ha i capelli ancora bagnati dalla doccia.
Dopo ore, Grey ha ancora i capelli umidi. Aka non si è asciugato i capelli e li aveva fradici. Eppure questi non gocciolano sui vestiti perfetti e non gli fanno prendere un’influenza.
Cit. «Finché il conto economico della società non migliora, non sono interessato, Ros. Non possiamo farci carico di un peso morto… Basta con queste scuse inconsistenti… Di’ a Marco di chiamarmi, o così o niente… Sì, di’ a Barney che il prototipo sembra buono, anche se l’interfaccia non mi convince del tutto… No, è solo che manca qualcosa… Voglio incontrarlo oggi pomeriggio per discuterne… Anzi, potremmo fare un brainstorming, con lui e il suo team… Bene. Ripassami
Andrea…»
L’uomo che dava soldi a cavolo agli enti di beneficenza, così santo da spedire cibo nel deserto ai bambini affamati, fa fallire le compagnie minori in cattive acque. Non le acquista, non le salva, fa finire perciò tantissimi lavoratori in strada senza lavoro. Però non va a sfamare i loro figli. L’ennesima dimostrazione che c’è qualcosa di losco nella sua industria.
Ros è un povero segretario che non vedremo forse mai in faccia. Ora, se il suo fedele fedelissimo è l’autista, perché non è lui anche il suo segretario? Se è solo un autista, anche se sembra un militare, perché il fedelissimo non è questo Ros? Ros è forse il braccio armato, il famoso avvocato killer? Abbiamo finalmente il suo nome?
Ovviamente è pronto a salvare tutto se lo chiama Marco. Lui vuole sentirsi con Marco. Vuole vedere Barney con scuse inconsistenti. E se porta anche degli altri ‘colleghi’ è meglio. Il brainstorming si fa prima dei progetti, quindi è una balla. E vuole passato Andrea senza motivo. Ora, vorrei chiederti una cosa, sei proprio sicuro che non sei gay? Che questa un’orgia in cui si unirà anche il personal trainer di tutte le tue sottomesse e il bell’insegnante di golf che abbiamo visto a inizio libro?
Cit. «Andrea…»
Christian guarda il cielo, accomodato sulla sedia, chiamando Andrea per nome senza continuare il discorso. Ana, se fossi in te, io sarei gelosa di Andrea. Anche perché Christian, mentre sta facendo questo, ha un sorriso sensuale sulle labbra.
Cit. troppo bello per le persone minuscole più in basso,
Ana ci ricorda che siamo tutti ‘poracci’ meglio del piccolo George.
A quanto pare, per Christian, Andrea è fuori da questi canoni. E’ degno di lui, checché Ana ne dica.
Grey, il dominatore di ‘sta cippa, di nuovo perde ore a guardare Ana la sottomessa negli occhi. Un giorno capirà che i dominatori non guardano negli occhi i sottomessi, un giorno, ma non è questo il giorno.
Pag. 429
Cit. «Stamattina cancella tutti i miei impegni, ma fammi chiamare da Bill. Sarò in ufficio alle due. Oggi pomeriggio devo parlare con Marco, ci vorrà una mezz’ora almeno… Metti in agenda Barney e la sua squadra dopo Marco o al massimo domani, e trovami un buco per vedere Claude entro la settimana… Digli di aspettare… Oh… No, non voglio pubblicità per il Darfur… Di’ a Sam che ci pensi lui… No… Quale evento?… Sabato prossimo… Aspetta un attimo.»
Grey cancella tutti gli impegni per vedere questo quantitativo immane di ragazzi. Ora, non ci viene detta la loro età, ma se li chiama per nome, sono coetanei, quindi sono tutti giovani. E in questo libro nessuno è brutto finora, quindi penso che siano giovani e belli.
Con Marco ci resta mezz’ora. Ora, un incontro d’affari penso duri da un’ora in su, soprattutto con qualcuno che sta portando avanti la richiesta di salvare una ditta in cattive acque. Se ci mette mezz’ora, suona malissimo. Sembra giusto il tempo di altri tipi di servizi per convincere Christian.
Barney è la sua squadra non sa se riuscirà a vederli il giorno stesso. Ora, se con Marco ha finito alle due e mezzo, perché è già così stanco? C’è da chiedersi se non sia ‘esausto’ per altro e voglia essere ‘riposato’ per la banda di amichetti che sono numerosi.
Con Claude, se seguiamo questa linea, è una sveltina. Gli basta un buco. Io non penso proprio che basti una buca per fare un incontro d’affari veloce. Almeno, appunto, mezz’ora se ne va per dire due cose in questi ambiti. Anche solo per tirare fuori grafici e incartamenti.
Il Darfur ci ricorda che lui offre soldi in beneficenza a coloro che muoiono di fame perché lui ha fatto la fame. Però non vuole pubblicità. Un maniaco del controllo egocentrico vuole sempre pubblicità. Se non la vuole, vuol dire che ha paura che escano affari poco puliti. Ormai ci sono le prove. Lui non è un uomo d’affari, lui ricicla soldi sporchi e si diverte i ricavati illeciti.
Sam, invece, sembra una manovalanza poco etica, perché si deve occupare degli affari a ‘Darfur’. Almeno lui si salva, forse, dagli incontri clandestini.
Cit. Avrò bisogno di un biglietto in più perché ho una compagna… Sì, Andrea, è quello che ho detto, una compagna. Miss Anastasia Steele verrà con me… È tutto.»
Non ci credo! La gelosia e lo sconvolgimento di Andrea!! Con tanto di ‘è tutto’, che fa tanto: ‘basta Andrea, non mi ami abbastanza, vado con la prima che ho incontrato’.
Cit. «Buongiorno, Miss Steele.»
Sono andati a letto non so quante volte e la chiama ancora per cognome. Andrea, Marco e co., invece, li chiama per nome senza cognomi o altri suffissi. Anche le altre donne le nomina con Miss e simili, mi sembra pure sua madre. Riflettete gente, riflettete.
Cit. Lo guardo, assaporando ogni parte di lui.
Era da fin troppo che non c’era una sinestesia a cavolo =_=”.
I capelli di Grey, dopo tutto questo tempo, sono ancora umidi.
Grey non permette ad Ana di toccargli il petto, anche se vanno a letto insieme, però lei gli può tirare i capelli. Ora, temo sia colpa del sempre più evidente fetish che l’autrice ha con i capelli.
Cit. ma dopo un istante risponde con un grugnito roco, gutturale.
Per la gioia di Angela Porcu sono tornati i grugniti di Grey.
Ana adesso, sempre con la stessa maglietta, senza essersi cambiata, ha il sedere nudo. E se mai lo avesse avuto da prima, come mai non è corsa a cambiarsi perché c’era un’estranea? Perché l’estranea non ha battuto ciglio? Anche se fosse abituata, le doveva venire almeno un sorrisetto o un’aria così ostentata di indifferenza da parere falsa.
Inoltre, che fine avrà fatto quel the?
Pag.430

Grey fa un collegamento così rapido che mi ha spiazzata: ‘Il sonno ti fa bene, ti prendo su questa scrivania’.
E come dire: il latte fa bene, limoniamo qui.
Se vogliamo essere precisi, un discorso che si avvicina a quello di Grey, è:
“il riposo fa bene, bevi il latte o ti limono sul divano”.
Mi duole dirlo, ma è un perfetto incrocio tra una nonna è un pedofilo.
Ana, invece di scegliere la busta numero uno: dormire, la busta numero due: la doccia, sceglie la busta numero tre: la scrivania.
Ana si pompa di adrenalina peggio di Hulk.
Seguono frasi senza senso e palpate di sedere.
Grey impara da Ana e inizia ad avere orgasmi senza senso.
Cit. con un solo movimento fluido, sgombra il piano della scrivania, facendo cadere a terra fogli e documenti,
A parte che sicuramente aveva anche il portatile e così l’ha distrutto. Solo per comprarne un altro e fare ancora un po’ di pubblicità ai Mac? Era da un po’ che si sentiva il bisogno di pubblicità non occulta. Vogliamo, però, anche parlare di quanto lavoro ha fatto perdere al povero Ros? A quanti disastri burocratici e finanziari andrà incontro la società dopo questo gesto? O tutti quei documenti sono una facciata per poterli buttare a terra ogni volta che ha una visita interessante?
Grey piazza Ana sulla scrivania come farebbe un mago con l’assistente che sta per segare in due.
Grey aveva un preservativo in tasca, sul lavoro, in ufficio. Era quello di Marco?
Secondo Grey, una ragazza è ‘preparata’, se solo la guardi. Continuo a chiedermi quanto quest’uomo ancora mi dimostrerà che non ci sa fare in quell’ambito.
Cit. «Cazzo, Ana, sei pronta, eccome» mormora, adorante.
Dimenticavo che Ana è sempre pronta. A orgasmi con la sua stessa saliva, non me lo dimenticherò mai.
pag.431
Cit. Questo non è fare l’amore, è fottere… e io lo adoro.
NON SOLO E’ TORNATO, MA HA ANCHE IL SEGUITO. E’ LA RISPOSTA DI ANA!!!!
Cit. La sua voglia appaga la mia, mi delizia.
Ana è diventato un sottaceto Ponti.
Cit. spingendomi in alto, sempre più in alto, verso il castello sospeso.
E scopro che anche il castello era una metafora per lei che deve venire. Un giorno troveremo qualcosa che non sia a doppio senso. Probabilmente il giorno del mai.
Troviamo Grey che sculetta mentre la prende e Ana che si sente un recipiente da riempire.
Da Ana anche le ‘viscere’ stanno venendo. No, non scherzo.
Ana supera il limite e si trasforma in supersaiyan, con tanto di urla annesse. xD
Cit. mentre tocco il sole e brucio, crollando intorno a lui, precipitando, senza fiato, su una luminosa vetta terrestre.
Non credo che tutto questo vada commentato, no davvero. A voi la sentenza.
Ana rimane sconvolta che Grey viene. Ma davvero?!!!! E cosa doveva fare, spiccare il volo verso le ‘vette spaziali’?!
Cit. Lentamente mi materializzo di nuovo sulla terra.
Si materializza, come in Harry Potter. L’aveva detto la Row che avrebbe fatto più soldi usando altre bacchette.
Cit. Lentamente mi materializzo di nuovo sulla terra.
«Che diavolo mi stai facendo Mi hai completamente sedotto, Ana. Devi avermi fatto un incantesimo.»
Ritorna il fatto che non è Grey che si eccita ed è fissato con lei. E’ lei che è una strega e gli fa l’incantesimo e lui non le può resistere. Il vomito!
Pag.432
Ho dimenticato di dire che l’autrice, per ricordarci che Grey è un dominatore, ha fatto in modo che lui le tenesse i polsi tutto il tempo.
Ana continua a parlare di vette, tra un po’ diventa un’alpina.
Cit. «Sono io, quella sedotta» sussurro. Lui mi guarda. La sua espressione è sconcertata persino allarmata
Ana, solo l’uomo può essere sedotto e incantato. Non mi fare spaventare questo povero sessista misogino.
Lui è così sconvolto che le immobilizza la testa, ricordandoci che è pur sempre un pazzo criminale.
Cit. «Tu. Sei. Mia. » dice, sottolineando ogni parola. «Chiaro?»
Le ricorda che è un oggetto e non può avere opinioni sue, men che meno opinioni che confondono il suo cervellino da primate.
Ana è felice che lui le gridi addosso così, in modo da poter rispondere al ‘fervore’ di lui, lo chiama così tra le cose, con un bel ‘sì, tua’.
Cit. vedo la sua espressione cambiare e le saracinesche abbassarsi.
A parte che Grey ha delle saracinesche che si abbassano, ma fino a questo momento secondo lei era amichevole?
Cit. «Ti fa male?» chiede, chinandosi su di me. «Un po’» confesso. «Mi fa piacere.»
Stronz*. Ancora una volta gode della sofferenza della donna che dice di volere veramente.
Gli occhi di Grey sono tornati a fiammeggiare. Chissà se rivedremo gli effetti di fulmini e saette o di argenti fusi.
Cit. si alza e mi tende la mano per aiutarmi.
Avevamo dimenticato la schizofrenia di Grey. Ma lui e la sua sindrome di stoccolma sono in eterno ritorno.
Cit. «Sempre preparato» mormoro. Lui mi guarda confuso, mentre si tira su la cerniera.
Gli mostro la confezione del preservativo vuota. «Un uomo può sperare, Anastasia, persino sognare, e a volte i sogni si realizzano.»
Ha un tono così strano. Proprio non capisco.
Il dolore e le scuse di un Grey che in realtà voleva Marco. Da notare il suo assimilarsi a Cenerentola, aka principessa Disney, coi sogni son desideri. Sempre molto virile il nostro dominatore di ‘sto cavolo.
Pag.433
Ana ha nuovamente il torpore post-coito. L’autrice ha preso troppo per vera la scena dei film in cui dopo che lo fanno, la protagonista femminile si addormenta.
Grey ammette serenamente che fa spesso sess* sulla scrivania. La teoria su Marco, Andrea et. Simili è sempre più fondata.
La cameriera era già lì a lavare vestiti e simili, mentre i protagonisti lo facevano. Ed Ana si vergogna. Tutto molto giusto, ma a parte che si è scordata che lo hanno appena rifatto e la tizia lei sapeva essere lì; c’è l’aggravante che lei non si era vergognata a farsi vedere con questa con il cul* di fuori.
Questa volta, non sono solo frasi senza nesso logico, ma è anche un evidente tentativo di lui di fuorviare il discorso per non rispondere alle domande di lei. Tentativo che peraltro, Ana l’imbecille, permette che si concluda con successo.
Pag.444
Seguono complimenti di Grey. Sempre meglio quando la cagnolina di turno è così brava ed educata da farsi fregare facilmente come una tonna.
Cit. «Il nostro scopo è il piacere, Mr Grey.»
Ed ecco a voi, la versione ebete della pubblicità del Campari.
Grey, questa volta non è fissato con il farla mangiare, ma con il farle fare una doccia.
Persino Ana si accorge che vuole solo liquidarla. Che prima dell’appuntamento Marco del pomeriggio, ne stesse preparando uno mattutino con Andrea?
Claudia SQ Saini hai sempre più ragione sull’essere un gay represso di Christian.
Cit. livello emotivo… be’, sono scossa dalla sua reazione, che era emotivamente appagante quanto lo zucchero filato è nutriente.
A parte che Ana, tu lo zucchero filato non lo tocchi!
Però, stare con un uomo che ti fa stare così male a livello emotivo, è sbagliato.
Cit. Mrs Jones è ancora in cucina. «Vuole il suo tè, Miss Steele?» «Prima mi farò una doccia, grazie» rispondo.
Il the è ancora lì! Questa è rimasta ore della sua vita immobile, aspettandola, per darle un the che sicuramente ora è acqua freddo in cui è stata strisciata una bustina di the. Sempre più schifoso!
Cit. Quando sono entrata nello studio, lui sembrava stare bene. Abbiamo fatto sesso… Dopodiché non stava più bene. Proprio non capisco.
Ricapitoliamo. Mentre organizza raduni con uomini è felice. Dopo che ha fatto sess* con una donna non è felice. Sentite, l’autrice omofoba potrà negarlo quanto le pare, ma a me ormai sembrano prove evidenti. Ecco perché Grey scatta tanto alle domande sulla sua omosessualità.
Il cervello di Ana è così morto, che persino inconscio, vocina e dea interiore non danno segni di vita. Lo dice lei stessa!
Pag.445

[21 dicembre 2016].

Cit. Mi rivolgo al subconscio… che mi ignora completamente, o forse non sa proprio cosa dire. Evidentemente non ne ha idea
Ana ci dice chiaro e tondo che la sua testa è come un telefono occupato. Insomma, come Pippo nei cartoni animati! Se lo dice da sola di essere idiota.
Ana, come sempre, non si pettina. Io non sopravvivrei senza pettinarmi proprio mai e di sicuro non avrei i capelli sempre perfetti.
Ancora una volta, vediamo come Kate esiste soprattutto per dare le cose fighe ad Anastasia che ne abusa senza scrupoli.
Ricordiamo che stiamo ancora cercando di scoprire quando Anastasia si ricorderà del suo the. E se lo chiede anche, fortunatamente, Mrs Jones.
Anastasia, ora che è vestita, si ricorda che doveva essere in imbarazzo da nuda. La ragazza è tarda.
Cit. «Certo che mangerai qualcosa» sbotta Christian arrivando, furioso. «Le piacciono i pancake con bacon e uova, Mrs Jones.»
Grey è come sempre una nonna. L’importante, cascasse il mondo, è che Anastasia mangi. Come un supereroe che invece di salvare il mondo, si preoccupa terribile della colazione saltata. E anche oggi, la colazione è salva, grazie SuperGrey Pancakes.
Ora, mettendo da parte la risata che mi sono fatta a immaginarmi questo che corre, perde dignità e se ne va in giro come un idiota solo per farla mangiare; riflettiamo sul fatto che ha deciso lui cosa lei deve fare e nuovamente persino cosa deve mangiare.
Ana non sa praticamente usare il computer, odia le cose tecnologiche, ma parla di prenotare un viaggio attraverso internet come se fosse facilissimo. O non ha capito che ci vuole la carta di credito e tutta una serie di operazioni che non siamo sicuri che lei sia in grado di fare, o semplicemente pensa che ‘la macchina infernale’ faccio tutto da sola.
p.446
«Ce li hai i soldi?»
Grey, non ha bisogno della paghetta, continua a non essere tua nipote. Santo cielo, è come se un nonno diventasse uno stalker!
Grey inizia a rompere la testa con le proposte più assurde solo perché non vuole che lei parta. Come al solito deve decidere tutta la vita di lei.
Ana non riesce a rispondergli male perché, da brava cacciatrice di dote, sta sbavando sul jet.
Cit. «L’azienda è mia, il jet è mio.»
Sì, il mondo è mio, Aladdin Grey.
Cit. «Hai molto da fare per prepararti ai colloqui?»
«No.»
O.O COME NO?! SOLITA RACCOMANDATA! Prima si laurea senza capacità, ora lavorerà subito senza capacità.
Io mi sono appena laureata e già ho ricominciato a studiare per i concorsi che sono difficilissimi!
Grey le dice chiaro e tondo che la stalkererà per scoprire in casa editrice andrà a lavorare! E lei serena!
p.447
Grey le dice chiaro e tondo che si farà dare il numero di lei, spierà le sue telefonate e scoprirà dove andrà a lavorare.
E Ana, nonostante i precedenti, pensa che lui stia scherzando. Quando le parole che usa Christian sono ben lontane da quelle che si usano quando si fa una battuta.
Anastasia, che è la sub, guarda negli occhi per sua iniziativa il suo dom, ma neanche stavolta Grey si rende conto che dovrebbe rimproverarla. Per questi atti, non per il fatto che non mangia, dovrebbe scattare.
Ora, è ovvio che nella routine, ci si può guardare negli occhi. Ma nelle routine, fuori dalle sessioni, quelli che praticano BDSM sanno che non si possono picchiare, obbligare o comunque fare quelle che diventano in quel modo violenze domestiche.
Grey può spiarle il telefono, ma Ana è invadente se gli chiede qualcosa di normale sul suo passato! SIGNORI SIAMO ALLA FIERA DELL’ASSURDO!!
p.448
Secondo Ana, se un uomo ti dice che gli mancherai, sta facendo ogni sforzo per te. Sì, con una frasetta fatta, mamma mia lo sforzo.
Lo sforzo è mio a leggervi!
C’è un salto temporale imprevisto e non ben specificato.
Cit. in nervosa attesa di Mr J. Hyde.
Solo io gli chiederei se di secondo nome fa Jekill?
Ana dovrebbe fare una battuta del genere se è sul serio la grande lettrice che dice di essere.
Ad Ana vanno così bene ‘tutti’ i colloqui, che può fare anche la schizzinosa su quale lavoro scegliere.
Il posto dove si trova è una semplice sala d’attesa, ma ha ugualmente dei divani da ricchi. Eppure Ana si lamenta che il luogo non è abbasta da ricchi per lei. Questa si è già abituata ai soldi di Christian e pensa a come spenderli mentre ancora non sono sposati.
ANA VUOLE I SOLDIH!!!!
p.449
Ana, mentre attende, immagini Christian e su quel divano tra un po’ si mette a venire a gemere sola. Mi chiedo questa dove la tenga tutta questa libido. Nelle scarpe?
L’autrice dimostra di essere come sempre razzista. La giovane afroamericana deve essere per forza con i capelli un po’ rasta e grandi orecchini d’argento. E soprattutto è sempre simpatica, allegra e disponibile.
E per dissimulare il tutto, fa dire ad Ana che quella è il suo ideale di migliore amica. A parte che non la conosce, ma ricordo che in realtà Ana è migliore amica di una ricca e nobilotta occidentale di nome Kate, post-scrittum puzza sotto al naso.
Da quello che ci dice Ana, il suo volo si è prenotato solo magicamente mentre lei era a fare colloqui di lavoro. Wow, allora è vero che in questa storia i Mac possono fare tutto da soli.
Cit. Christian mi ha ordinato di portare con me il BlackBerry e il Mac.
Prima di tutto, non può stabilirle anche cosa portarsi come bagaglio in un viaggio. Secondo, l’autrice morirebbe a non fare pubblicità a questi prodotti, mi sa.
Che siano queste ditte a sponsorizzare questo libro? Non voglio sembrare una fanatica del complotto, ma questa donna se la cerca.
Cit. Alzo gli occhi al cielo al pensiero della sua insopportabile prepotenza, ma mi rendo conto che è fatto così. Gli piace controllare ogni cosa, me compresa.
Ah, se è fatto così, allora è normale. =_=”
Ennesimo errore. Al colloquio invece di chiamarle per nome, chiama Ana per il suo soprannome che non dovrebbero sapere o comunque usare perché non è professionale.
p.450

Ana, tanto per cambiare, indossa un vestito di Kate. Quando le migliori amiche diventano un guardaroba vivente.
Scopriamo che il diretto è un figaccione, copiato uguale uguale da Bill Weasley di Harry Potter, con ovviamente intensi occhi azzurri e vestiti informali. Creato apposta per dare l’ennesimo tizio a Grey per essere geloso. E io continuo a pensare che Ana è idiota ancor di più delle protagoniste dei reverse harem. Perché non solo rifiuta tutti i partiti perfetti, ma si mette anche con un psicopatico.
L’autrice ha scoperto il termine imperscrutabile mentre scriveva questa parte e lo mette di continuo per le cose più disparate, ma comunque sempre a sproposito.
Ana è così sicura di avere il lavoro che già si è presa la casa a pochi passi!
p.451
Il the! Fulmine a ciel sereno. Non sapremo mai se l’ha bevuto o la domestica è ancora lì che l’aspetta.
Ana comincia a vedere Grey in chiunque incontri. Sempre più creepy.
Se gli atteggiamenti di Grey li ha un altro, Ana dice che le mettono diffidenza e inquietudine. Perché con gli altri sì e con lui no, quando è la prima che vede che sono uguali?
Cit. Jack ed Elizabeth mi ascoltano con attenzione.
E Capitan Sparrow dov’è?
Per Ana il bricolage è inutile. E a quanto pare anche per gli altri due con cui sta facendo il colloquio. Che hanno la puzza sotto al naso quanto Kate.
p.452
Il capo di questa casa editrice nel colloquio non le domanda niente di utile, ci viene detto chiaro e tondo che non nomina nemmeno Francis Scott Fitzgerald. Ricordiamo che siamo in America, persino le star di Hollywood lo nominano alle interviste.
Cit. «Dove si vede fra cinque anni?» mi chiede.
“Insieme a Christian Grey” è la prima risposta che mi viene in mente.
Sposata e mantenuta è l’unica risposta che viene in mente ad Ana!
Ana vuole fare l’editor. Povera editoria americana.
Ovviamente è aperta solo a lavori che la paghino molto profumatamente.
Ana viene assunta subito. E il suo datore di lavoro sembra essere interessato ad altre sue grazie. Sorry, quel posto di pervertito sfruttatore di donne è già preso.
Cit. Mi pare che il colloquio sia andato bene, anche se è difficile dirlo.
Ti hanno detto che vai a lavorare lì dalla prossima settimana! Che volevi, essere pagata subito?
p.453
Cit. Solo Kate può sembrare così sexy con una camicia oversize, i jeans strappati e una bandana blu.
Ana si mette i bei vestiti di Kate e quella si mette dei vestiti orrendi. O Kate ha uno sdoppiamento quando sceglie i vestiti o siamo, più probabilmente, di fronte a un cliché. Quante volte abbiamo visto ragazze vestite nello stesso modo? Persino Ana a un certo punto della storia aveva la camicia oversize, ricordate?
Cit. Uffa!
Perché tutti mi ricordano Mr Cinquanta Sfumature?
Citarsi il titolo da sole a caz*o, brava autrice. BRAVAH!
Ana si mette a dire che il Boho-chic è uno stile che va bene per i colloqui di lavoro. Ora, questo stile di moda femminile, è uno stile in cui confluiscono vari elementi della cultura boheme ed hippy. Omettendo che a me non piace per niente, di certo non è adatto a un’occasione seria. E la farebbe sembrare una idiota americana senza gusto, senza etichetta e deficiente. Ah aspetta, quello che è.
p.454
Il problema non è che la gelosia di Christian è esagerata, ma gli altri che non controllano di ferire il vastissimo ego di Gray. Perciò vediamo Ana che attacca Kate in maniera quasi feroce.
Ana rischia di mettersi a piangere senza motivo. Come sempre il suo rapporto con Grey è deleterio per la sua psiche e i suoi sentimenti.
E per rincuorarla l’amica le ricorda i soldoni di Grey. Insomma, sia mai che si penta di fare la mantenuta.
Notiziona, funziona. Ana ricaccia indietro il dolore e si mette a sbandierare quanto lo ama!
p.455

[26 febbraio 2017]

Siamo nel 2017, esce il secondo film di 50, ecco la mia prima recensione dell’anno su quest’aborto di libro.
Anastasia pensa alla tragica infanzia di Christian, che ‘sicuramente’ è un bambino spaventato. Ormai sono scuse che conosciamo.
I dialoghi sono assurdi, con frasi irrealistiche e ripetute a pappagallo. Sembra un vecchio sketch comico.
Ana ci fa sapere che non c’è bisogno di comunicare quando il proprio lui è bravo a letto. Come sempre, contenuti incredibili.
Kate ovviamente è d’accordo.
pag.456
Ana si chiede se Christian prova qualcosa per lei. Allora, non prova niente di sano, ma anche chiedersi se prova qualcosa è da dementi. Ti presenta i tuoi, ti porta a letto e non ti tratta ‘quasi’ da semplice sottomessa. E’ UN SEMPLICE AMORE MALATO!
Ana tratta il suo BlackBerry come una bestia feroce che potrebbe divorarla. Sempre totalmente irrealistica. Il cliché della sprovveduta portato oltre l’ennesima potenza. E nel secondo film mi hanno già fatto sapere, che continua così. Anzi, dopo che Christian se l’è fatta per tutto il primo libro, continua a far finta di non conoscere il sex.
Cit.Mi avvicino con cautela e, non
trovandovi messaggi, rimango delusa. Accendo la
macchina infernale e, anche lì, nessun messaggio.
“L’indirizzo mail è lo stesso, Ana!”
Ana è l’unico essere vivente che non sa che la mail è una dovunque l’inserisci.
Ana si dice da sola di meritarsi le sculacciate quando alza gli occhi al cielo, cosa che fa di continuo.
Ricominciano le mail con intestazione e tutto per allungare il numero di pagine scritte del libro.
pag.457
Come al solito, non ci è dato sapere cosa Christian fa sul lavoro.
Ana passa un’intera mail a lamentarsi degli ‘scleri’ di Grey, giustificandolo nella stessa per l’amplesso.
pag.458
Grey le dice che non è brava a letto. Il mega-cornuto che dice cornuto alla creatura che mangia corna.
Inoltre fa il grammarnazi.
Ana si mette a vantare la ricchezza di Grey. Diamole il beneficio del dubbio e speriamo sia sarcasmo.
pag.459
cit.Eccezionale, rispetto alle altre volte che abbiamo… come
dici tu…? ah, sì… scopato.
Veramente è un termine usato da tutti.
Ana ha persino paura di inviargli mail di complimenti perché ha osato fargli una domanda. E lui risponde boiate.